Dipendenze delle risorse del cluster di failover di Microsoft Windows in SQL Server

In questo articolo vengono introdotte le dipendenze predefinite delle risorse in SQL Server e le restrizioni su queste dipendenze.

Versione originale del prodotto:   SQL Server 2017, SQL Server 2016, SQL Server 2014, SQL Server 2012, SQL Server 2008
Numero KB originale:   835185

Riepilogo

Quando si installa SQL Server in un cluster come istanza del cluster di failover di SQL Server, viene creato un insieme specifico di risorse di SQL Server che dispongono di dipendenze su altre risorse del gruppo di cluster.

Importante

Non modificare la struttura ad albero delle dipendenze predefinita, tranne per le modifiche elencate in questo articolo o le modifiche elencate nell'articolo seguente della Microsoft Knowledge Base: supporto di SQL Server per le cartelle installate

Esempio 1-dipendenze dell'istanza del cluster di failover di SQL Server predefinite

failover1

In questo diagramma, tenere presente quanto segue:

  • Il disco del cluster 1 non ha dipendenze obbligatorie.
  • Indirizzo IP: xxx.xxx.xxx.xxx non ha dipendenze obbligatorie.
  • Indirizzo IP: xxxx:xxxx:xx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx non ha dipendenze obbligatorie.
  • Nome: le dipendenze MORBIDe sono indirizzo IP: xxxx:xxxx:xx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx e indirizzo IP: xxx.xxx.xxx.xxx .
  • SQL Network Name (SOFTy) le dipendenze obbligatorie sono l'indirizzo IP.
  • Le dipendenze di SQL Server sono il disco di cluster 1 e il nome: Softy.
  • SQL Server non dispone di dipendenze obbligatorie.
  • Le dipendenze di SQL Server Agent sono SQL Server.
  • SQL Server Agent non dispone di dipendenze obbligatorie.

Esempio 2-dipendenze dell'istanza di failover di SQL Server 2008 Analysis Services

failover2

In questo diagramma, tenere presente quanto segue:

  • Le dipendenze di Analysis Services (LOCALINSTANCE) sono cluster Disk 2 e Name: STANDALONE2008R.
  • Analysis Services (LOCALINSTANCE) non dispone di dipendenze obbligatorie.
  • Il disco del cluster 2 non ha dipendenze obbligatorie.
  • Indirizzo IP: xxx.xxx.xxx.xxx non ha dipendenze obbligatorie.
  • Indirizzo IP: xxxx:xxxx:xx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx non ha dipendenze obbligatorie.
  • Nome: le dipendenze di STANDALONE2008R sono indirizzo IP: xxxx:xxxx:xx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx:xxxx e indirizzo IP: xxx.xxx.xxx.xxx .
  • Le dipendenze obbligatorie di SQL Network Name (STANDALONE2008R) sono indirizzo IP.
  • Le dipendenze di SQL Server (LOCALINSTANCE) sono il disco del cluster 2 e il nome: STANDALONE2008R.
  • SQL Server (LOCALINSTANCE) non dispone di dipendenze obbligatorie.
  • Le dipendenze di SQL Server Agent (LOCALINSTANCE) sono SQL Server (LOCALINSTANCE).
  • SQL Server Agent (LOCALINSTANCE) non dispone di dipendenze obbligatorie.

Esempio 3-dipendenze dell'istanza di failover di SQL Server 2008 con un punto di montaggio

failover3

In questo diagramma, tenere presente quanto segue:

  • Il disco del cluster 1 non ha dipendenze obbligatorie.
  • Disco di cluster 4, le dipendenze di mountpoint sono disco di cluster 1.
  • Disco di cluster 4, mountpoint non ha dipendenze obbligatorie.
  • Indirizzo IP: xxx:xxxx:c0:xxxx:xxxx:c597:8cb0:49f2 non ha dipendenze obbligatorie.
  • Nome: le dipendenze MORBIDe sono indirizzo IP: xxx:xxxx:c0:xxxx:xxxx:c597:8cb0:49f2 e indirizzo IP: xxx.xxx.xxx.88 .
  • SQL Network Name (SOFTy) le dipendenze obbligatorie sono l'indirizzo IP.
  • Le dipendenze di SQL Server sono Name: SOFTy, cluster Disk 4, mountpoint e Disk cluster 1.
  • SQL Server non dispone di dipendenze obbligatorie.

Nota

La doppia dipendenza sul punto di montaggio consiste nel verificare che SQL Server non sia in grado di avviare e caricare database senza che i dischi fisici siano disponibili. Ciò consente di evitare il danneggiamento del database.

L'albero delle dipendenze predefinito per SQL Server presenta le implicazioni seguenti:

  • La risorsa SQL Server Agent dipende dalla risorsa SQL Server.
  • La risorsa SQL Server dipende dalla risorsa nome rete SQL, dalle risorse del disco fisico e dalle cartelle installate che contengono i file di database.
  • La risorsa nome rete SQL dipende dalla risorsa indirizzo IP SQL.
  • La risorsa indirizzo IP SQL e le risorse del disco fisico non dipendono dalle risorse

Altre informazioni

Per informazioni su come aggiungere dipendenze a una risorsa SQL Server:

Limitazioni e limitazioni

Se si aggiungono altre risorse al gruppo SQL Server, tali risorse devono avere sempre le proprie risorse di nome di rete SQL univoche e le proprie risorse di indirizzi IP SQL. Non utilizzare le risorse del nome di rete SQL e le risorse degli indirizzi IP SQL esistenti per un valore diverso da SQL Server. Se le risorse di SQL Server sono condivise con altre risorse o sono configurate in modo non corretto, è possibile che si verifichino i problemi seguenti:

  • Possono verificarsi interruzioni non previste.
  • Potrebbe verificarsi un danneggiamento del database.
  • Le installazioni del Service Pack potrebbero non avere esito positivo.
  • Il programma di installazione di SQL Server potrebbe non avere esito positivo. In questo caso, non è possibile installare altre istanze di SQL Server o eseguire la manutenzione ordinaria.
  • SQL Server potrebbe non essere in linea.
  • I dischi potrebbero non essere disponibili per l'utilizzo di SQL Server.

Considerazioni aggiuntive

  • FTP con la replica di SQL Server: per le istanze di SQL Server che utilizzano l'FTP con la replica di SQL Server, il servizio FTP deve utilizzare uno degli stessi dischi fisici che l'installazione di SQL Server configurata per l'utilizzo del servizio FTP utilizza.
  • Dipendenze delle risorse di SQL Server: se si aggiunge una risorsa a un gruppo di SQL Server e si dispone di una dipendenza dalla risorsa SQL Server per verificare che SQL Server sia disponibile, è consigliabile aggiungere una dipendenza dalla risorsa Agente SQL Server anziché aggiungere una dipendenza alla risorsa SQL Server. Per assicurarsi che il computer che esegue SQL Server resti estremamente disponibile, configurare la risorsa SQL Server Agent in modo che non influisca sul gruppo SQL Server se la risorsa SQL Server Agent ha esito negativo.
  • Condivisioni di file e risorse della stampante: un'eccezione è la condivisione file utilizzata dalla caratteristica FILESTREAM di SQL Server. Una risorsa della stampante non deve trovarsi nel gruppo SQL Server. La condivisione file o le risorse della stampante richiedono il proprio nome di rete e la propria risorsa IP su un cluster di failover di Windows Server 2003. Le condivisioni di file e le risorse della stampante richiedono anche il proprio nome di rete e la propria risorsa IP per un punto di accesso client su Windows Server 2008 e versioni successive. Per un'istanza del cluster di failover in Windows Server 2008 o versione successiva, utilizzare la creazione guidata cartella condivisa per specificare un nome univoco e altre impostazioni per la cartella condivisa.
  • Prestazioni: la riduzione delle prestazioni e della perdita del servizio nel computer che esegue SQL Server può verificarsi quando si verificano le seguenti condizioni:
    • Una risorsa del cluster di condivisione file che non utilizza la caratteristica FILESTREAM è installata sulla stessa risorsa disco fisico in cui è installato SQL Server.
    • Una risorsa cluster di stampanti è installata sulla stessa risorsa disco fisico in cui è installato SQL Server.

Considerazioni su MSDTC

Leggere i suggerimenti MSDTC sul cluster di failover SQL, dovrebbe essere il punto di partenza per eventuali discussioni sulla dipendenza MSDTC se è necessario o meno.

Le domande frequenti sui suggerimenti di MSDTC (Frequently Asked Questions) devono essere indirizzate a domande comuni e procedure consigliate con MSDTC (Microsoft Distributed Transaction Coordinator) quando vengono utilizzate con le istanze del cluster di failover di SQL Server per includere suggerimenti e procedure consigliate correnti.

Quando si aggiunge una risorsa MSDTC a un gruppo di SQL Server, è possibile utilizzare uno dei dischi di SQL Server o un altro disco, tuttavia affinché la risorsa funzioni correttamente e sia in grado di utilizzare il cmdlet di PowerShell di test-DTC, è necessario utilizzare il nome di rete e l'indirizzo IP di SQL Server e rinominare la risorsa MSDTC con il nome del server virtuale di SQL Server.

A partire da Windows Server 2012 e versioni successive quando si crea un nuovo coordinatore delle transazioni distribuite utilizzando il gestore di cluster non è possibile scegliere il nome delle risorse, sarà sempre il nuovo coordinatore delle transazioni distribuite e non si ha la possibilità di rinominare la risorsa in Gestione cluster.

PowerShell per il salvataggio, questo comando consente di rinominare il nuovo coordinatore delle transazioni distribuite con il nome desiderato, in questo esempio il nome viene modificato in MSDTC.

Esempio (PowerShell):

Get-ClusterResource "New Distributed Transaction Coordinator" | %{ $_.Name = MSDTC }

Si applica a

  • SQL Server 2008 Standard
  • SQL Server 2008 Enterprise
  • Sviluppatore SQL Server 2008
  • Datacenter di SQL Server 2008 R2
  • Sviluppatore di SQL Server 2008 R2
  • SQL Server 2008 R2 Enterprise
  • SQL Server 2008 R2 Standard
  • SQL Server 2008 R2 Standard Edition per le piccole imprese
  • SQL Server 2008 R2 Express con servizi avanzati
  • Gruppo di lavoro SQL Server 2008 R2
  • Sviluppatore SQL Server 2012
  • SQL Server 2012 Enterprise
  • SQL Server 2012 standard
  • SQL Server 2012 Enterprise Core
  • SQL Server 2014 Enterprise
  • SQL Server 2014 Enterprise Core
  • SQL Server 2014 standard
  • SQL Server 2014 Business Intelligence
  • SQL Server 2016 Enterprise Core
  • SQL Server 2016 Enterprise
  • Sviluppatore SQL Server 2016
  • SQL Server 2016 standard
  • SQL Server 2017 Windows (tutte le edizioni)