Virtualizzazione di Exchange ServerExchange Server virtualization

È possibile distribuire Exchange Server 2016 ed Exchange Server 2019 in un ambiente virtualizzato.You can deploy Exchange Server 2016 and Exchange Server 2019 in a virtualized environment. In questo argomento viene fornita una panoramica degli scenari supportati per la distribuzione di Exchange sul software di virtualizzazione dell'hardware.This topic provides an overview of the scenarios that are supported for deploying Exchange on hardware virtualization software.

In questa descrizione della virtualizzazione di Exchange vengono utilizzati i seguenti termini:The following terms are used in this discussion of Exchange virtualization:

  • Avvio a freddo: quando si porta un sistema da uno stato di spegnimento a un avvio pulito del sistema operativo, l'azione è un avvio a freddo.Cold boot: When bringing a system from a power-off state into a clean start of the operating system, the action is a cold boot. In questo caso non persiste alcuno stato del sistema operativo.No operating system state has been persisted in this case.

  • Stato salvato: quando una macchina virtuale è spenta, gli hypervisor in genere hanno la possibilità di salvare lo stato della macchina virtuale, in questo modo, quando il computer viene riacceso, torna allo stato salvato anziché passare all'avvio a freddo.Saved state: When a virtual machine is powered off, hypervisors typically have the ability to save the state of the virtual machine, so when the machine is powered back on, it returns to that saved state rather than going through a cold boot startup.

  • Migrazione pianificata: quando un amministratore di sistema avvia lo spostamento di una macchina virtuale da un host hypervisor a un altro, l'azione è una migrazione pianificata.Planned migration: When a system administrator initiates the move of a virtual machine from one hypervisor host to another, the action is a planned migration. L'azione può corrispondere a una migrazione singola, ma l'amministratore di sistema può inoltre configurare l'automazione per spostare la macchina virtuale con intervalli pianificati.The action could be a single migration, or a system administrator could configure automation to move the virtual machine on a timed basis. Una migrazione pianificata può inoltre essere il risultato di eventi che si verificano nel sistema, nonché di errori hardware o software.A planned migration could also be the result of some other event that occurs in the system, other than hardware or software failure.

    Il punto chiave di una migrazione pianificata è che la macchina virtuale di Exchange funziona normalmente e deve essere spostata per qualche motivo.The key point of a planned migration is the Exchange virtual machine is operating normally and needs to be relocated for some reason. Questo trasferimento può essere effettuato tramite la tecnologia (ad esempio, Live Migration o vMotion).This relocation can be done via technology (for example, Live Migration or vMotion). Tuttavia, se la macchina virtuale di Exchange o l'host hypervisor su cui si trova la macchina virtuale è in una condizione di errore, il risultato non presenta le caratteristiche di una migrazione pianificata.However, if the Exchange virtual machine or the hypervisor host where the virtual machine is located experiences some sort of failure condition, the outcome isn't characterized as a planned migration.

Requisiti per la virtualizzazione hardwareRequirements for hardware virtualization

Microsoft supporta Exchange 2016 e Exchange 2019 nella produzione del software di virtualizzazione dell'hardware solo quando si verificano tutte le condizioni seguenti:Microsoft supports Exchange 2016 and Exchange 2019 in production on hardware virtualization software only when all the following conditions are true:

  • Il software di virtualizzazione dell'hardware esegue uno dei seguenti software:The hardware virtualization software is running one of the following:

    • Qualsiasi versione di Windows Server con tecnologia Hyper-V o Microsoft Hyper-V ServerAny version of Windows Server with Hyper-V technology or Microsoft Hyper-V Server

    • Qualsiasi hypervisor di terze parti convalidato nell'ambito del programma SVVP (Server Virtualization Validation Program) di Windows.Any third-party hypervisor that has been validated under the Windows Server Virtualization Validation Program.

      Nota

      La distribuzione di Exchange 2016 o Exchange 2019 sui provider Infrastructure-as-a-Service (IaaS) è supportata se sono soddisfatti tutti i requisiti di supporto.Deployment of Exchange 2016 or Exchange 2019 on Infrastructure-as-a-Service (IaaS) providers is supported if all supportability requirements are met. Nel caso di provider che stanno provisioning di macchine virtuali, questi requisiti prevedono che l'hypervisor utilizzato per le macchine virtuali di Exchange sia pienamente supportato e che l'infrastruttura utilizzata da Exchange soddisfi le prestazioni requisiti che sono stati determinati durante il processo di ridimensionamento.In the case of providers who are provisioning virtual machines, these requirements include ensuring that the hypervisor being used for Exchange virtual machines is fully supported, and that the infrastructure to be utilized by Exchange meets the performance requirements that were determined during the sizing process. La distribuzione nelle macchine virtuali Microsoft Azure è supportata se tutti i volumi di archiviazione utilizzati per i database di Exchange e i log delle transazioni del database (inclusi i database di trasporto) sono configurati per l'archiviazione di Azure PremiumDeployment on Microsoft Azure virtual machines is supported if all storage volumes used for Exchange databases and database transaction logs (including transport databases) are configured for Azure Premium Storage.

  • Il computer virtuale guest Exchange ha le seguenti condizioni:The Exchange guest virtual machine has the following conditions:

    • È in esecuzione Exchange 2016 o Exchange 2019.It's running Exchange 2016 or Exchange 2019.

    • Viene distribuito in una versione supportata di Windows Server per Exchange.It's deployed on a supported version of Windows Server for Exchange.

Per le distribuzioni di Exchange 2016 o Exchange 2019:For deployments of Exchange 2016 or Exchange 2019:

  • Tutti i ruoli del server Exchange sono supportati in una macchina virtuale.All Exchange server roles are supported in a virtual machine.

  • Le macchine virtuali di Exchange Server (incluse le macchine virtuali di Exchange che fanno parte di un gruppo di disponibilità del database o DAG) possono essere combinate con il clustering di failover basato su host e la tecnologia di migrazione, purché le macchine virtuali siano configurate in modo che non verranno salvati e ripristineranno lo stato sul disco quando vengono spostati o non sono in linea.Exchange server virtual machines (including Exchange virtual machines that are part of a database availability group, or DAG), may be combined with host-based failover clustering and migration technology, as long as the virtual machines are configured such that they won't save and restore state on disk when moved or taken offline. Tutte le attività di failover che si verificano a livello di hypervisor devono generare un avvio a freddo quando la macchina virtuale viene attivata sul nodo di destinazione.All failover activity occurring at the hypervisor level must result in a cold boot when the virtual machine is activated on the target node. La migrazione pianificata deve provocare un arresto e un avvio a freddo, o una migrazione online che utilizza una tecnologia come Hyper-V Live Migration.All planned migration must either result in shutdown and cold boot, or an online migration that makes use of a technology like Hyper-V Live Migration. La migrazione hypervisor delle macchine virtuali è supportata dal fornitore dell'hypervisor; pertanto è necessario assicurarsi che tale fornitore abbia testato e supporti la migrazione delle macchine virtuali di Exchange.Hypervisor migration of virtual machines is supported by the hypervisor vendor; therefore, you must ensure that your hypervisor vendor has tested and supports migration of Exchange virtual machines. Microsoft supporta la migrazione Hyper-V Live Migration di queste macchine virtuali.Microsoft supports Hyper-V Live Migration of these virtual machines.

  • Solo il software di gestione (ad esempio software antivirus, di backup o di gestione della macchina virtuale) può essere distribuito sul computer host fisico. Nessun'altra applicazione basata su server (ad esempio Exchange, SQL Server, Active Directory o SAP) deve essere installata sul computer host. Il computer host deve essere dedicato all'esecuzione di macchine virtuali guest.Only management software (for example, antivirus software, backup software, or virtual machine management software) can be deployed on the physical host machine. No other server-based applications (for example, Exchange, SQL Server, Active Directory, or SAP) should be installed on the host machine. The host machine should be dedicated to running guest virtual machines.

  • Alcuni hypervisor includono funzionalità per l'esecuzione di istantanee delle macchine virtuali. Tali istantanee acquisiscono lo stato di una macchina virtuale mentre questa è in esecuzione. Questa funzionalità consente di eseguire più istantanee di una macchina virtuale e quindi di ripristinarla a uno stato precedente applicandovi una determinata istantanea. Tuttavia, le istantanee delle macchine virtuali non sono in grado di rilevare le applicazioni, pertanto il loro utilizzo può portare a conseguenze impreviste e indesiderate per un'applicazione server che gestisce dati di stato, come ad esempio Exchange. Di conseguenza, l'esecuzione di istantanee di una macchina virtuale guest di Exchange non è supportata.Some hypervisors include features for taking snapshots of virtual machines. Virtual machine snapshots capture the state of a virtual machine while it's running. This feature enables you to take multiple snapshots of a virtual machine and then revert the virtual machine to any of the previous states by applying a snapshot to the virtual machine. However, virtual machine snapshots aren't application aware, and using them can have unintended and unexpected consequences for a server application that maintains state data, such as Exchange. As a result, making virtual machine snapshots of an Exchange guest virtual machine isn't supported.

  • Molti prodotti di virtualizzazione dell'hardware consentono di specificare il numero di processori virtuali da assegnare a ogni macchina virtuale guest.Many hardware virtualization products allow you to specify the number of virtual processors that should be allocated to each guest virtual machine. I processori virtuali che si trovano nella macchina virtuale guest condividono un numero fisso di core del processore fisico nel sistema fisico.The virtual processors located in the guest virtual machine share a fixed number of physical processor cores in the physical system. Exchange supporta un rapporto di core processore virtuale da processore a fisico non superiore a 2:1, anche se è consigliabile un rapporto di 1:1.Exchange supports a virtual processor-to-physical processor core ratio no greater than 2:1, although we recommend a ratio of 1:1. Ad esempio, un sistema a doppio processore che utilizza processori quad core contiene un totale di 8 core del processore fisico nel sistema host.For example, a dual processor system using quad core processors contains a total of 8 physical processor cores in the host system. Su un sistema con questa configurazione non è consigliabile assegnare più di 16 processori virtuali a tutte le macchine virtuali guest combinate.On a system with this configuration, don't allocate more than a total of 16 virtual processors to all guest virtual machines combined.

  • Quando si calcola il numero totale di processori virtuali richiesti dal computer host, occorre tenere in considerazione sia i requisiti di I/O che quelli del sistema operativo. Nella maggioranza dei casi, il numero equivalente di processori virtuali richiesti nel sistema operativo host per un sistema che ospita macchine virtuali Exchange è 2. Questo valore deve essere utilizzato come riferimento per il processore virtuale del sistema operativo host quando si calcola il rapporto complessivo tra core fisici e processori virtuali. Se il monitoraggio delle prestazioni del sistema operativo host indica che l'utilizzo del processore è superiore all'equivalente di 2 processori, è necessario ridurre in maniera corrispondente il numero di processori virtuali assegnati alle macchine virtuali guest e verificare che il rapporto complessivo tra processori virtuali e core fisici non sia superiore a 2:1.When calculating the total number of virtual processors required by the host machine, you must also account for both I/O and operating system requirements. In most cases, the equivalent number of virtual processors required in the host operating system for a system hosting Exchange virtual machines is 2. This value should be used as a baseline for the host operating system virtual processor when calculating the overall ratio of physical cores to virtual processors. If performance monitoring of the host operating system indicates you're consuming more processor utilization than the equivalent of 2 processors, you should reduce the count of virtual processors assigned to guest virtual machines accordingly and verify that the overall virtual processor-to-physical core ratio is no greater than 2:1.

  • È possibile che le macchine virtuali guest possano impedire direttamente la comunicazione con le schede bus host (HBA) Fibre Channel o SCSI installate nel computer host.It's possible that guest virtual machines may be prevented from directly communicating with Fibre Channel or SCSI host bus adapters (HBAs) installed in the host machine. In questo caso, è necessario configurare le schede nel sistema operativo del computer host e presentare i numeri di unità logica (LUN) alle macchine virtuali guest come disco virtuale o come disco pass-through.In this event, you must configure the adapters in the host machine's operating system and present the logical unit numbers (LUNs) to guest virtual machines as either a virtual disk or a pass-through disk.

  • L'unico modo supportato per inviare messaggi di posta elettronica ai domini esterni dalle risorse di calcolo di Azure è tramite un inoltro SMTP (noto anche come SMTP smart host).The only supported way to send emails to external domains from Azure compute resources is via an SMTP relay (also known as an SMTP smart host). La risorsa di calcolo di Azure invia il messaggio di posta elettronica all'inoltro SMTP e quindi il provider di inoltro SMTP recapita il messaggio di posta elettronica al dominio esterno.The Azure compute resource sends the email to the SMTP relay and then the SMTP relay provider delivers the email to the external domain. Microsoft Exchange Online Protection è un provider di un inoltro SMTP, ma anche un certo numero di provider di terze parti.Microsoft Exchange Online Protection is one provider of an SMTP relay, but there are a number of third party providers as well. Per ulteriori informazioni, vedere il post del Blog del team di supporto di Microsoft Azure inviare messaggi di posta elettronica dalla risorsa di calcolo di Azure ai domini esterni.For more information, see the Microsoft Azure Support Team Blog post Sending E-mail from Azure Compute Resource to External Domains.

Requisiti di archiviazione per il computer hostHost machine storage requirements

I requisiti di spazio su disco minimi per ogni computer host sono descritti nell'elenco seguente:The minimum disk space requirements for each host machine are described in the following list:

  • In alcune applicazioni di virtualizzazione dell'hardware, i computer host possono richiedere uno spazio di archiviazione per il sistema operativo e i relativi componenti.Host machines in some hardware virtualization applications may require storage space for an operating system and its components. Inoltre, è richiesto uno spazio di archiviazione per supportare il file di paging del sistema operativo, il software di gestione e i file di ripristino a seguito dell'arresto anomalo del sistema (dump).Additional storage space is also required to support the operating system's paging file, management software, and crash recovery (dump) files.

  • Alcuni hypervisor mantengono sul computer host file univoci per ogni macchina virtuale guest. Ad esempio, in un ambiente Hyper-V viene creato e mantenuto per ogni macchina guest un file di archiviazione temporaneo (file BIN). La dimensione di ciascun file BIN è pari alla quantità di memoria assegnata alla macchina guest. È possibile, inoltre, che nella macchina host vengano creati e mantenuti altri file per ogni macchina guest.Some hypervisors maintain files on the host machine that are unique to each guest virtual machine. For example, in a Hyper-V environment, a temporary memory storage file (BIN file) is created and maintained for each guest machine. The size of each BIN file is equal to the amount of memory allocated to the guest machine. In addition, other files may also be created and maintained on the host machine for each guest machine.

  • Se il computer host esegue Windows Server 2012 Hyper-V o Hyper-V 2012 e si sta configurando un cluster di failover basato su host che ospiterà i server cassette postali di Exchange in un gruppo di disponibilità del database, è consigliabile seguire le indicazioni contenute in KB2872325.If your host machine is running Windows Server 2012 Hyper-V or Hyper-V 2012, and you're configuring a host-based failover cluster that will host Exchange Mailbox servers in a DAG, we recommend following the guidance in KB2872325.

Requisiti di archiviazione di ExchangeExchange storage requirements

I requisiti di archiviazione relativi a un server di Exchange virtualizzato sono i seguenti:Requirements for storage connected to a virtualized Exchange server are as follows:

  • A ogni macchina guest di Exchange deve essere assegnato uno spazio di archiviazione sufficiente sul computer host per il disco fisso contenente il sistema operativo guest, eventuali file di archiviazione della memoria temporanea in uso e i file della macchina virtuale correlata ospitati nel computer host. Inoltre, per ogni macchina guest di Exchange, è necessario allocare uno spazio di archiviazione sufficiente per contenere le code dei messaggi e uno spazio sufficiente per i database e i file di registro presenti nei server Cassette postali.Each Exchange guest machine must be allocated sufficient storage space on the host machine for the fixed disk that contains the guest's operating system, any temporary memory storage files in use, and related virtual machine files that are hosted on the host machine. In addition, for each Exchange guest machine, you must also allocate sufficient storage for the message queues and sufficient storage for the databases and log files on Mailbox servers.

  • Lo spazio di archiviazione utilizzato dal computer guest di Exchange per l'archiviazione dei dati di Exchange (ad esempio, i database delle cassette postali e le code di trasporto) può essere l'archiviazione virtuale di dimensioni fisse (ad esempio, dischi rigidi virtuali (VHD o VHDX) in un ambiente Hyper-V), Dynamic Virtual archiviazione quando si utilizzano i file di VHDX con Hyper-V, lo spazio di archiviazione SCSI pass-through o l'archiviazione Internet SCSI (iSCSI).The storage used by the Exchange guest machine for storage of Exchange data (for example, mailbox databases and transport queues) can be virtual storage of a fixed size (for example, fixed virtual hard disks (VHD or VHDX) in a Hyper-V environment), dynamic virtual storage when using VHDX files with Hyper-V, SCSI pass-through storage, or Internet SCSI (iSCSI) storage. L'archiviazione pass-through è un sistema di archiviazione configurato a livello host e dedicato a una macchina guest.Pass-through storage is storage that's configured at the host level and dedicated to one guest machine. Tutto lo spazio di archiviazione utilizzato da un computer guest di Exchange per l'archiviazione dei dati di Exchange deve essere di archiviazione a livello di blocco perché Exchange non supporta l'utilizzo di volumi NAS (Network Attached Storage) diversi da quelli dello scenario SMB 3,0 descritto più avanti in questo argomento.All storage used by an Exchange guest machine for storage of Exchange data must be block-level storage because Exchange doesn't support the use of network attached storage (NAS) volumes, other than in the SMB 3.0 scenario outlined later in this topic. Inoltre, l'archiviazione NAS presentata alla macchina guest come archiviazione a livello di blocco via hypervisor non è supportata.Also, NAS storage that's presented to the guest as block-level storage via the hypervisor isn't supported.

  • I dischi rigidi virtuali a dimensione fissa possono essere archiviati su una condivisione file SMB 3.0 rafforzata dall'archiviazione a livello di blocco se la macchina guest utilizza Windows Server 2012 Hyper-V (o una versione successiva di Hyper-V). Le condivisioni file SMB 3.0 sono supportate solo per l'archiviazione di dischi rigidi virtuali a dimensione fissa. Tali condivisioni file non possono essere utilizzate per l'archiviazione diretta di dati Exchange. Quando si utilizzano condivisioni file SMB 3.0 per archiviare dischi rigidi virtuali a dimensione fissa, l'archiviazione che supporta la condivisione file deve essere configurata con un'elevata disponibilità per garantire la massima disponibilità del servizio di Exchange.Fixed VHDs may be stored on SMB 3.0 files that are backed by block-level storage if the guest machine is running on Windows Server 2012 Hyper-V (or a later version of Hyper-V). The only supported usage of SMB 3.0 file shares is for storage of fixed VHDs. Such file shares can't be used for direct storage of Exchange data. When using SMB 3.0 file shares to store fixed VHDs, the storage backing the file share should be configured for high availability to ensure the best possible availability of the Exchange service.

  • Il sistema di archiviazione utilizzato da Exchange deve essere ospitato in assi di disco separati dal sistema di archiviazione che ospita il sistema operativo della macchina virtuale guest.Storage used by Exchange should be hosted in disk spindles that are separate from the storage that's hosting the guest virtual machine's operating system.

  • La configurazione dell'archiviazione iSCSI per l'utilizzo di un iniziatore iSCSI all'interno di una macchina virtuale guest di Exchange è supportata. Tuttavia, con questa configurazione le prestazioni vengono ridotte se lo stack di rete all'interno della macchina virtuale non è completo (ad esempio, non tutti gli stack di rete virtuali supportano i frame jumbo).Configuring iSCSI storage to use an iSCSI initiator inside an Exchange guest virtual machine is supported. However, there is reduced performance in this configuration if the network stack inside a virtual machine isn't full-featured (for example, not all virtual network stacks support jumbo frames).

Requisiti di memoria e consigli per ExchangeExchange memory requirements and recommendations

Alcuni hypervisor hanno la possibilità di oversubscription/overcommit o di regolare dinamicamente la quantità di memoria disponibile per una macchina guest specifica in base all'utilizzo percepito della memoria nel computer guest rispetto alle esigenze di altre macchine guest gestite dalla stesso hypervisor.Some hypervisors have the ability to oversubscribe/overcommit or dynamically adjust the amount of memory available to a specific guest machine based on the perceived usage of memory in the guest machine as compared to the needs of other guest machines managed by the same hypervisor. Questa tecnologia è efficace nei carichi di lavoro in cui la memoria è necessaria per brevi periodi e può essere sottratta ad altri usi.This technology makes sense for workloads in which memory is needed for brief periods of time and then can be surrendered for other uses. Tuttavia, non può essere efficace per carichi di lavoro in cui l'utilizzo della memoria è previsto su base continuativa.However, it doesn't make sense for workloads that are designed to use memory on an ongoing basis. Exchange (come molte applicazioni server con ottimizzazioni per le prestazioni che coinvolgono la memorizzazione nella cache dei dati in memoria) è suscettibile di prestazioni del sistema insufficienti e un'esperienza client inaccettabile se non ha il controllo completo sulla memoria allocata al macchina fisica o virtuale in cui è in esecuzione.Exchange (like many server applications with optimizations for performance that involve caching of data in memory) is susceptible to poor system performance and an unacceptable client experience if it doesn't have full control over the memory allocated to the physical or virtual machine on which it's running. Di conseguenza, l'utilizzo della memoria dinamica o delle funzionalità di overcommit della memoria per Exchange non è supportato.As a result, using dynamic memory or memory overcommit features for Exchange isn't supported.

Migrazione e clustering di failover basato su host per ExchangeHost-based failover clustering and migration for Exchange

Di seguito sono riportate le risposte ad alcune domande frequenti sulla tecnologia di migrazione e clustering di failover basato su host con i gruppi di disponibilità del database Exchange:The following are answers to some frequently asked questions about host-based failover clustering and migration technology with Exchange DAGs:

  • Microsoft supporta la tecnologia di migrazione di terze parti?Does Microsoft support third-party migration technology?

    Microsoft non è in grado di supportare l'integrazione di prodotti hypervisor di terze parti che utilizzano queste tecnologie con Exchange, dal momento che tali tecnologie non sono parte del programma SVVP (Server Virtualization Validation Program). Il programma SVVP copre gli altri aspetti del supporto di Microsoft per gli hypervisor di terze parti. È necessario verificare che il fornitore dell'hypervisor supporti la combinazione della sua tecnologia di migrazione e clustering con Exchange. Se il fornitore dell'hypervisor supporta la relativa tecnologia di migrazione con Exchange, Microsoft supporterà Exchange con tale tecnologia di migrazione.Microsoft can't make support statements for the integration of third party hypervisor products using these technologies with Exchange, because these technologies aren't part of the Server Virtualization Validation Program (SVVP). The SVVP covers the other aspects of Microsoft support for third-party hypervisors. You need to ensure that your hypervisor vendor supports the combination of their migration and clustering technology with Exchange. If your hypervisor vendor supports their migration technology with Exchange, Microsoft supports Exchange with their migration technology.

  • Come viene definito da Microsoft il clustering di failover basato su host?How does Microsoft define host-based failover clustering?

    Il clustering di failover basato su host indica una qualsiasi tecnologia che fornisce la capacità di reagire automaticamente agli errori a livello di host e di avviare le macchine virtuali interessate su server alternativi. L'utilizzo di questa tecnologia è supportato purché, in caso di errore, la macchina virtuale venga avviata a freddo sull'host alternativo. Questa tecnologia aiuta a garantire che la macchina virtuale non venga mai riattivata da uno stato salvato conservato su disco, perché risulterebbe obsoleto rispetto agli altri membri del gruppo di disponibilità del database.Host-based failover clustering refers to any technology that provides the automatic ability to react to host-level failures and start affected virtual machines on alternate servers. Use of this technology is supported given that, in a failure scenario, the virtual machine is coming up from a cold boot on the alternate host. This technology helps to make sure that the virtual machine never comes up from a saved state that's persisted on disk because it will be stale relative to the rest of the DAG members.

  • Che cosa intende Microsoft per supporto della migrazione?What does Microsoft mean by migration support?

    Per tecnologia di migrazione si intende una qualsiasi tecnologia che consente lo spostamento pianificato di una macchina virtuale da una macchina host all'altra. Lo spostamento può anche essere automatizzato e avvenire durante un bilanciamento del carico delle risorse, ma non è correlato a un errore nel sistema. Le migrazioni sono supportate finché le macchine virtuali non vengono riattivate da uno stato salvato su disco. In pratica, per l'utilizzo con Exchange è supportata la tecnologia che sposta una macchina virtuale trasportando lo stato e la memoria della macchina stessa sulla rete senza tempi di inattività percepiti. Un fornitore di hypervisor di terze parti deve fornire il supporto per la tecnologia di migrazione, mentre Microsoft fornisce il supporto per Exchange se utilizzato in questa configurazione.Migration technology refers to any technology that allows a planned move of a virtual machine from one host machine to another host machine. This move could also be an automated move that occurs as part of resource load balancing, but it isn't related to a failure in the system. Migrations are supported as long as the virtual machines never come up from a saved state that's persisted on disk. This means that technology that moves a virtual machine by transporting the state and virtual machine memory over the network with no perceived downtime is supported for use with Exchange. A third-party hypervisor vendor must provide support for the migration technology, while Microsoft provides support for Exchange when used in this configuration.