Proprietà delle stringhe di connessione

Si applica a: SQL Server Analysis Services Azure Analysis Services Power BI Premium

Questo articolo descrive le proprietà della stringa di connessione usate dalle applicazioni client che si connettono ai dati del set di dati di Azure Analysis Services (Azure AS), SQL Server Analysis Services (SSAS) e Power BI Premium query. Queste proprietà vengono utilizzate dal provider Analysis Services client, ADOMD.NET, AMO e OLE DB (MSOLAP) per Analysis Services. La maggior parte delle proprietà delle stringhe di connessione è utilizzabile con tutte e tre le librerie client. Le eccezioni sono indicate nella descrizione.

Usare il selettore versione sopra il sommario a sinistra per visualizzare solo le proprietà che si applicano a una piattaforma o a una versione specifica.

Proprietà di connessione

origine dati

Specifica l'istanza del server. Questa proprietà è obbligatoria per tutte le connessioni.

I valori validi per Azure Analysis Services includono dove protocol è string o quando si usa un alias del nome del server , region è l'URI in cui è stato creato il <protocol>://<region>/<servername> asazure server link (ad esempio, westus.asazure.windows.net) e servername è il nome del server univoco all'interno dell'area.

Esempio Descrizione
Data source=asazure://westus.asazure.windows.net/myasserver Azure Analysis Services.
Data source=link://friendlyname.salesapp.azurewebsites.net/ Azure Analysis Services l'alias del nome del server.

I valori validi per Power BI Premium includono dove protocol è string , URI è , tenant name è il nome del tenant dell'organizzazione o e workspace name è il nome di un'area di lavoro assegnata a una <protocol>://api.powerbi.com/v1.0/[tenant name]/[workspace name] powerbi capacità api.powerbi.com myorg dedicata.

Esempio Descrizione
Data source=powerbi://api.powerbi.com/v1.0/contoso.com/Sales Workspace Power BI Premium lavoro.

I valori validi per SQL Server Analysis Services includono il nome di rete o l'indirizzo IP del server, local o localhost per le connessioni locali, un URL se il server è configurato per l'accesso HTTP o HTTPS o il nome di un file di cubo locale (con estensione cub).

Esempio Descrizione
Data source=AW-SRV01 Istanza e porta predefinite di SSAS (TCP 2383).
Data source=AW-SRV01\Finance Istanza denominata di SSAS.
Data source=AW-SRV01:8081 Istanza predefinita di SSAS, porta specificata.
Data source=AW-SRV01.corp.Adventure-Works.com Nome di dominio completo di SSAS, istanza predefinita e porta.
Data source=172.16.254.1 Indirizzo IP SSAS del server, ignorando la ricerca del server DNS. Utile per la risoluzione dei problemi di connessione.

Initial Catalog o Catalog

Specifica il nome del database Analysis Services o del set Power BI Premium a cui connettersi. Il database deve essere distribuito in Analysis Services o in un'Power BI Premium di lavoro ed è necessario disporre dell'autorizzazione per connettersi a esso. Per SSAS, viene selezionato automaticamente il primo database consentito. Per Azure AS e Power BI Premium, un database non viene selezionato automaticamente, ma è possibile specificare un catalogo usando la proprietà Catalog dopo l'apertura della connessione. Questa proprietà è facoltativa per amo e ADOMD.NET connessioni.

Esempio Descrizione
Initial catalog=AdventureWorks Nome del database o del set di dati

Provider

Questa proprietà è obbligatoria nella stringa di connessione quando si usa un provider OLE DB come MSOLAP. Consente di usare un provider indipendente dalla versione (in genere il più recente), ad esempio "Provider=MSOLAP", oppure di specificare un provider dipendente dalla versione, ad esempio "Provider=MSOLAP.7". I valori dipendenti dalla versione validi seguono il modello MSOLAP. <version> , dove <version> è 7 o 8. Ad esempio, MSOLAP.7 rilasciato nel SQL Server 2016. La versione ".8" è la più recente e considerata "sempreverde". È previsto che l'aggiornamento continui con la compatibilità con le versioni precedenti. Anche i numeri di versione precedenti sono possibili, ma le versioni di MSOLAP non sono più supportate.

Questa proprietà è facoltativa per ADOMD.NET e AMO. È consentito per praticità quando si copia una stringa di connessione MSOLAP da usare con ADOMD.NET AMO.

Esempio Descrizione
Provider=MSOLAP.7 Connessioni che richiedono SQL Server versione 2016 del provider OLE DB per Analysis Services.

Cubo

Nome del cubo o della prospettiva. Un database può contenere più cubi e prospettive. Se sono possibili più destinazioni, includere il nome del cubo o della prospettiva nella stringa di connessione.

Esempio Descrizione
Cube=Sales Cubo denominato Sales.
Cube=SalesPerspective Prospettiva denominata SalesPerspective.

Proprietà di autenticazione e sicurezza

Azure Analysis Services e Power BI Premium usare Azure Active Directory - Universale con MFA (scelta consigliata), l'autenticazione Azure Active Directory con nome utente e password, i token di accesso Azure Active Directory o Windows Autenticazione.

SQL Server Analysis Services usa Windows'autenticazione, ma è possibile impostare le proprietà nella stringa di connessione per passare un nome utente e una password specifici.

Le proprietà sono elencate in ordine alfabetico.

EffectiveUserName

Usare questa proprietà quando nel server deve essere rappresentata l'identità di un utente finale. Per SSAS, specificare in un formato dominio\utente. Per Azure AS e Power BI Premium, specificare in formato UPN. Per usare questa proprietà, il chiamante deve disporre di autorizzazioni amministrative in Analysis Services. In Power BI Premium il chiamante deve essere un amministratore dell'area di lavoro in cui si trova il set di dati.

CustomData

Valore stringa da passare al motore nella stringa di connessione e quindi recuperato tramite la funzione MDX CustomData() o LA funzione DAX CUSTOMDATA(). In genere viene usato per passare un userID o un nome utente come valore e quindi specificare tale valore nella definizione di un'espressione di sicurezza.

Encrypt Password

Specifica se deve essere usata una password locale per crittografare cubi locali. I valori validi sono True o False. Il valore predefinito è False.

Encryption Password

Password usata per decrittografare un cubo locale crittografato. Il valore predefinito è vuoto. Questo valore deve essere impostato dall'utente in modo esplicito.

Impersonation Level

Indica il livello di rappresentazione che il server è autorizzato a usare per rappresentare il client. I valori validi includono:

  • Anonimo. Il client è anonimo per il server. Il processo server non può ottenere informazioni sul client né quest'ultimo può essere rappresentato.
  • Identificare. Il processo server può ottenere l'identità del client. Il server può rappresentare l'identità del client a fini di autorizzazione ma non può accedere a oggetti di sistema con tale identità.
  • Rappresenta . Si tratta del valore predefinito. L'identità del client può essere rappresentata, ma solo quando viene stabilita la connessione e non a ogni chiamata.
  • Delegare. Il processo server può rappresentare il contesto di sicurezza del client quando agisce per conto del client. Il processo server può inoltre effettuare chiamate in uscita ad altri server quando agisce per conto del client.

Sicurezza integrata

Per la connessione ad Analysis Services viene usata l'identità di Windows del chiamante. I valori validi sono SSPI, blank, Basic e ClaimsToken*.

SSPI è il valore predefinito per le connessioni TCP, consentendo l'autenticazione NTLM, Kerberos o anonima. Per Azure AS e Power BI Premium SSPI indica AD Translation. Quando si usa SSPI, la proprietà ProtectionLevel deve essere impostata su Connessione, integrità Pkt o privacy Pkt.

blank è il valore predefinito per le connessioni HTTP.

*ClaimsToken è supportato per Azure AS e Power BI Premium.

Persist Security Info

I valori validi sono True o False. Se impostata su True, le informazioni di sicurezza quali l'identità dell'utente o la password precedentemente specificate nella stringa di connessione possono essere ottenute dalla connessione dopo che quest'ultima è stata stabilita. Il valore predefinito è False.

Livello di protezione

Determina il livello di sicurezza usato per la connessione. I valori supportati dipendono dal trasporto sottostante. I valori validi sono:

  • Nessuno. Connessioni non autenticate o anonime. Non viene eseguita alcuna autenticazione per i dati inviati al server.
  • Connessione. Connessioni autenticate. L'autenticazione viene eseguita solo quando il client stabilisce una relazione con un server.
  • Pkt Integrity. Connessioni crittografate Viene verificato che tutti i dati inviati dal client siano stati ricevuti e che durante il transito non siano state apportate modifiche.
  • Pkt Privacy. Crittografia firmata, supportata solo per TCP. Viene verificato che tutti i dati inviati dal client siano stati ricevuti senza modifiche apportate durante il transito e viene assicurata la protezione della privacy dei dati mediante crittografia.

Per altre informazioni, vedere Stabilire connessioni sicure in ADOMD.NET

Ruoli

Specificare un elenco con valori delimitati da virgole dei ruoli predefiniti per la connessione a un server o a un database mediante le autorizzazioni trasmesse dal ruolo in questione. Se questa proprietà viene omessa, vengono usati tutti i ruoli e le autorizzazioni valide derivano da una combinazione di tutti i ruoli. L'impostazione della proprietà su un valore vuoto, ad esempio, indica che la Roles=' ' connessione client non ha alcuna appartenenza al ruolo.

Un amministratore che usano questa proprietà si connette con le autorizzazioni trasmesse dal ruolo. Alcuni comandi potrebbero avere esito negativo se il ruolo non fornisce autorizzazioni sufficienti.

SSPI

Specifica in modo esplicito il pacchetto di sicurezza da usare per l'autenticazione client quando Integrated Security è impostato su SSPI. SSPI supporta più pacchetti, tuttavia è possibile usare questa proprietà per specificare un pacchetto particolare. I valori validi sono:

  • Negoziare
  • Kerberos
  • NTLM
  • Utente anonimo

Se questa proprietà non è impostata, per la connessione saranno disponibili tutti i pacchetti.

Use Encryption for Data

Crittografa le trasmissioni di dati. I valori validi sono True o False.

User ID=...;  Password=

Le proprietà ID utente e Password forniscono le credenziali appropriate al server quando l'utente attivo corrente nell'applicazione client non può essere propagato automaticamente al server. Il comportamento dipende dal protocollo di trasporto e dal server a cui si è connessi:

  • Quando ci si connette tramite TCP a SSAS, la libreria client rappresenta l'utente Windows usando il nome utente e la password specificati e quindi si connette come di consueto al server.
  • Quando ci si connette tramite HTTP(S) a SSAS, le credenziali vengono fornite al server Web in base alla modalità di autenticazione configurata nel server Web, ad esempio l'autenticazione di base o Windows autenticazione. Il server Web eseguirà la rappresentazione Windows prima di connettersi al server SSAS, fornendo il flusso di credenziali corretto al server.
  • Quando ci si connette ad Azure AS o Power BI Premium, l'ID utente e la password vengono usati per ottenere un token Azure Active Directory (AAD) che viene quindi presentato al servizio durante l'autenticazione. AAD può anche richiedere l'autenticazione a più fattori (MFA), che può richiedere un'interazione dell'utente aggiuntiva prima che il token possa essere generato.
  • Se è già stato acquisito un token di accesso AAD bearer valido dalla propria applicazione, è possibile omettere la proprietà ID utente e specificare solo il token di accesso nella proprietà Password. L'autenticazione è supportata per i token di connessione acquisiti in modo interattivo per un utente e tramite il flusso On-Behalf-Of di OAuth 2.0, ad esempio un'applicazione Web di livello intermedio che si connette a Analysis Services per conto dell'utente. Omettere il tipo di token quando si passa il token di accesso nella proprietà Password. Le Analysis Services client aggiungono automaticamente il valore auth-scheme "Bearer" al token di accesso.

Nota: "USER ID" ha uno spazio incorporato. Un alias alternativo per l'ID utente è UID e un alias alternativo per Password è PWD.

Proprietà per scopi speciali

Queste proprietà vengono usate per garantire comportamenti di connessione specifici richiesti da un'applicazione. Le proprietà sono elencate in ordine alfabetico.

Nome dell'applicazione

Imposta il nome dell'applicazione associata alla connessione. Questo valore può essere utile per il monitoraggio degli eventi di traccia, in particolar modo se più applicazioni accedono agli stessi database. Ad esempio, se si aggiunge Application Name='test' a una stringa di connessione, "test" viene visualizzato in una SQL Server Profiler traccia. Gli alias per questa proprietà includono SspropInitAppName, AppName. Per altre informazioni, vedere Application Name for SQL Server Connections.

Periodo di sincronizzazione automatica

Imposta la frequenza (in millisecondi) della sincronizzazione della cache di client e server. ADOMD.NET offre la memorizzazione nella cache del client per oggetti di utilizzo frequente con overhead di memoria minimo. Ciò consente di ridurre il numero di round trip al server. L'impostazione predefinita è 10000 millisecondi (o 10 secondi). Se è impostata su null o 0, la sincronizzazione automatica è disabilitata.

Per motivi di prestazioni, le librerie client memorizzano nella cache alcune informazioni del server, ad esempio alcuni set di righe dello schema. Periodo di sincronizzazione automatica consente a un utente di modificare il periodo di tempo dopo il quale la libreria client controlla con il server se le cache devono essere svuotate o meno. In generale, non è necessario modificare il valore predefinito.

Codifica dei caratteri

Definisce la modalità di codifica dei caratteri nella richiesta. I valori validi sono Default o UTF-8 (equivalenti) e UTF-16.

CommitTimeout

Proprietà XMLA. Determina il tempo di attesa in millisecondi da parte della fase di commit di un comando attualmente in esecuzione prima dell'esecuzione del rollback. Quando è maggiore di 0, sostituisce il valore della proprietà CommitTimeout corrispondente nella configurazione del server.

CompareCaseSensitiveStringFlags

Controlla i confronti delle stringhe con distinzione tra maiuscole e minuscole per le impostazioni locali specificate.

Compression Level

Se TransportCompression è compresso, è possibile impostare il livello di compressione per controllare la quantità di compressione utilizzata. I valori validi sono da 0 a 9, con 0 con compressione minima e 9 con la compressione maggiore. Maggiore è la compressione, minori risulteranno le prestazioni. Il valore predefinito è 0.

Timeout di connessione

Determina la quantità massima di tempo (in secondi) durante il quale il client tenta una connessione prima del timeout. Se una connessione non riesce entro questo periodo, il client si chiude provando a connettersi e genera un errore.

DbpropMsmdRequestMemoryLimit

Esegue l'override del valore della proprietà del server Memory\QueryMemoryLimit per una connessione.

Specificata in kilobyte, questa proprietà può ridurre la quantità di memoria usata durante una query dalla memoria massima consentita (specificata come percentuale) in QueryMemoryLimit. Non è possibile aumentare la quantità di memoria usata oltre la memoria massima consentita specificata in QueryMemoryLimit.

Modalità visiva MDX predefinita

Impostare questa proprietà per controllare la modalità di aggregazione dei membri quando si applica la sicurezza delle dimensioni.

Per i dati del cubo visualizzabili da chiunque l'aggregazione di tutti i membri è utile perché sono visibili tutti i valori che contribuiscono al totale. Se tuttavia si applicano filtri o restrizioni alle dimensioni in base all'identità dell'utente, la visualizzazione di un totale basato su tutti i membri (combinando sia valori consentiti che valori con restrizioni in un singolo totale) potrebbe causare confusione o mostrare più informazioni di quante ne dovrebbero essere rivelate.

Per specificare la modalità di aggregazione dei membri in caso di applicazione della sicurezza delle dimensioni, è possibile impostare questa proprietà su True in modo da usare solo in valori consentiti oppure su False per escludere dal totale i valori con restrizioni.

Se impostato nella stringa di connessione, questo valore si applica a livello di cubo o di prospettiva. In un modello è possibile controllare i totali visualizzati a un livello più granulare.

I valori validi sono:

  • Il valore predefinito è 0. Attualmente, il comportamento predefinito corrisponde a 2, ovvero le aggregazioni includono valori che sono nascosti all'utente.
  • 1 esclude i valori nascosti dal totale. Si tratta della configurazione predefinita per Excel.
  • 2 include i valori nascosti nel totale. Si tratta del valore predefinito nel server.

L'alias per questa proprietà è VisualMode.

MDX Compatibility

Lo scopo di questa proprietà consiste nell'assicurare un set coerente di comportamenti MDX per le applicazioni che eseguono query MDX. Tramite Excel, in cui si usano query MDX per popolare e calcolare una tabella pivot connessa ad Analysis Services, questa proprietà viene impostata su 1 per garantire che i membri segnaposto in gerarchie incomplete siano visibili nella tabella pivot. I valori validi includono 0,1 e 2.

Con 0 e 1 i membri segnaposto vengono esposti, con 2 no. Un valore vuoto equivale a 0.

MDX Missing Member Mode

Indica se i membri mancanti vengono ignorati nelle istruzioni MDX. I valori validi sono Default, Error e Ignore. Per impostazione predefinita, viene usato un valore definito dal server. Con Error viene generato un errore se un membro non esiste. Con Ignore i valori mancanti vengono ignorati.

Optimize Response

Maschera di bit indicante quali delle seguenti ottimizzazioni della risposta alle query sono abilitate.

  • 0x01 usare NormalTupleSet (impostazione predefinita).
  • 0x02 da usare quando i filtri dei dati sono vuoti.

Dimensione pacchetti

Si applica solo alle connessioni TCP. Dimensioni di un pacchetto di rete (in byte) comprese tra 512 e 32.767. Le dimensioni predefinite dei pacchetti di rete sono pari a 4096.

Protocol Format

Imposta il formato del codice XML utilizzato dal protocollo di comunicazione XMLA. I valori validi sono Default, XML o Binary. È possibile specificare l'XML da inviare in formato binario o come XML di testo. Il formato binario codifica attributi ed elementi XML, riducendone le dimensioni. Inoltre, la compressione può essere abilitata anche per i messaggi per ridurre le dimensioni delle richieste e delle risposte usando l'opzione Compressione trasporto . Le richieste e le risposte possono usare formati di protocollo diversi a seconda di ciò che il client e il server supportano. Ad esempio, una libreria client può supportare solo file binari per le risposte, ma non per le richieste, oppure un server potrebbe avere disabilitato il file binario per le richieste in ingresso.

Il provider OLE DB può creare richieste e risposte in formato binario o compresso. AMO e ADOMD.NET creano le richieste in formato testo, ma accettano risposte in formato binario o compresso.

Questa proprietà della stringa di connessione è equivalente alle impostazioni di configurazione del server EnableBinaryXML e EnableCompression .

Real Time Olap

Impostare questa proprietà per ignorare la memorizzazione nella cache, causando il recupero dei dati dal sistema di origine da parte di tutte le query di archiviazione. Per impostazione predefinita, questa proprietà non è impostata.

Safety Options

Imposta il livello di sicurezza per le funzioni e le azioni definite dall'utente. I valori validi sono 0, 1, 2. In una Excel connessione, questa proprietà è Opzioni di sicurezza=2. Dettagli su questa opzione sono disponibili in ConnectionString.

SQLQueryMode

Specifica se le query SQL includono calcoli. I valori validi sono Data, Calculated, IncludeEmpty. Data indica che non sono consentiti calcoli. Con il valore Calculated sono consentiti calcoli. IncludeEmpty consente la restituzione di calcoli e righe vuote nel risultato della query.

Timeout

Specifica la quantità di tempo (in secondi) per cui la libreria client attende il completamento di un comando prima di generare un errore.

Transport Compression

Definisce la modalità di compressione delle comunicazioni client e server. I valori validi sono Default, None, Compressed. None indica che non viene utilizzata alcuna compressione. La compressione compressa usa la compressione XPRESS.

UseExistingFile

Usata per la connessione a un cubo locale. Questa proprietà specifica se il cubo locale viene sovrascritto. I valori validi sono True o False. Se è impostata su true, il file del cubo deve esistere. Il file esistente sarà la destinazione della connessione. Se impostata su False, il file del cubo viene sovrascritto.

Vedi anche

Classi fondamentali AMO - Oggetti server
Classe AdomdConnection - Proprietà