Note sulla versione 20,01Release Notes 20.01

La versione 20.01 di Azure Sphere include nuove funzionalità per supportare il risparmio di energia e la segnalazione degli errori e per fornire la gestione migliorata dei dati restituiti dal servizio di sicurezza di Azure Sphere.The 20.01 release of Azure Sphere includes new features to support power management, error reporting, and to provide better management of data returned by the Azure Sphere Security Service. Questa versione include inoltre miglioramenti al sistema operativo e all'SDK per rafforzare ulteriormente la sicurezza dei dispositivi presso le sedi dei clienti e garantire la supportabilità.In addition, this release incorporates enhancements to the OS and SDK to further strengthen the security of devices at customer sites and ensure supportability.

Anche se l'obiettivo è evitare l'introduzione di modifiche di rilievo e incompatibilità tra le versioni, in alcune situazioni può essere necessario intervenire per assicurare che dispositivi e applicazioni continuino a funzionare come previsto.Although our goal is to avoid the introduction of breaking changes and incompatibility between releases, in a few situations, action may be required to ensure that your devices and applications continue to work as intended. Per informazioni sulle modifiche che potrebbero interessare il proprio ambiente, leggere attentamente Modifiche apportate alla versione 20.01.Please read Changes in the 20.01 release carefully to learn about changes that might affect you.

Per eseguire l'aggiornamento alla versione più recente del sistema operativo e dell'SDKTo update to the latest OS and SDK

Se i dispositivi sono connessi a Internet, riceveranno l'aggiornamento del sistema operativo dal cloud.If your devices are connected to the internet, they should receive the OS update from the cloud. Tuttavia, se si dispone di un kit di sviluppo Seeed MT3620 che non è stato usato, potrebbe essere necessario eseguire l'aggiornamento manualmente, come descritto in Aggiornare il sistema operativo in un kit di sviluppo precedente.However, if you have an older Seeed MT3620 Development Kit that has not been used, you might need to update manually, as described in Update the OS on an early dev kit.

Dopo aver ricevuto il sistema operativo 20.01, non sarà possibile eseguire il ripristino dei dispositivi o il rollback a una versione di anteprima precedente.After your devices receive the 20.01 OS, they will be unable to recover or roll back to an earlier Preview release. Per altre informazioni, vedere Il ripristino di versioni di anteprima pubblica precedenti non è disponibile.See Return to earlier Public Preview versions unavailable for more information.

Le versioni precedenti dell'SDK non funzionano con la versione 20.01 e restituiranno Unexpected error o un messaggio simile.Earlier versions of the SDK do not work with the 20.01 release, and will return Unexpected error or a similar message. Per eseguire l'aggiornamento all'SDK più recente, scaricare e installare la versione più recente:To update to the latest SDK, download and install the latest version:

Nota

Se è stato installato l'SDK di valutazione 20.01 durante il periodo di valutazione retail, è ora necessario installare l'SDK finale per poter usare le nuove funzionalità.If you installed the 20.01 evaluation SDK during the Retail Evaluation period, you must now install the final SDK so that you can use new features.

Per verificare la versione del sistema operativo installato in un dispositivo collegato,usare il comando seguente:To verify the installed OS version on an attached device, use the following command:

azsphere device show-os-version

Per verificare quale versione dell'SDK è installata nel computer locale, usare il comando seguente:To check which version of the SDK is installed on your local computer, use the following command:

azsphere show-version

Con l'SDK 19.10 è stato introdotto un nuovo modello di gestione cloud.We introduced a new cloud management model with the 19.10 SDK. Se non è ancora stata completata la migrazione a questo modello, per altre informazioni vedere Informazioni sulla migrazione.See About migration for additional information if you have not yet completed the migration to this model.

Informazioni importanti sui dispositivi con sistema operativo di valutazione retail 20.01Important information about devices that have the 20.01 Retail Evaluation OS

I dispositivi che eseguono il sistema operativo di valutazione retail 20.01 potrebbero riscontrare errori se vengono spostati in un gruppo di dispositivi che riceve il feed del sistema operativo retail.Devices that are running the 20.01 Retail Evaluation OS may encounter errors if you move them to a device group that receives the Retail OS feed. I sintomi di questo problema sono i seguenti: azsphere segnala continuamente che è in corso un aggiornamento OTA, ma l'aggiornamento non viene mai completato; non è possibile trasferire localmente le immagini dalla riga di comando o da un IDE; il dispositivo viene riavviato a intervalli di pochi minuti.Symptoms of this problem are that azsphere continually reports that an OTA update is in progress, but the update never completes; you cannot sideload images from the command line or from an IDE; the device reboots every few minutes.

Per evitare questo problema:To prevent this problem:

  • Non usare il comando azsphere device enable-development in un dispositivo che si trova nel gruppo "Valutazione del sistema operativo per test sul campo" o "Valutazione del sistema operativo di produzione" oppure in un gruppo personalizzato che riceve il feed del sistema operativo RetailEval.Do not use the azsphere device enable-development command on a device that is in the "Field Test OS Evaluation" or "Production OS Evaluation" group, or in a custom group that receives the RetailEval OS feed. Questo comando sposta il dispositivo in un gruppo che riceve il feed del sistema operativo retail.This command moves the device to a group that receives the Retail OS feed.
  • Se il dispositivo risiede attualmente in un gruppo di dispositivi che riceve il feed del sistema operativo RetailEval, lasciarlo dove si trova.If your device is currently in a device group that receives the RetailEval OS feed, leave it there. È consigliabile mantenere sempre almeno un dispositivo in un gruppo di questo tipo.We recommend retaining at least one device in such a group at all times.

Per risolvere questo problema:To resolve this problem:

Nel dispositivo ripristinare il sistema operativo 20.01, anche se ha già ricevuto il sistema operativo 20.01 tramite il feed RetailEval, usando il comando seguente:Recover the device to the 20.01 OS, even if it has already received the 20.01 OS through the RetailEval feed, by using the following command:

azsphere device recover

Nuove funzionalità della versione 20.01New features in the 20.01 release

La versione 20.01 supporta le nuove funzionalità visibili all'utente descritte nelle sezioni seguenti.The 20.01 release supports the new user-visible features that are described in the following sections. La versione include anche numerosi miglioramenti alla sicurezza e all'infrastruttura che non sono visibili.The release also includes numerous security and infrastructure improvements that are not visible.

Sicurezza rafforzata per i dispositivi distribuitiTighter security for deployed devices

I produttori e gli OEM di dispositivi connessi possono disabilitare le comunicazioni tra computer e dispositivo per evitare un uso improprio da parte delle persone che hanno accesso fisico al dispositivo.Connected device manufacturers and OEMs can disable computer-to-device communications to prevent malicious use by those who have physical access to the device.

La disabilitazione di tale accesso fa parte della finalizzazione del dispositivo.Disabling such access is part of device finalization. La finalizzazione viene in genere eseguita in fabbrica prima che il produttore del dispositivo connesso spedisca il prodotto alla sede di un utente finale, ma in alcuni casi viene eseguita anche dai produttori di kit di sviluppo.Finalization is typically performed on the factory floor before the connected device manufacturer ships their product to an end user site, but some dev kit manufacturers may finalize devices as well. Dopo la finalizzazione, un utente potrà ottenere l'ID del dispositivo tramite la connessione da computer a dispositivo, ma tutte le altre operazioni richiederanno una funzionalità di dispositivo.After finalization, a user will be able to get the device ID over computer-to-device connection, but all other operations require a device capability.

I tecnici del supporto sul campo che necessitano di comunicazioni da computer a dispositivo per la configurazione e la manutenzione possono scaricare la funzionalità di dispositivo fieldServicing.Field support technicians who need computer-to-device communications for set-up and servicing can download the fieldServicing device capability. Questa funzionalità consente a un tecnico di creare una sessione di manutenzione che offre l'accesso temporaneo da un computer.Using this capability, a technician can create a servicing session that provides temporary access from a computer. Per gli sviluppatori di applicazioni, il comando azsphere device enable-development (che applica la funzionalità appDevelopment) continuerà a funzionare come nelle versioni di anteprima.For application developers, the azsphere device enable-development command (which applies the appDevelopment capability) will continue to work as in preview releases.

API di risparmio energiaPower management API

Questa versione include una nuova API di risparmio energia, che consente alle applicazioni di impostare il dispositivo sullo stato spento.This release includes a new power management API, which enables applications to put the device into the power-down state. Vedere Gestire lo stato di spegnimento per i dispositivi Azure Sphere per una panoramica dell'utilizzo dell'API e della funzionalità di spegnimento nel repository di esempi di Azure Sphere in GitHub per un'applicazione di esempio.See Manage Power Down state for Azure Sphere devices for an overview of its use and Powerdown in the Azure Sphere Samples repo on GitHub for a sample application.

Errore di segnalazioneError reporting

È ora possibile scaricare i dati sugli errori e su altri eventi che interessano i dispositivi usando il comando azsphere tenant download-error-report.You can now download data about errors and other events that affect your devices by using the azsphere tenant download-error-report command. Le informazioni scaricate contengono i dati per tutti i dispositivi in un tenant e possono essere visualizzati con Excel o altri strumenti.The downloaded information contains data for all devices in a tenant and can be viewed with Excel or other tools. Per informazioni dettagliate, vedere Raccogliere e interpretare i dati degli errori.See Collect and interpret error data for details.

Visualizzazione impaginata delle informazioni sui dispositiviPaged display of device information

L'interfaccia della riga di comando di Azure Sphere supporta ora il paging per i comandi che restituiscono grandi quantità di dati.The Azure Sphere CLI now supports paging for commands that return large amounts of data. Questa funzionalità è utile per raccogliere informazioni sui tenant che contengono molti dispositivi.This feature is useful for gathering information about tenants that contain many devices. In Visualizzare le informazioni sui dispositivi viene descritto come usare questa funzionalità.Display device information describes how to use this feature.

Modifiche apportate alla versione 20.01Changes in the 20.01 release

Le modifiche apportate alla versione 20.01 riguardano il ripristino e il rollback, il supporto di Visual Studio e il supporto per diverse funzionalità dell'SDK che potrebbero richiedere la ricompilazione delle applicazioni.Changes in the 20.01 release affect recovery and rollback, Visual Studio support, and support for several SDK features that may require you to rebuild your applications. Leggere attentamente le sezioni seguenti per assicurarsi di adottare le misure appropriate.Carefully read the following sections to ensure that you take the appropriate measures.

Il ripristino di versioni di anteprima pubblica precedenti non è disponibileReturn to earlier Public Preview versions unavailable

Nell'ambito delle misure di difesa avanzate adottate per gli attacchi tramite rollback, non sarà possibile eseguire il ripristino dei dispositivi e il rollback alle versioni di anteprima pubblica precedenti del sistema operativo Azure Sphere nei dispositivi che sono già stati aggiornati alla versione 20.01.As part of our defense-in-depth against rollback attacks, recovery and rollback to earlier Public Preview versions of the Azure Sphere OS will be unavailable on devices that have already updated to the 20.01 release.

Dopo l'aggiornamento alla versione 20.01, il dispositivo non potrà più eseguire una versione precedente del sistema operativo Azure Sphere.After a device updates to the 20.01 release, it will no longer be able to run an earlier release of the Azure Sphere OS. Pertanto, dopo l'aggiornamento alla versione 20.01, non sarà possibile ripristinare una versione di anteprima pubblica precedente nel dispositivo.This means that you will be unable to recover a device to an earlier Public Preview release after it has received the 20.01 update. La versione 20.01 diventerà la versione meno recente che può essere installata nel dispositivo.The 20.01 release will become the earliest release that can be installed on the device.

Supporto di Visual StudioVisual Studio support

Lo sviluppo di applicazioni Azure Sphere con Visual Studio 2017 non sarà più supportato a partire dalla versione 20.01.Development of Azure Sphere applications with Visual Studio 2017 is no longer supported starting with the 20.01 release. Ad autunno 2019 è stato rilasciato il supporto per Visual Studio Code e Linux, e Visual Studio 2019 continuerà a essere supportato.We released support for Visual Studio Code and Linux in the fall of 2019, and we continue to support Visual Studio 2019. Visual Studio 2019 e Visual Studio Code offrono supporto aggiuntivo per CMake oltre a quello disponibile in Visual Studio 2017.Both Visual Studio 2019 and Visual Studio Code provide additional support for CMake beyond what is available in Visual Studio 2017.

Inoltre, lo sviluppo con Visual Studio 2019 richiede ora la versione 16.4 o successiva.In addition, development with Visual Studio 2019 now requires version 16.4 or more recent.

In Windows è possibile compilare ed eseguire il debug delle app Azure Sphere con Visual Studio 2019, con Visual Studio Code o dalla riga di comando.On Windows, you can compile, build, and debug Azure Sphere apps with Visual Studio 2019, with Visual Studio Code, or the command line.

In Linux è possibile compilare ed eseguire il debug delle app Azure Sphere con Visual Studio Code o dalla riga di comando.On Linux, you can compile, build, and debug Azure Sphere apps with Visual Studio Code or the command line.

Versioni di TLSTLS versions

Libcurl in Azure Sphere supporta TLS 1.2, mentre TLS 1.0 e TLS 1.1 sono stati deprecati in linea con la strategia di sicurezza di più ampio respiro di Microsoft per TLS.Libcurl on Azure Sphere supports TLS 1.2 and has deprecated TLS 1.0 and TLS 1.1 in alignment with the broader Microsoft TLS security strategy.

Deprecazione dei progetti di Visual StudioDeprecation of Visual Studio projects

A partire dalla versione 19.10 dell'SDK, tutte le nuove app Azure Sphere vengono compilate con CMake per impostazione predefinita.Since the 19.10 SDK release, all new Azure Sphere apps are built using CMake by default. CMake è un sistema di compilazione multipiattaforma che può essere usato per tutte le esigenze di sviluppo, per app di alto livello e per app con funzionalità in tempo reale, per Windows e per Linux, nonché per lo sviluppo in Visual Studio, Visual Studio Code o dalla riga di comando.CMake is a cross-platform build system that you can use for all your development: for high-level apps and real-time capable apps; for Windows and Linux; and for development in Visual Studio, Visual Studio Code, or the command line.

La versione 20.01 dell'SDK non supporta l'uso dei progetti di Visual Studio (con estensione vcxproj e msbuild).The 20.01 SDK release does not support the use of Visual Studio projects (.vcxproj and msbuild). Sarà necessario convertire tutte le app esistenti alla compilazione con CMake.You will need to convert any existing apps to build with CMake. Per le istruzioni, vedere Convertire un progetto di Visual Studio in CMake.See Convert a Visual Studio project to CMake for guidance.

Deprecazione di sysroot 1 e 2Deprecation of sysroots 1 and 2

La versione 20.01 dell'SDK non include i sysroot 1 e 2 o i set di API corrispondenti.The 20.01 SDK release does not include sysroots 1 and 2, or their corresponding API sets. Se si dispone di un'app che usa uno di questi set di API precedenti, sarà necessario ricompilarla usando l'SDK 20.01 e riconfigurarla per usare il set di API 3, 4 o 4+Beta2001.If you have an app that uses one of these older API sets, you'll need to rebuild it using the 20.01 SDK and retarget it to use API set 3, 4, or 4+Beta2001.

Promozione delle API betaBeta API promotions

Nella versione 20.01 le API seguenti vengono promosse dalla versione beta alla versione stabile a lungo termine (LTS).In the 20.01 release, the following APIs are promoted from Beta to long-term stable (LTS). Per altre informazioni sulle API beta, vedere Versione del runtime dell'applicazione, sysroot e API beta.For more information on Beta APIs, see Application runtime version, sysroots, and Beta APIs.

File di intestazioneHeader file Modifiche delle API dalla versione beta a LTSAPI changes from Beta to LTS
eventloop.heventloop.h Modifica del tipo di parametro EventLoop_RegisterIo; la firma della funzione rimane inalterata, quindi il codice esistente dovrebbe continuare a essere eseguitoEventLoop_RegisterIo parameter type change; function signature unchanged, so existing code should continue to run
networking.hnetworking.h Tutti promossi; interfaceNameLength rimosso dallo struct Networking_NetworkInterfaceAll promoted; interfaceNameLength removed from Networking_NetworkInterface struct
rtc.hrtc.h Nessuna modifica; tutte promosseNo changes; all promoted
storage.hstorage.h Nessuna modifica; tutte promosseNo changes; all promoted
sysevent.hsysevent.h Modifica del tipo di parametro SysEvent_RegisterForEventNotifications; la firma della funzione rimane inalterata, quindi il codice esistente dovrebbe continuare a essere eseguitoSysEvent_RegisterForEventNotifications parameter type change; function signature unchanged, so existing code should continue to run
stdlib.hstdlib.h Promozione di getenv, setenv, unsetenvgetenv, setenv, unsetenv promoted
mman.hmman.h Promozione di memfd_creatememfd_create promoted
tlsutils/deviceauth_curl.htlsutils/deviceauth_curl.h Promozione di DeviceAuth_SslCtxFunc; supporto di DeviceAuth_CurlSslFunc come funzione inlineDeviceAuth_SslCtxFunc promoted; DeviceAuth_CurlSslFunc supported as an inline function

Rimozione dei certificati predefiniti di CARemoval of default CA certificates

A partire dalla versione 20.01, il sistema operativo Azure Sphere non contiene più i certificati CA predefiniti.Starting with the 20.01 release, the Azure Sphere OS no longer contains default CA certificates.

Le versioni di anteprima di Azure Sphere includono diversi certificati di CA da usare per l'autenticazione dei server HTTPS e la libreria cURL è stata configurata per cercare questi certificati nel dispositivo.Preview releases of Azure Sphere included several CA certificates for use in authenticating HTTPS servers, and the cURL library was configured to look for these certificates on the device. Per offrire un ambiente di sicurezza più sostenibile, il sistema operativo Azure Sphere non contiene più tali certificati.To provide a more sustainable security environment, the Azure Sphere OS no longer contains these certificates.

Per le applicazioni che si basano sulla presenza di uno o più certificati predefiniti, sarà necessario apportare modifiche.Applications that rely on the presence of one or more of these default certificates will require changes. Per autenticare un server, sarà necessario aggiungere il certificato richiesto nel pacchetto immagine dell'applicazione.To authenticate a server, you'll need to add the required certificate to the application image package. Per informazioni dettagliate, vedere Autenticazione dei server.For details, see Server Authentication.

Gruppi di dispositivi predefiniti e feed del sistema operativoDefault device groups and OS feeds

Il nuovo modello di gestione del cloud include cinque gruppi di dispositivi predefiniti: Sviluppo, Test sul campo, Produzione, Valutazione del sistema operativo per test sul campo e Valutazione del sistema operativo di produzione.The new cloud management model includes five default device groups: Development, Field Test, Production, Field Test OS Evaluation, and Production OS Evaluation. È consigliabile mantenere almeno un dispositivo in un gruppo di dispositivi che riceve il feed del sistema operativo RetailEval.We strongly recommend that you maintain at least one device in a device group that receives the RetailEval OS feed, as a best practice. Per informazioni dettagliate, vedere Configurare i dispositivi per la valutazione del sistema operativo.See Set up devices for OS evaluation for details.

I gruppi di dispositivi Sviluppo devono ricevere il feed del sistema operativo retail.Your Development device groups should receive the Retail OS feed. Per verificare il tipo di feed del sistema operativo per il gruppo di dispositivi Sviluppo, procedere come segue:Follow these steps to check the OS Feed Type for your Development device group:

  1. Elencare tutti i prodotti nel tenant:List all products in your tenant:

    azsphere product list

    Se il tenant non include prodotti, è possibile ignorare i passaggi rimanenti; non è necessario cambiare il feed.If your tenant has no products, you can skip the remaining steps; you don't need to change the feed.

  2. Per ogni prodotto, esaminare i dettagli del gruppo di dispositivi Sviluppo:For each product, look at the details of the Development device group:

    azsphere device-group show --productname <product> --devicegroupname "Development"

    Se il gruppo di dispositivi Sviluppo non esiste per un prodotto, usare questo comando per crearlo.If the Development device group doesn't exist for this product, use this command to create it now. È quindi possibile ignorare l'ultimo passaggio.You can then skip the last step.

    azsphere product device-group create-defaults --productname <product>

  3. Se il tipo di feed del sistema operativo è RetailEval, sostituirlo con Retail:If the OS Feed Type is RetailEval, change it to Retail:

    azsphere device-group update --productname <product> --devicegroupname "Development" --osfeed "Retail"

EsempiSamples

La maggior parte degli esempi di applicazioni con funzionalità in tempo reale (RTApp) fornite da Microsoft per le versioni in anteprima precedenti sono state rimosse in questa versione.Most of the real-time capable application (RTApp) samples that Microsoft provided for earlier Preview releases have been removed at this release. Driver ed esempi aggiuntivi per i core per operazioni in tempo reale M4 sul chip MT3620 sono disponibili in GitHub dai partner di Azure Sphere MediaTek e Codethink.Additional drivers and samples for the M4 real-time cores on the MT3620 chip are available on GitHub from Azure Sphere partners MediaTek and Codethink.

Correzione di bug e vulnerabilità comuni nella versione 20.01Fixed bugs and common vulnerabilities in the 20.01 release

La versione 20,01 include le modifiche per attenuare i CVEs seguenti per wolfSSL:The 20.01 release includes changes to mitigate against the following CVEs for wolfSSL:

  • CVE-2019-19960CVE-2019-19960
  • CVE-2019-19962CVE-2019-19962
  • CVE-2019-19963CVE-2019-19963

Anche se Microsoft non ritiene che queste vulnerabilità possano essere sfruttate per la sicurezza di Azure Sphere, la relativa mitigazione è stata comunque ritenuta prioritaria.Although Microsoft does not believe that Azure Sphere is exploitable as a result of these vulnerabilities, we have nevertheless prioritized mitigation.

Problemi noti della versione 20.01Known issues in the 20.01 release

Questa sezione contiene un elenco dei problemi noti della versione corrente.This section lists known issues in the current release.

Errori occasionali dopo l'aggiornamentoOne-time failures after update

Dopo l'aggiornamento di un dispositivo al sistema operativo 20.01, il primo tentativo di trasferire localmente l'immagine di configurazione di una scheda o di abilitare funzionalità come l'uso del comando azsphere device enable-development avrà esito negativo.After a device updates to the 20.01 OS, the first attempt to sideload a board configuration image or enable functionality with a capability (such as by using the azsphere device enable-development command) will fail. Se si riprova a eseguire questa operazione, l'esito dovrebbe essere positivo e non si verificheranno più errori in futuro.Retrying this operation should succeed and the operation will no longer fail in the future.

Numero di reti Wi-Fi segnalateNumber of Wi-Fi networks reported

Azure Sphere supporta attualmente fino a 37 reti Wi-Fi.Azure Sphere currently supports a maximum of 37 Wi-Fi networks. Il tentativo di archiviare più di 37 reti può causare un comportamento indefinito.Attempts to store more than 37 networks may result in undefined behavior.

Lunghezze dei percorsi con CMakeCMake path lengths

Se il percorso della directory iniziale è lungo, CMake restituisce un errore all'apertura della cartella.If the length of your starting directory path is long, CMake returns an error when you open the folder. Per evitare questo problema, usare percorsi brevi quando si sviluppa con CMake.To avoid this problem, use short paths when developing with CMake.

Impostazione non corretta dell'ora nei core per operazioni in tempo realeInaccurate clock on real-time cores

I timer GPT0 e GPT1 incorporati nei core per operazioni in tempo reale dovrebbero usare una fonte di clock da 32 KHz, ma attualmente non vengono eseguiti alla frequenza corretta.The GPT0 and GPT1 timers that are built into the real-time cores should use a 32 KHz clock source, but currently they do not run at the correct frequency. Di conseguenza, le applicazioni che usano questi timer otterranno timeout non accurati.Consequently, applications that use these timers will get inaccurate timeouts. Ad esempio, una richiesta di 1 secondo di ritardo potrebbe in realtà generare un ritardo di 1,5 secondi.For example, a request for a 1-second delay could actually delay for 1.5 seconds. GPT3 ha una risoluzione più elevata, ma, se lo scenario richiede più di un timer, potrebbe essere necessario usare GPT0 o GPT1.GPT3 has higher resolution, but if your scenario requires more than one timer, you may need to use GPT0 or GPT1. Come soluzione alternativa a questo problema, è possibile implementare una coda di timer ed eseguire tutti i timer da GPT3.You can work around this issue by implementing a timer queue and running all the timers from GPT3.

Determinare dove viene eseguita un'applicazione con operazioni in tempo realeDetermine where an RTApp runs

Per impostazione predefinita, l'applicazione con operazioni in tempo reale viene distribuita nel primo core per operazioni in tempo reale disponibile nel dispositivo.By default, the RTApp is deployed to the first available real-time core on the device. Per identificare il core in cui viene eseguita l'applicazione, usare il comando azsphere device app start per avviare l'applicazione.To find out which core the application is running on, use the azsphere device app start command to start the application. Il comando azsphere device app show-status attualmente non visualizza queste informazioni.The azsphere device app show-status command does not currently display this information.

Non è possibile scegliere su quale dei due core per operazioni in tempo reale eseguire un'applicazione con operazioni in tempo reale.You cannot choose which of the two real-time cores an RTApp runs on.

Elemento di avvio di CMakeCMake startup item

Quando si sviluppano applicazioni con operazioni in tempo reale usando Visual Studio o Visual Studio Code, è possibile che il menu Seleziona elemento di avvio venga reimpostato, generando un errore quando si prova ad avviare l'applicazione.When you're developing RTApps with Visual Studio or Visual Studio Code, the Select Startup Item menu may reset, resulting in an error when you try to start the application. Questo problema in genere si verifica quando si riscrive la cache di CMake.This tends to occur when you regenerate the CMake cache. Prima di avviare l'applicazione, verificare che il menu specifichi Debugger GDB (RTCore):Before starting the application, ensure that the menu specifies GDB Debugger (RTCore):

Menu dell'elemento di avvio

Informazioni sulla versione 20.01 per i produttoriInformation for manufacturers about the 20.01 release

Questa versione include diverse modifiche che possono influire sui produttori di prodotti finiti:This release includes several changes that may affect manufacturers of finished goods:

  • I produttori di prodotti finiti hanno una maggiore varietà di opzioni per proteggere il software e il dispositivo dalle modifiche di utenti finali.Manufacturers of finished goods have finer-grained options for protecting the software and device from end-user modification. I nuovi stati di produzione Module1Complete e DeviceComplete consentono ai produttori di limitare i tipi di modifiche che possono essere apportate dagli utenti rispettivamente per le impostazioni radio e il software dei dispositivi.The new Module1Complete and DeviceComplete manufacturing states enable manufacturers to restrict the kinds of modifications users can make to radio settings and device software, respectively. Per informazioni dettagliate, vedere Impostare lo stato di produzione del dispositivo.See Set the device manufacturing state for additional details.

    • Module1Complete.Module1Complete. Lo stato di produzione Module1Complete è progettato per limitare le modifiche che gli utenti possono apportare alle impostazioni di configurazione della radio, ad esempio i livelli massimi di potenza della trasmissione e le frequenze consentite.The Module1Complete manufacturing state is designed to limit the adjustments users can make to radio configuration settings such as maximum transmit power levels and allowed frequencies. I comandi RF possono essere usati finché non viene impostato lo stato Module1Complete.RF commands can be used until Module1Complete is set. La limitazione dell'accesso dell'utente finale a queste impostazioni può essere necessaria per soddisfare criteri normativi relativi all'hardware della radio.Restricting end-user access to these settings may be required to satisfy regulatory policies around radio hardware. Questa impostazione influisce principalmente sui produttori che hanno la necessità di testare e calibrare i parametri operativi della radio.This setting primarily affects manufacturers who need to test and calibrate radio operating parameters.

      Microsoft consiglia di impostare questo stato di produzione dopo il completamento dei test e della calibrazione della radio; dopo averlo impostato, non è possibile usare i comandi RF.Microsoft recommends that you set this manufacturing state after radio testing and calibration have been completed; RF commands cannot be used after it is set. Lo stato Module1Complete protegge il dispositivo da modifiche che potrebbero compromettere il corretto funzionamento della radio e di altri dispositivi wireless nelle vicinanze.The Module1Complete state protects the device against changes that may disrupt proper operation of the radio and other wireless devices in the vicinity.

    • DeviceComplete.DeviceComplete. Lo stato di produzione DeviceComplete consente ai produttori di prodotti finiti di proteggere dalle modifiche i dispositivi distribuiti nel campo.The Device Complete manufacturing state allows manufacturers of finished products to secure devices that are deployed in the field against changes. Quando un dispositivo viene impostato sullo stato DeviceComplete, è necessario un file di funzionalità specifico del dispositivo per eseguire qualsiasi attività di caricamento e configurazione del software.Once a device is placed into the DeviceComplete state, a device-specific capability file is needed to perform any software loading and configuration tasks.

      Non impostare DeviceComplete per i dispositivi non finiti o quelli modulari (moduli Wi-Fi, schede di sviluppo e così via) che possono essere usati come parte di un sistema più ampio; questo stato limita le attività di produzione, ad esempio i test della linea di produzione, l'installazione del software e la configurazione.Do not set DeviceComplete for unfinished devices or modular devices (Wi-Fi modules, development boards, and so forth) that may be used as part of a larger system; this state limits manufacturing activities such as production-line testing, software installation, and configuration.

  • Per una migliore gestione di ruoli ed esigenze di produzione diversi, le risorse di produzione sono ora suddivise in tre pacchetti.To better serve different manufacturing roles and needs, our manufacturing resources have now been split into three packages. Gli strumenti per la comunicazione con i dispositivi Azure Sphere collegati, il caricamento del software e le richieste vengono distribuiti come parte di Azure Sphere SDK.Tools for communicating with attached Azure Sphere devices, loading software, and claiming are distributed as part of the Azure Sphere SDK. Il pacchetto degli esempi di produzione contiene script e app per i produttori di dispositivi e il pacchetto degli strumenti RF contiene strumenti di taratura e sintonizzazione per radiofrequenza di basso livello destinati ai produttori di moduli Wi-Fi.The Manufacturing Samples package contains scripts and apps for device manufacturers, and the RF Tools package contains low-level radio tuning and calibration tools intended for Wi-Fi module manufacturers. Gli esempi di produzione e i pacchetti di strumenti RF sono disponibili su richiesta presso Microsoft.The Manufacturing Samples and RF Tools packages are available by request from Microsoft.

È consigliabile seguire l'elenco di controllo per la migrazione della versione del sistema operativo per verificare le procedure di produzione e di fabbrica con il nuovo sistema operativo e l'SDK.We recommend that you follow the OS version migration checklist to verify your manufacturing and factory procedures with the new OS and SDK.