Procedura dettagliata per l'integrazione dei data center dell'hub di Azure Stack

Questo articolo descrive il processo end-to-end per l'integrazione del data center dell'hub di Azure Stack, dall'acquisto al supporto post-distribuzione. L'integrazione è un progetto collaborativo tra il cliente, un provider di soluzioni e Microsoft. Fare clic sulle schede seguenti per visualizzare i passaggi specifici per ogni membro del progetto e vedere le sezioni successive per un riepilogo di fasi diverse per la sequenza temporale del progetto.

  1. Descrivere i casi d'uso e i requisiti
  2. Determinare il modello di fatturazione
  3. Esaminare e approvare i contratti
  4. Completare il foglio di lavoro distribuzione
  5. Assicurarsi che siano soddisfatti i prerequisiti di distribuzione
  6. Preparare il data center
  7. Fornire informazioni sulla sottoscrizione durante la distribuzione
  8. Risolvere eventuali domande sui dati forniti

Pianificazione

Microsoft o un partner della soluzione hub di Azure Stack aiuterà a valutare gli obiettivi. Ti aiuterà a decidere domande come:

  • L'hub di Azure Stack è la soluzione più adatta per l'organizzazione?
  • Quale tipo di fatturazione e modello di licenza funzionerà per l'organizzazione?
  • Quale soluzione di dimensioni sarà necessaria?
  • Quali sono i requisiti di alimentazione e raffreddamento?

Usare Azure Stack Hub Capacity Planner per analizzare e analizzare la capacità e la configurazione hardware migliori per le esigenze.

Processo di ordine

L'organizzazione si impegna ad acquistare l'hub di Azure Stack, firma i contratti e gli ordini di acquisto e fornisce i dati dei requisiti di integrazione al provider di soluzioni.

Pre-distribuzione

Si decide come integrare l'hub di Azure Stack nel data center. Microsoft ha collaborato con i provider di soluzioni per pubblicare un foglio di lavoro di distribuzione per raccogliere le informazioni necessarie. L'articolo generale sull'integrazione dei data center fornisce informazioni utili per completare il modello, noto come foglio di lavoro di distribuzione.

Importante

Tutti i prerequisiti vengono esaminati prima di ordinare la soluzione per evitare ritardi di distribuzione. La verifica dei prerequisiti può richiedere tempo e richiedere il coordinamento e la raccolta di dati da reparti diversi all'interno dell'organizzazione.

Si sceglieranno gli elementi seguenti:

  • Modello di connessione dell'hub di Azure Stack e provider di identità. È possibile scegliere di distribuire l'hub di Azure Stack connesso a Internet (e ad Azure) o disconnesso. Per ottenere il massimo vantaggio dall'hub di Azure Stack, inclusi gli scenari ibridi, si vuole distribuire la connessione ad Azure. La scelta di Active Directory Federation Services (AD FS) o Azure Active Directory (Azure AD) è una decisione una sola volta che è necessario prendere in fase di distribuzione. Non è possibile modificare il provider di identità in un secondo momento senza ridistribuire l'intero sistema.

  • Modello di licenza. Le opzioni del modello di licenza da scegliere dipendono dal tipo di distribuzione che si avrà. La scelta del provider di identità non ha alcun impatto sulle macchine virtuali tenant o sul sistema di identità e gli account usati.

    • I clienti che si trovano in una distribuzione disconnessa hanno una sola opzione: fatturazione basata sulla capacità.

    • I clienti che si trovano in una distribuzione connessa possono scegliere tra la fatturazione basata sulla capacità e il pagamento in base al consumo. La fatturazione basata sulla capacità richiede una sottoscrizione di Azure Enterprise Agreement (EA) per la registrazione. Questa operazione è necessaria per la registrazione, che fornisce la disponibilità di elementi in Azure Marketplace tramite una sottoscrizione di Azure.

  • Integrazione di rete. L'integrazione della rete è fondamentale per la distribuzione, l'operazione e la gestione dei sistemi hub di Azure Stack. Esistono diverse considerazioni per garantire che la soluzione hub di Azure Stack sia resiliente e abbia un'infrastruttura fisica a disponibilità elevata per supportare le operazioni.

  • Integrazione del firewall. È consigliabile usare un firewall per proteggere l'hub di Azure Stack. I firewall possono aiutare a prevenire attacchi DDOS, rilevamento delle intrusioni e ispezione del contenuto. Tuttavia, si noti che può diventare un collo di bottiglia della velocità effettiva per i servizi di archiviazione di Azure.

  • Requisiti del certificato. È fondamentale che tutti i certificati necessari siano disponibili prima che un tecnico in loco arrivi al data center per la distribuzione.

Dopo aver raccolto tutte le informazioni preliminari tramite il foglio di lavoro di distribuzione, il provider di soluzioni inizierà il processo di factory in base ai dati raccolti per garantire un'integrazione riuscita dell'hub di Azure Stack nel data center.

Modifiche che richiedono la ri-distribuzione

Nella tabella seguente vengono elencate le modifiche apportate alla distribuzione dell'hub di Azure Stack che richiedono la ridribuzione dell'intero sistema:

Opzione Ri-distribuzione
Modificare il sistema di identità da Azure AD ad AD FS
Modificare la directory Azure AD usata per la distribuzione
Modificare gli intervalli IP di rete
Modificare Active Directory integrata di AD FS No
Modificare il modello di fatturazione No
Modificare la sottoscrizione di Azure usata per la registrazione No

Recapito hardware

Il provider di soluzioni lavorerà con l'utente durante la pianificazione quando la soluzione arriverà alla struttura. Una volta ricevuti e inseriti, sarà necessario pianificare l'ora con il provider di soluzioni per avere un tecnico in sede per eseguire la distribuzione dell'hub di Azure Stack.

È fondamentale che tutti i dati dei prerequisiti siano bloccati e disponibili prima che il tecnico in sede arrivi per distribuire la soluzione.

  • Tutti i certificati devono essere acquistati e pronti.

  • Il nome dell'area deve essere deciso.

  • Tutti i parametri di integrazione di rete vengono finalizzati e corrispondono a ciò che è stato condiviso con il provider di soluzioni.

Suggerimento

Se una di queste informazioni è stata modificata, assicurarsi di comunicare la modifica con il provider di soluzioni prima di pianificare la distribuzione effettiva.

Distribuzione in loco

Per distribuire l'hub di Azure Stack, un tecnico locale del provider di soluzioni hardware dovrà essere presente per avviare la distribuzione. Per garantire una distribuzione corretta, assicurarsi che tutte le informazioni fornite tramite il foglio di lavoro di distribuzione non siano state modificate.

I controlli seguenti sono gli aspetti previsti dal tecnico locale durante l'esperienza di distribuzione:

  • Controllare tutti i cavi e la connettività border per assicurarsi che la soluzione sia messa insieme e soddisfi i requisiti.
  • Configurare la soluzione Hardware Lifecycle Host (HLH), se presente.
  • Verificare che tutte le impostazioni BMC, BIOS e di rete siano corrette.
  • Assicurarsi che il firmware per tutti i componenti sia alla versione approvata più recente dalla soluzione.
  • Avviare la distribuzione.

Nota

Il completamento di una procedura di distribuzione da parte del tecnico locale potrebbe richiedere circa una settimana lavorativa.

Post-distribuzione

È necessario eseguire diversi passaggi dal partner prima che la soluzione venga passata al cliente nella fase di post-integrazione. In questa fase, la convalida è importante per garantire che il sistema venga distribuito ed eseguito correttamente.

Le azioni che devono essere eseguite dal partner OEM sono:

Sono necessari diversi passaggi o facoltativi a seconda del tipo di installazione.

  • Se la distribuzione è stata completata usando AD FS, il timbro dell'hub di Azure Stack dovrà essere integrato con AD FS del cliente.

    Nota

    Questo passaggio è responsabilità del cliente, anche se il partner può facoltativamente scegliere di offrire servizi a tale scopo.

  • Integrazione con un sistema di monitoraggio esistente del rispettivo partner.

Pianifica

Overall timeline for Azure Stack Hub on-site deployment

Supporto

L'hub di Azure Stack consente un'esperienza di supporto integrata coerente con Azure che copre il ciclo di vita completo del sistema. Per supportare completamente i sistemi integrati dell'hub di Azure Stack, i clienti necessitano di due contratti di supporto: uno con Microsoft (o il relativo Cloud Solution Provider) per il supporto dei servizi di Azure e uno con il provider hardware per il supporto del sistema. L'esperienza di supporto integrata offre un'escalation e una risoluzione coordinate in modo che i clienti abbiano un'esperienza di supporto coerente indipendentemente da chi chiama per primo. Per i clienti che hanno già supporto premier, Azure -Standard/ProDirect o Partner con Microsoft, è incluso il supporto software dell'hub di Azure Stack.

L'esperienza di supporto integrato usa un meccanismo case Exchange per il trasferimento bidirezionale dei casi di supporto e degli aggiornamenti dei casi tra Microsoft e il partner hardware. Microsoft Azure Stack Hub seguirà i criteri moderni relativi al ciclo di vita.

Passaggi successivi

Altre informazioni sulle considerazioni generali sull'integrazione dei data center.