Portale self-service per l'iscrizione a Collaborazione B2B di Azure AD

I clienti possono eseguire molte operazioni con le funzionalità predefinite esposte tramite il portale di Azure per gli amministratori IT e il pannello di accesso alle applicazioni per gli utenti finali. Le aziende hanno tuttavia bisogno di personalizzare il flusso di lavoro di onboarding per gli utenti B2B in base alle esigenze della propria organizzazione. È possibile farlo con la nostra API.

Nel corso delle conversazioni intrattenute con i clienti, un'esigenza comune risulta più evidente rispetto a tutte le altre. L'organizzazione che emette inviti potrebbe non sapere in anticipo quali singoli collaboratori esterni avranno bisogno di accedere alle risorse. È quindi necessario un modo che consenta agli utenti delle aziende partner di effettuare l'iscrizione con un set di criteri controllati dall'organizzazione che emette gli inviti. Questo scenario è possibile tramite le API ed è quindi stato pubblicato un progetto Github di esempio a tale scopo.

Il progetto Github illustra come le organizzazioni possono usare le API e offrire ai partner attendibili una funzionalità di iscrizione self-service basata su criteri, con regole che determinano le app a cui potranno accedere. Gli utenti partner possono ottenere l'accesso alle risorse quando necessario, in modo sicuro, senza che l'organizzazione che emette l'invito debba eseguirne manualmente l'onboarding. È possibile distribuire facilmente il progetto in una sottoscrizione di Azure di propria scelta.

Codice cosi com’è

Tenere presente che questo codice viene reso disponibile come esempio per illustrare l'utilizzo dell'API di invito B2B di Azure Active Directory. Deve essere preferibilmente personalizzato dal team di sviluppo o da un partner ed esaminato prima di essere distribuito in uno scenario di produzione.

Passaggi successivi

Vedere gli altri articoli su Azure AD B2B Collaboration.