Testare il codice

  1. Distribuire il codice nel dispositivo/emulatore.
  2. Quando si è pronti per eseguire il test, usare un account Microsoft Azure Active Directory (account aziendale) o un account Microsoft (live.com, outlook.com) per accedere.

Schermata di esempio

Accesso

La prima volta che un utente accede all'applicazione, viene visualizzata una schermata di consenso, simile alla figura seguente, in cui è necessario accettare in modo esplicito:

Consenso

Risultati previsti

Dovrebbero essere visualizzati i risultati di una chiamata all'endpoint 'me' dell'API Microsoft Graph usato per ottenere il profilo utente: https://graph.microsoft.com/v1.0/me. Per un elenco degli endpoint di Microsoft Graph comuni, consultare questo articolo.

Altre informazioni sugli ambiti e sulle autorizzazioni delegate

L'API di Microsoft Graph richiede l'ambito user.read per leggere il profilo dell'utente. Per impostazione predefinita, questo ambito viene aggiunto automaticamente in ogni applicazione registrata nel portale di registrazione. Altre API per Microsoft Graph e le API personalizzate per il server di back-end potrebbero richiedere anche altri ambiti. Ad esempio, per Microsoft Graph, l'ambito Calendars.Read è necessario per elencare i calendari dell'utente. Per poter accedere al calendario dell'utente nel contesto di un'applicazione, è necessario aggiungere l'autorizzazione delegata Calendars.Read alle informazioni di registrazione dell'applicazione e quindi aggiungere l'ambito Calendars.Read alla chiamata acquireTokenSilentAsync. Con l'aumentare del numero di ambiti è possibile che all'utente venga chiesto di esprimere anche altri tipi di consenso.