Monitorare cache di Azure per Redis

La Cache Redis di Azure usa Monitoraggio di Azure per offrire alcune opzioni per il monitoraggio delle istanze della cache. Questi strumenti consentono di monitorare l'integrità delle istanze di Cache Redis di Azure e aiutano a gestire le applicazioni di memorizzazione nella cache.

Usare Monitoraggio di Azure per:

  • visualizzare le metriche
  • aggiungere grafici delle metriche alla schermata iniziale
  • personalizzare l'intervallo di data e ora dei grafici di monitoraggio
  • aggiungere e rimuovere metriche dai grafici
  • e impostare avvisi quando vengono soddisfatte determinate condizioni

Le metriche cache di Azure per Redis istanze vengono raccolte usando il comando Redis INFO. Le metriche vengono raccolte circa due volte al minuto e archiviate automaticamente per 30 giorni in modo che possano essere visualizzate nei grafici delle metriche e valutate dalle regole di avviso.

Per configurare criteri di conservazione diversi, vedere Esportare le metriche della cache.

Per ulteriori informazioni sui diversi valori INFO usati per ciascuna metrica della cache, vedere Metriche disponibili e intervalli di report.

Per visualizzare le metriche della cache, cercare l'istanza della cache nel portale di Azure. cache di Azure per Redis alcuni grafici predefiniti a sinistra usando le metriche Panoramica e Redis. Ogni grafico può essere personalizzata aggiungendo o rimuovendo le metriche e modificando l'intervallo di report.

Vengono visualizzati sei grafici. Uno di questi è Riscontri nella cache e mancati riscontri nella cache nell'ultima ora.

Visualizzare i grafici preconfigurati relativi alle metriche

A sinistra, Panoramica include i grafici di monitoraggio preconfigurato seguenti.

Grafici di monitoraggio

La sezione Monitoraggio---in Overview (Panoramica) a sinistra---has Hits and Misses(Riscontri e mancati), Gets and Sets (Ottiene e imposta), Connections(Connessioni) e Total Commands (Totale comandi).

Grafici di monitoraggio

Grafici di utilizzo

La sezione Utilizzo---in Panoramica a sinistra---has i grafici Carico server Redis, Utilizzo memoria, Larghezza di banda di rete e Utilizzo CPU e visualizza anche il piano tariffario per l'istanza della cache.

Grafici di utilizzo

In Livello di prezzo è possibile visualizzare il livello di prezzo della cache nonché scalare la cache a un livello di prezzo diverso.

Visualizzare i grafici delle metriche per tutte le cache con Monitoraggio di Azure per cache di Azure per Redis

Usare Monitoraggio di Azure per cache di Azure per Redis (anteprima) per una visualizzazione delle prestazioni complessive, degli errori, della capacità e dell'integrità operativa di tutte le cache di Azure per Redis risorse. Visualizzare le metriche in un'esperienza personalizzabile, unificata e interattiva che consente di eseguire il drill-down dei dettagli per le singole risorse. Monitoraggio di Azure per cache di Azure per Redis si basa sulla funzionalità delle cartelle di lavoro di Monitoraggio di Azure che offre visualizzazioni avanzata per le metriche e altri dati. Per altre informazioni, vedere l'articolo Esplorare Monitoraggio di Azure per cache di Azure per Redis.

Visualizzare le metriche con esplora Monitoraggio di Azure metriche

Per gli scenari in cui non è necessaria la massima flessibilità di Monitoraggio di Azure per cache di Azure per Redis, è invece possibile visualizzare le metriche e creare grafici personalizzati usando esplora Monitoraggio di Azure metriche. Selezionare Metriche dal menu Risorsa e personalizzare il grafico usando le metriche, l'intervallo di report, il tipo di grafico e altro ancora.

Nel riquadro di spostamento sinistro di contoso55, Metriche è un'opzione in Monitoraggio ed è evidenziata. In Metriche è disponibile un elenco di metriche. Vengono selezionati riscontri nella cache e mancati riscontri nella cache.

Per altre informazioni sull'uso delle metriche con Monitoraggio di Azure, vedere Panoramica delle metriche in Microsoft Azure.

Esportare le metriche della cache

Per impostazione predefinita, le metriche relative alla cache in Monitoraggio di Azure vengono archiviate per 30 giorni e quindi vengono eliminate. Per salvare in modo permanente le metriche della cache per un periodo superiore a 30 giorni, è possibile designare un account di archiviazione e specificare un criterio di Conservazione (giorni) per le metriche della cache.

Per configurare un account di archiviazione per le metriche della cache:

  1. Nella pagina cache di Azure per Redis, sotto l'intestazione Monitoraggio, selezionare Diagnostica.
  2. Fare clic su + Aggiungi impostazione di diagnostica.
  3. Assegnare un nome alle impostazioni.
  4. Selezionare Archivia in un account di archiviazione. Per l'invio della diagnostica a un account di archiviazione, verranno addebitate le normali tariffe dati per l'archiviazione e le transazioni.
  5. Selezionare Configura per scegliere l'account di archiviazione in cui archiviare le metriche della cache.
  6. Sotto la metrica dell'intestazione di tabella selezionare la casella di controllo accanto alle voci da archiviare, ad esempio AllMetrics. Specificare un criterio di conservazione (giorni). La conservazione massima dei giorni che è possibile specificare è di 365 giorni. Tuttavia, se si vuole mantenere i dati delle metriche per sempre, impostare Conservazione (giorni) su 0.
  7. Selezionare Salva.

Diagnostica di Redis

Nota

Oltre ad archiviare le metriche della cache nell'archiviazione, è anche possibile trasmettere le metriche a un hub eventi o inviarle Monitoraggio di Azure log.

Per accedere alle metriche, è possibile visualizzarle nel portale di Azure come descritto in precedenza in questo articolo. È anche possibile accedervi usando l'API REST Monitoraggio di Azure Metrics.

Nota

Se si modificano gli account di archiviazione, i dati nell'account di archiviazione configurato in precedenza rimangono disponibili per il download, ma non vengono visualizzati nel portale di Azure.

Metriche disponibili e intervalli di report

Le metriche di cache vengono restituite in base a diversi intervalli di reporting, tra cui Ora precedente, Oggi, Settimana precedente e Personalizzato. A sinistra, la selezione delle metriche per ogni grafico delle metriche visualizza i valori medi, minimi e massimi per ogni metrica nel grafico e alcune metriche visualizzano un totale per l'intervallo di report.

In ogni metrica sono incluse due versioni. Una metrica misura la prestazione per l'intera cache e, per le cache che usano il clustering, una seconda versione della metrica che include (Shard 0-9) nel nome misura le prestazioni per una singola partizione in una cache. Ad esempio, se una cache ha quattro partizioni, è il numero totale di riscontri per l'intera cache e rappresenta solo gli riscontri per tale Cache Hits Cache Hits (Shard 3) partizione della cache.

Nota

Quando viene visualizzato il tipo di aggregazione :

  • Count" mostra 2, indica che la metrica ha ricevuto 2 punti dati per la granularità temporale (1 minuto).
  • "Max" mostra il valore massimo di un punto dati nella granularità temporale,
  • "Min" mostra il valore minimo di un punto dati nella granularità temporale,
  • "Average" mostra il valore medio di tutti i punti dati nella granularità temporale.
  • "Sum" mostra la somma di tutti i punti dati nella granularità temporale e può essere fuorviante a seconda della metrica specifica. In condizioni normali, "Average" e "Max" saranno molto simili perché solo un nodo genera queste metriche (il nodo master). In uno scenario in cui il numero di client connessi cambia rapidamente, "Max", "Average" e "Min" mostrano valori molto diversi e questo è anche il comportamento previsto.

In genere, "Average" mostra un grafico uniforme della metrica desiderata e reagisce bene ai cambiamenti nella granularità temporale. "Max" e "Min" possono nascondere modifiche di grandi dimensioni nella metrica se la granularità temporale è grande, ma può essere usata con una granularità temporale ridotta per individuare gli orari esatti in cui si verificano modifiche di grandi dimensioni nella metrica.

"Count" e "Sum" possono essere fuorvianti per determinate metriche (client connessi inclusi).

È quindi consigliabile esaminare le metriche medie e non le metriche sum.

Nota

Anche quando la cache è inattiva senza applicazioni client attive connesse, è possibile osservare una certa attività della cache, ad esempio client connessi, uso della memoria e operazioni eseguite. Questa attività è normale durante il funzionamento di un'istanza di Cache Redis di Azure.

Metrica Descrizione
Riscontri cache Il numero di ricerche chiave riuscite durante l'intervallo di report specificato. Questo numero viene keyspace_hits mappato a dal comando Redis INFO.
Latenza della cache (anteprima) La latenza della cache calcolata usando la latenza interno della cache. Questa metrica viene misurata in microsecondi e ha tre dimensioni: Avg Min , e Max . Le dimensioni rappresentano la latenza media, minima e massima della cache durante l'intervallo di report specificato.
Mancati riscontri nella cache Il numero di ricerche chiave non riuscite durante l'intervallo di report specificato. Questo numero viene keyspace_misses mappato a dal comando Redis INFO. Gli mancati riscontri nella cache non significano necessariamente che si sia verificato un problema con la cache. Ad esempio, quando si utilizza il modello di programmazione cache-aside, un'applicazione esegue la ricerca di un elemento innanzitutto nella cache. Se l'elemento non è presente (mancata memorizzazione nella cache), l'elemento viene recuperato dal database e aggiunto alla cache per la prossima volta. I mancati riscontri nella cache sono un comportamento normale per il modello di programmazione cache-aside. Se il numero di mancati riscontri nella cache è superiore al previsto, esaminare la logica dell'applicazione che consente di popolare ed eseguire le lettura dalla cache. Se gli elementi vengono eliminati dalla cache a causa di un utilizzo insufficiente della memoria, è possibile che si siano verificati alcuni mancati riscontri nella cache, ma una metrica migliore per monitorare l'utilizzo della memoria Used Memory è o Evicted Keys .
Lettura da cache La quantità di dati letti dalla cache in megabyte al secondo (MB/s) durante l'intervallo di report specificato. Questo valore deriva dalle schede di interfaccia di rete che supportano la macchina virtuale che ospita la cache e non è specifica di Redis. Questo valore corrisponde alla larghezza di banda di rete usata da questa cache. Se si vogliono configurare avvisi per i limiti di larghezza di banda di rete sul lato server, crearlo usando questo Cache Read contatore. Vedere questa tabella per i limiti di larghezza di banda osservati per vari piani tariffari e dimensioni della cache.
Scrittura nella cache La quantità di dati scritti nella cache in megabyte al secondo (MB/s) durante l'intervallo di report specificato. Questo valore deriva dalle schede di interfaccia di rete che supportano la macchina virtuale che ospita la cache e non è specifica di Redis. Questo valore corrisponde alla larghezza di banda della rete relativa ai dati inviati alla cache dal client.
Client connessi Il numero di connessioni client alla cache durante l'intervallo di report specificato. Questo numero viene connected_clients mappato a dal comando Redis INFO. Una volta raggiunto il limite di connessione, i tentativi successivi di connettersi alla cache hanno esito negativo. Anche se non sono presenti applicazioni client attive, potrebbero essere ancora presenti alcune istanze di client connessi a causa di processi interni e connessioni.
CPU L'utilizzo della CPU del server Cache Redis di Azure in percentuale durante l'intervallo di report specificato. Questo valore è associato al contatore delle prestazioni \Processor(_Total)\% Processor Time del sistema operativo.
Errors Errori specifici e problemi di prestazioni che la cache potrebbe riscontrare durante un intervallo di report specificato. Questa metrica ha otto dimensioni che rappresentano diversi tipi di errore, ma potrebbero venirne aggiunte altre in futuro. I tipi di errore rappresentati ora sono i seguenti:
  • Failover: quando viene eseguito il failover di una cache (il subordinato alza di livello a primario)
  • Dataloss: in caso di perdita di dati nella cache
  • UnresponsiveClients: quando i client non leggono dati dal server abbastanza velocemente
  • AOF: quando si verifica un problema correlato alla persistenza AOF
  • RDB: quando si verifica un problema relativo alla persistenza di RDB
  • Importa: quando si verifica un problema relativo all'importazione di RDB
  • Esportazione: quando si verifica un problema correlato all'esportazione di RDB
Chiavi rimosse Numero di elementi eliminati dalla cache durante l'intervallo di report specificato a causa del maxmemory limite. Questo numero viene evicted_keys mappato a dal comando Redis INFO.
Chiavi scadute Il numero di elementi nella cache durante l'intervallo di report specificato. Questo valore esegue il mapping a expired_keys dal comando INFO di Redis.
Operazioni Get Il numero di operazioni Get nella cache durante l'intervallo di report specificato. Questo valore è la somma dei seguenti valori del comando INFO di Redis (tutto): cmdstat_get, cmdstat_hget, cmdstat_hgetall, cmdstat_hmget, cmdstat_mget, cmdstat_getbit e cmdstat_getrange, ed è equivalente alla somma dei riscontri e dei mancati riscontri nella cache durante l'intervallo di report.
Operazioni al secondo Numero totale di comandi elaborati al secondo dal server di cache durante l'intervallo di report specificato. Questo valore corrisponde a "instantaneous_ops_per_sec" dal comando INFO di Redis.
Carico server Redis La percentuale di cicli in cui il server di Redis è impegnato nell’elaborare e non inattivo in attesa di messaggi. Se questo contatore raggiunge 100, significa che il server Redis ha raggiunto un limite massimo delle prestazioni e la CPU non può elaborare il lavoro più velocemente. Se viene visualizzato un carico elevato del server Redis, nel client vengono visualizzati eccezioni di timeout. In questo caso, è consigliabile aumentare o partizionare i dati in più cache.
Set Il numero di operazioni Set nella cache durante l'intervallo di report specificato. Questo valore è la somma dei seguenti valori del comando INFO di Redis (tutto): cmdstat_set, cmdstat_hset, cmdstat_hmset, cmdstat_hsetnx, cmdstat_lset, cmdstat_mset, cmdstat_msetnx, cmdstat_setbit, cmdstat_setex, cmdstat_setrange e cmdstat_setnx.
Totale chiavi Il numero massimo di chiavi nella cache durante l'ultimo periodo di report. Questo numero viene keyspace mappato a dal comando Redis INFO. A causa di una limitazione nel sistema di metriche sottostante per le cache con il clustering abilitato, Le chiavi totali restituiscono il numero massimo di chiavi della partizione con il numero massimo di chiavi durante l'intervallo di creazione report.
Totale operazioni Numero totale di comandi elaborati dal server di cache durante l'intervallo di report specificato. Questo valore esegue il mapping a total_commands_processed dal comando INFO di Redis. Quando cache di Azure per Redis viene usato esclusivamente per pub/sub non saranno presenti metriche per , , o , ma saranno disponibili metriche che riflettono l'utilizzo della cache per Cache Hits Cache Misses le operazioni Gets Sets Total Operations pub/sub.
Memoria utilizzata Quantità di memoria cache in MB utilizzata per le coppie chiave/valore nella cache durante l'intervallo di creazione report specificato. Questo valore esegue il mapping a used_memory dal comando INFO di Redis. Questo valore non include metadati o frammentazione.
Percentuale memoria usata La percentuale della memoria totale che viene usata durante l'intervallo di report specificato. Questo valore fa riferimento used_memory al valore del comando Redis INFO per calcolare la percentuale.
Memoria utilizzata RSS La quantità di memoria cache utilizzata in MB durante l'intervallo di report specificato, comprese la frammentazione e i metadati. Questo valore esegue il mapping a used_memory_rss dal comando INFO di Redis.

Avvisi

È possibile configurare un avviso basato sulle metriche e sui log attività. Monitoraggio di Azure consente di configurare un avviso in modo che, se attivato, esegua queste operazioni:

  • Inviare una notifica via posta elettronica
  • Chiamare un webhook
  • Richiamare un'app per la logica di Azure

Per configurare le regole di avviso per la cache, scegliere Regole di avviso dal menu Risorsa.

Monitoraggio

Per altre informazioni sulla configurazione e sull'uso degli avvisi, vedere Panoramica degli avvisi.

<a name="activity-logs">Log attività

I log attività forniscono informazioni dettagliate sulle operazioni completate nelle istanze cache di Azure per Redis attività. In precedenza erano noti come "log di controllo" o "log operativi". L'uso dei log attività consente di acquisire informazioni dettagliate ("cosa, chi, quando") per tutte le operazioni di scrittura (PUT, POST, DELETE) eseguite sulle istanze di Cache Redis di Azure.

Nota

I log attività non includono le operazioni di lettura (GET).

Per visualizzare i log attività per la cache, scegliere Log attività dal menu Risorsa.

Per altre informazioni sui log attività, vedere Panoramica del log attività di Azure.