Monitoraggio di Azure panoramica delle metriche

Monitoraggio di Azure metriche è una funzionalità di Monitoraggio di Azure che raccoglie dati numerici dalle risorse monitorate in un database time series. Le metriche sono valori numerici che vengono raccolti a intervalli regolari e che descrivono un aspetto di un sistema in un determinato momento.

Le metriche Monitoraggio di Azure sono leggere e in grado di supportare near real-time scenari, quindi sono utili per l'avviso e il rilevamento rapido dei problemi. È possibile analizzarli in modo interattivo usando Esplora metriche, ricevere notifiche proattive con un avviso quando un valore supera una soglia o visualizzarli in una cartella di lavoro o in un dashboard.

Nota

Monitoraggio di Azure metrics è la metà della piattaforma dati che supporta Monitoraggio di Azure. L'altro è Monitoraggio di Azure log, che raccoglie e organizza i dati di log e prestazioni e consente di analizzare i dati con un linguaggio di query ricco.

La funzionalità Metriche può archiviare solo dati numerici in una particolare struttura, mentre la funzionalità Log può archiviare un'ampia gamma di tipi di dati, ognuno con una propria struttura. È anche possibile eseguire analisi complesse sui dati di log usando query di log, che non è possibile usare per l'analisi dei dati delle metriche.

Che cosa è possibile fare con le metriche di Monitoraggio di Azure?

Nella tabella seguente sono elencati i modi in cui è possibile usare la funzionalità Metriche in Monitoraggio di Azure.

Descrizione
Analizzare Usare Esplora metriche per analizzare le metriche raccolte in un grafico e confrontare le metriche di varie risorse.
Avviso Configurazione di una regola di avviso per la metrica che invia una notifica o esegue un'operazione automatica quando il valore della metrica supera una soglia.
Visualizzare Aggiungere un grafico da Esplora metriche a un dashboard di Azure.
Creare una cartella di lavoro per combinare più set di dati in un report interattivo. Esportare i risultati di una query in Grafana per usare il dashboard e combinarli con altre origini dati.
Automatizzare Uso della scalabilità automatica per aumentare o ridurre le risorse in base a un valore della metrica che supera una soglia.
Recupero Accedere ai valori delle metriche da una riga di comando usando i cmdlet di PowerShell.
Accedere ai valori delle metriche da un'applicazione personalizzata usando l'API REST.
Accedere ai valori delle metriche da una riga di comando usando l'interfaccia della riga di comando di Azure.
Export Indirizzare le metriche ai log per analizzare i dati nelle metriche Monitoraggio di Azure insieme ai dati nei log Monitoraggio di Azure e archiviare i valori delle metriche per più di 93 giorni.
Trasmettere le metriche a un hub eventi per indirizzarle a sistemi esterni.
Archiviazione Archiviare la cronologia relativa alle prestazioni o all'integrità della risorsa a scopi di conformità, verifica o creazione di report offline.

Diagramma che mostra le origini e gli usi delle metriche.

Raccolta dati

Monitoraggio di Azure raccoglie le metriche dalle origini seguenti. Dopo che queste metriche sono state raccolte nel database Monitoraggio di Azure metriche, possono essere valutate insieme indipendentemente dall'origine.

  • Risorse di Azure. Le metriche della piattaforma vengono create da risorse di Azure e offrono visibilità riguardo a integrità e prestazioni. Ogni tipo di risorsa crea un set distinto di metriche senza che sia necessaria alcuna configurazione. Le metriche della piattaforma vengono raccolte dalle risorse di Azure a una frequenza di un minuto, se non specificato diversamente nella definizione della metrica.

  • Applicazioni. L Insights delle applicazioni crea metriche per le applicazioni monitorate per rilevare i problemi di prestazioni e tenere traccia delle tendenze relative all'uso dell'applicazione. I valori includono il tempo di risposta del server e le eccezioni del browser.

  • Agenti di macchine virtuali. Le metriche vengono raccolte dal sistema operativo guest di una macchina virtuale. È possibile abilitare le metriche del sistema operativo guest per Windows macchine virtuali usando l'estensione di diagnostica Windows e per le macchine virtuali Linux usando l'agente Telegraf InfluxData.

  • Metriche personalizzate. È possibile definire le metriche oltre alle metriche standard disponibili automaticamente. È possibile definire metriche personalizzate nell'applicazione monitorate da Application Insights o creare metriche personalizzate per un servizio di Azure usando l'API metriche personalizzate.

Per un elenco completo delle origini dati che possono inviare dati Monitoraggio di Azure metriche, vedere Cosa viene monitorato da Monitoraggio di Azure?.

Esplora metriche

È possibile usare Esplora metriche per analizzare in modo interattivo i dati nel database delle metriche e tracciare un grafico dei valori di più metriche nel tempo. È possibile aggiungere i grafici a un dashboard per visualizzarli con altre visualizzazioni. È anche possibile recuperare le metriche usando l'API REST di monitoraggio di Azure.

Screenshot di un grafico di esempio in Esplora metriche che mostra le richieste del server, il tempo di risposta del server e le richieste non riuscite.

Per altre informazioni, vedere Introduzione a Monitoraggio di Azure Esplora metriche.

Struttura dei dati

I dati raccolti Monitoraggio di Azure metriche vengono archiviati in un database time-series ottimizzato per l'analisi dei dati con timestamp. Ogni set di valori della metrica è una serie temporale con le proprietà seguenti:

  • l'ora in cui è stato raccolto il valore;
  • la risorsa a cui è associato il valore.
  • Spazio dei nomi che funge da categoria per la metrica.
  • Un nome della metrica.
  • Valore stesso.
  • Più dimensioni quando sono presenti. Si noti che le metriche personalizzate sono limitate a 10 dimensioni.

Metriche multidimensionali

Una delle difficoltà per i dati delle metriche è che spesso contengono informazioni limitate per fornire il contesto dei valori raccolti. Monitoraggio di Azure risolve questo problema con le metriche multidimensionali.

Le dimensioni di una metrica sono coppie nome/valore che trasportano dati aggiuntivi per descrivere il valore della metrica. Ad esempio, una metrica denominata Spazio su disco disponibile potrebbe avere una dimensione denominata Unità con i valori C: e D:. Tale dimensione consente di visualizzare lo spazio disponibile su disco in tutte le unità o per ogni unità singolarmente.

L'esempio seguente illustra due set di dati per una metrica ipotetica denominata Velocità effettiva di rete. Il primo set di dati non ha dimensioni. Il secondo set di dati mostra i valori con due dimensioni, IP e Direzione.

Velocità effettiva della rete

Timestamp Valore della metrica
8/9/2017 8:14 1.331,8 Kbps
8/9/2017 8:15 1.141,4 Kbps
8/9/2017 8:16 1.110,2 Kbps

Questa metrica non dimensionale può rispondere solo a una domanda di base, ad esempio "Qual è la velocità effettiva della rete in un determinato momento?"

Velocità effettiva di rete e due dimensioni ("IP" e "Direzione")

Timestamp Dimensione "IP" Dimensione "Direzione" Valore della metrica
8/9/2017 8:14 IP = "192.168.5.2" Direzione = "Invio" 646,5 Kbps
8/9/2017 8:14 IP = "192.168.5.2" Direzione = "Ricezione" 420,1 Kbps
8/9/2017 8:14 IP = "10.24.2.15" Direzione = "Invio" 150,0 Kbps
8/9/2017 8:14 IP = "10.24.2.15" Direzione = "Ricezione" 115,2 Kbps
8/9/2017 8:15 IP = "192.168.5.2" Direzione = "Invio" 515,2 Kbps
8/9/2017 8:15 IP = "192.168.5.2" Direzione = "Ricezione" 371,1 Kbps
8/9/2017 8:15 IP = "10.24.2.15" Direzione = "Invio" 155,0 Kbps
8/9/2017 8:15 IP = "10.24.2.15" Direzione = "Ricezione" 100,1 Kbps

Questa metrica può rispondere a domande come "Qual è la velocità effettiva di rete per ogni indirizzo IP?" e "Quanti dati sono stati inviati o ricevuti?" Le metriche multidimensionali includono valori analitici e diagnostici aggiuntivi rispetto alle metriche non dimensionali.

Visualizzazione delle metriche dei contatori delle prestazioni multidimensionali in Esplora metriche

Non è possibile inviare le metriche dei contatori delle prestazioni contenenti un asterisco ( ) Monitoraggio di Azure tramite * l'API classica delle metriche guest. Questa API non può visualizzare le metriche che contengono un asterisco perché si tratta di una metrica multidimensionale, che le metriche classiche non supportano.

Per configurare e visualizzare le metriche dei contatori delle prestazioni del sistema operativo guest multidimensionale usando l'estensione Diagnostica di Azure:

  1. Passare alla pagina Impostazioni di diagnostica per la macchina virtuale.

  2. Selezionare la scheda Contatori delle prestazioni .

  3. Selezionare Personalizzato per configurare i contatori delle prestazioni da raccogliere.

    Screenshot della sezione dei contatori delle prestazioni della pagina delle impostazioni di diagnostica.

  4. Selezionare Sink. Selezionare quindi Abilitato per inviare i dati a Monitoraggio di Azure.

    Screenshot della sezione sink della pagina delle impostazioni di diagnostica.

  5. Per visualizzare la metrica in Monitoraggio di Azure, selezionare Guest macchina virtuale nell'elenco a discesa Spazio dei nomi della metrica.

    Screenshot dello spazio dei nomi della metrica.

  6. Selezionare Applica suddivisione e compilare i dettagli per suddividere la metrica in base all'istanza. È quindi possibile visualizzare la metrica suddivisa in base a ognuno dei valori possibili rappresentati dall'asterisco nella configurazione. In questo esempio l'asterisco rappresenta i volumi del disco logico più il totale.

    Screenshot della suddivisione di una metrica per istanza.

Conservazione delle metriche

Per la maggior parte delle risorse in Azure, le metriche della piattaforma vengono archiviate per 93 giorni. Esistono alcune eccezioni:

  • Metriche del sistema operativo guest classico: contatori delle prestazioni raccolti dall'estensione di diagnostica Windows o dall'estensione di diagnostica Linux e instradati a un account di archiviazione di Azure. La conservazione per queste metriche è garantita per almeno 14 giorni, anche se non viene scritta alcuna data di scadenza nell'account di archiviazione.

    Per motivi di prestazioni, il portale limita la quantità di dati visualizzati in base al volume. Pertanto, il numero effettivo di giorni recuperati dal portale può essere superiore a 14 giorni se il volume dei dati scritti non è elevato.

  • Metriche del sistema operativo guest inviate alle metriche di Monitoraggio di Azure: contatori delle prestazioni raccolti dall'estensione di diagnostica Windows e inviati al sinkdi dati Monitoraggio di Azure o all'agente InfluxData Telegraf nei computer Linux o all'agente Monitoraggio di Azure più recente tramite regole di raccolta dati. La conservazione di queste metriche è di 93 giorni.

  • Metriche del sistema operativo guest raccolte dall'agente di Log Analytics: contatori delle prestazioni raccolti dall'agente di Log Analytics e inviati a un'area di lavoro Log Analytics. La conservazione per queste metriche è di 31 giorni e può essere estesa fino a 2 anni.

  • Metriche basate su log di Application Insights. In background, le metriche basate su log si traducono in query di log. La conservazione è variabile e corrisponde alla conservazione degli eventi nei log sottostanti (da 31 giorni a 2 anni). Per le risorse di Application Insights i log vengono archiviati per 90 giorni.

Nota

Come accennato in precedenza, per la maggior parte delle risorse in Azure, le metriche della piattaforma vengono archiviate per 93 giorni. Tuttavia, è possibile eseguire una query (nel riquadro Metriche) solo per un massimo di 30 giorni di dati in un singolo grafico. Questa limitazione non si applica alle metriche basate su log.

Se viene visualizzato un grafico vuoto o il grafico visualizza solo una parte dei dati delle metriche, verificare che la differenza tra le date di inizio e di fine nella selezione ora non superi l'intervallo di 30 giorni. Dopo aver selezionato un intervallo di 30 giorni, è possibile eseguire una panoramica del grafico per visualizzare l'intera finestra di conservazione.

Passaggi successivi