Considerazioni sulle prestazioni per Azure NetApp Files

Il limite di velocità effettiva per un volume con QoS automatica è determinato da una combinazione della quota assegnata al volume e del livello di servizio selezionato. Per i volumi con QoS manuale, il limite di velocità effettiva può essere definito singolarmente. Quando si apportano piani di prestazioni relativi Azure NetApp Files, è necessario comprendere alcune considerazioni.

Quota e velocità effettiva

Il limite di velocità effettiva è solo un fattore determinante delle prestazioni effettive che verranno realizzate.

Considerazioni tipiche relative alle prestazioni di archiviazione, tra cui la combinazione di lettura e scrittura, la dimensione del trasferimento, i modelli casuali o sequenziali e molti altri fattori contribuiscono alle prestazioni totali fornite.

La velocità effettiva empirica massima osservata nel testing è 4.500 MiB/s. Al livello di archiviazione Premium, una quota del volume QoS automatica di 70,31 TiB effettuerà il provisioning di un limite di velocità effettiva sufficientemente elevato per ottenere questo livello di prestazioni.

Nel caso di volumi QoS automatici, se si sta valutando l'assegnazione di importi di quota del volume superiore a 70,31 TiB, è possibile assegnare una quota aggiuntiva a un volume per l'archiviazione di dati aggiuntivi. Tuttavia, la quota aggiunta non comporterà un ulteriore aumento della velocità effettiva effettiva.

Lo stesso limite della velocità effettiva empirica si applica ai volumi con QoS manuale. La velocità effettiva massima che può essere assegnata a un volume è 4.500 MiB/s.

Velocità effettiva e quota del volume QoS automatica

In questa sezione vengono descritte la velocità effettiva e la gestione delle quote per i volumi con il tipo QoS automatico.

Overprovisioning della quota del volume

Se le prestazioni di un carico di lavoro sono limitate al limite di velocità effettiva, è possibile eseguire l'overprovisioning della quota del volume QoS automatica per impostare un livello di velocità effettiva superiore e ottenere prestazioni migliori.

Ad esempio, se un volume QoS automatico nel livello di archiviazione Premium ha solo 500 GiB di dati, ma richiede 128 MiB/s di velocità effettiva, è possibile impostare la quota su 2 TiB in modo che il livello di velocità effettiva venga impostato di conseguenza (64 MiB/s per TB * 2 TiB = 128 MiB/s).

Se si esegue costantemente il provisioning di un volume per ottenere una velocità effettiva più elevata, è consigliabile usare i volumi QoS manuali o usare un livello di servizio superiore. Nell'esempio precedente, è possibile ottenere lo stesso limite di velocità effettiva con metà della quota del volume QoS automatica usando il livello di archiviazione Ultra (128 MiB/s per TiB * 1 TiB = 128 MiB/s).

Aumento o diminuzione dinamica della quota del volume

Se i requisiti di prestazioni sono di natura temporanea o se si hanno esigenze di prestazioni più elevate per un periodo di tempo fisso, è possibile aumentare o diminuire dinamicamente la quota del volume per regolare immediatamente il limite di velocità effettiva. Tenere presenti le seguenti considerazioni:

  • La quota del volume può essere aumentata o diminuita senza la necessità di sospendere l'i/o e l'accesso al volume non viene interrotto o interessato.

    È possibile modificare la quota durante una transazione di I/O attiva su un volume. Si noti che la quota del volume non può mai essere ridotta al di sotto della quantità di dati logici archiviati nel volume.

  • Quando la quota del volume viene modificata, la modifica corrispondente nel limite di velocità effettiva è quasi istantanea.

    La modifica non interrompe né influisca sull'accesso al volume o sull'I/O.

  • La regolazione della quota del volume potrebbe richiedere una modifica delle dimensioni del pool di capacità.

    Le dimensioni del pool di capacità possono essere modificate dinamicamente e senza alcun effetto sulla disponibilità dei volumi o sull'I/O.

Velocità effettiva e quota del volume QoS manuale

Se si usano volumi QoS manuali, non è necessario eseguire l'overprovisioning della quota del volume per ottenere una velocità effettiva maggiore, perché la velocità effettiva può essere assegnata a ogni volume in modo indipendente. Tuttavia, è comunque necessario assicurarsi che venga eseguito il pre-provisioning del pool di capacità con una velocità effettiva sufficiente per le proprie esigenze di prestazioni. Viene effettuato il provisioning della velocità effettiva di un pool di capacità in base alle dimensioni e al livello di servizio. Per ulteriori informazioni, vedere livelli di servizio per Azure NetApp files .

Passaggi successivi