Applicazioni gestite di Azure nel marketplace

Provider di servizi gestiti, fornitori di software indipendente e integratori di sistemi possono usare le applicazioni gestite per offrire le proprie soluzioni a tutti i clienti di Azure Marketplace. Tali soluzioni riducono l'overhead derivante da manutenzione e gestione per i clienti. Gli editori possono vendere l'infrastruttura e il software tramite il Marketplace. Possono collegare servizi e supporto operativo alle applicazioni gestite. Per altre informazioni, vedere Panoramica delle applicazioni gestite di Azure.

Questo articolo illustra come un provider di servizi gestiti, un fornitore di software indipendente o un integratore di sistemi possa pubblicare un'applicazione nel Marketplace e renderla disponibile per i clienti su larga scala.

Prerequisiti per la pubblicazione di un'applicazione gestita

Prerequisiti per l'inserimento nel Marketplace:

  • Tecnici

  • Non tecnici (requisiti aziendali)

    • La società (o la sua affiliata) deve avere sede in un paese in cui le vendite sono supportate dal Marketplace.
    • Il prodotto deve essere concesso in licenza in modo da essere compatibile con i modelli di fatturazione supportati dal Marketplace.
    • Il partner è responsabile di rendere il supporto tecnico disponibile per i clienti in una modalità ragionevole dal punto di vista commerciale. Il supporto può essere gratuito, a pagamento o tramite il supporto della community.
    • Il partner ha la responsabilità di concedere in licenza il software e le dipendenze da software di terze parti.
    • È necessario offrire contenuti che soddisfino i criteri perché l'offerta sia inserita nel Marketplace e nel portale di Azure.
    • È necessario accettare le condizioni delle Politiche di partecipazione a Microsoft Azure Marketplace e del Contratto per gli editori.
    • È necessario accettare le Condizioni per l'utilizzo del sito Web di Microsoft Azure, l'Informativa sulla privacy di Microsoft e il Contratto del Programma Microsoft Azure Certified.

Creare una nuova offerta di applicazione Azure

Una volta soddisfatti i prerequisiti, si è pronti per creare l'offerta di applicazione gestita. Di seguito è disponibile una breve panoramica di un'offerta e di uno SKU.

Offerta

L'offerta per un'applicazione gestita corrisponde a una classe di offerta di prodotti di un editore. Per rendere disponibile nel Marketplace un nuovo tipo di soluzione/applicazione, è possibile configurare una nuova offerta. Un'offerta è una raccolta di SKU. Ogni offerta viene visualizzata come entità in sé nel marketplace.

SKU

Uno SKU è la più piccola unità acquistabile di un'offerta. All'interno della stessa classe di prodotti (offerta), gli SKU consentono di distinguere tra:

  • le diverse funzionalità supportate
  • il fatto che l'offerta sia gestita o non gestita
  • i modelli di fatturazione supportati

Uno SKU viene visualizzato sotto l'offerta padre nel Marketplace e come entità acquistabile di per sé nel portale di Azure.

Configurare un'offerta

  1. Accedere al Portale per Cloud Partner.

  2. Nella barra di spostamento a sinistra selezionare + New Offer (+ Nuova offerta) > Azure Applications (Applicazioni Azure).

    Nuova offerta

  3. Compilare i moduli a sinistra nella vista Editor. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco rosso (*).

    Impostazioni dell'offerta

    Per creare un'applicazione gestita, vengono usati quattro moduli principali:

    a. Impostazioni dell'offerta

    b. SKU

    c. Marketplace

    d. Supporto

Questi moduli vengono descritti più dettagliatamente nelle sezioni seguenti.

Modulo delle impostazioni dell'offerta

Usare questo modulo di base per specificare le impostazioni dell'offerta.

  1. Compilare il modulo delle impostazioni dell'offerta. I diversi campi sono:

    a. Offer ID (ID offerta): questo campo è un identificatore univoco dell'offerta in un profilo di pubblicazione. Questo ID è visibile negli URL dei prodotti, nei modelli di Resource Manager e nei report di fatturazione. Può essere composto solo da caratteri alfanumerici minuscoli o trattini (-). L'ID non può terminare con un trattino e può contenere massimo 50 caratteri. Questo campo è bloccato dopo la pubblicazione dell'offerta.

    b. Publisher ID (ID editore): usare questo elenco a discesa per scegliere il profilo di pubblicazione in cui si vuole pubblicare l'offerta. Questo campo è bloccato dopo la pubblicazione dell'offerta.

    c. Name (Nome): nome visualizzato dell'offerta nel Marketplace e nel portale. Può contenere massimo 50 caratteri. Includere un nome di marchio riconoscibile per il prodotto. Non includere il nome della società, a meno che non corrisponda al nome con cui viene commercializzato. Se si sta proponendo questa offerta sul proprio sito Web, assicurarsi che il nome corrisponda esattamente a quello con cui viene visualizzato nel sito Web.

  2. Selezionare Save (Salva) per salvare le voci immesse.

Modulo degli SKU

Il passaggio successivo è quello di aggiungere gli SKU dell'offerta.

  1. Selezionare SKU > New SKU (Nuovo SKU).

    Selezionare il nuovo SKU

  2. Immettere un ID SKU. L'ID SKU è l'identificatore univoco dello SKU in un'offerta. Questo ID è visibile negli URL dei prodotti, nei modelli di Resource Manager e nei report di fatturazione. Può essere composto solo da caratteri alfanumerici minuscoli o trattini (-). L'ID non può terminare con un trattino e può contenere massimo 50 caratteri. Questo campo è bloccato dopo la pubblicazione dell'offerta. All'interno di un'offerta possono essere presenti più SKU. È necessario uno SKU per ogni immagine che si prevede di pubblicare.

  3. Compilare la sezione dei dettagli dello SKU nel formato seguente:

    Fornire il nuovo SKU

    Compilare i seguenti campi:

    a. Title (Titolo): immettere un titolo per lo SKU, che viene visualizzato nella raccolta di questo elemento.

    b. Summary (Riepilogo): immettere un breve riepilogo per questo SKU, che viene visualizzato sotto il titolo.

    c. Description (Descrizione): immettere una descrizione dettagliata sullo SKU.

    d. SKU Type (Tipo di SKU): i valori consentiti sono Managed Application (Applicazione gestita) e Solution Templates (Modelli di soluzioni). In questo caso, selezionare Managed Application (Applicazione gestita).

  4. Compilare la sezione dei dettagli del pacchetto nel formato seguente:

    Pacchetto

    Compilare i seguenti campi:

    a. Current Version (Versione corrente): immettere la versione per il pacchetto caricato. Deve essere nel formato {number}.{number}.{number}{number}.

    b. Select a package file (Seleziona un file pacchetto): questo pacchetto contiene i file seguenti compressi in un file ZIP:

    • applianceMainTemplate.json: file modello di distribuzione usato per distribuire la soluzione/applicazione. Per altre informazioni su come creare i file modello di distribuzione, vedere Creare il primo modello di Azure Resource Manager.
    • appliancecreateUIDefinition.json: questo file viene usato dal portale di Azure per generare l'interfaccia utente usata per il provisioning di questa soluzione/applicazione. Per altre informazioni, vedere Introduzione a CreateUiDefinition.
    • mainTemplate.json: file modello contenente solo le risorse Microsoft.Solution/appliances. Il file mainTemplate include le proprietà seguenti:

      • kind: usare Marketplace per le applicazioni gestite nel Marketplace.
      • ManagedResourceGroupId: gruppo di risorse nella sottoscrizione del cliente in cui vengono distribuite tutte le risorse definite nel file applianceMainTemplate.json.
      • PublisherPackageId: stringa che identifica il pacchetto in modo univoco. Specificare il valore nel formato {publisherId}.{OfferId}.{SKUID}.{PackageVersion}.

Ottenere l'ID offerta e l'ID editore dal portale di pubblicazione, come illustrato nella figura seguente:

Offer ID (ID offerta)

Ottenere l'ID SKU come illustrato nella figura seguente:

ID SKU

Ottenere la versione del pacchetto come illustrato nella figura seguente:

Versione del pacchetto

In base agli esempi precedenti, il valore di PublisherPackageId è azureappliance-test.ravmanagedapptest.ravpreviewmanagedsku.1.0.0.

mainTemplate.json di esempio:

{
  "$schema": "https://schema.management.azure.com/schemas/2015-01-01/deploymentTemplate.json#",
  "contentVersion": "1.0.0.0",
  "parameters": {
    "storageAccountNamePrefix": {
      "type": "string",
      "metadata": {
        "description": "Specify the name of the storage account"
      }
    },
    "storageAccountType": {
      "type": "string"
    }
  },
  "variables": {
    "managedResourceGroup": "[concat(resourceGroup().id,uniquestring(resourceGroup().id))]"
  },
  "resources": [{
    "type": "Microsoft.Solutions/appliances",
    "apiVersion": "2016-09-01-preview",
    "name": "[concat(parameters('storageAccountNamePrefix'), '-', 'managed')]",
    "location": "[resourceGroup().location]",
    "kind": "marketplace",
    "properties": {
      "managedResourceGroupId": "[variables('managedResourceGroup')]",
      "PublisherPackageId":"azureappliancetest.ravmanagedapptest.ravpreviewmanagedsku.1.0.0",
      "parameters": {
        "storageAccountName": {
          "value": "[parameters('storageAccountNamePrefix')]"
        },
        "storageAccountType": {
          "value": "[parameters('storageAccountType')]"
        }
      }
    }
  }],
  "outputs": {

  }
}

Questo pacchetto deve contenere gli altri modelli annidati o gli script necessari per completare il provisioning di questa applicazione. I file mainTemplate.json, applianceMainTemplate.json e applianceCreateUIDefinition.json devono essere presenti nella cartella radice.

  • Authorizations (Autorizzazioni): questa proprietà definisce chi ottiene l'accesso e il livello di accesso alle risorse nelle sottoscrizioni dei clienti. L'editore può gestire l'applicazione per conto del cliente.
  • PrincipalId: questa proprietà è l'identificatore Azure Active Directory (Azure AD) di un utente, un gruppo di utenti o un'applicazione a cui vengono concesse determinate autorizzazioni per le risorse nella sottoscrizione del cliente. La definizione del ruolo descrive le autorizzazioni.
  • Role Definition (Definizione ruolo): questa proprietà è un elenco di tutti i ruoli di controllo degli accessi in base al ruolo forniti da Azure AD. È possibile selezionare il ruolo più appropriato da usare per gestire le risorse per conto del cliente.

È possibile aggiungere più autorizzazioni. È consigliabile creare un gruppo di utenti di AD e specificare il relativo ID in PrincipalId. In questo modo è possibile aggiungere più utenti al gruppo di utenti senza che sia necessario aggiornare lo SKU.

Per altre informazioni sul controllo degli accessi in base al ruolo, vedere Introduzione al controllo degli accessi in base al ruolo nel portale di Azure.

Modulo Marketplace

Il form Marketplace include i campi che vengono visualizzati in Azure Marketplace e nel portale di Azure.

Preview Subscription IDs (ID sottoscrizione di anteprima)

Immettere un elenco di ID di sottoscrizione di Azure che possono accedere all'offerta dopo la pubblicazione. È possibile usare queste sottoscrizioni consentite per testare l'offerta in anteprima prima di pubblicarla. È possibile compilare un elenco con un massimo di 100 sottoscrizioni consentite nel portale per i partner.

Suggested Categories (Categorie suggerite)

Nell'elenco selezionare fino a cinque categorie a cui l'offerta può essere associata in modo ottimale. Queste categorie vengono usate per il mapping dell'offerta alle categorie di prodotti disponibili in Azure Marketplace e nel portale di Azure.

Azure Marketplace

Nel riepilogo dell'applicazione gestita vengono visualizzati i campi seguenti:

Riepilogo del Marketplace

Nella scheda Anteprima per l'applicazione gestita vengono visualizzati i campi seguenti:

Panoramica del Marketplace

Nella scheda Piani + prezzi per l'applicazione gestita vengono visualizzati i campi seguenti:

Piani del Marketplace

Portale di Azure

Nel riepilogo dell'applicazione gestita vengono visualizzati i campi seguenti:

Riepilogo del portale

Nell'anteprima per l'applicazione gestita vengono visualizzati i campi seguenti:

Panoramica del portale

Linee guida per il logo

Seguire queste linee guida per qualsiasi logo caricato nel portale per Cloud Partner:

  • La progettazione di Azure ha una tavolozza dei colori semplice. Limitare il numero di colori primari e secondari nel logo.
  • I colori del tema del portale sono il bianco e il nero. Non usare questi colori per lo sfondo del logo. Usare un colore che faccia risaltare il logo nel portale. Si consiglia di usare colori primari semplici. Se si usa uno sfondo trasparente, verificare che i logo e il testo non siano bianchi, neri o blu.
  • Non usare uno sfondo sfumato sul logo.
  • Non inserire testo, nemmeno il nome del marchio o della società, sul logo. L'aspetto del logo deve essere semplice e senza sfumature.
  • Verificare che il logo non venga adattato.

Il logo alto è facoltativo. L'editore può scegliere di non caricare un logo alto. Una volta caricata, l'icona del logo alto non può essere eliminata. A quel punto il partner deve seguire le istruzioni del Marketplace per le icone del logo alto.

Seguire queste linee guida per l'icona del logo alto:

  • Il nome visualizzato dell'editore, il titolo del piano e il riepilogo lungo dell'offerta sono visualizzati con il colore bianco. Non usare quindi un colore chiaro come sfondo dell'icona del logo alto. Lo sfondo nero, bianco o trasparente non è ammesso per le icone del logo alto.
  • Quando l'offerta viene elencata, il nome visualizzato dell'editore, il titolo del piano, il riepilogo lungo dell'offerta e il pulsante Crea vengono incorporati a livello di codice all'interno del logo alto. Non inserire quindi testo mentre si progetta il logo alto. Lasciare uno spazio vuoto sulla destra dove il testo viene automaticamente incluso a livello di codice. Lo spazio vuoto per il testo deve essere 415x100 pixel a destra e viene spostato con un offset di 370 pixel da sinistra.

    Esempio di logo alto

Modulo di supporto

Compilare il modulo Supporto con i contatti del supporto forniti dalla società, ad esempio le informazioni di contatto del supporto tecnico e dell'assistenza clienti.

Pubblicare un'offerta

Dopo avere completato tutte le sezioni, selezionare Publish (Pubblica) per avviare il processo per rendere disponibile l'offerta per i clienti.

Passaggi successivi