Gestire Microsoft Azure backup dell'agente di Servizi di ripristino di Microsoft Backup di Azure (MARS)

Questo articolo descrive come gestire i file e le cartelle di cui viene eseguito il backup con l'Microsoft Azure di Servizi di ripristino.

Modificare un criterio di backup

Quando si modificano i criteri di backup, è possibile aggiungere nuovi elementi, rimuovere gli elementi esistenti dal backup o escludere i file dal backup usando le impostazioni di esclusione.

  • Aggiungi elementi usare questa opzione solo per aggiungere nuovi elementi di cui eseguire il backup. Per rimuovere gli elementi esistenti, usare l'opzione Rimuovi elementi o Impostazioni di esclusione.
  • Rimuovi elementi usare questa opzione per rimuovere gli elementi di cui eseguire il backup.
    • Usare le impostazioni di esclusione per rimuovere tutti gli elementi all'interno di un volume anziché Rimuovere elementi.
    • Se si deselezionano tutte le selezioni in un volume, i backup degli elementi meno recente vengono mantenuti in base alle impostazioni di conservazione al momento dell'ultimo backup, senza ambito di modifica.
    • Se si selezionano di nuovo questi elementi, viene eseguito un primo backup completo e le nuove modifiche ai criteri non vengono applicate ai backup vecchi.
    • Se si deseleziona l'intero volume, il backup precedente viene mantenuto senza alcun ambito per la modifica dei criteri di conservazione.
  • Le impostazioni di esclusione usano questa opzione per escludere elementi specifici dal backup.

Aggiungere nuovi elementi ai criteri esistenti

  1. In Azioni selezionare Pianifica backup.

    Pianificare un backup di Windows Server

  2. Nella scheda Seleziona elemento criteri selezionare Modifica pianificazione backup per i file e le cartelle e selezionare Avanti.

    Selezionare gli elementi dei criteri

  3. Nella scheda Modifica o arresta pianificazione backup selezionare Apportare modifiche agli elementi o alle ore di backup e selezionare Avanti.

    Modificare o pianificare il backup

  4. Nella scheda Seleziona elementi per backup selezionare Aggiungi elementi per aggiungere gli elementi di cui si vuole eseguire il backup.

    Modificare o pianificare l'aggiunta di elementi di backup

  5. Nella finestra Seleziona elementi selezionare i file o le cartelle da aggiungere e scegliere OK.

    Selezionare gli elementi

  6. Completare i passaggi successivi e selezionare Fine per completare l'operazione.

Aggiungere regole di esclusione ai criteri esistenti

È possibile aggiungere regole di esclusione per ignorare i file e le cartelle di cui non si vuole eseguire il backup. È possibile eseguire questa operazione durante la definizione di un nuovo criterio o la modifica di un criterio esistente.

  1. Nel riquadro Azioni selezionare Pianifica backup. Passare a Selezionare gli elementi per il backup e selezionare Impostazioni di esclusione.

    Impostazioni di esclusione

  2. In Impostazioni di esclusione selezionare Aggiungi esclusione.

    Aggiungere l'esclusione

  3. In Selezionare gli elementi da escludere esplorare i file e le cartelle e selezionare gli elementi da escludere e selezionare OK.

    Selezionare gli elementi da escludere

  4. Per impostazione predefinita, tutte le sottocartelle all'interno delle cartelle selezionate vengono escluse. È possibile modificare questa impostazione selezionando o No. È possibile modificare e specificare i tipi di file da escludere, come illustrato di seguito:

    Selezionare i tipi di sottocartelle

  5. Completare i passaggi successivi e selezionare Fine per completare l'operazione.

Rimuovere elementi dai criteri esistenti

  1. Nel riquadro Azioni selezionare Pianifica backup. Passare a Selezionare gli elementi per eseguire il backup. Nell'elenco selezionare i file e le cartelle da rimuovere dalla pianificazione del backup e selezionare Rimuovi elementi.

    Selezionare gli elementi da rimuovere

    Nota

    Procedere con cautela quando si rimuove completamente un volume dai criteri. Se è necessario aggiungerlo di nuovo, verrà considerato come un nuovo volume. Il backup pianificato successivo eseguirà un backup iniziale (backup completo) anziché un backup incrementale. Se è necessario rimuovere e aggiungere elementi temporaneamente in un secondo momento, è consigliabile usare le impostazioni di esclusioni anziché Rimuovi elementi per garantire il backup incrementale anziché il backup completo.

  2. Completare i passaggi successivi e selezionare Fine per completare l'operazione.

Interrompere la protezione del backup di file e cartelle

Esistono due modi per interrompere la protezione del backup di file e cartelle:

  • Arrestare la protezione e conservare i dati di backup.
    • Questa opzione interromperà la protezione di tutti i processi di backup futuri.
    • Backup di Azure servizio continuerà a mantenere tutti i punti di ripristino esistenti.
    • Sarà possibile ripristinare i dati di cui è stato eseguito il backup per i punti di ripristino non scaduti.
    • Se si decide di riprendere la protezione, è possibile usare l'opzione Riattiva pianificazione backup. Successivamente, i dati verranno conservati in base ai nuovi criteri di conservazione.
  • Arrestare la protezione ed eliminare i dati di backup.
    • Questa opzione impedirà a tutti i processi di backup futuri di proteggere i dati. Se le funzionalità di sicurezza dell'insieme di credenziali non sono abilitate, tutti i punti di ripristino vengono eliminati immediatamente.
      Se le funzionalità di sicurezza sono abilitate, l'eliminazione viene posticipata di 14 giorni e si riceverà un messaggio di posta elettronica di avviso con un messaggio I dati per questo elemento di backup sono stati eliminati. Questi dati saranno temporaneamente disponibili per 14 giorni, dopo i quali verranno eliminati definitivamente e un'azione consigliata Riproteggi l'elemento di backup entro 14 giorni per ripristinare i dati.
      In questo stato, i criteri di conservazione continuano ad essere applicati e i dati di backup rimangono fatturabili. Altre informazioni su come abilitare le funzionalità di sicurezza dell'insieme di credenziali.
    • Per riprendere la protezione, riproteggi il server entro 14 giorni dall'operazione di eliminazione. In questa durata è anche possibile ripristinare i dati in un server alternativo.

Arrestare la protezione e conservare i dati di backup

  1. Aprire la console di gestione di MARS, passare al riquadro Azioni e selezionare Pianifica backup.

    Selezionare pianifica backup

  2. Nella pagina Selezione elemento criteri selezionare Modifica una pianificazione di backup per i file e le cartelle e selezionare Avanti.

    Selezionare l'elemento dei criteri

  3. Nella pagina Modifica o arresta un backup pianificato selezionare Interrompi l'uso di questa pianificazione di backup, ma mantenere i backup archiviati fino a quando non viene attivata di nuovo una pianificazione. Quindi selezionare Avanti.

    Arrestare un backup pianificato.

  4. In Sospendi backup pianificato esaminare le informazioni e selezionare Fine.

    Sospendere un backup pianificato.

  5. In Modifica stato backup verificare che lo stato della sospensione del backup pianificato sia riuscito e selezionare Chiudi per completare l'operazione.

Arrestare la protezione ed eliminare i dati di backup

  1. Aprire la console di gestione di MARS, passare al riquadro Azioni e selezionare Pianifica backup.

  2. Nella pagina Modifica o arresta un backup pianificato selezionare Interrompi questa pianificazione di backup ed eliminare tutti i backup archiviati. Quindi selezionare Avanti.

    Modificare o arrestare un backup pianificato.

  3. Nella pagina Arresta un backup pianificato selezionare Fine.

    Arrestare un backup pianificato e selezionare Fine

  4. Viene richiesto di immettere un PIN di sicurezza (numero di identificazione personale), che è necessario generare manualmente. A tale scopo, accedere prima di tutto al portale di Azure.

  5. Passare a Proprietà delle impostazioni dell'insieme di credenziali di > Servizi di > ripristino.

  6. In PIN di sicurezza selezionare Genera. Copiare questo PIN. Il PIN è valido solo per cinque minuti.

  7. Nella console di gestione incollare il PIN e quindi selezionare OK.

    Generare un PIN di sicurezza.

  8. Nella pagina Modifica stato backup viene visualizzato il messaggio seguente: I dati di backup eliminati verranno conservati per 14 giorni. Dopo tale periodo, i dati di backup verranno eliminati definitivamente.

    Modificare lo stato di avanzamento del backup

Dopo aver eliminato gli elementi di backup locali, seguire i passaggi successivi dal portale.

Abilitare nuovamente la protezione

Se la protezione è stata arrestata durante la conservazione dei dati e si è deciso di riprendere la protezione, è possibile riattivare la pianificazione del backup usando modifica dei criteri di backup.

  1. In Azioni selezionare Pianifica backup.

  2. Selezionare Ri enable backup schedule (Ri enable backup schedule). È anche possibile modificare gli elementi o le ore di backup e selezionare Avanti.

    Ribilitazione della pianificazione dei backup

  3. In Select Items to Backup (Seleziona elementi di cui eseguire il backup) selezionare Next (Avanti).

    Selezionare gli elementi di cui eseguire il backup

  4. In Specifica pianificazione backup specificare la pianificazione del backup e selezionare Avanti.

  5. In Seleziona criteri di conservazione specificare la durata della conservazione e selezionare Avanti.

  6. Infine, nella schermata Di conferma esaminare i dettagli dei criteri e selezionare Fine.

Generare nuovamente la passphrase

Una passphrase viene usata per crittografare e decrittografare i dati durante il backup o il ripristino del computer locale o locale usando l'agente MARS da e verso Azure. Se la passphrase è stata persa o dimenticata, è possibile rigenerare la passphrase (a condizione che il computer sia ancora registrato nell'insieme di credenziali di Servizi di ripristino e che il backup sia configurato) seguendo questa procedura:

  1. Dalla console dell'agente MARS passare al riquadro Azioni > Modificare le proprietà >. Passare quindi alla scheda Crittografia.

  2. Selezionare la casella di controllo Modifica passphrase.

  3. Immettere una nuova passphrase o selezionare Genera passphrase.

  4. Selezionare Sfoglia per salvare la nuova passphrase.

    Generare la passphrase.

  5. Selezionare OK per applicare le modifiche. Se la funzionalità di sicurezza è abilitata nel portale di Azure per l'insieme di credenziali di Servizi di ripristino, verrà richiesto di immettere il PIN di sicurezza. Per ricevere il PIN, seguire i passaggi elencati in questo articolo.

  6. Incollare il PIN di sicurezza dal portale e selezionare OK per applicare le modifiche.

    Incollare il PIN di sicurezza

  7. Assicurarsi che la passphrase sia salvata in modo sicuro in un percorso alternativo (diverso dal computer di origine), preferibilmente nel Azure Key Vault. Tenere traccia di tutte le passphrase se è in corso il backup di più computer con gli agenti MARS.

Gestione dei dati di backup per i computer non disponibili

Questa sezione illustra uno scenario in cui il computer di origine protetto con MARS non è più disponibile perché è stato eliminato, danneggiato, infettato da malware/ransomware o eliminato.

Per questi computer, il servizio Backup di Azure garantisce che il punto di ripristino più recente non scada (ovvero non viene eliminati) in base alle regole di conservazione specificate nei criteri di backup. Pertanto, è possibile ripristinare il computer in modo sicuro. Si considerino gli scenari seguenti che è possibile eseguire sui dati di cui è stato eseguito il backup:

Scenario 1: il computer di origine non è disponibile e non è più necessario conservare i dati di backup

  • È possibile eliminare i dati di cui è stato eseguito il backup dal portale di Azure usando i passaggi elencati in questo articolo.

Scenario 2: il computer di origine non è disponibile ed è necessario conservare i dati di backup

La gestione dei criteri di backup per MARS viene eseguita tramite la console MARS e non tramite il portale. Se è necessario estendere le impostazioni di conservazione per i punti di ripristino esistenti prima della scadenza, è necessario ripristinare il computer, installare la console MARS ed estendere i criteri.

  • Per ripristinare il computer, seguire questa procedura:
    1. Ripristinare la macchina virtuale in un computer di destinazione alternativo
    2. Ricreare il computer di destinazione con lo stesso nome host del computer di origine
    3. Installare l'agente e registrarlo di nuovo nello stesso insieme di credenziali e con la stessa passphrase
    4. Avviare il client MARS per estendere la durata della conservazione in base alle esigenze
  • Il computer appena ripristinato, protetto con MARS, continuerà a eseguire i backup.

Configurazione dell'antivirus per l'agente MARS

Per evitare conflitti con il funzionamento dell'agente MARS, è consigliabile usare la configurazione seguente per il software antivirus.

  1. Aggiungi esclusioni percorso: per evitare una riduzione delle prestazioni e i possibili conflitti, escludere i percorsi seguenti dal monitoraggio in tempo reale da parte del software antivirus:
    1. %ProgramFiles%\Microsoft Azure Recovery Services Agent Sottocartelle e
    2. Cartella Scratch: se la cartella scratch non è nel percorso standard, aggiungerla anche alle esclusioni. Vedere qui per i passaggi per determinare il percorso della cartella scratch.
  2. Aggiungi esclusioni binarie: per evitare la riduzione delle prestazioni delle attività di backup e della console, escludere i processi per i file binari seguenti dal monitoraggio in tempo reale da parte del software antivirus:
    1. %ProgramFiles%\Microsoft Azure Recovery Services Agent\bin\cbengine.exe

Nota

Anche se l'esclusione di questi percorsi sarà sufficiente per la maggior parte del software antivirus, alcuni potrebbero continuare a interferire con le operazioni dell'agente MARS. Se si verificano errori imprevisti, disinstallare temporaneamente il software antivirus e monitorare per verificare se il problema persiste. Se il problema persiste, contattare il fornitore del software antivirus per assistenza con la configurazione appropriata del prodotto.

Passaggi successivi