Risolvere un problema di Backup di Azure: l'agente di macchine virtuali non è in grado di comunicare con Backup di Azure

Riepilogo

Dopo la registrazione e la pianificazione di una macchina virtuale per il servizio Backup di Azure, tale servizio avvia il processo comunicando con l'estensione di backup della macchina virtuale per la creazione di uno snapshot temporizzato. Quattro condizioni possono impedire l'attivazione dello snapshot, che a sua volta può provocare l'errore di Backup. Questo articolo presenta una procedura di risoluzione dei problemi per correggere gli errori di Backup correlati a problemi di comunicazione con l'agente e l'estensione delle macchine virtuali.

Se il problema riguardante Azure non è trattato in questo articolo, visitare i forum di Azure su MSDN e Stack Overflow. È possibile pubblicare il problema in questi forum o in @AzureSupport su Twitter. È anche possibile inviare una richiesta di supporto tecnico di Azure. Per inviare una richiesta di supporto tecnico, nella pagina Supporto tecnico di Azure selezionare Supporto.

Sintomo

Per una macchina virtuale IaaS (Infrastructure as a Service, infrastruttura distribuita come servizio), Backup di Azure genera un errore e restituisce il messaggio di errore seguente nei dettagli degli errori del processo nel Portale di Azure: "L'agente di macchine virtuali non riesce a comunicare con il servizio Backup di Azure", "L'operazione di creazione snapshot non è riuscita perché la connettività di rete è assente nella macchina virtuale".

Causa 1: la macchina virtuale non ha accesso a Internet

In base al requisito di distribuzione, la macchina virtuale non ha accesso a Internet o sono presenti restrizioni che impediscono l'accesso all'infrastruttura di Azure.

Per funzionare correttamente, l'estensione di backup richiede la connettività agli indirizzi IP pubblici di Azure. L'estensione invia comandi a un endpoint di Archiviazione di Azure (URL HTTP) per gestire gli snapshot della macchina virtuale. Se l'estensione non ha accesso a Internet pubblico, il servizio Backup ha esito negativo.

Soluzione

Per risolvere il problema, provare ad applicare uno dei metodi seguenti.

Consentire l'accesso agli intervalli di indirizzi IP del data center di Azure

  1. Ottenere l'elenco di indirizzi IP del data center di Azure a cui consentire l'accesso.
  2. Sbloccare gli indirizzi IP eseguendo il cmdlet New-NetRoute nella macchina virtuale di Azure in una finestra di PowerShell con privilegi elevati. Eseguire il cmdlet come amministratore.
  3. Per consentire l'accesso agli indirizzi IP, aggiungere regole al gruppo di sicurezza di rete, se disponibile.

Creare un percorso per il flusso del traffico HTTP

  1. Se sono state applicate restrizioni di rete, ad esempio un gruppo di sicurezza di rete, distribuire un server proxy HTTP per indirizzare il traffico.
  2. Per consentire l'accesso a Internet dal server proxy HTTP, aggiungere regole al gruppo di sicurezza di rete, se disponibile.

Per informazioni su come configurare un proxy HTTP per i backup delle macchine virtuali, vedere Preparare l'ambiente per il backup di macchine virtuali di Azure.

Se si usa Managed Disks, può essere necessario aprire una porta aggiuntiva (8443) nei firewall.

Causa 2: l'agente installato nella VM Linux non è aggiornato

Soluzione

La maggior parte degli errori relativi ad agenti o estensioni nelle macchine virtuali Linux è dovuta a problemi correlati ad agenti di macchine virtuali non aggiornati. Per risolvere il problema, seguire queste indicazioni generali:

  1. Seguire le istruzioni per l'aggiornamento dell'agente di macchine virtuali Linux.

    Nota

    È fortemente consigliato aggiornare l'agente solo tramite un repository di distribuzione. Non è consigliabile scaricare il codice dell'agente direttamente da GitHub e aggiornarlo. Se l'agente più recente non è disponibile per la distribuzione, contattare il supporto per la distribuzione per istruzioni su come installarlo. Per cercare l'agente più recente, passare alla pagina dell'agente Linux di Microsoft Azure nel repository GitHub.

  2. Assicurarsi che l'agente di Azure sia in esecuzione nella macchina virtuale eseguendo il comando seguente: ps -e

    Se il processo non è in esecuzione, riavviarlo usando i comandi seguenti:

    • Per Ubuntu: service walinuxagent start
    • Per altre distribuzioni: service waagent start
  3. Configurare l'agente per il riavvio automatico.

  4. Eseguire un nuovo backup di prova. Se l'errore persiste, raccogliere i log seguenti dalla macchina virtuale del cliente:

    • /var/lib/waagent/*.xml
    • /var/log/waagent.log
    • /var/log/azure/*

Se è necessaria una registrazione dettagliata per waagent, seguire questa procedura:

  1. Nel file /etc/waagent.conf individuare la riga seguente: Enable verbose logging (y|n)
  2. Modificare il valore di Logs.Verbose da n a y.
  3. Salvare la modifica e riavviare waagent seguendo la procedura precedente in questa sezione.

Causa 3: l'agente è installato nella macchina virtuale ma non risponde (per macchine virtuali Windows)

Soluzione

L'agente di macchine virtuali può essere danneggiato o il servizio può essere stato arrestato. La reinstallazione dell'agente di macchine virtuali consente di ottenere la versione più recente e di riavviare la comunicazione.

  1. Verificare se tra i servizi del computer (services.msc) è possibile visualizzare il servizio agente guest di Windows
  2. Se non è visualizzato, verificare in Programmi e funzionalità se il servizio è installato.
  3. Se è possibile visualizzare il servizio agente guest di Windows in Programmi e funzionalità di Windows, disinstallarlo.
  4. Scaricare e installare il file MSI per l'agente. Per completare l'installazione sono necessari privilegi di amministratore.
  5. Il servizio agente guest di Windows dovrebbe quindi essere visualizzato tra i servizi
  6. Provare a eseguire un backup su richiesta o adhoc facendo clic su "Esegui Backup" nel portale.

Verificare anche se .NET 4.5 è installato nel sistema. È necessario che l'agente di macchine virtuali comunichi con il servizio

Causa 4: non è possibile aggiornare o caricare l'estensione di backup

Se non è possibile caricare le estensioni, Backup ha esito negativo perché non è possibile acquisire uno snapshot.

Soluzione

Per utenti guest di Windows:

Verificare che il servizio iaasvmprovider sia abilitato e abbia un tipo di avvio automatico. Se il servizio non è configurato in questo modo, abilitarlo per determinare se il backup successivo avrà esito positivo.

Per utenti guest di Linux:

La versione più recente di VMSnapshot per Linux (estensione usata da Backup) è 1.0.91.0.

Se l'aggiornamento o il caricamento dell'estensione di backup ancora non riesce, è possibile forzare il ricaricamento dell'estensione VMSnapshot disinstallandola. L'estensione viene ricaricata al successivo tentativo di backup.

Per disinstallare l'estensione, seguire questa procedura:

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Trovare la macchina virtuale che presenta problemi di backup.
  3. Fare clic su Impostazioni.
  4. Fare clic su Estensioni.
  5. Fare clic su Estensione Vmsnapshot.
  6. Fare clic su Disinstalla.

Questa procedura reinstalla l'estensione durante il backup successivo.

Causa 5: non è possibile recuperare lo stato degli snapshot o non è possibile acquisire uno snapshot

Il backup delle macchine virtuali si basa sull'esecuzione del comando di snapshot sull'account di archiviazione sottostante. Il backup può avere esito negativo perché non ha accesso all'account di archiviazione o perché l'esecuzione dell'attività dello snapshot è stata posticipata.

Soluzione

Le condizioni seguenti possono causare errori dell'attività di snapshot:

Causa Soluzione
Per la macchina virtuale è stato configurato il backup di SQL Server. Per impostazione predefinita, il servizio Backup delle macchine virtuali esegue backup VSS completi nelle macchine virtuali Windows. Nelle macchine virtuali che eseguono server basati su SQL Server e in cui è configurato il backup di SQL Server possono verificarsi ritardi nell'esecuzione di snapshot.

Se si verificano errori di backup a causa di problemi di snapshot, configurare la chiave seguente del Registro di sistema:

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\MICROSOFT\BCDRAGENT] "USEVSSCOPYBACKUP"="TRUE"
Lo stato della macchina virtuale viene segnalato in modo non corretto perché la macchina virtuale viene arrestata in RDP. Se si arresta la macchina virtuale in Remote Desktop Protocol (RDP), controllare il portale per determinare se lo stato della macchina virtuale è corretto. In caso contrario, arrestare la macchina virtuale nel portale tramite l'opzione Spegni nel dashboard della macchina virtuale.
Diverse macchine virtuali dello stesso servizio cloud sono configurate per eseguire il backup nello stesso momento. È consigliabile distribuire le pianificazione dei backup per le macchine virtuali dello stesso servizio cloud.
L'esecuzione della macchina virtuale fa un uso elevato della CPU o della memoria. Se l'esecuzione della macchina virtuale fa un uso elevato della CPU (oltre il 90%) o della memoria, l'attività di snapshot viene accodata e ritardata e infine si verifica il timeout. In una situazione di questo tipo, provare a eseguire un backup su richiesta.
La macchina virtuale non riesce a ottenere l'indirizzo dell'host/infrastruttura dal DHCP. DHCP deve essere abilitato nel computer guest per consentire il funzionamento del backup delle VM IaaS. Se la macchina virtuale non riesce a ottenere l'indirizzo dell'host/infrastruttura dal DHCP, risposta 245, non è possibile scaricare o eseguire le estensioni. Se è necessario un indirizzo IP privato statico, è necessario configurarlo tramite la piattaforma. L'opzione DHCP all'interno della VM deve essere abilitata. Per altre informazioni, vedere Impostazione di un indirizzo IP privato interno statico.