Creare e gestire connessioni ibride

Importante

La funzionalità Connessioni ibride di BizTalk è stata ritirata e sostituita dalla funzionalità Connessioni ibride del Servizio app. Per altre informazioni, ad esempio come gestire le connessioni ibride di BizTalk esistenti, vedere Connessioni ibride del Servizio app di Azure.

Panoramica dei passaggi

  1. Creare una a connessione ibrida immettendo il host name oppure FQDN of the on-premises resource in your private netwoppurek.
  2. Collegare App Web di Azure o App per dispositivi mobili di Azure alla connessione ibrida.
  3. Installare Gestione connessioni ibride nella risorsa locale e connettersi a una specifica connessione ibrida. Il portale di Azure consente di eseguire l'installazione e la connessione con un solo clic.
  4. Gestire le connessioni ibride e le relative chiavi di connessione.

Questi passaggi sono illustrati in questo argomento.

Importante

È possibile impostare un endpoint della connessione ibrida su un indirizzo IP. Se si usa un indirizzo IP, la risorsa locale può essere raggiunta o meno, a seconda del client. La connessione ibrida dipende dal client che esegue una ricerca DNS. Nella maggior parte dei casi, il client è il codice dell'applicazione. Se il client non esegue una ricerca DNS, ovvero non prova a risolvere l'indirizzo IP come se fosse un nome di dominio (x.x.x. x), il traffico non verrà inviato attraverso la connessione ibrida.

Ad esempio (pseudocodice), è possibile definire 10.4.5.6 come host locale:

Lo scenario seguente funziona:
Application code -> GetHostByName("10.4.5.6") -> Resolves to 127.0.0.3 -> Connect("127.0.0.3") -> Hybrid Connection -> on-prem host

Lo scenario seguente non funziona:
Application code -> Connect("10.4.5.6") -> ?? -> No route to host

Creare una connessione ibrida

Una connessione ibrida può essere creata nel portale di Azure usando le app Web oppure i servizi BizTalk.

Per creare connessioni ibride nei servizi BizTalk:

  1. Accedere al portale di Azure classico.
  2. Nel pannello di navigazione sinistro selezionare Servizi BizTalk , quindi scegliere il servizio BizTalk.

    Se non ne esiste già uno, è possibile creare un servizio BizTalk.

  3. Selezionare la scheda Connessioni ibride:
    scheda per le connessioni ibride
  4. Selezionare Creare una connessione ibrida o il pulsante AGGIUNGI nella barra delle attività. Immettere le informazioni seguenti:

    Proprietà Descrizione
    Nome Il nome della connessione ibrida deve essere univoco e non può essere uguale al nome del servizio BizTalk. È possibile inserire qualsiasi nome, ma è consigliabile sceglierne uno che descriva lo scopo specifico. Ecco alcuni esempi:

    PayrollSQLServer
    SupplyListSharepointServer
    CustomersOracleServer
    Nome host Immettere il nome host completo, solo il nome host o l'indirizzo IPv4 della risorsa locale. Ecco alcuni esempi:

    SQLServerUtente
    mySQLServer.Domain.corp.yourCompany.com
    myHTTPSharePointServer
    myHTTPSharePointServer.yourCompany.com
    10.100.10.10

    Se si usa l'indirizzo IPv4, il codice del client o dell'applicazione potrebbero non risolvere l'indirizzo IP. Vedere la nota Importante all'inizio di questo argomento.
    Port Immettere il numero di porta della risorsa locale. Ad esempio, se si usa App Web, immettere la porta 80 o 443. Se si usa SQL Server, immettere la porta 1433.
  5. Per completare la configurazione, fare clic sul segno di spunta.

Informazioni aggiuntive

  • È possibile creare più connessioni ibride. Vedere Servizi BizTalk: tabella delle edizioni per il numero di connessioni consentito.
  • Ogni connessione ibrida viene creata con una coppia di stringhe di connessione: chiavi dell’applicazione per SEND e chiavi locali per LISTEN. Ogni coppia ha una chiave primaria e una chiave secondaria.

Collegare un'app per dispositivi mobili o un'App Web del Servizio app di Azure

Per collegare un'app per dispositivi mobili o un'App Web del Servizio app di Azure a una connessione ibrida esistente, selezionare Usa connessione ibrida esistente nel pannello Connessioni ibride.

Installare Gestione connessioni ibride nella risorsa locale

Dopo aver creato una connessione ibrida, installare Gestione connessioni ibride nella risorsa locale, disponibile per il download dalle App Web di Azure o dal servizio BizTalk. Passaggi dei servizi BizTalk:

  1. Accedere al portale di Azure classico.
  2. Nel pannello di navigazione sinistro selezionare Servizi BizTalk , quindi scegliere il servizio BizTalk.
  3. Selezionare la scheda Connessioni ibride:
    scheda per le connessioni ibride
  4. Nella barra delle applicazioni selezionare Installazione locale:
    Installazione locale
  5. Selezionare Installa e configura per eseguire o scaricare Gestione connessioni ibride nel sistema locale.
  6. Selezionare il segno di spunta per avviare l'installazione.

Informazioni aggiuntive

  • Gestione connessioni ibride può essere installato nei sistemi operativi seguenti:

    • Windows Server 2008 R2 (.NET Framework 4.5 + e Windows Management Framework 4.0 + richiesti)
    • Windows Server 2012 (Windows Management Framework 4.0 + richiesto)
    • Windows Server 2012 R2
  • Dopo aver installato Gestione connessioni ibride, si verifica quanto segue:

    • La connessione ibrida ospitata in Azure viene configurata automaticamente per usare la stringa di connessione dell'applicazione primaria.
    • La risorsa locale viene configurata automaticamente per usare la stringa di connessione locale primaria.
  • Gestione connessioni ibride deve usare una stringa di connessione locale valida per le autorizzazioni. In App Web o in App per dispositivi mobili di Azure deve essere usata una stringa di connessione dell'applicazione valida per le autorizzazioni.
  • È possibile ridimensionare le connessioni ibride installando un'altra istanza di Hybrid Connection Manager in un altro server. Configurare il listener locale per utilizzare lo stesso indirizzo come il primo listener locale. In questo caso, il traffico è (round robin) distribuito in modo casuale tra i listener locale attivo.

Gestire le connessioni ibride

Per gestire le connessioni ibride è possibile:

  • Usare il portale di Azure e andare al servizio BizTalk.
  • Usare le API REST.

Copiare/rigenerare le stringhe di connessione ibrida

  1. Accedere al portale di Azure classico.
  2. Nel pannello di navigazione sinistro selezionare Servizi BizTalk , quindi scegliere il servizio BizTalk.
  3. Selezionare la scheda Connessioni ibride:
    scheda per le connessioni ibride
  4. Selezionare la connessione ibrida. Nella barra delle applicazioni selezionare Gestisci connessione:
    Gestione delle opzioni

    Gestisci connessione elenca le stringhe di connessione dell'applicazione e locali. È possibile copiare le stringhe di connessione o rigenerare la chiave di accesso usata nella stringa di connessione.

    Se si seleziona Rigenera, la chiave di accesso condivisa usata nella stringa di connessione viene modificata. Eseguire le operazioni seguenti:

    • Nel portale di Azure classico, selezionare Chiavi di sincronizzazione nell'applicazione Azure.
    • Eseguire di nuovo Installazione locale. Quando si esegue di nuovo l'installazione locale, la risorsa locale viene configurata automaticamente per usare la stringa di connessione primaria aggiornata.

Usare i Criteri di gruppo per controllare le risorse locali usate da una connessione ibrida

  1. Scaricare i modelli amministrativi di Gestione connessioni ibride.
  2. Estrarre i file.
  3. Nel computer che modifica i Criteri di gruppo eseguire le operazioni seguenti:

    • Copiare i file .ADMX nella cartella %WINROOT%\PolicyDefinitions.
    • Copiare i file .ADML nella cartella %WINROOT%\PolicyDefinitions\en-us.

Dopo aver copiato i file, usare l'Editor Criteri di gruppo per cambiare i criteri.

Avanti

Panoramica delle connessioni ibride

Vedere anche

REST API for Managing BizTalk Services on Microsoft Azure (API REST per la gestione dei servizi BizTalk in Microsoft Azure)
Servizi BizTalk: tabella delle edizioni
Creare un servizio BizTalk mediante il portale di Azure classico
Servizi BizTalk: Schede Dashboard, Monitoraggio, Scalabilità