Migliorare le prestazioni con la compressione dei file nella rete CDN di Azure

La compressione è un metodo semplice ed efficace per aumentare la velocità di trasferimento dei file e migliorare le prestazioni di caricamento delle pagine mediante la riduzione delle dimensioni del file prima che venga inviato dal server. Riduce i costi della larghezza di banda e offre un'esperienza più reattiva per gli utenti.

Esistono due modi per abilitare la compressione:

  • Abilitare la compressione nel server di origine. In questo caso, la rete CDN trasmette i file compressi e li distribuisce ai client che li richiedono.
  • Abilitare la compressione direttamente nei server perimetrali della rete CDN. In questo caso, la rete CDN comprime i file e li trasmette agli utenti finali anche se non sono stati compressi dal server di origine.

Importante

La propagazione attraverso la rete delle modifiche alla configurazione della rete CDN può richiedere tempo. La propagazione dei profili della Rete CDN di Azure fornita da Akamai in genere dura meno di un minuto. Per i profili della rete CDN di Azure fornita da Verizon, le modifiche vengono in genere applicate entro 90 minuti. Se si configura la compressione per l'endpoint della rete CDN per la prima volta, prima di procedere alla risoluzione dei problemi provare ad attendere 1-2 ore per assicurarsi che le impostazioni di compressione siano state propagate ai POP.

Abilitare la compressione

Nota

I livelli della rete CDN Standard e Premium forniscono la stessa funzionalità di compressione, ma l'interfaccia utente è diversa. Per altre informazioni sulle differenze tra i livelli della rete CDN Standard e Premium, vedere Panoramica della rete CDN di Azure.

Livello Standard

Nota

Questa sezione si applica ai profili della rete CDN Standard di Azure fornita da Verizon e della rete CDN Standard di Azure fornita da Akamai.

  1. Nella pagina del profilo di rete CDN fare clic sull'endpoint della rete CDN che si desidera gestire.

    Endpoint del profilo di rete CDN

    Viene aperta la pagina dell'endpoint della rete CDN.

  2. Fare clic sul pulsante Configura .

    Pulsante di gestione del profilo della rete CDN

    Viene aperta la pagina di configurazione della rete CDN.

  3. Attivare compressione.

    Opzioni di compressione della rete CDN

  4. Usare i tipi predefiniti, o modificare l'elenco eliminando o aggiungendo tipi di file.

    Suggerimento

    Anche se è possibile, non è consigliabile applicare la compressione a formati compressi, ad esempio ZIP, MP3, MP4 o JPG.

  5. Dopo aver apportato le modifiche, fare clic sul pulsante Salva .

Livello Premium

Nota

Questa sezione si applica ai profili di Rete CDN Premium di Azure da Verizon .

  1. Nella pagina del profilo della rete CDN fare clic sul pulsante Gestisci.

    Pulsante di gestione del profilo della rete CDN

    Si aprirà il portale di gestione della rete CDN.

  2. Passare il puntatore sulla scheda HTTP Large (HTTP esteso) e quindi sul riquadro a comparsa Impostazioni cache. Fare clic su Compressione.

    Selezione della compressione file

    Vengono visualizzate le opzioni di compressione.

    Opzioni di compressione file

  3. Abilitare la compressione facendo clic sul pulsante di opzione Compressione abilitata . Immettere i tipi MIM da comprimere sotto forma di elenco delimitato da virgole, senza spazi, nella casella di testo Tipi di file .

    Suggerimento

    Anche se è possibile, non è consigliabile applicare la compressione a formati compressi, ad esempio ZIP, MP3, MP4 o JPG.

  4. Dopo aver apportato le modifiche, fare clic sul pulsante Aggiorna .

Regole di compressione

Le tabelle seguenti descrivono il comportamento della compressione della rete CDN di Azure per ogni scenario.

Importante

Per i profili della rete CDN di Azure fornita da Verizon (Standard e Premium) vengono compressi solo i file idonei. Per essere idoneo per la compressione, un file deve essere:

  • Maggiore di 128 byte.
  • Minore di 1 MB.

Questi profili supportano la codifica gzip (zip GNU), deflate, bzip2 o br (Brotli). Per la codifica Brotli, la compressione viene eseguita solo sul server perimetrale. Il client/browser deve inviare la richiesta per la codifica Brotli ed è necessario che l'asset sia stato in primo luogo compresso sul lato di origine.

Importante

Per i profili della rete CDN di Azure fornita da Akamai, tutti i file sono idonei per la compressione. Il file deve tuttavia essere un tipo MIME configurato per la compressione.

Questi profili supportano solo la codifica gzip. Quando un endpoint del profilo richiede file con codifica gzip, i file vengono sempre richiesti dall'origine indipendentemente dalla richiesta del client.

Compressione disabilitata o file non idoneo per la compressione

Formato richiesto del client tramite l'intestazione Accept-Encoding Formato del file memorizzato nella cache Risposta della rete CDN al client Note
Compresso Compresso Compresso
Compresso Non compresso Non compresso
Compresso Non memorizzato nella cache Compressa o non compressa A seconda della risposta dell'origine
Non compresso Compresso Non compresso
Non compresso Non compresso Non compresso
Non compresso Non memorizzato nella cache Non compresso

Compressione abilitata e file idoneo per la compressione

Formato richiesto del client tramite l'intestazione Accept-Encoding Formato del file memorizzato nella cache Risposta della rete CDN al client Note
Compresso Compresso Compresso Transcodifica della rete CDN tra formati supportati
Compresso Non compresso Compresso Compressione da parte della rete CDN
Compresso Non memorizzato nella cache Compresso La rete CDN esegue la compressione se l'origine restituisce Non compresso. La rete CDN di Azure fornita da Verizon effettua il passaggio del file non compresso per la prima richiesta, per poi eseguire la compressione e la memorizzazione nella cache del file per le richieste successive. I file con l'intestazione Cache-Control: no-cache non vengono mai compressi.
Non compresso Compresso Non compresso Decompressione da parte della rete CDN
Non compresso Non compresso Non compresso
Non compresso Non memorizzato nella cache Non compresso

Compressione della rete CDN dei servizi multimediali

Per gli endpoint di streaming abilitati per la rete CDN di Servizi multimediali, la compressione è abilitata per impostazione predefinita per i tipi di contenuto seguenti:

  • application/vnd.ms-sstr+xml
  • application/dash+xml
  • application/vnd.apple.mpegurl
  • application/f4m+xml

Non è possibile abilitare o disabilitare la compressione per i tipi indicati usando il portale di Azure.

Vedere anche