Definizione di rete per la distribuzione di contenutiWhat is a content delivery network on Azure?

Una rete per la distribuzione di contenuti (CDN) è una rete di server distribuita in grado di fornire contenuti Web agli utenti in modo efficiente.A content delivery network (CDN) is a distributed network of servers that can efficiently deliver web content to users. Per ridurre al minimo la latenza, le reti CDN archiviano il contenuto memorizzato nella cache in server perimetrali presenti in località POP (Point of Presence) prossime agli utenti finali.CDNs store cached content on edge servers in point-of-presence (POP) locations that are close to end users, to minimize latency.

La rete per la distribuzione di contenuti (rete CDN) offre agli sviluppatori una soluzione globale per distribuire rapidamente contenuto con esigenze di larghezza di banda elevata tramite la memorizzazione di tale contenuto nella cache in nodi fisici strategici ubicati in tutto il mondo.Azure Content Delivery Network (CDN) offers developers a global solution for rapidly delivering high-bandwidth content to users by caching their content at strategically placed physical nodes across the world. La rete CDN di Azure consente anche di accelerare contenuto dinamico, non memorizzabile nella cache, sfruttando diverse ottimizzazioni di rete tramite POP della rete CDN,Azure CDN can also accelerate dynamic content, which cannot be cached, by leveraging various network optimizations using CDN POPs. ad esempio l'ottimizzazione delle route per ignorare il BGP (Border Gateway Protocol).For example, route optimization to bypass Border Gateway Protocol (BGP).

L'uso di una rete CDN di Azure per la distribuzione di asset dei siti Web offre diversi vantaggi, inclusi i seguenti:The benefits of using Azure CDN to deliver web site assets include:

  • Prestazioni migliori e un'esperienza migliore per gli utenti finali, specialmente quando usano applicazioni in cui sono necessari più round trip per caricare il contenuto.Better performance and improved user experience for end users, especially when using applications in which multiple round-trips are required to load content.
  • Grande scalabilità per gestire al meglio un carico elevato immediato, ad esempio all'inizio di un evento per il lancio di un prodotto.Large scaling to better handle instantaneous high loads, such as the start of a product launch event.
  • Distribuzione di richieste utente e di contenuti direttamente dai server perimetrali, in modo da inviare una quantità minore di traffico al server di origine.Distribution of user requests and serving of content directly from edge servers so that less traffic is sent to the origin server.

Per un elenco aggiornato delle posizioni dei nodi della rete CDN, vedere Località POP della rete CDN.For a list of current CDN node locations, see Azure CDN POP locations.

FunzionamentoHow it works

Panoramica della rete CDN

  1. Un utente (Alice) richiede un file, detto anche asset, usando un URL con un nome di dominio particolare, ad esempio <nome endpoint>.azureedge.net.A user (Alice) requests a file (also called an asset) by using a URL with a special domain name, such as <endpoint name>.azureedge.net. Questo nome può essere un nome host dell'endpoint o un dominio personalizzato.This name can be an endpoint hostname or a custom domain. Il servizio DNS instrada la richiesta alla località POP (Point of Presence) che offre le migliori prestazioni, in genere quella geograficamente più vicina all'utente.The DNS routes the request to the best performing POP location, which is usually the POP that is geographically closest to the user.

  2. Se nella cache dei server perimetrali del POP il file non è disponibile, il POP richiede il file al server di origine.If no edge servers in the POP have the file in their cache, the POP requests the file from the origin server. Il server di origine può essere un'app Web di Azure, il servizio Cloud di Azure, un account di archiviazione di Azure o qualsiasi server Web accessibile pubblicamente.The origin server can be an Azure Web App, Azure Cloud Service, Azure Storage account, or any publicly accessible web server.

  3. Il server di origine restituisce il file a un server perimetrale nel POP.The origin server returns the file to an edge server in the POP.

  4. Un server perimetrale nel POP memorizza il file nella cache e lo restituisce al richiedente originale (Alice).An edge server in the POP caches the file and returns the file to the original requestor (Alice). Il file rimane nella cache del server perimetrale nel POP fino al termine della durata (valore TTL) specificata dalle intestazioni HTTP.The file remains cached on the edge server in the POP until the time-to-live (TTL) specified by its HTTP headers expires. Se il server di origine non ha specificato un valore TTL, il valore predefinito è di sette giorni.If the origin server didn't specify a TTL, the default TTL is seven days.

  5. Altri utenti possono quindi richiedere lo stesso file usando lo stesso URL usato da Alice ed essere indirizzati allo stesso POP.Additional users can then request the same file by using the same URL that Alice used, and can also be directed to the same POP.

  6. Se il valore TTL per il file non è ancora scaduto, il server perimetrale restituisce il file direttamente dalla cache.If the TTL for the file hasn't expired, the POP edge server returns the file directly from the cache. Questo processo offre un'esperienza utente più veloce ed efficiente.This process results in a faster, more responsive user experience.

RequisitiRequirements

Per usare la rete CDN di Azure è necessario avere almeno una sottoscrizione di Azure.To use Azure CDN, you must own at least one Azure subscription. È anche necessario creare almeno un profilo di rete CDN, che è una raccolta di endpoint di rete CDN.You also need to create at least one CDN profile, which is a collection of CDN endpoints. Ogni endpoint di rete CDN rappresenta una configurazione specifica del comportamento di distribuzione dei contenuti e dell'accesso.Every CDN endpoint represents a specific configuration of content deliver behavior and access. Per organizzare gli endpoint di rete CDN per dominio Internet, applicazione Web o altri criteri, è possibile usare più profili.To organize your CDN endpoints by internet domain, web application, or some other criteria, you can use multiple profiles. A livello di profilo di rete CDN vengono applicati i prezzi della rete CDN di Azure, quindi è necessario creare più profili di rete CDN se si vuole usare una combinazione di piani tariffari.Because Azure CDN pricing is applied at the CDN profile level, you must create multiple CDN profiles if you want to use a mix of pricing tiers. Per informazioni sulla struttura di fatturazione della rete CDN di Azure, vedere Informazioni sulla fatturazione per la rete CDN di Azure.For information about the Azure CDN billing structure, see Understanding Azure CDN billing.

LimitazioniLimitations

Ogni sottoscrizione di Azure ha limiti predefiniti per le risorse seguenti:Each Azure subscription has default limits for the following resources:

  • Numero di profili CDN che possono essere creati.The number of CDN profiles that can be created.
  • Numero di endpoint che possono essere creati in un profilo CDN.The number of endpoints that can be created in a CDN profile.
  • Numero di domini personalizzati di cui è possibile eseguire il mapping a un endpoint.The number of custom domains that can be mapped to an endpoint.

Per altre informazioni sui limiti delle sottoscrizioni CDN, vedere Limiti relativi alla rete CDN.For more information about CDN subscription limits, see CDN limits.

Funzionalità della rete CDN di AzureAzure CDN features

La rete CDN di Azure offre le funzionalità chiave seguenti:Azure CDN offers the following key features:

Per un elenco completo delle funzionalità supportate da ogni prodotto della rete CDN di Azure, vedere Compare Azure CDN product features (Confrontare le funzionalità dei prodotti della rete CDN di Azure).For a complete list of features that each Azure CDN product supports, see Compare Azure CDN product features.

Passaggi successiviNext steps