Che cos'è il servizio Viso di Azure?

Avviso

L'11 giugno 2020 Microsoft ha annunciato che non venderà la tecnologia di riconoscimento facciale ai dipartimenti di polizia degli Stati Uniti fino a quando non verranno adottate norme rigorose, che tengano conto dei diritti umani. Di conseguenza, i clienti non possono usare le funzionalità di riconoscimento facciale o le funzionalità incluse in Servizi di Azure, ad esempio Viso o Video Indexer, se il cliente è un dipartimento di polizia degli Stati Uniti o consente l'uso di tali servizi a tale dipartimento.

Importante

Transport Layer Security (TLS) 1.2 viene ora applicato per tutte le richieste HTTP a questo servizio. Per altre informazioni, vedere Sicurezza di Servizi cognitivi di Azure.

Il servizio Viso di Azure offre algoritmi di intelligenza artificiale che rilevano, riconoscono e analizzano i visi umani nelle immagini. Il software di riconoscimento facciale è importante in molti scenari diversi, tra cui sicurezza, interfaccia utente naturale, analisi e gestione del contenuto di immagini, app per dispositivi mobili e robotica.

Il servizio Viso offre varie funzioni di analisi facciale, descritte nelle sezioni seguenti.

Questa documentazione contiene i tipi di articoli seguenti:

  • Le guide introduttive sono istruzioni dettagliate che consentono di effettuare chiamate al servizio e ottenere risultati in un breve periodo di tempo.
  • Le guide alle attività contengono istruzioni per l'uso del servizio in modi più specifici o personalizzati.
  • Gli articoli concettuali forniscono spiegazioni approfondite delle funzionalità e delle funzionalità del servizio.
  • Le esercitazioni sono guide più lunghe che illustrano come usare questo servizio come componente in soluzioni aziendali più ampie.

Rilevamento del viso

L'API Di rilevamento rileva i visi umani in un'immagine e restituisce le coordinate del rettangolo delle relative posizioni. Facoltativamente, la funzionalità di rilevamento volto può estrarre una serie di attributi relativi al viso, come posizione della testa, sesso, età, emozione, barba/baffi e occhiali. Questi attributi sono stime generali, non classificazioni effettive.

Nota

La funzionalità di rilevamento volto è disponibile anche tramite il servizio Visione artificiale. Tuttavia, se si vogliono eseguire altre operazioni sui visi, ad esempio Identificazione, Verifica, Trova simile o Gruppo, è consigliabile usare questo servizio Viso.

Per altre informazioni sul rilevamento del viso, vedere l'articolo che illustra i concetti relativi al rilevamento del viso. Consultare inoltre la documentazione di riferimento dell'API di rilevamento.

Verifica del viso

L'API Di verifica si basa sul rilevamento e risolve la domanda "Queste due immagini sono la stessa persona?". La verifica è detta anche corrispondenza "uno-a-uno" perché l'immagine del probe viene confrontata con un solo modello registrato. La verifica può essere usata negli scenari di verifica dell'identità o di controllo di accesso per verificare che un'immagine corrisponda a un'immagine acquisita in precedenza, ad esempio da una foto di una carta d'identità rilasciata dagli enti pubblici. Per altre informazioni, vedere Concetti relativi al riconoscimento del viso o la documentazione di riferimento dell'API di verifica.

Identificazione dei visi

L'API di identificazione inizia anche con Rilevamento e risponde alla domanda "È possibile associare il viso rilevato a qualsiasi viso registrato in un database?" Poiché è simile alla ricerca di riconoscimento volto, viene anche definita corrispondenza "uno-a-molti". Le corrispondenze candidate vengono restituite in base al livello di corrispondenza tra il modello di probe e il viso rilevato per ognuno dei modelli registrati.

L'immagine seguente mostra un esempio di un database denominato "myfriends". Ogni gruppo può contenere fino a 1 milione di oggetti persona diversi. Per ogni oggetto persona è possibile registrare fino a 248 visi.

Griglia con tre colonne per persone diverse, ognuna con tre righe di immagini dei visi

Dopo la creazione e il training di un database, è possibile eseguire l'identificazione in base al gruppo con un nuovo viso rilevato. Se il viso viene identificato come una persona nel gruppo, viene restituito l'oggetto persona.

Per altre informazioni, vedere Concetti relativi al riconoscimento del viso o la documentazione di riferimento dell'API di identificazione.

Individuazione di visi simili

L'API di individuazione di visi simili confronta un viso di destinazione con un set di visi candidati e individua un set più piccolo di visi simili a quello di destinazione. Questa operazione è utile per eseguire una ricerca di visi in base all'immagine.

Sono supportate due modalità di utilizzo, ovvero matchPerson e matchFace. La modalità matchPerson restituisce visi simili dopo aver filtrato in base all'appartenenza alla stessa persona usando l'API di verifica. La modalità matchFace ignora il filtro di appartenenza alla stessa persona. Restituisce un elenco di visi candidati simili, che possono appartenere o meno alla stessa persona.

L'esempio seguente mostra il viso di destinazione:

Una donna sorridente

E queste immagini sono i visi candidati:

Cinque immagini di persone sorridenti. Le immagini a e b mostrano la stessa persona.

Per trovare quattro visi simili, la modalità matchPerson restituisce a e b, che mostrano la stessa persona del viso di destinazione. La modalità matchFace restituisce a, b, c, e d, ossia esattamente quattro candidati, anche se alcuni non appartengono alla stessa persona di destinazione o presentano una somiglianza minore. Per altre informazioni, vedere Concetti relativi al riconoscimento del viso o la documentazione di riferimento dell'API di individuazione di visi simili.

Raggruppamento dei visi

L'API di raggruppamento divide un set di visi sconosciuti in più gruppi basati sulla somiglianza. Ogni gruppo è un subset proprio indipendente del set di visi originale. Tutti i visi nello stesso gruppo appartengono probabilmente alla stessa persona. Possono essere presenti gruppi diversi per una singola persona, che si differenziano per un altro fattore, ad esempio l'espressione. Per altre informazioni, vedere Concetti relativi al riconoscimento del viso o la documentazione di riferimento dell'API di raggruppamento.

App di esempio

Le applicazioni di esempio seguenti illustrano alcuni modi in cui usare il servizio Viso:

  • API Viso: libreria client ed esempio Windows. È un'app WPF che illustra diversi scenari di rilevamento, analisi e identificazione del viso.
  • App UWP FamilyNotes. È un'app della piattaforma UWP (Universal Windows Platform) che usa l'identificazione del viso insieme a riconoscimento vocale, Cortana, input penna e fotocamera in uno scenario di condivisione note in una famiglia.

Sicurezza e privacy dei dati

Come per tutte le risorse di Servizi cognitivi, gli sviluppatori che usano il servizio Viso devono conoscere i criteri di Microsoft sui dati dei clienti. Per altre informazioni, vedere la pagina su Servizi cognitivi nel Centro protezione di Microsoft.

Passaggi successivi

Seguire una guida di avvio rapido per codificare i componenti di base di un'app di riconoscimento volto nel linguaggio preferito.