Introduzione all'azione HTTP + Swagger

È possibile creare un connettore di prima classe a qualsiasi endpoint REST tramite un documento di Swagger quando si usa l'azione HTTP + Swagger nel flusso di lavoro dell'app per la logica. È anche possibile estendere app per la logica per chiamare qualsiasi endpoint REST con un'eccellente esperienza di progettazione delle app per la logica.

Per informazioni su come creare app per la logica con i connettori, consultare Creare una nuova app per la logica.

Usare HTTP + Swagger come trigger o azione

Il trigger e l'azione HTTP + Swagger funzionano come l'azione HTTP, ma offrono un'esperienza migliore in Progettazione app per la logica, mostrando la forma dell'API e i risultati grazie ai metadati Swagger. È anche possibile usare il connettore HTTP + Swagger come trigger. Se si desidera implementare un trigger di poll, seguire il modello di polling descritto in Creazione di un'API personalizzata da usare con le app per la logica.

Altre informazioni sui trigger e le azioni nelle app per la logica.

Di seguito è riportato un esempio di come usare l'operazione HTTP + Swagger come azione in un flusso di lavoro in un'app per la logica.

  1. Fare clic sul pulsante Nuovo passaggio .
  2. Selezionare Aggiungi un'azione.
  3. Nella casella di ricerca azione digitare swagger per elencare l'azione HTTP + Swagger.

    Selezionare l'azione HTTP + Swagger

  4. Digitare l'URL per un documento di Swagger:

    • Per funzionare dalla finestra di progettazione app per la logica, l'URL deve essere un endpoint HTTPS e avere CORS abilitato.
    • Se il documento di Swagger non soddisfa questo requisito, è possibile usare Archiviazione di Azure con CORS abilitato per archiviare il documento.
  5. Fare clic su Avanti per leggere e visualizzare il documento di Swagger.
  6. Aggiungere i parametri richiesti per la chiamata HTTP.

    Completare l'azione HTTP

  7. Per salvare e pubblicare un'app per la logica, fare clic su Salva nella barra degli strumenti della finestra di progettazione.

Ospitare Swagger da Archiviazione di Azure

Si consiglia di fare riferimento a un documento di Swagger che non sia ospitato o non soddisfi i requisiti di sicurezza e origini multiple per la finestra di progettazione. Per risolvere questo problema, è possibile archiviare il documento di Swagger in Archiviazione di Azure e abilitare CORS a fare riferimento al documento.

Ecco i passaggi per creare, configurare e archiviare i documenti di Swagger in Archiviazione di Azure:

  1. Creare un account di Archiviazione di Azure con Archiviazione BLOB di Azure. Per eseguire questo passaggio, impostare le autorizzazioni su Accesso pubblico.

  2. Abilitare CORS nel BLOB.

    Per configurare tale impostazione automaticamente è possibile usare questo script di PowerShell.

  3. Caricare il file di Swagger nel BLOB.

    È possibile eseguire questo passaggio nel portale di Azure o con uno strumento come Esplora archivi di Azure.

  4. Rimandare un collegamento HTTPS al documento nell'archiviazione BLOB di Azure

    Il collegamento usa questo formato:

    https://*storageAccountName*.blob.core.windows.net/*container*/*filename*

Dettagli tecnici

Di seguito sono riportati i dettagli per i trigger e le azioni supportati da questo connettore HTTP + Swagger.

Trigger HTTP + Swagger

Un trigger è un evento che può essere usato per avviare il flusso di lavoro definito in un'app per la logica. Altre informazioni sui trigger. Il connettore HTTP + Swagger supporta un solo trigger.

Trigger Descrizione
HTTP + Swagger Esegue una chiamata HTTP e restituisce il contenuto della risposta

Azioni HTTP + Swagger

Un'azione è un'operazione eseguita dal flusso di lavoro e definita in un'app per la logica. Ulteriori informazioni sulle azioni. Il connettore HTTP + Swagger supporta una sola azione possibile.

Azione Descrizione
HTTP + Swagger Esegue una chiamata HTTP e restituisce il contenuto della risposta

Informazioni dettagliate sulle azioni

Il connettore HTTP + Swagger include una sola azione possibile. Di seguito sono riportate le informazioni su ognuna delle azioni, i relativi campi di input obbligatori e facoltativi e i corrispondenti dettagli di output associati al loro uso.

HTTP + Swagger

Eseguire una richiesta HTTP in uscita con l'assistenza dei metadati Swagger. L'asterisco (*) indica un campo obbligatorio.

Nome visualizzato Nome proprietà Descrizione
Metodo* statico Verbo HTTP da usare.
URI* Uri URI per la richiesta HTTP.
Headers Headers Un oggetto JSON delle intestazioni HTTP da includere.
Corpo Corpo Il corpo della richiesta HTTP.
Autenticazione Autenticazione Autenticazione da usare per la richiesta. Per altre informazioni, vedere il connettore HTTP.

Dettagli dell'output

Risposta HTTP

Nome proprietà Tipo di dati Descrizione
headers object Intestazioni della risposta
Corpo object Oggetto della risposta
Codice di stato int Stato codice HTTP

Risposte HTTP

Quando si eseguono chiamate a varie azioni, è possibile ottenere determinate risposte. Di seguito è riportata una tabella contenente le risposte e le descrizioni corrispondenti.

Nome Descrizione
200 OK
202 Accepted
400 Richiesta non valida
401 Non autorizzata
403 Accesso negato
404 Non trovato
500 Errore interno del server. Si è verificato un errore sconosciuto.

Passaggi successivi