Utilizzo dei webhook del registro contenitori di Azure - Portale di Azure

Un registro contenitori di Azure archivia e gestisce le immagini dei contenitori Docker private, in modo analogo a come Docker Hub archivia le immagini Docker pubbliche. Usando i webhook, è possibile attivare eventi specifici quando in uno dei repository del registro si verificano determinate azioni. I webhook possono rispondere agli eventi a livello di registro oppure possono essere limitati a un tag di repository specifico.

Per altre informazioni di base e concetti, vedere la panoramica.

Prerequisiti

  • Un registro contenitori gestito in Azure: creare un registro contenitori gestito nella sottoscrizione di Azure usando, ad esempio, il portale di Azure o l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0.
  • Interfaccia della riga di comando di Docker: per configurare il computer locale come host Docker e accedere ai comandi della riga di comando di Docker, installare Docker Engine.

Creare un webhook tramite il portale di Azure

  1. Accedere al portale di Azure e passare al registro in cui si vuole creare i webhook.

  2. Nel pannello del contenitore selezionare la scheda "Webhook".

  3. Selezionare "Aggiungi" nella barra degli strumenti del pannello relativo al webhook.

  4. Completare il modulo Create Webhook (Crea webhook) con le informazioni seguenti:

Valore Descrizione
Nome Il nome da assegnare al webhook. Può contenere solo lettere minuscole e numeri e avere una lunghezza compresa tra 5 e 50 caratteri.
URI del servizio L'URI in cui il webhook deve inviare le notifiche POST.
Intestazioni personalizzate Le intestazioni che si vuole passare insieme alla richiesta POST. Devono essere nel formato "chiave: valore".
Azioni trigger Le azioni che attivano il webhook. Attualmente i webhook possono essere attivati tramite azioni di push e/o eliminazione in un'immagine.
Stato Lo stato del webhook dopo che è stato creato. Questa opzione è abilitata per impostazione predefinita.
Scope L'ambito in cui viene applicato il webhook. Per impostazione predefinita, l'ambito comprende tutti gli eventi del registro. Può essere limitato a un repository o un tag usando il formato "repository: tag".

Modulo di webhook di esempio:

Interfaccia utente di DC/OS

Creare un webhook usando l'interfaccia della riga di comando di Azure

Per creare un webhook usando l'interfaccia della riga di comando di Azure, usare il comando az acr webhook create.

az acr webhook create --registry mycontainerregistry --name myacrwebhook01 --actions delete --uri http://webhookuri.com

Testare un webhook

Portale di Azure

Prima di usare il webhook in azioni di push o eliminazione di un'immagine del contenitore, è possibile testarlo tramite il pulsante Ping. Quando viene usato, il comando Ping invia una richiesta POST generica all'endpoint specificato e registra la risposta. In questo modo è possibile verificare che il webhook sia stato configurato correttamente.

  1. Selezionare il webhook da testare.
  2. Nella barra degli strumenti superiore selezionare l'azione "Ping".
  3. Verificare la richiesta e la risposta.

Interfaccia della riga di comando di Azure

Per testare un webhook del registro contenitori di Azure con l'interfaccia della riga di comando di Azure, usare il comando az acr webhook ping.

az acr webhook ping --registry mycontainerregistry --name myacrwebhook01

Per visualizzare i risultati, usare il comando az acr webhook list-events.

az acr webhook list-events --registry mycontainerregistry08 --name myacrwebhook01

Eliminare un webhook

Portale di Azure

Per eliminare un webhook, è possibile selezionarlo e usare il pulsante di eliminazione disponibile nel portale di Azure.

Interfaccia della riga di comando di Azure

az acr webhook delete --registry mycontainerregistry --name myacrwebhook01