Ritiro dei livelli di prestazioni S1, S2 e S3

Importante

I livelli di prestazioni S1, S2 e S3 descritti in questo articolo sono in fase di ritiro e non sono più disponibili per i nuovi account API DocumentDB.

Questo articolo offre una panoramica dei livelli di prestazioni S1, S2 e S3 e descrive come, il 1° agosto 2017, verrà eseguita la migrazione delle raccolte che usano questi livelli di prestazioni a raccolte a partizione singola. Dopo la lettura di questo articolo, si potrà rispondere alle domande seguenti:

Perché i livelli di prestazioni S1, S2 e S3 sono in fase di ritiro?

I livelli di prestazioni S1, S2 e S3 non offrono la stessa flessibilità delle raccolte dell'API DocumentDB. Con i livelli di prestazioni S1, S2 e S3, la velocità effettiva e la capacità di archiviazione sono preimpostate e non offrono elasticità. Azure Cosmos DB offre ora la possibilità di personalizzare questi valori garantendo una flessibilità decisamente superiore per il ridimensionamento in base alle proprie esigenze.

Che differenze ci sono tra le raccolte a partizione singola e partizionate e i livelli di prestazioni S1, S2 e S3?

Nella tabella seguente vengono confrontate le opzioni di archiviazione e di velocità effettiva disponibili in raccolte a partizione singola, raccolte partizionate e livelli di prestazioni S1, S2 e S3. Di seguito è riportato un esempio per l'area Stati Uniti orientali 2:

Raccolta partizionata Raccolta a partizione singola S1 S2 S3
Velocità effettiva massima Illimitato 10.000 UR/sec 250 UR/sec 1000 UR/sec 2500 UR/sec
Velocità effettiva minima 2500 UR/sec 400 UR/sec 250 UR/sec 1000 UR/sec 2500 UR/sec
Spazio di archiviazione massimo Illimitato 10 GB 10 GB 10 GB 10 GB
Prezzo Velocità effettiva: $ 6/100 UR/sec

Spazio di archiviazione: $ 0,25/GB
Velocità effettiva: $ 6/100 UR/sec

Spazio di archiviazione: $ 0,25/GB
$ 25 USD $ 50 USD $ 100 USD

Per i clienti EA, è consigliabile fare riferimento a Quali sono le conseguenze per i clienti EA?

Cosa bisogna fare per garantire l'accesso ininterrotto ai dati?

Niente, perché Cosmos DB gestisce automaticamente la migrazione. Per chi usa una raccolta S1, S2 o S3, il 31 luglio 2017 verrà eseguita la migrazione a una raccolta a partizione singola.

Dopo la migrazione, come cambierà una raccolta esistente?

Se si dispone di una raccolta S1, verrà eseguita la migrazione a una raccolta a partizione singola con una velocità effettiva di 400 UR/sec, cioè la velocità effettiva minima disponibile per le raccolte a partizione singola. Tuttavia, il costo di 400 UR/sec in una raccolta a partizione singola corrisponde approssimativamente a quello di 250 UR/sec pagato in una raccolta S1, per cui i 150 UR/sec aggiuntivi sono praticamente gratuiti.

Se si dispone di una raccolta S2, verrà eseguita la migrazione a una raccolta a partizione singola con una velocità effettiva di 1000 UR/sec. Non sarà percepita nessuna modifica al livello di velocità effettiva.

Se si dispone di una raccolta S3, verrà eseguita la migrazione a una raccolta a partizione singola con una velocità effettiva di 2500 UR/sec. Non sarà percepita nessuna modifica al livello di velocità effettiva.

In ognuno di questi casi dopo la migrazione della raccolta sarà possibile personalizzare il livello di velocità effettiva o aumentarla e ridurla in base alle proprie esigenze, per offrire agli utenti un accesso a bassa latenza. Per modificare il livello di velocità effettiva dopo la migrazione della raccolta, è sufficiente aprire il proprio account Cosmos DB nel portale di Azure, fare clic su Piano, scegliere la raccolta e quindi modificare il livello di velocità effettiva come illustrato nello screenshot seguente:

Come ridimensionare la velocità effettiva nel Portale di Azure

Dopo la migrazione alle raccolte a partizione singola, come cambierà la fatturazione?

Si supponga di avere a disposizione 10 raccolte S1, ciascuna con 1 GB di spazio di archiviazione, nell'area degli Stati Uniti orientali e di eseguire la migrazione di queste raccolte a 10 raccolte a partizione singola con 400 UR/sec (livello minimo). Se si mantengono le 10 raccolte a partizione singola per un mese intero, la fattura sarà simile a questa:

Differenza tra i prezzi di 10 raccolte S1 e quelli di 10 raccolte a partizione singola

Come bisogna comportarsi se sono necessari più di 10 GB di spazio di archiviazione?

Se si ha una raccolta con livello di prestazioni S1, S2 o S3 o una raccolta a partizione singola con spazio di archiviazione disponibile di 10 GB, è possibile usare lo strumento di migrazione dati di Cosmos DB per eseguire la migrazione dei dati a una raccolta partizionata con spazio di archiviazione quasi illimitato. Per informazioni sui vantaggi di una raccolta partizionata, vedere l'articolo relativo a partizionamento e scalabilità in Azure Cosmos DB. Per informazioni su come eseguire la migrazione di una raccolta S1, S2, S3 o di una raccolta a partizione singola a una raccolta partizionata vedere Migrazione da raccolte a partizione singola a raccolte partizionate.

È possibile passare tra i livelli di prestazioni S1, S2 e S3 prima del 1° agosto 2017?

Solo gli account già esistenti con livelli di prestazioni S1, S2 e S3 potranno cambiare livelli tramite il portale o a livello di programmazione. Dal 1° agosto 2017 i livelli di prestazioni S1, S2 e S3 non saranno più disponibili. Se si passa da S1, S3 o S3 a una raccolta a partizione singola non è possibile tornare ai livelli di prestazioni S1, S2 o S3.

Come è possibile sapere quando sarà stata eseguita la migrazione di una raccolta?

La migrazione verrà eseguita il 31 luglio 2017. Se l'utente ha una raccolta che usa i livelli di prestazioni S1, S2 o S3, verrà contattato per posta elettronica dal team di Cosmos DB prima della migrazione. Al termine della migrazione, il 1° agosto 2017, sul Portale di Azure verrà mostrato che la raccolta usa il piano tariffario Standard.

Come verificare che è stata eseguita la migrazione della raccolta al piano tariffario Standard

Come è possibile eseguire autonomamente la migrazione dai livelli di prestazioni S1, S2, S3 a raccolte a partizione singola?

È possibile eseguire la migrazione dai livelli di prestazioni S1, S2 e S3 a raccolte a partizione singola tramite il Portale di Azure o a livello di programmazione. È possibile farlo autonomamente prima del 1° agosto per poter beneficiare delle opzioni di flessibilità della velocità effettiva disponibili con le raccolte a partizione singola; in alternativa la migrazione verrà eseguita da Microsoft il 31 luglio 2017.

Per eseguire la migrazione delle raccolte a partizione singola tramite il Portale di Azure

  1. Nel portale di Azure fare clic su Azure Cosmos DB e quindi selezionare l'account Cosmos DB da modificare.

    Se la voce Azure Cosmos DB non è inclusa nell'indice, fare clic su >, scorrere fino a Database e selezionare Azure Cosmos DB e quindi l'account DocumentDB.

  2. Nel menu delle risorse fare clic su Piano in Contenitori, selezionare la raccolta da modificare nell'elenco a discesa e quindi fare clic su Piano tariffario. Gli account che usano la velocità effettiva predefinita hanno un piano tariffario S1, S2 o S3. Nel pannello Scegliere il piano tariffario fare clic su Standard per modificare la velocità effettiva definita dall'utente e quindi su Seleziona per salvare la modifica.

    Screenshot del pannello Impostazioni che mostra dove modificare il valore della velocità effettiva

  3. Nel pannello Piano il piano tariffario è impostato su Standard e nella casella Velocità effettiva (UR/sec) viene visualizzato un valore predefinito di 400. Impostare la velocità effettiva tra 400 e 10.000 unità richiestaal secondo (UR/sec). Il contenuto di Fattura mensile stimata nella parte inferiore della pagina viene aggiornato automaticamente per fornire una stima del costo mensile.

    Importante

    Dopo aver salvato le modifiche ed essere passati al piano tariffario Standard, non è possibile tornare ai livelli di prestazioni S1, S2 o S3.

  4. Fare clic su Salva per salvare le modifiche.

    Se è necessaria una velocità effettiva maggiore di 10.000 UR/sec o uno spazio di archiviazione maggiore di 10 GB è possibile creare una raccolta partizionata. Per eseguire la migrazione di una raccolta a partizione singola a una raccolta partizionata vedere Migrazione da raccolte a partizione singola a raccolte partizionate.

    Nota

    Il passaggio dai livelli S1, S2 o S3 al livello Standard può richiedere fino a 2 minuti.

Per eseguire la migrazione alle raccolte a partizione singola tramite .NET SDK

Un'altra opzione per la modifica dei livelli di prestazioni degli insiemi è tramite SDK. Questa sezione illustra solo la modifica del livello di prestazioni di una raccolta tramite l'API .NET DocumentDB, ma il processo per gli altri SDK è simile.

Di seguito è riportato un frammento di codice per modificare la velocità effettiva della raccolta a 5000 unità richiesta al secondo:

    //Fetch the resource to be updated
    Offer offer = client.CreateOfferQuery()
                      .Where(r => r.ResourceLink == collection.SelfLink)    
                      .AsEnumerable()
                      .SingleOrDefault();

    // Set the throughput to 5000 request units per second
    offer = new OfferV2(offer, 5000);

    //Now persist these changes to the database by replacing the original resource
    await client.ReplaceOfferAsync(offer);

Visitare MSDN per visualizzare ulteriori esempi e ulteriori informazioni sui metodi della nostra offerta:

Quali sono le conseguenze per i clienti EA?

Il prezzo resterà bloccato per i clienti EA fino alla scadenza del contratto in vigore.

Passaggi successivi

Per altre informazioni sui prezzi e sulla gestione dei dati con Azure Cosmos DB, vedere le risorse seguenti:

  1. Partizionamento dei dati in Cosmos DB. Informazioni sulla differenza tra contenitore a partizione singola e contenitori partizionati e suggerimenti sull'implementazione di una strategia di partizionamento per eseguire facilmente il ridimensionamento.
  2. Prezzi di Cosmos DB. Informazioni sui costi del provisioning della velocità effettiva e del consumo di spazio di archiviazione.
  3. Unità richiesta. Analisi del consumo di velocità effettiva per i diversi tipi di operazione, ad esempio lettura, scrittura, query.