Creare e configurare un runtime di integrazione self-hostedCreate and configure a self-hosted integration runtime

Il runtime di integrazione è l'infrastruttura di calcolo usata da Azure Data Factory per distribuire le funzionalità di integrazione di dati in ambienti di rete diversi.The integration runtime (IR) is the compute infrastructure that Azure Data Factory uses to provide data-integration capabilities across different network environments. Per informazioni dettagliate sul runtime di integrazione, vedere Runtime di integrazione in Azure Data Factory.For details about IR, see Integration runtime overview.

Un runtime di integrazione self-hosted può eseguire attività di copia tra un archivio dati cloud e un archivio dati in una rete privata e inviare le attività di trasformazione sulle risorse di calcolo a una rete locale oppure a una rete virtuale di Azure.A self-hosted integration runtime can run copy activities between a cloud data store and a data store in a private network, and it can dispatch transform activities against compute resources in an on-premises network or an Azure virtual network. L'installazione del runtime di integrazione self-hosted è necessaria in un computer locale oppure in una macchina virtuale all'interno di una rete privata.The installation of a self-hosted integration runtime needs on an on-premises machine or a virtual machine (VM) inside a private network.

Questo documento descrive come creare e configurare un runtime di integrazione self-hosted.This document describes how you can create and configure a self-hosted IR.

Nota

Questo articolo è stato aggiornato per usare il nuovo modulo Az di Azure PowerShell.This article has been updated to use the new Azure PowerShell Az module. È comunque possibile usare il modulo AzureRM, che continuerà a ricevere correzioni di bug almeno fino a dicembre 2020.You can still use the AzureRM module, which will continue to receive bug fixes until at least December 2020. Per altre informazioni sul nuovo modulo Az e sulla compatibilità di AzureRM, vedere Introduzione del nuovo modulo Az di Azure PowerShell.To learn more about the new Az module and AzureRM compatibility, see Introducing the new Azure PowerShell Az module. Per istruzioni sull'installazione del modulo Az, vedere Installare Azure PowerShell.For Az module installation instructions, see Install Azure PowerShell.

Configurazione di un Integration Runtime self-hostedSetting up a self-hosted Integration Runtime

Per creare e configurare un runtime di integrazione self-hosted, è possibile usare i metodi seguenti:To create and set up a self-hosted integration runtime, you can use following methods:

Creare un runtime di integrazione self-hosted tramite Azure PowerShellCreate a self-hosted IR via Azure PowerShell

  1. Per questa attività è possibile usare Azure PowerShell.You can use Azure PowerShell for this task. Di seguito è fornito un esempio:Here is an example:

    Set-AzDataFactoryV2IntegrationRuntime -ResourceGroupName $resourceGroupName -DataFactoryName $dataFactoryName -Name $selfHostedIntegrationRuntimeName -Type SelfHosted -Description "selfhosted IR description"
    
  2. Scaricare e installare il runtime di integrazione self-hosted in un computer locale.Download and install the self-hosted integration runtime on a local machine.

  3. Recuperare la chiave di autenticazione e registrare il runtime di integrazione self-hosted con la chiave.Retrieve the authentication key and register the self-hosted integration runtime with the key. Di seguito è illustrato un esempio di PowerShell:Here is a PowerShell example:

    
    Get-AzDataFactoryV2IntegrationRuntimeKey -ResourceGroupName $resourceGroupName -DataFactoryName $dataFactoryName -Name $selfHostedIntegrationRuntimeName  
    
    

Creare un runtime di integrazione self-hosted tramite Azure Data Factory interfaccia utenteCreate a self-hosted IR via Azure Data Factory UI

È possibile seguire questa procedura per creare un runtime di integrazione self-hosted usando Azure Data Factory interfaccia utente.You can follow below steps to create a self-hosted IR using Azure Data Factory UI.

  1. Nella pagina attività iniziali dell'interfaccia utente di Azure Data Factory selezionare la scheda autore nel riquadro sinistro.On the Let's get started page of Azure Data Factory UI, select the Author tab in the left pane.

    Pulsante autore Homepage

  2. Fare clic su connessioni nella parte inferiore del riquadro a sinistra e passare ai runtime di integrazione nella finestra connessioni.Click Connections at the bottom of the left pane, and switch to the Integration runtimes in the Connections window. Selezionare + nuovo.Select +New.

    Runtime di integrazione

  3. Nella finestra di dialogo di installazione di Integration Runtime selezionare Esegui attività di spostamento e invio dati in calcoli esterni, quindi fare clic su continua.In the Integration runtime setup window, select Perform data movement and dispatch activities to external computes, and click Continue.

  4. Immettere un nome per il runtime di integrazione e selezionare Crea.Enter a name for your IR, and select Create.

  5. È possibile usare l' opzione 1 per avviare l'installazione rapida nel computer.You can use Option 1 to launch the express setup in your computer. In alternativa, usare l' opzione 2 per configurare manualmente.Alternatively, use Option 2 to set up manually. Le istruzioni seguenti si basano sull' installazione manuale:The following instructions are based on Manual setup:

    Impostazione runtime di integrazione

    1. Copiare e incollare la chiave di autenticazione.Copy and paste the Authentication key. Selezionare scaricare e installare Integration Runtime.Select Download and install integration runtime.

    2. Scaricare il runtime di integrazione self-hosted in un computer Windows locale.Download the self-hosted integration runtime on a local Windows machine. Eseguire l'installazione.Run the installation.

    3. Nella pagina Registra Runtime di integrazione (self-hosted) incollare la chiave salvata nella sezione precedente e fare clic su Registra.On the Register Integration Runtime (Self-hosted) page, paste the key you saved in the previous section, and select Register.

      Registrare il runtime di integrazione

    4. Nella pagina nuovo nodo Integration Runtime (self-hosted) selezionare fine.On the New Integration Runtime (Self-hosted) Node page, select Finish.

  6. Al termine della registrazione del runtime di integrazione self-hosted viene visualizzato il messaggio seguente:When the self-hosted integration runtime is registered successfully, you see the following message:

    Registrazione completata

Configurare un runtime di integrazione self-hosted in una macchina virtuale di Azure tramite Azure Resource Manager modelloSet up a self-hosted IR on Azure VM via Azure Resource Manager template

È possibile automatizzare l'installazione del runtime di integrazione self-hosted in una macchina virtuale di Azure usando questo modello di Azure Resource Manager.You can automate self-hosted IR setup on an Azure virtual machine by using this Azure Resource Manager template. Tale modello consente di implementare in modo semplice un runtime di integrazione self-hosted completamente funzionante in una rete virtuale di Azure con funzionalità di disponibilità e scalabilità elevate (purché il numero di nodi sia impostato almeno su 2).This template provides an easy way to have a fully functioning self-hosted IR inside an Azure virtual network with high-availability and scalability features (as long as you set the node count to 2 or higher).

Configurare un runtime di integrazione self-hosted esistente tramite PowerShell localeSet up an existing self-hosted IR via local PowerShell

È possibile usare la riga di comando per configurare o gestire un runtime di integrazione self-hosted esistente.You can use command line for setting up or managing an existing self-hosted IR. Questa operazione può essere usata in particolare per l'automazione dell'installazione e la registrazione dei nodi IR indipendenti.This can be used especially for automating installation, registration of self-hosted IR nodes.

Dmgcmd. exe è incluso nell'installazione self-hosted, in genere disponibile: C:\Programmi\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\ Folder.Dmgcmd.exe is included in the self-hosted installation, typically located: C:\Program Files\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\ folder. Supporta vari parametri e può essere richiamato tramite il prompt dei comandi utilizzando script batch per l'automazione.This supports various parameters and can be invoked via command prompt using batch scripts for automation.

Utilizzo:Usage:

dmgcmd [ -RegisterNewNode "<AuthenticationKey>" -EnableRemoteAccess "<port>" ["<thumbprint>"] -EnableRemoteAccessInContainer "<port>" ["<thumbprint>"] -DisableRemoteAccess -Key "<AuthenticationKey>" -GenerateBackupFile "<filePath>" "<password>" -ImportBackupFile "<filePath>" "<password>" -Restart -Start -Stop -StartUpgradeService -StopUpgradeService -TurnOnAutoUpdate -TurnOffAutoUpdate -SwitchServiceAccount "<domain\user>" ["password"] -Loglevel <logLevel> ] 

Dettagli (parametri/proprietà):Details (parameters / property):

ProprietàProperty DescrizioneDescription ObbligatorioRequired
RegisterNewNode "<AuthenticationKey>"RegisterNewNode "<AuthenticationKey>" Registra Integration Runtime (self-hosted) nodo con la chiave di autenticazione specificataRegister Integration Runtime (Self-hosted) node with the specified Authentication Key NoNo
EnableRemoteAccess "<port>" ["<thumbprint>"]EnableRemoteAccess "<port>" ["<thumbprint>"] Abilitare l'accesso remoto nel nodo corrente per configurare un cluster a disponibilità elevata e/o abilitare l'impostazione delle credenziali direttamente sul runtime di integrazione self-hosted (senza passare attraverso il servizio ADF) utilizzando Cmdlet New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptedCredential da un computer remoto nella stessa rete.Enable remote access on the current node for setting up a High Availability Cluster and/or enabling setting of credentials directly against the self-hosted IR (without going through ADF service) using New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptedCredential cmdlet from a remote machine in same network. NoNo
EnableRemoteAccessInContainer "<port>" ["<thumbprint>"]EnableRemoteAccessInContainer "<port>" ["<thumbprint>"] Abilitare l'accesso remoto al nodo corrente quando il nodo è in esecuzione nel contenitoreEnable remote access to current node when the node is running in Container NoNo
DisableRemoteAccessDisableRemoteAccess Disabilitare l'accesso remoto al nodo corrente.Disable remote access to current node. L'accesso remoto è necessario per la configurazione a più nodi.Remote access is needed for multi-node setup. Il cmdlet di PowerShell New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptedCredential funziona ancora anche quando l'accesso remoto è disabilitato purché venga eseguito nello stesso computer del nodo IR self-hosted.The New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptedCredential PowerShell cmdlet still works even when remote access is disabled as long as it is executed on the same machine as the self-hosted IR node. NoNo
Chiave "<AuthenticationKey>"Key "<AuthenticationKey>" Sovrascrivere/aggiornare la chiave di autenticazione precedente.Overwrite/ update the previous Authentication Key. Prestare attenzione perché questo può comportare la disconnessione del nodo IR indipendente precedente, se la chiave è un nuovo runtime di integrazione.Please be careful as this can result in your previous self-hosted IR node going offline, if the key is of a new integration runtime. NoNo
GenerateBackupFile "<filePath>" "<password>"GenerateBackupFile "<filePath>" "<password>" Genera file di backup per il nodo corrente, il file di backup include la chiave del nodo e le credenziali dell'archivio datiGenerate backup file for current node, the backup file includes the node key and data store credentials NoNo
ImportBackupFile "<filePath>" "<password>"ImportBackupFile "<filePath>" "<password>" Ripristinare il nodo da un file di backupRestore the node from a backup file NoNo
RiavviaRestart Riavviare il servizio Host Integration Runtime (self-hosted)Restart the Integration Runtime (Self-hosted) Host Service NoNo
IniziaStart Avviare il servizio Host Integration Runtime (self-hosted)Start the Integration Runtime (Self-hosted) Host Service NoNo
ArrestoStop Arrestare il servizio di aggiornamento Integration Runtime (self-hosted)Stop Integration Runtime (Self-hosted) update service NoNo
StartUpgradeServiceStartUpgradeService Avvia Integration Runtime (self-hosted) servizio di aggiornamentoStart Integration Runtime (Self-hosted) update service NoNo
StopUpgradeServiceStopUpgradeService Arrestare il servizio di aggiornamento Integration Runtime (self-hosted)Stop Integration Runtime (Self-hosted) update service NoNo
TurnOnAutoUpdateTurnOnAutoUpdate Attiva Integration Runtime (self-hosted) aggiornamento automaticoTurn on Integration Runtime (Self-hosted) auto update NoNo
TurnOffAutoUpdateTurnOffAutoUpdate Disattiva Integration Runtime (self-hosted) aggiornamento automaticoTurn off Integration Runtime (Self-hosted) auto update NoNo
SwitchServiceAccount "< dominio\utente >" ["password"]SwitchServiceAccount "<domain\user>" ["password"] Impostare DIAHostService per l'esecuzione come nuovo account.Set DIAHostService to run as a new account. Usa password vuota ("") per account di sistema o account virtualeUse empty password ("") for system account or virtual account NoNo
LogLevel <logLevel>Loglevel <logLevel> Impostare il livello di registrazione ETW (disattivato, errore, Verbose o tutti).Set ETW log level (Off, Error, Verbose or All). Utilizzato generalmente dal supporto tecnico Microsoft durante il debug.Generally used by Microsoft support while debugging. NoNo

Flusso dei comandi e flusso di datiCommand flow and data flow

Quando si spostano dati tra un ambiente locale e il cloud, l'attività usa un runtime di integrazione self-hosted per trasferirli dall'origine dati locale al cloud e viceversa.When you move data between on-premises and the cloud, the activity uses a self-hosted integration runtime to transfer the data from an on-premises data source to the cloud and vice versa.

Di seguito viene indicato un flusso di dati generale per il riepilogo dei passaggi per eseguire la copia con il runtime di integrazione self-hosted:Here is a high-level data flow for the summary of steps for copying with a self-hosted IR:

Panoramica generale

  1. Lo sviluppatore di dati crea un runtime di integrazione self-hosted in un'istanza di Azure Data Factory tramite un cmdlet di PowerShell.The data developer creates a self-hosted integration runtime within an Azure data factory by using a PowerShell cmdlet. Il portale di Azure attualmente non supporta questa funzionalità.Currently, the Azure portal does not support this feature.
  2. Lo sviluppatore di dati crea quindi un servizio collegato per un archivio dati locale specificando l'istanza del runtime di integrazione self-hosted da usare per la connessione agli archivi dati.The data developer creates a linked service for an on-premises data store by specifying the self-hosted integration runtime instance that it should use to connect to data stores.
  3. Il nodo del runtime di integrazione self-hosted crittografa le credenziali con Data Protection API (DPAPI) e le salva in locale.The self-hosted integration runtime node encrypts the credentials by using Windows Data Protection Application Programming Interface (DPAPI) and saves the credentials locally. Se più nodi vengono impostati per la disponibilità elevata, le credenziali vengono ulteriormente sincronizzate negli altri nodi.If multiple nodes are set for high availability, the credentials are further synchronized across other nodes. Ogni nodo crittografa le credenziali con DPAPI e le archivia in locale.Each node encrypts the credentials by using DPAPI and stores them locally. La sincronizzazione delle credenziali è trasparente allo sviluppatore di dati e viene gestita dal runtime di integrazione self-hosted.Credential synchronization is transparent to the data developer and is handled by the self-hosted IR.
  4. Il servizio Data Factory comunica con il runtime di integrazione self-hosted per la pianificazione e la gestione dei processi tramite un canale di controllo che usa un inoltro del bus di servizio di Azurecondiviso.The Data Factory service communicates with the self-hosted integration runtime for scheduling and management of jobs via a control channel that uses a shared Azure Service Bus Relay. Quando è necessario eseguire un processo di attività, Data Factory accoda la richiesta con le informazioni sulle credenziali (se le credenziali non sono già archiviate nel runtime di integrazione self-hosted).When an activity job needs to be run, Data Factory queues the request along with any credential information (in case credentials are not already stored on the self-hosted integration runtime). Il runtime di integrazione self-hosted avvia il processo dopo che è stato eseguito il polling della coda.The self-hosted integration runtime kicks off the job after polling the queue.
  5. Il runtime di integrazione self-hosted copia quindi i dati dall'archivio locale in una risorsa di archiviazione cloud o viceversa in base alla configurazione dell'attività di copia nella pipeline di dati.The self-hosted integration runtime copies data from an on-premises store to a cloud storage, or vice versa depending on how the copy activity is configured in the data pipeline. Per eseguire questo passaggio, il runtime di integrazione self-hosted comunica direttamente con i servizi di archiviazione basati sul cloud, ad esempio Archiviazione BLOB di Azure, su un canale protetto (HTTPS).For this step, the self-hosted integration runtime directly communicates with cloud-based storage services such as Azure Blob storage over a secure (HTTPS) channel.

Considerazioni sull'uso del runtime di integrazione self-hostedConsiderations for using a self-hosted IR

  • Un singolo runtime di integrazione self-hosted può essere usato per più origini dati locali.A single self-hosted integration runtime can be used for multiple on-premises data sources. e può essere condiviso con un'altra data factory nello stesso tenant di Azure Active Directory.A single self-hosted integration runtime can be shared with another data factory within the same Azure Active Directory tenant. Per altre informazioni, vedere Condivisione di un runtime di integrazione self-hosted.For more information, see Sharing a self-hosted integration runtime.
  • In un computer può essere installata una sola istanza di un runtime di integrazione self-hosted.You can have only one instance of a self-hosted integration runtime installed on a single machine. Se si hanno due data factory che devono accedere alle origini dati locali, usare la funzionalità di condivisione IR self- Hosted per condividere il runtime di integrazione self-hosted oppure installare il runtime di integrazione self-hosted in due computer locali, uno per ogni data factory.If you have two data factories that need to access on-premises data sources, either use the self-hosted IR sharing feature to share the self-hosted integration runtime, or install the self-hosted integration runtime on two on-premises computers, one for each data factory.
  • Il runtime di integrazione self-hosted non deve trovarsi nello stesso computer dell'origine dati.The self-hosted integration runtime does not need to be on the same machine as the data source. Se tuttavia il runtime di integrazione self-hosted è più vicino all'origine dati, il tempo di connessione a quest'ultima è minore.However, having the self-hosted integration runtime closer to the data source reduces the time for the self-hosted integration runtime to connect to the data source. Si consiglia di installare il runtime di integrazione self-hosted in un computer diverso da quello che ospita l'origine dati locale.We recommend that you install the self-hosted integration runtime on a machine that is different from the one that hosts on-premises data source. Quando il runtime di integrazione self-hosted e l'origine dati si trovano in computer diversi, non competono per accedere alle risorse.When the self-hosted integration runtime and data source are on different machines, the self-hosted integration runtime does not compete for resources with the data source.
  • È possibile che più runtime di integrazione self-hosted siano presenti in computer diversi che si connettono alla stessa origine dati locale.You can have multiple self-hosted integration runtimes on different machines that connect to the same on-premises data source. Potrebbero essere disponibili, ad esempio, due runtime di integrazione self-hosted che servono due data factory per cui è registrata la stessa origine dati locale.For example, you might have two self-hosted integration runtimes that serve two data factories, but the same on-premises data source is registered with both the data factories.
  • Se nel computer è già installato un gateway per uno scenario Power BI, installare un runtime di integrazione self-hosted separato per Azure Data Factory in un altro computer.If you already have a gateway installed on your computer to serve a Power BI scenario, install a separate self-hosted integration runtime for Azure Data Factory on another machine.
  • Il runtime di integrazione self-hosted deve essere usato per supportare l'integrazione dei dati in una rete virtuale di Azure.The self-hosted integration runtime must be used for supporting data integration within an Azure virtual network.
  • Considerare l'origine dati come un'origine dati locale protetta da firewall anche quando si usa Azure ExpressRoute.Treat your data source as an on-premises data source that is behind a firewall, even when you use Azure ExpressRoute. Usare il runtime di integrazione self-hosted per stabilire la connettività tra il servizio e l'origine dati.Use the self-hosted integration runtime to establish connectivity between the service and the data source.
  • È necessario usare il runtime di integrazione self-hosted anche se l'archivio dati si trova nel cloud su una macchina virtuale IaaS di Azure.You must use the self-hosted integration runtime even if the data store is in the cloud on an Azure IaaS virtual machine.
  • In un runtime di integrazione self-hosted installato in un'istanza di Windows Server in cui è abilitata la crittografia FIPS potrebbero verificarsi errori di esecuzione delle attività.Tasks might fail in a self-hosted integration runtime that's installed on a Windows server on which FIPS-compliant encryption is enabled. Per risolvere questo problema, disabilitare la crittografia FIPS nel server.To work around this problem, disable FIPS-compliant encryption on the server. Per disabilitare la crittografia FIPS compatibile, modificare il valore del Registro di sistema seguente da 1 (abilitato) a 0 (disabilitato): HKLM\System\CurrentControlSet\Control\Lsa\FIPSAlgorithmPolicy\Enabled.To disable FIPS-compliant encryption, change the following registry value from 1 (enabled) to 0 (disabled): HKLM\System\CurrentControlSet\Control\Lsa\FIPSAlgorithmPolicy\Enabled.

PrerequisitiPrerequisites

  • Le versioni del sistema operativo supportate sono Windows 7 Service Pack 1, Windows 8.1, Windows 10, Windows Server 2008 R2 SP1, Windows Server 2012, Windows Server 2012 R2, Windows Server 2016 e Windows Server 2019.The supported operating system versions are Windows 7 Service Pack 1, Windows 8.1, Windows 10, Windows Server 2008 R2 SP1, Windows Server 2012, Windows Server 2012 R2, Windows Server 2016 and Windows Server 2019. L'installazione del runtime di integrazione self-hosted in un controller di dominio non è supportata.Installation of the self-hosted integration runtime on a domain controller is not supported.
  • È necessario .NET Framework 4.6.1 o versione successiva..NET Framework 4.6.1 or later is required. Se si installa il runtime di integrazione self-hosted in un computer Windows 7, installare .NET Framework 4.6.1 o versione successiva.If you're installing the self-hosted integration runtime on a Windows 7 machine, install .NET Framework 4.6.1 or later. Per informazioni dettagliate, vedere Requisiti di sistema di .NET Framework .See .NET Framework System Requirements for details.
  • La configurazione consigliata per il computer con il runtime di integrazione self-hosted prevede almeno 2 GHz, quattro core, 8 GB di RAM e un disco da 80 GB.The recommended configuration for the self-hosted integration runtime machine is at least 2 GHz, four cores, 8 GB of RAM, and an 80-GB disk.
  • Se il computer host entra in stato di ibernazione, il runtime di integrazione self-hosted non risponde alle richieste di dati.If the host machine hibernates, the self-hosted integration runtime does not respond to data requests. Configurare una combinazione appropriata per il risparmio di energia nel computer prima di installare il runtime di integrazione self-hosted.Configure an appropriate power plan on the computer before you install the self-hosted integration runtime. Se il computer è configurato per l'ibernazione, l'installazione del runtime di integrazione self-hosted invia un messaggio.If the machine is configured to hibernate, the self-hosted integration runtime installation prompts a message.
  • È necessario essere un amministratore del computer per installare e configurare correttamente il runtime di integrazione self-hosted.You must be an administrator on the machine to install and configure the self-hosted integration runtime successfully.
  • Le attività di copia vengono eseguite con una frequenza specificaCopy activity runs happen on a specific frequency. e di conseguenza l'uso delle risorse, ovvero CPU e memoria, nel computer segue lo stesso schema costituito da periodi di picco alternati a periodi di inattività.Resource usage (CPU, memory) on the machine follows the same pattern with peak and idle times. L'utilizzo delle risorse dipende molto anche dalla quantità di dati da spostare.Resource utilization also depends heavily on the amount of data being moved. Quando sono in corso più processi di copia, l'utilizzo delle risorse aumenta durante i periodi di picco.When multiple copy jobs are in progress, you see resource usage go up during peak times.
  • Le attività possono avere esito negativo se si estraggono dati in formati parquet, ORC o avro.Tasks may fail if extracting data in Parquet, ORC, or Avro formats. La creazione del file viene eseguita nel computer di integrazione self-hosted e richiede i seguenti prerequisiti per funzionare come previsto (vedere il formato parquet in Azure Data Factory).The file creation runs on the self-hosted integration machine and requires the following pre-requisites to work as expected (see Parquet format in Azure Data Factory).

Procedure consigliate per l'installazioneInstallation best practices

Per installare il runtime di integrazione self-hosted, è possibile scaricare un pacchetto di installazione MSI nell'Area download Microsoft.You can install the self-hosted integration runtime by downloading an MSI setup package from the Microsoft Download Center. Vedere l'articolo sullo spostamento di dati tra origini locali e cloud per le istruzioni dettagliate.See Move data between on-premises and cloud article for step-by-step instructions.

  • Configurare una combinazione per il risparmio di energia nel computer host del runtime di integrazione self-hosted in modo che il computer non entri in stato di ibernazione.Configure a power plan on the host machine for the self-hosted integration runtime so that the machine does not hibernate. Se il computer host entra in stato di ibernazione, il runtime di integrazione self-hosted passa in modalità offline.If the host machine hibernates, the self-hosted integration runtime goes offline.
  • Eseguire regolarmente un backup delle credenziali associate al runtime di integrazione self-hosted.Back up the credentials associated with the self-hosted integration runtime regularly.
  • Per automatizzare le operazioni di installazione del runtime di integrazione self-hosted, vedere Configurare un runtime di integrazione self-hosted esistente tramite PowerShell in questa sezione.For automating self-hosted IR setup operations, please refer Set up an existing self hosted IR via PowerShell in this section.

Installare e registrare il runtime di integrazione self-hosted dall'Area downloadInstall and register self-hosted IR from the Download Center

  1. Accedere alla pagina di download di Microsoft Integration Runtime.Go to the Microsoft integration runtime download page.

  2. Selezionare Scaricare, selezionare la versione a 64 bit (32 bit non è supportato) e selezionare Successivo.Select Download, select the 64-bit version (32-bit is not supported), and select Next.

  3. Eseguire il file MSI direttamente oppure salvarlo sul disco rigido ed eseguirlo.Run the MSI file directly, or save it to your hard disk and run it.

  4. Nella pagina di benvenuto selezionare una lingua e quindi selezionare Avanti.On the Welcome page, select a language and select Next.

  5. Accettare le condizioni di licenza software Microsoft e quindi selezionare Avanti.Accept the Microsoft Software License Terms and select Next.

  6. Selezionare la cartella in cui installare il runtime di integrazione self-hosted e quindi selezionare Avanti.Select folder to install the self-hosted integration runtime, and select Next.

  7. Nella pagina Pronto per l'installazione selezionare Installa.On the Ready to install page, select Install.

  8. Fare clic su Fine per completare l'installazione.Click Finish to complete installation.

  9. Ottenere la chiave di autenticazione tramite Azure PowerShell.Get the authentication key by using Azure PowerShell. Di seguito viene indicato un esempio di PowerShell per recuperare la chiave di autenticazione:Here's a PowerShell example for retrieving the authentication key:

    Get-AzDataFactoryV2IntegrationRuntimeKey -ResourceGroupName $resourceGroupName -DataFactoryName $dataFactoryName -Name $selfHostedIntegrationRuntime
    
  10. Nella pagina Registra Integration Runtime (self-hosted) di Gestione configurazione di Microsoft Integration Runtime in esecuzione sul computer seguire questa procedura:On the Register Integration Runtime (Self-hosted) page of Microsoft Integration Runtime Configuration Manager running on your machine, take the following steps:

    a.a. Incollare la chiave di autenticazione nell'area di testo.Paste the authentication key in the text area.

    b.b. Facoltativamente, selezionare Mostra chiave di autenticazione per visualizzare il testo della chiave.Optionally, select Show authentication key to see the key text.

    c.c. Selezionare Registra.Select Register.

Disponibilità e scalabilità elevateHigh availability and scalability

Un runtime di integrazione self-hosted può essere associato a più computer locali o macchine virtuali in Azure.A self-hosted integration runtime can be associated with multiple on-premises machines or Virtual Machines in Azure. Questi computer sono chiamati nodi.These machines are called nodes. È possibile avere fino a quattro nodi associati a un runtime di integrazione self-hosted.You can have up to four nodes associated with a self-hosted integration runtime. Di seguito vengono indicati i vantaggi della presenza di più nodi (computer locali con un gateway installato) per un gateway logico:The benefits of having multiple nodes (on-premises machines with a gateway installed) for a logical gateway are:

  • Disponibilità più elevata del runtime di integrazione self-hosted in modo che non sia più il singolo punto di guasto nella soluzione per Big Data o nell'integrazione dei dati cloud con Azure Data Factory, assicurando la continuità fino a quattro nodi.Higher availability of the self-hosted integration runtime so that it's no longer the single point of failure in your big data solution or cloud data integration with Azure Data Factory, ensuring continuity with up to four nodes.
  • Miglioramento delle prestazioni e della velocità effettiva durante lo spostamento dati tra archivi dati locali e cloud.Improved performance and throughput during data movement between on-premises and cloud data stores. Ottenere altre informazioni sui confronti delle prestazioni.Get more information on performance comparisons.

Per associare più nodi, installare il software di runtime di integrazione self-hosted dall'Area downloadYou can associate multiple nodes by installing the self-hosted integration runtime software from the Download Center. Quindi, registrarlo usando una delle chiavi di autenticazione ottenute dal cmdlet New-AzDataFactoryV2IntegrationRuntimeKey , come descritto nell' esercitazione.Then, register it by using either of the authentication keys obtained from the New-AzDataFactoryV2IntegrationRuntimeKey cmdlet, as described in the tutorial.

Nota

Non è necessario creare un nuovo runtime di integrazione self-hosted per associare ogni nodo.You don't need to create new self-hosted integration runtime for associating each node. È possibile installare il runtime di integrazione self-hosted in un altro computer e registrarlo con la stessa chiave di autenticazione.You can install the self-hosted integration runtime on another machine and register it by using the same authentication key.

Nota

Prima di aggiungere un altro nodo per la disponibilità e la scalabilità elevate, verificare che l'opzione Accesso remoto da Intranet sia abilitata sul primo nodo. Accedere a Gestione configurazione di Microsoft Integration Runtime > Impostazioni > Accesso remoto da Intranet.Before you add another node for high availability and scalability, ensure that the Remote access to intranet option is enabled on the first node (Microsoft Integration Runtime Configuration Manager > Settings > Remote access to intranet).

Considerazioni sulla scalabilitàScale considerations

Scalabilità orizzontaleScale out

Quando la memoria disponibile nel runtime di integrazione self-hosted non è sufficiente e l'uso della CPU è elevato, l'aggiunta di un nuovo nodo consente di aumentare il carico nei computer.When the available memory on the self-hosted IR is low and the CPU usage is high, adding a new node helps scale out the load across machines. Se le attività hanno esito negativo perché si verifica un timeout o il nodo del runtime di integrazione self-hosted è offline, è utile aggiungere un nodo al gateway.If activities are failing because they're timing out or because the self-hosted IR node is offline, it helps if you add a node to the gateway.

Aumentare le prestazioniScale up

Quando la memoria disponibile e la CPU non vengono usate correttamente, ma la capacità di esecuzione di processi simultanei sta raggiungendo il limite, è consigliabile aumentare le prestazioni aumentando il numero di processi simultanei che possono essere eseguiti in un nodo.When the available memory and CPU are not utilized well, but the execution of concurrent jobs is reaching the limit, you should scale up by increasing the number of concurrent jobs that can run on a node. È anche possibile aumentare le prestazioni quando si verifica un timeout delle attività perché il runtime di integrazione self-hosted è sovraccarico.You might also want to scale up when activities are timing out because the self-hosted IR is overloaded. Come illustrato nell'immagine seguente, è possibile aumentare la capacità massima di un nodo:As shown in the following image, you can increase the maximum capacity for a node:

Aumento dei processi simultanei che si possono eseguire su un nodo

Requisiti del certificato TLS/SSLTLS/SSL certificate requirements

Ecco i requisiti per il certificato TLS/SSL usato per proteggere le comunicazioni tra i nodi di Integration Runtime:Here are the requirements for the TLS/SSL certificate that is used for securing communications between integration runtime nodes:

  • Deve essere un certificato X509 v3 pubblicamente attendibile.The certificate must be a publicly trusted X509 v3 certificate. È consigliabile usare certificati rilasciati da un'autorità di certificazione (CA) pubblica (partner).We recommend that you use certificates that are issued by a public (partner) certification authority (CA).
  • Ogni nodo del runtime di integrazione deve considerare attendibile questo certificato.Each integration runtime node must trust this certificate.
  • I certificati con nome alternativo del soggetto non sono consigliati perché viene usato solo l'ultimo elemento del nome, mentre tutti gli altri vengono ignorati a causa delle limitazioni attuali.We don't recommend Subject Alternative Name (SAN) certificates because only the last SAN item will be used and all others will be ignored due to current limitations. Se ad esempio si dispone di un certificato con nome alternativo del soggetto i cui nomi sono node1.domain.contoso.com e node2.domain.contoso.com, è possibile usare tale certificato solo in un computer il cui nome di dominio completo è node2.domain.contoso.com.For example, if you have a SAN certificate whose SANs are node1.domain.contoso.com and node2.domain.contoso.com, you can use this certificate only on a machine whose FQDN is node2.domain.contoso.com.
  • Il certificato deve supportare tutte le dimensioni della chiave supportate da Windows Server 2012 R2 per i certificati SSL.The certificate supports any key size supported by Windows Server 2012 R2 for SSL certificates.
  • I certificati che usano chiavi CNG non sono supportati.Certificates that use CNG keys are not supported.

Nota

Questo certificato viene usato per crittografare le porte nel nodo IR indipendente, usato per la comunicazione da nodo a nodo (per la sincronizzazione dello stato che include la sincronizzazione delle credenziali dei servizi collegati tra i nodi) e durante l' uso del cmdlet di PowerShell per impostazione delle credenziali del servizio collegato dall'interno della rete locale.This certificate is used to encrypt ports on self-hosted IR node, used for node-to-node communication (for state synchronization which includes linked services' credentials synchronization across nodes) and while using PowerShell cmdlet for linked service credential setting from within local network. È consigliabile usare questo certificato se l'ambiente di rete privato non è protetto o se si vuole proteggere la comunicazione tra nodi anche all'interno della rete privata.We suggest using this certificate if your private network environment is not secure or if you would like to secure the communication between nodes within your private network as well. Lo spostamento dati in transito dal runtime di integrazione self-hosted ad altri archivi dati avviene sempre tramite un canale crittografato, indipendentemente dal fatto che il certificato sia stato impostato o meno.Data movement in transit from self-hosted IR to other data stores always happens using encrypted channel, irrespective of this certificate set or not.

Creare un runtime di integrazione self-hosted condiviso in Azure Data FactoryCreate a shared self-hosted integration runtime in Azure Data Factory

È possibile usare nuovamente un'infrastruttura del runtime di integrazione self-hosted esistente già configurata in una data factory.You can reuse an existing self-hosted integration runtime infrastructure that you already set up in a data factory. In questo modo è possibile creare un runtime di integrazione self-hosted collegato in una data factory diversa usando come riferimento un runtime di integrazione self-hosted (condiviso) esistente.This enables you to create a linked self-hosted integration runtime in a different data factory by referencing an existing self-hosted IR (shared).

Per un'introduzione di dodici minuti e una dimostrazione di questa funzionalità, guardare il video seguente:For a twelve-minute introduction and demonstration of this feature, watch the following video:

TerminologiaTerminology

  • Runtime di integrazione condiviso: runtime di integrazione self-hosted originale in esecuzione in un'infrastruttura fisica.Shared IR: The original self-hosted IR that's running on a physical infrastructure.
  • Runtime di integrazione collegato: runtime di integrazione che fa riferimento a un altro runtime di integrazione condiviso.Linked IR: The IR that references another shared IR. Si tratta di un runtime di integrazione logico che usa l'infrastruttura di un altro runtime di integrazione self-hosted (condiviso).This is a logical IR and uses the infrastructure of another self-hosted IR (shared).

Metodi per condividere un runtime di integrazione self-hostedMethods to share a self-hosted integration runtime

Per condividere un runtime di integrazione self-hosted con più data factory, vedere questa istruzione per informazioni dettagliate.To share a self-hosted integration runtime with multiple data factories, see this instruction for details.

MonitoraggioMonitoring

  • IR condivisoShared IR

    Selezioni per la ricerca di un runtime di integrazione condiviso

    Scheda per il monitoraggio

  • IR collegatoLinked IR

    Selezioni per la ricerca di un runtime di integrazione collegato

    Scheda per il monitoraggio

Limitazioni note della condivisione del runtime di integrazione self-hostedKnown limitations of self-hosted IR sharing

  • La data factory in cui verrà creato il runtime di integrazione collegato deve disporre di un'identità del servizio gestita.The data factory in which a linked IR will be created must have an MSI. Per impostazione predefinita, nelle data factory create nel portale di Azure o nei cmdlet di PowerShell un'identità del servizio gestita è creata in modo implicito.By default, the data factories created in the Azure portal or PowerShell cmdlets have an MSI created implicitly. Quando una data factory viene creata tramite un modello di Azure Resource Manager oppure un SDK, tuttavia, la proprietà Identity deve essere impostata in modo esplicito per garantire che Azure Resource Manager crei una data factory contenente un'identità del servizio gestita.But when a data factory is created through an Azure Resource Manager template or SDK, the Identity property must be set explicitly to ensure that Azure Resource Manager creates a data factory that contains an MSI.

  • La versione di Azure Data Factory .NET SDK che supporta questa funzionalità è 1.1.0 o successiva.The Azure Data Factory .NET SDK that supports this feature is version 1.1.0 or later.

  • Per concedere l'autorizzazione, l'utente deve disporre del ruolo di proprietario o del ruolo di proprietario ereditato nella data factory in cui è presente il runtime di integrazione condiviso.To grant permission, the user needs the Owner role or the inherited Owner role in the data factory where the shared IR exists.

  • La funzionalità di condivisione funziona solo per le Data Factory nel medesimo tenant di Azure Active Directory.Sharing feature works only for Data Factories within the same Azure Active Directory tenant.

  • Per gli utenti guest di Active Directory, la funzionalità di ricerca nell'interfaccia utente, ovvero l'elenco di tutte le data factory ottenuto tramite una parola chiave, non funziona.For Active Directory guest users, the search functionality (listing all data factories by using a search keyword) in the UI does not work. Se tuttavia l'utente guest è il proprietario della data factory, può condividere il runtime di integrazione self-hosted senza usare la funzionalità di ricerca digitando direttamente l'identità del servizio gestita della data factory con cui il runtime deve essere condiviso nella casella di testo Assign Permission (Assegna autorizzazione) e selezionando Add (Aggiungi) nell'interfaccia utente di Azure Data Factory.But as long as the guest user is the Owner of the data factory, they can share the IR without the search functionality, by directly typing the MSI of the data factory with which the IR needs to be shared in the Assign Permission text box and selecting Add in the Azure Data Factory UI.

    Nota

    Questa funzionalità è disponibile solo in Azure Data Factory V2.This feature is available only in Azure Data Factory V2.

Icone e notifiche dell'area di notificaNotification area icons and notifications

Se si sposta il cursore sul messaggio di notifica o sull'icona nell'area di notifica, vengono visualizzati i dettagli sullo stato del runtime di integrazione self-hosted.If you move your cursor over the icon or message in the notification area, you can find details about the state of the self-hosted integration runtime.

Notifiche nell'area di notifica

Porte e firewallPorts and firewall

È necessario prendere in considerazione due firewall, ovvero il firewall aziendale in esecuzione nel router centrale dell'organizzazione, e Windows Firewall, configurato come servizio daemon nel computer locale in cui è installato il runtime di integrazione self-hosted.There are two firewalls to consider: the corporate firewall running on the central router of the organization, and the Windows firewall configured as a daemon on the local machine where the self-hosted integration runtime is installed.

Firewall

A livello di firewall aziendale è necessario configurare le porte in uscita e i domini seguenti:At the corporate firewall level, you need to configure the following domains and outbound ports:

Nomi di dominioDomain names Porte in uscitaOutbound ports DescrizioneDescription
*.servicebus.windows.net 443443 Richieste dal runtime di integrazione self-hosted per connettersi ai servizi di spostamento dei dati in Data Factory.Required by the self-hosted integration runtime to connect to data movement services in Data Factory.
*.frontend.clouddatahub.net 443443 Richiesta dal runtime di integrazione self-hosted per connettersi al servizio Data Factory.Required by the self-hosted integration runtime to connect to the Data Factory service.
download.microsoft.com 443443 Richiesta dal runtime di integrazione self-hosted per il download degli aggiornamenti.Required by the self-hosted integration runtime for downloading the updates. Se è stato disabilitato l'aggiornamento automatico, è possibile ignorare questa impostazione.If you have disabled auto-update then you may skip this.
*.core.windows.net 443443 Usata dal runtime di integrazione self-hosted per connettersi all'account di archiviazione di Azure quando si usa la funzionalità di copia temporanea.Used by the self-hosted integration runtime to connect to the Azure storage account when you use the staged copy feature.
*.database.windows.net 14331433 (Facoltativa) Richiesta quando si esegue la copia da o nel database SQL di Azure o in Azure SQL Data Warehouse.(Optional) Required when you copy from or to Azure SQL Database or Azure SQL Data Warehouse. Usare la funzionalità di copia temporanea per copiare i dati nel database SQL di Azure o in Azure SQL Data Warehouse senza aprire la porta 1433.Use the staged copy feature to copy data to Azure SQL Database or Azure SQL Data Warehouse without opening port 1433.
*.azuredatalakestore.net
login.microsoftonline.com/<tenant>/oauth2/token
443443 (Facoltativa) Richiesta quando si esegue la copia da o in Azure Data Lake Store.(Optional) Required when you copy from or to Azure Data Lake Store.

A livello di Windows Firewall (nel computer) queste porte in uscita sono in genere abilitate.At the Windows firewall level (machine level), these outbound ports are normally enabled. In caso contrario, è possibile configurare le porte e i domini nel modo appropriato in un computer del runtime di integrazione self-hosted.If not, you can configure the domains and ports accordingly on a self-hosted integration runtime machine.

Nota

In base all'origine e ai sink, potrebbe essere necessario consentire altri domini e porte in uscita nel firewall aziendale o in Windows Firewall.Based on your source and sinks, you might have to allow additional domains and outbound ports in your corporate firewall or Windows firewall.

Per alcuni database cloud (ad esempio, database SQL di Azure e Azure Data Lake), potrebbe essere necessario consentire gli indirizzi IP dei computer del runtime di integrazione self-hosted nella configurazione del firewall.For some cloud databases (for example, Azure SQL Database and Azure Data Lake), you might need to allow IP addresses of self-hosted integration runtime machines on their firewall configuration.

Copiare i dati da un'origine a un sinkCopy data from a source to a sink

Verificare che le regole del firewall siano abilitate correttamente per il firewall aziendale, per Windows Firewall nel computer del runtime di integrazione self-hosted e per l'archivio dati stesso,Ensure that the firewall rules are enabled properly on the corporate firewall, the Windows firewall on the self-hosted integration runtime machine, and the data store itself. per poter consentire al runtime di integrazione self-hosted di connettersi all'origine e al sink.Enabling these rules allows the self-hosted integration runtime to connect to both source and sink successfully. Abilitare le regole per ogni archivio dati interessato dall'operazione di copia.Enable rules for each data store that is involved in the copy operation.

Per eseguire la copia da un archivio dati locale a un sink di database SQL di Azure o a un sink di Azure SQL Data Warehouse, ad esempio, seguire questa procedura:For example, to copy from an on-premises data store to an Azure SQL Database sink or an Azure SQL Data Warehouse sink, take the following steps:

  1. Consentire comunicazioni TCP in uscita sulla porta 1433 sia per Windows Firewall che per il firewall aziendale.Allow outbound TCP communication on port 1433 for both Windows firewall and corporate firewall.
  2. Configurare le impostazioni del firewall del database SQL di Azure per aggiungere l'indirizzo IP del computer del runtime di integrazione self-hosted all'elenco degli indirizzi IP consentiti.Configure the firewall settings of the Azure SQL database to add the IP address of the self-hosted integration runtime machine to the list of allowed IP addresses.

Nota

Se il firewall non consente la porta in uscita 1433, il runtime di integrazione self-hosted non può accedere direttamente al database SQL di Azure.If your firewall does not allow outbound port 1433, the self-hosted integration runtime can't access the Azure SQL database directly. In questo caso è possibile usare una copia di gestione temporanea nel database SQL di Azure e in Azure SQL Data Warehouse.In this case, you can use a staged copy to Azure SQL Database and Azure SQL Data Warehouse. Per lo spostamento dei dati, in questo scenario è necessario solo il protocollo HTTPS (porta 443).In this scenario, you would require only HTTPS (port 443) for the data movement.

Considerazioni sui server proxyProxy server considerations

Se nell'ambiente di rete aziendale è presente un server proxy per accedere a Internet, configurare il runtime di integrazione self-hosted per usare le impostazioni proxy appropriate.If your corporate network environment uses a proxy server to access the internet, configure the self-hosted integration runtime to use appropriate proxy settings. È possibile impostare il proxy durante la fase di registrazione iniziale.You can set the proxy during the initial registration phase.

Specificare il proxy

Quando è configurato, il runtime di integrazione self-hosted usa il server proxy per connettersi al servizio cloud, origine/destinazione (quelli che usano il protocollo HTTP/HTTPS).When configured, the self-hosted integration runtime uses the proxy server to connect to the cloud service, source/ destination (those using HTTP/ HTTPS protocol). Selezionare Modifica collegamento durante l'installazione iniziale.This is Select Change link during initial setup. Viene visualizzata la finestra di dialogo per l'impostazione del proxy.You see the proxy-setting dialog box.

Impostare il proxy

Sono disponibili tre opzioni di configurazione:There are three configuration options:

  • Non usare proxy: il runtime di integrazione self-hosted non usa in modo esplicito alcun proxy per connettersi ai servizi cloud.Do not use proxy: The self-hosted integration runtime does not explicitly use any proxy to connect to cloud services.
  • Usa il proxy di sistema: il runtime di integrazione self-hosted usa l'impostazione del proxy configurata in diahost. exe. config e diawp. exe. config. Se non è configurato alcun proxy in diahost. exe. config e diawp. exe. config, il runtime di integrazione self-hosted si connette al servizio cloud direttamente senza passare attraverso un proxy.Use system proxy: The self-hosted integration runtime uses the proxy setting that is configured in diahost.exe.config and diawp.exe.config. If no proxy is configured in diahost.exe.config and diawp.exe.config, the self-hosted integration runtime connects to the cloud service directly without going through a proxy.
  • Usa proxy personalizzato: configurare l'impostazione proxy HTTP da usare per il runtime di integrazione self-hosted, anziché usare le configurazioni in diahost. exe. config e diawp. exe. config. L' Indirizzo e la porta sono obbligatori.Use custom proxy: Configure the HTTP proxy setting to use for the self-hosted integration runtime, instead of using configurations in diahost.exe.config and diawp.exe.config. Address and Port are required. I campi Nome utente e Password sono facoltativi e dipendono dalle impostazioni di autenticazione del proxy.User Name and Password are optional depending on your proxy’s authentication setting. Tutte le impostazioni vengono crittografate con Windows DPAPI nel runtime di integrazione self-hosted e archiviate localmente nel computer.All settings are encrypted with Windows DPAPI on the self-hosted integration runtime and stored locally on the machine.

Il servizio host di runtime di integrazione viene riavviato automaticamente dopo avere salvato le impostazioni proxy aggiornate.The integration runtime Host Service restarts automatically after you save the updated proxy settings.

Dopo aver registrato correttamente il runtime di integrazione self-hosted, se si intende visualizzare o aggiornare le impostazioni proxy, usare Gestione configurazione di Integration Runtime.After the self-hosted integration runtime has been successfully registered, if you want to view or update proxy settings, use Integration Runtime Configuration Manager.

  1. Aprire Gestione configurazione di Microsoft Integration Runtime.Open Microsoft Integration Runtime Configuration Manager.
  2. Passare alla scheda Impostazioni .Switch to the Settings tab.
  3. Selezionare il collegamento Change (Modifica) nella sezione Proxy HTTP per aprire la finestra di dialogo Imposta proxy HTTP.Select the Change link in the HTTP Proxy section to open the Set HTTP Proxy dialog box.
  4. Selezionare Avanti.Select Next. Viene visualizzato un avviso che richiede l'autorizzazione per salvare le impostazioni del proxy e riavviare il servizio host di runtime di integrazione.You then see a warning that asks for your permission to save the proxy setting and restart the integration runtime Host Service.

È possibile visualizzare e aggiornare il proxy HTTP tramite lo strumento Gestione configurazione.You can view and update the HTTP proxy by using the Configuration Manager tool.

Visualizzare il proxy

Nota

Se si configura un server proxy con autenticazione NTLM, il servizio host di runtime di integrazione viene eseguito nell'account di dominio.If you set up a proxy server with NTLM authentication, the integration runtime Host Service runs under the domain account. Se in un secondo momento si modifica la password per l'account di dominio, aggiornare le impostazioni di configurazione per il servizio e riavviarlo.If you change the password for the domain account later, remember to update the configuration settings for the service and restart it accordingly. Per questo requisito, si consiglia di usare un account di dominio dedicato per accedere al server proxy che non richieda l'aggiornamento frequente della password.Due to this requirement, we suggest that you use a dedicated domain account to access the proxy server that does not require you to update the password frequently.

Configurare le impostazioni del server proxyConfigure proxy server settings

Se si seleziona l'impostazione Usa il proxy di sistema per il proxy http, il runtime di integrazione self-hosted usa l'impostazione del proxy in diahost. exe. config e diawp. exe. config. Se non è stato specificato alcun proxy in diahost. exe. config e diawp. exe. config, il runtime di integrazione self-hosted si connette al servizio cloud direttamente senza passare attraverso il proxy.If you select the Use system proxy setting for the HTTP proxy, the self-hosted integration runtime uses the proxy setting in diahost.exe.config and diawp.exe.config. If no proxy is specified in diahost.exe.config and diawp.exe.config, the self-hosted integration runtime connects to the cloud service directly without going through proxy. La procedura seguente contiene le istruzioni per aggiornare il file diahost.exe.config:The following procedure provides instructions for updating the diahost.exe.config file:

  1. In Esplora file creare una copia sicura di C:\Programmi\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\diahost.exe.config per eseguire il backup del file originale.In File Explorer, make a safe copy of C:\Program Files\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\diahost.exe.config to back up the original file.

  2. Aprire Notepad. exe in esecuzione come amministratore e aprire il file di testo C:\Programmi\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\diahost.exe.config. Trovare il tag predefinito per system.net, come illustrato nel codice seguente:Open Notepad.exe running as an administrator, and open the text file C:\Program Files\Microsoft Integration Runtime\3.0\Shared\diahost.exe.config. Find the default tag for system.net as shown in the following code:

    <system.net>
        <defaultProxy useDefaultCredentials="true" />
    </system.net>
    

    È quindi possibile aggiungere i dettagli del server proxy, come illustrato nell'esempio seguente:You can then add proxy server details as shown in the following example:

    <system.net>
        <defaultProxy enabled="true">
              <proxy bypassonlocal="true" proxyaddress="http://proxy.domain.org:8888/" />
        </defaultProxy>
    </system.net>
    

    È possibile aggiungere altre proprietà all'interno del tag del proxy per specificare le impostazioni obbligatorie, ad esempio scriptLocation.Additional properties are allowed inside the proxy tag to specify the required settings like scriptLocation. Per informazioni sulla sintassi, vedere Elemento proxy (Impostazioni di rete).See proxy Element (Network Settings) for syntax.

    <proxy autoDetect="true|false|unspecified" bypassonlocal="true|false|unspecified" proxyaddress="uriString" scriptLocation="uriString" usesystemdefault="true|false|unspecified "/>
    
  3. Salvare il file di configurazione nel percorso originale,Save the configuration file in the original location. quindi riavviare il servizio host di runtime di integrazione self-hosted per rilevare le modifiche.Then restart the self-hosted integration runtime Host Service, which picks up the changes.

    Per riavviare il servizio, usare l'applet dei servizi nel pannello di controllo.To restart the service, use the services applet from the control panel. In alternativa, in Gestione configurazione di Integration Runtime selezionare il pulsante Arresta servizio e quindi selezionare Avvia servizio.Or from Integration Runtime Configuration Manager, select the Stop Service button, and then select Start Service.

    Se il servizio non viene avviato, è probabile che al file di configurazione dell'applicazione modificato sia stata aggiunta una sintassi non corretta del tag XML.If the service does not start, it's likely that an incorrect XML tag syntax was added in the application configuration file that was edited.

Importante

Non dimenticare di aggiornare entrambi i file diahost.exe.config e diawp.exe.config.Don't forget to update both diahost.exe.config and diawp.exe.config.

È anche necessario assicurarsi che Microsoft Azure sia presente nell'elenco Consenti della società.You also need to make sure that Microsoft Azure is in your company’s allow list. È possibile scaricare l'elenco di indirizzi IP validi per Microsoft Azure nell'Area download Microsoft.You can download the list of valid Microsoft Azure IP addresses from the Microsoft Download Center.

Se si verificano errori analoghi ai seguenti, potrebbero essere causati da una configurazione non corretta del firewall o del server proxy, che impedisce al runtime di integrazione self-hosted di connettersi a Data Factory per l'autenticazione.If you encounter errors similar to the following ones, it's likely due to improper configuration of the firewall or proxy server, which blocks the self-hosted integration runtime from connecting to Data Factory to authenticate itself. Per verificare che la configurazione del firewall e del server proxy sia corretta, vedere la sezione precedente.To ensure that your firewall and proxy server are properly configured, refer to the previous section.

  • Quando si prova a registrare il runtime di integrazione self-hosted, viene visualizzato l'errore seguente: "Non è stato possibile registrare questo nodo di Runtime di integrazione.When you try to register the self-hosted integration runtime, you receive the following error: "Failed to register this Integration Runtime node! Verificare la validità della chiave di autenticazione e che il servizio host servizio di integrazione sia in esecuzione nel computer".Confirm that the Authentication key is valid and the integration service Host Service is running on this machine."

  • Quando si apre Gestione configurazione di Integration Runtime, lo stato del gateway visualizzato può essere Disconnesso o Connessione.When you open Integration Runtime Configuration Manager, you see a status of Disconnected or Connecting. Quando si visualizzano i log eventi di Windows, in Visualizzatore eventi > Registri applicazioni e servizi > Microsoft Integration Runtime vengono visualizzati messaggi di errore simili ai seguenti:When you're viewing Windows event logs, under Event Viewer > Application and Services Logs > Microsoft Integration Runtime, you see error messages like this one:

    Unable to connect to the remote server
    A component of Integration Runtime has become unresponsive and restarts automatically. Component name: Integration Runtime (Self-hosted).
    

Abilitare l'accesso remoto da una rete IntranetEnabling remote access from an intranet

Se si usa PowerShell per crittografare le credenziali da un altro computer (in rete) diverso da quello in cui è installato il runtime di integrazione self-hosted, è possibile abilitare l'opzione accesso remoto da Intranet .If you use PowerShell to encrypt credentials from another machine (in the network) other than where the self-hosted integration runtime is installed, you can enable the Remote Access from Intranet option. Se si esegue PowerShell per crittografare le credenziali nello stesso computer in cui è installato il runtime di integrazione self-hosted, non è possibile abilitare l'accesso remoto dalla rete Intranet.If you run PowerShell to encrypt credentials on the same machine where the self-hosted integration runtime is installed, you can't enable Remote Access from Intranet.

È consigliabile abilitare Accesso remoto da Intranet prima di aggiungere un altro nodo per la disponibilità e la scalabilità elevate.You should enable Remote Access from Intranet before you add another node for high availability and scalability.

Durante la configurazione del runtime di integrazione self-hosted (versione 3.3.xxxx.x o successiva), per impostazione predefinita l'installazione del runtime di integrazione self-hosted disabilita l'opzione Accesso remoto da Intranet nel computer in cui il runtime è installato.During self-hosted integration runtime setup (version 3.3.xxxx.x later), by default, the self-hosted integration runtime installation disables Remote Access from Intranet on the self-hosted integration runtime machine.

Se si usa un firewall di terze parti, è possibile aprire manualmente la porta 8060 (o la porta configurata dall'utente).If you're using a third-party firewall, you can manually open port 8060 (or the user-configured port). Se si verificano problemi di firewall durante la configurazione del runtime di integrazione self-hosted, provare a usare il comando seguente per installare il runtime di integrazione self-hosted senza configurare il firewall:If you have a firewall problem while setting up the self-hosted integration runtime, try using the following command to install the self-hosted integration runtime without configuring the firewall:

msiexec /q /i IntegrationRuntime.msi NOFIREWALL=1

Se si sceglie di non aprire la porta 8060 nel computer del runtime di integrazione self-hosted, usare meccanismi diversi dall'uso dell'applicazione di impostazione credenziali per configurare le credenziali dell'archivio dati.If you choose not to open port 8060 on the self-hosted integration runtime machine, use mechanisms other than the Setting Credentials application to configure data store credentials. Ad esempio, è possibile usare il cmdlet di PowerShell New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptCredential .For example, you can use the New-AzDataFactoryV2LinkedServiceEncryptCredential PowerShell cmdlet.

Passaggi successiviNext steps

Per istruzioni dettagliate, vedere Esercitazione: Copiare dati da un database di SQL Server locale all'archivio BLOB di Azure.See the following tutorial for step-by-step instructions: Tutorial: Copy on-premises data to cloud.