Informazioni sugli artefatti del modello di processo CMMI

Azure DevOps Services | Azure DevOps Server 2020 | Azure DevOps Server 2019 | TFS 2018

Il processo CMMI supporta i tipi di elementi di lavoro seguenti per pianificare e tenere traccia del lavoro, dei test, del feedback e della revisione del codice. Con reti WIT diverse è possibile tenere traccia di diversi tipi di lavoro, ad esempio requisiti, richieste di modifica, attività, bug e altro ancora. Questi artefatti vengono creati quando si crea un progetto usando il processo CMMI. Si basano sul processo di integrazione del modello di maturità delle funzionalità (CMMI).

Agile process work item types

Oltre alle wit, i team hanno accesso a un set di query dell'elemento di lavoro per tenere traccia delle informazioni, analizzare lo stato e prendere decisioni.

Nota

È possibile personalizzare il sistema di rilevamento del lavoro per il progetto creando e personalizzando un processo ereditato e applicando tale processo al progetto. Per altre informazioni, vedere Modello di processo di ereditarietà.

Nota

È possibile personalizzare il sistema di rilevamento del lavoro per il progetto personalizzando un processo ereditato o un processo XML locale. Per altre informazioni, vedere Modello di processo di ereditarietà o Personalizzazione del processo XML locale.

La versione più recente di ogni processo viene caricata automaticamente quando si installa o si esegue l'aggiornamento alla versione più recente di Azure DevOps Server. Altri artefatti, ad esempio SQL Server report sono disponibili solo quando ci si connette a un progetto. Si applicano altri requisiti di risorsa.

Nota

È possibile personalizzare il sistema di rilevamento del lavoro per il progetto personalizzando un processo XML locale. Per altre informazioni, vedere Personalizzazione del processo XML locale.

La versione più recente di ogni processo viene caricata automaticamente quando si installa o si esegue l'aggiornamento alla versione più recente di Azure DevOps Server. Altri artefatti, ad esempio SQL Server report sono disponibili solo quando ci si connette a un progetto. Si applicano altri requisiti di risorsa.

Pianificare e tenere traccia del lavoro con CMMI

I team pianificano il progetto acquisendo funzionalità e requisiti. Quando i team lavorano in sprint, definiscono le attività e le collegano ai requisiti. Per ottenere informazioni in un rollup di requisiti tra i team, i responsabili del programma collegano i requisiti a una funzionalità. I problemi di blocco vengono rilevati tramite la funzionalità relativa ai problemi. Per informazioni dettagliate sull'uso di queste WIT, vedere Tipi di elemento di lavoro del processo CMMI e flusso di lavoro

Il flusso essenziale per iniziare è come illustrato. Per iniziare a usare gli strumenti Scrum o Kanban, vedere Attività iniziali con strumenti Agile per pianificare e tenere traccia del lavoro.

Fare clic su una delle immagini seguenti per passare all'articolo collegato.

Define storiesOrganize backlogManage bugsManage issues

Nota

Un elemento di lavoro è un record di database che contiene la definizione, l'assegnazione, la priorità e lo stato del lavoro. Il tipo di elemento di lavoro definisce il modello dei campi, il flusso di lavoro e il form per ogni tipo. Gli elementi di lavoro possono essere collegati tra loro per supportare il rilevamento delle dipendenze, il rollup di lavoro e i rapporti.

Elencare elementi di lavoro con query

È possibile usare le query dell'elemento di lavoro per elencare gli elementi di lavoro in base al tipo, ad esempio le richieste di modifica, i bug, le attività e i requisiti.

Nota

I nuovi progetti non definiscono più un set predefinito di query condivise al momento della creazione del progetto. Le definizioni per le query condivise sono state rimosse dal modello di processo. Per le distribuzioni locali, è possibile aggiungerli a un modello di processo personalizzato come descritto in Aggiungere query dell'elemento di lavoro a un modello di processo.

In alternativa, usare una delle query condivise fornite dal processo CMMI.

CMMI shared queries

Le descrizioni delle query predefinite sono elencate più avanti in questo articolo.

È possibile visualizzare ed eseguire query dal portale Web o dal plug-in Team Explorer alla Visual Studio. È possibile modificare una query usando l'editor di query per applicare criteri di filtro diversi. È anche possibile aggiungere query ai dashboard del team.

Suggerimenti rapidi sulle query condivise

Se non si ha familiarità con Azure Boards, rilevamento del lavoro e query condivise, vedere questi suggerimenti per informazioni su come gestire il lavoro in modo più efficace:

  • Per trovare elementi di lavoro assegnati all'utente, aggiungere @Me come valore per il campo Assegnato A in una delle clausole di query.
  • Tutti gli utenti validi con accesso standard possono creare query e cartelle nell'area Query personali. Per creare query e cartelle di query in Query condivise, è necessario disporre del set di autorizzazioni Di contributo e che sia stato assegnato l'accesso di base o superiore. Per altre informazioni, vedere Impostare le autorizzazioni per le query.
  • È possibile modificare qualsiasi query aggiungendo criteri per concentrarsi su un'area del prodotto, un'iterazione o un altro campo. Per modificare una query, aprire l'editor di query.
  • È possibile aprire qualsiasi query in Excel in cui è possibile aggiornare i campi di uno o più elementi di lavoro e pubblicare le modifiche apportate al database per il rilevamento degli elementi di lavoro.
  • È possibile visualizzare lo stato o lo stato creando un grafico a torta, un grafico a colonne o un grafico di tendenza per le query flat-list.

Importante

A partire da Visual Studio 2019, il plug-in Azure DevOps per Office ha deprecato il supporto per Microsoft Project. Project'integrazione e il comando TFSFieldMapping non è supportato per Azure DevOps Server 2019 e versioni successive, incluse le Azure DevOps Services. È possibile continuare a usare Microsoft Excel.

Monitorare lo stato

Tutti i processi, agile, Scrum e CMMI, supportano grafici e dashboard di tendenza e di compilazione. Inoltre, diversi grafici vengono compilati automaticamente in base agli strumenti Agile usati. Questi grafici vengono visualizzati all'interno del portale Web.

Creare grafici a peso leggero

Per iniziare, è possibile aprire una query condivisa e creare un grafico in base agli interessi di rilevamento. I tipi di grafico includono lo stato, la torta, la barra, la colonna, la barra in pila e il pivot, e la tendenza, l'area, la linea e l'area in pila, i grafici.

Edit queryCreate chartAdd dashboard.

Widget di analisi e report di Power BI

Il servizio Analisi può rispondere a domande quantitative sullo stato passato o attuale dei progetti. È possibile aggiungere widget di Analisi a un dashboard o usare Power BI per creare grafici e report.

Per altre informazioni, vedere Informazioni sul servizio Analisi?

report SQL Server

Se la raccolta del progetto e il progetto sono configurati con SQL Server Analysis Services e Reporting Services, si avrà accesso a molti report CMMI. Affinché questi report siano utili, i team devono eseguire determinate attività, ad esempio definire processi di compilazione, collegare elementi di lavoro e aggiornare lo stato o il lavoro rimanente.

Se è necessario aggiungere reporting services o aggiornare i report alle versioni più recenti, vedere Aggiungere report a un progetto.

Prima di iniziare a tenere traccia del lavoro, è necessario disporre di un progetto. Per crearne uno, vedere Creare un progetto.

Se si dispone di un progetto, avviare il lavoro di rilevamento:

Per altre informazioni sugli strumenti Agile:

Versioni del processo CMMI

Man mano che vengono apportati aggiornamenti al modello di processo CMMI, il numero di versione viene aggiornato. La tabella seguente fornisce un mapping del controllo delle versioni applicato come aggiornamenti ai modelli di processo locali Azure DevOps. Per Azure Boards, viene sempre usata la versione più recente. A partire da TFS 2012, l'elemento è stato aggiunto al modello di processo per supportare il version controllo delle versioni dei modelli. Questo elemento specifica una versione principale e secondaria. Prima di questa modifica, la versione è stata specificata all'interno del nome del modello di processo.

Versione di TFS Nome CMMI Versione principale
Azure DevOps Server 2020
Azure DevOps Server 2019
CMMI 17
TFS 2018 CMMI 16
TFS 2017 CMMI 15
TFS 2015 CMMI 7
TFS 2013 MSF for CMMI Process Improvement 2013 7
TFS 2012 MSF per il miglioramento del processo CMMI 6.0 6
TFS 2008 MSF per il miglioramento del processo CMMI - v4. N

Per un riepilogo degli aggiornamenti apportati ai modelli di elaborazione, vedere Modifiche apportate ai modelli di elaborazione.

Altre linee guida di CMMI

Le situazioni e le procedure operative dei team di sviluppo variano notevolmente e la maggior parte delle società disporrà di processi consolidati propri. Per questi motivi, le indicazioni fornite qui non tentano di definire un processo di sviluppo completo. Vengono invece descritte solo le attività rilevanti per l'uso ottimale del processo CMMI.

  • Background to CMMI : fornisce una panoramica di CMMI e dei sei livelli di funzionalità intrinseci al modello.

  • Project gestione: fornisce indicazioni utili per comprendere meglio come gestire, pianificare e coordinare lo sviluppo e la manutenzione dei prodotti software che lavorano con il modello CMMI.

  • Ingegneria : indirizza le attività aggiunte al valore per individuare le informazioni necessarie per progettare e creare prodotti software

Utilizzando il modello CMMI e le linee guida come parte di un programma di miglioramento del processo, è possibile realizzare gli obiettivi di CMMI. Adattare queste linee guida alla propria situazione, che dipenderà dal tipo e dalla cronologia del prodotto che si sta sviluppando, dalla scala del progetto, dallo sfondo dei membri del team e dalle procedure accettate nell'organizzazione.

Queste linee guida sono state sviluppate in collaborazione con David Anderson. Per altre informazioni, vedere la pagina Web seguente: David J Anderson & Associates.

CMMI elabora query predefinite

Query per gli elementi assegnati all'utente

È possibile trovare gli elementi di lavoro assegnati tramite una delle query condivise descritte nella tabella seguente.

Query condivisa Descrizione
Test Case personali Elenca tutti i test case che non sono chiusi e che sono assegnati al membro del team che esegue la query. I test case vengono ordinati in base alla priorità e quindi all'ID.
Elementi di lavoro personali Elenca tutti gli elementi di lavoro, esclusi i passi condivisi, che non sono chiusi e che sono assegnati al membro del team che esegue la query. Gli elementi di lavoro vengono ordinati in base a classifica, priorità, tipo e ID.

Query per sviluppo e test

I membri del team possono utilizzare le query condivise descritte nella tabella seguente per tenere traccia dello stato delle attività di sviluppo e di test e dei bug attivi e risolti.

Query condivisa Descrizione
Bug attivi Elenca tutti i bug attivi e li ordina in base alla classifica, alla priorità e alla gravità.
Attività di sviluppo Elenca tutte le attività la cui disciplina è impostata su Sviluppo. Le attività vengono ordinate in base all'ID.
Test Case personali Elenca tutti i test case che non sono chiusi e che sono assegnati al membro del team che esegue la query. I test case vengono ordinati in base alla priorità e quindi all'ID.
Aprire attività Elenca tutte le attività che non sono chiuse, ordinate in base alla classifica, alla priorità e quindi all'ID.
Apri test case Elenca tutti i test case che non sono chiusi, ordinati in base alla priorità e quindi all'ID.
Bug risolti Elenca tutti i bug risolti definiti per il progetto, ordinati in base a classificazione, priorità e gravità.
Attività di test Elenca tutte le attività la cui disciplina è impostata su Test, ordinata in base all'ID.

Query per la gestione del backlog

I proprietari del prodotto possono utilizzare le query condivise descritte nella tabella seguente per tenere traccia dello stato dei requisiti e del lavoro non valutato.

Query condivisa Descrizione
Requisiti dei clienti Elenca tutti i requisiti, ordinati per ID, che sono stati identificati come elementi di lavoro Scenario o Qualità del servizio.
Requisiti del prodotto Elenca tutti i requisiti, ordinati per ID, che sono stati identificati come Funzionale, Operativo, Sicurezza, Protezione o Funzionalità.
Requisiti aperti Elenca tutti i requisiti non chiusi, ordinati in base all'ID iterazione, alla priorità e quindi all'ID elemento di lavoro.
Aprire i requisiti senza test case Elenca tutti i requisiti che non sono chiusi e che non contengono collegamenti Testato da a un test case, ordinati in base all'ID elemento di lavoro.
Aprire gli elementi di lavoro Elenca tutti gli elementi di lavoro eccetto i passi condivisi che non sono chiusi. Gli elementi di lavoro vengono ordinati in base a classifica, priorità, tipo e ID.
Elementi di lavoro proposti Elenca tutti gli elementi di lavoro proposti, ordinati in base alla classifica, alla priorità, all'iterazione, all'area, alla valutazione e quindi all'ID elemento di lavoro.
Revisioni Elenca tutte le revisioni, ordinate in base all'ID elemento di lavoro.
Elementi di lavoro nontriati Elenca tutti i requisiti, le attività, le richieste di modifica, i bug e i problemi che non sono stati chiusi o valutati. Il campo Valutazione per questi elementi di lavoro è impostato su In sospeso, Ulteriori informazioni o Informazioni ricevute.

Gli elementi di lavoro vengono ordinati in base a stato, valutazione, classifica, priorità, iterazione e area.
Suddivisione del lavoro Elenca tutti i requisiti che non sono chiusi e i relativi requisiti o attività figlio.
Elementi di lavoro con valori di riepilogo Elenca tutte le attività che dispongono di attività figlio e che contengono valori diversi da zero per i campi Lavoro rimanente o Lavoro completato. Questa query viene progettata per trovare attività che riportano il lavoro già conteggiato nelle relative attività figlio. Affinché le ore siano contate una sola volta, alle attività di riepilogo non devono essere assegnate ore.

Per altre informazioni, vedere Errori di indirizzo pubblicati per i valori di riepilogo.

Query per la gestione delle modifiche

I proprietari del prodotto possono utilizzare le query condivise descritte nella tabella seguente per tenere traccia delle richieste di modifica e delle dipendenze individuate tra le richieste di modifica e i requisiti.

Query condivisa Descrizione
Richieste di modifica Elenca tutte le richieste di modifica, ordinate per ID.
Aprire richieste di modifica con requisiti Elenca le richieste di modifica che non sono chiuse e i relativi requisiti collegati, ordinati per ID. Nell'elenco vengono visualizzate solo le richieste di modifica collegate a un requisito con un tipo di collegamento Interessa.
Requisiti con richieste di modifica aperte Elenca i requisiti e le richieste di modifica che non sono chiuse e che dipendono da tali requisiti, ordinati per ID. Vengono elencati solo i requisiti collegati a una richiesta di modifica con un tipo di collegamento Interessato da.

Risoluzione dei problemi relativi alle query

I proprietari del prodotto possono utilizzare le query condivise descritte nella tabella seguente per risolvere i problemi e i rischi per la pianificazione del prodotto.

Query condivisa Elenchi
Elementi di lavoro bloccati Elenca tutti gli elementi di lavoro in cui il campo Bloccato è impostato su .

È possibile bloccare solo i requisiti, le attività, i bug, i problemi e le richieste di modifica.
Stato azione correttiva Elenca tutte le attività il cui tipo di attività è impostato su Azione correttiva.
Azioni di mitigazione Elenca tutte le attività il cui tipo di attività è impostato su Azione di mitigazione.
Problemi non risolti Elenca tutti i problemi che non sono chiusi.

La cartella di lavoro Issues fa riferimento a questa query.
Rischi Elenca tutti i rischi, ordinati per ID.