Impostazioni e criteri del repository Git


Off

Se abilitata, i nuovi repository vengono inizializzati con il nome del ramo specificato. È possibile modificare il ramo predefinito per un determinato repository in qualsiasi momento. Il nome del ramo predefinito è main .

Consentire agli utenti di gestire le autorizzazioni per i rami creati

On

I nuovi repository sono configurati per consentire agli utenti di gestire le autorizzazioni per i rami creati.

Impostazioni dei singoli repository

La tabella seguente riepiloga le impostazioni che è possibile abilitare e configurare per personalizzare per ogni repository Git.

Impostazione

Default

Descrizione


On

Consentire agli utenti di creare fork dal repository.

On

Creare automaticamente collegamenti per gli elementi di lavoro indicati in un commento di commit.

On

Consenti menzioni nei commenti di commit per chiudere gli elementi di lavoro.

On

Ricordare le preferenze dell'utente per il completamento degli elementi di lavoro con richieste pull.

Gestione delle autorizzazioni

On

Consentire agli utenti di gestire le autorizzazioni per i rami creati

Modalità strict vote

On

Abilitare la modalità di voto strict per il repository che richiede l'autorizzazione Di collaborazione per votare nelle richieste pull.

Disabilitare il repository

On

Disabilitare l'accesso a al repository (incluse compilazioni, richieste pull e così via), ma mantenere il repository individuabile con un avviso.

Rami ricercabili

On

Specificare fino a 5 rami aggiuntivi per partecipare alla ricerca di codice, che per impostazione predefinita si applica solo al ramo predefinito.

Criteri del repository

La tabella seguente riepiloga i criteri che è possibile definire per personalizzare un repository o definire per inizializzare tutti i nuovi repository con queste impostazioni.

Criteri

Default

Descrizione


Off

Blocca push con un messaggio di posta elettronica dell'autore del commit che non corrisponde ai modelli specificati.

Off

Impedire ai push di introdurre percorsi di file che corrispondono ai modelli specificati.

Off

Evitare conflitti di distinzione tra maiuscole e minuscole bloccando i push che modificano la distinzione tra maiuscole e minuscole per file, cartelle, rami e tag.

Off

Bloccare i push che introducono file, cartelle o nomi di ramo che includono nomi riservati della piattaforma o caratteri incompatibili.

Off

Blocca i push che introducono percorsi che superano la lunghezza specificata.

Off

Bloccare i push che contengono file nuovi o aggiornati con dimensioni superiori a questo limite.

Criteri per i rami

La tabella seguente riepiloga i criteri che è possibile definire per personalizzare un ramo. Per altre informazioni sulla configurazione di queste impostazioni, vedere Migliorare la qualità del codice con i criteri del ramo.

Criteri

Default

Descrizione


Off

Richiedere l'approvazione da un numero specificato di revisori nelle richieste pull.

Off

Favorire la tracciabilità controllando la presenza di elementi di lavoro collegati nelle richieste pull

Off

Verificare che tutti i commenti siano stati risolti nelle richieste pull.

Off

Controllare la cronologia dei rami limitando i tipi di merge disponibili quando vengono completate le richieste pull.

Off

Aggiungere uno o più criteri per convalidare il codice tramite la pre-unione e la compilazione delle modifiche delle richieste pull. Può anche abilitare o disabilitare i criteri.

Off

Aggiungere uno o più criteri per richiedere ad altri servizi di pubblicare lo stato di esito positivo per completare le richieste pull. Può anche abilitare o disabilitare i criteri.

Off

Aggiungere uno o più criteri per designare i revisori del codice da includere automaticamente quando le richieste pull modificano determinate aree di codice. Può anche abilitare o disabilitare i criteri.

Prerequisiti

  • Per impostare i criteri del ramo, è necessario essere un membro del gruppo di sicurezza Project Administrators o avere le autorizzazioni a livello di repository impostate: Modifica criteri. Per altre informazioni, vedere Impostare le autorizzazioni del repository Git.
  • Se è la prima volta che si usano i comandi, vedere Introduzione all'interfaccia della az reposaz repos
  • Per impostare i criteri del ramo, è necessario essere un membro del gruppo di sicurezza Project Administrators o avere le autorizzazioni a livello di repository impostate: Modifica criteri. Per altre informazioni, vedere Impostare le autorizzazioni del repository Git.

Visualizzare e modificare le impostazioni del repository

  1. Dal Web browser aprire il progetto per l'organizzazione in Azure DevOps e scegliere Project impostazioni ,Repository e selezionare il repository.

    Screenshot che mostra la selezione Project'impostazione', 'Repository' e un repository.

  2. Selezionare Impostazioni per visualizzare e configurare le impostazioni del repository.

    Screenshot che mostra la scheda

  3. Selezionare Criteri per visualizzare e configurare i criteri a livello di progetto e tra i repo.

    Screenshot che mostra la scheda

  1. Dal Web browser aprire il progetto e scegliere Project ,Repository eselezionare il repository.

    Screenshot del

  2. Selezionare Opzioni e criteri per visualizzare e configurare le impostazioni del repository.

    In Opzioni per FabrikamFiber sono evidenziate le schede Opzioni e Criteri ed è selezionata l'opzione Opzioni.

  1. Dal Web browser aprire il progetto e scegliere l'icona a forma di ingranaggio Controllo della versionee selezionare il repository.

    Screenshot che mostra le opzioni

  2. Selezionare le opzioni per visualizzare e configurare le impostazioni del repository.

    Interfaccia utente delle opzioni

  1. Dal Web browser aprire il progetto e scegliere l'icona a forma di ingranaggio Controllo della versionee selezionare il repository.

    Screenshot che mostra le opzioni

  2. Selezionare Opzioni per visualizzare e configurare le impostazioni del repository.

    Screenshot che mostra l'interfaccia utente delle opzioni.

Preferenza predefinita per il nome del ramo

È possibile scegliere qualsiasi nome di ramo legale da usare quando viene inizializzato un repository o modificarlo in un secondo momento, se necessario. È possibile accedere all'impostazione in due modi:

  • Impostazioni organizzazione: nella pagina DevOps selezionare il progetto Repository impostazioni organizzazione, attivare Nome ramo predefinito per i nuovi repository e digitare il nome del ramo predefinito.

    Screenshot che mostra le opzioni

  • Project impostazioni: nella pagina del progetto selezionare Project settingsRepositoriesImpostazioni(Repository Impostazioni), attivare Default branch name for new repositories(Nome ramo predefinito per i nuovi repository) e digitare il nome del ramo predefinito.

    Screenshot che mostra le opzioni

Se non si abilita questa funzionalità, i repository verranno inizializzati con il nome Azure Repos predefinito, main.

Amministrazione dei criteri tra più rami del repo

È possibile impostare i criteri in un ramo specifico o nel ramo predefinito in tutti i repository del progetto. Ad esempio, un amministratore potrebbe richiedere due revisori minimi per tutte le richieste pull effettuate in ogni ramo principale in ogni repository del progetto. È possibile trovare la funzionalità Aggiungi protezione ramo nella Repos Project Impostazioni.

Screenshot che mostra l'opzione

Forks

Controlla se gli utenti sono in grado di creare nuovi forklato server. La disabilitazione di questa impostazione non altererà i fork esistenti.

Da Project Impostazioni repository > Impostazioni, è possibile abilitare o disabilitare >.

Repository, Impostazioni, forks.

Collegamento di elementi di lavoro

Da Project Impostazioni repository > Impostazioniè possibile configurare le impostazioni che gestiscono il collegamento degli elementi di lavoro.

Repository, Impostazioni, configurazione dell'elemento di lavoro.

Impostazione

Descrizione


Collegamento della menzione del commit

Se abilitata, i messaggi di commit contenenti "#" seguiti da un ID elemento di lavoro valido collegano automaticamente il commit all'elemento di lavoro indicato. Disabilitare questa impostazione quando si esegue il push di un repository contenuto in precedenza da un account o un servizio diverso. Tali repository possono avere che non corrispondono agli ID degli #mentions elementi di lavoro nell'account corrente.

Risoluzione degli elementi di lavoro di menzione del commit

Abilitare questa impostazione per completare automaticamente tali elementi di lavoro quando si completa correttamente la richiesta pull. In caso contrario, è possibile specificare lo stato del flusso di lavoro a cui eseguire la transizione dell'elemento di lavoro al momento dell'unione della richiesta pull. Per altre informazioni, vedere Completamento automatico degli elementi di lavoro con richieste pull.

Risoluzione degli elementi di lavoro di menzione del commit

Abilitare questa impostazione per completare automaticamente tali elementi di lavoro quando si completa correttamente la richiesta pull. Per altre informazioni, vedere Completamento automatico degli elementi di lavoro con richieste pull.

Preferenze di transizione degli elementi di lavoro

Per impostazione predefinita, l'opzione per completare gli elementi di lavoro collegati durante il completamento della richiesta pull memorizza l'ultima scelta di ogni utente. Alcuni team possono avere approcci diversi alla chiusura degli elementi di lavoro, ad esempio durante una riunione di standup, e potrebbero voler sconsigliare agli utenti di completare gli elementi di lavoro con le richieste pull. Disabilitando questa impostazione, gli utenti devono acconsentire esplicitamente al completamento degli elementi di lavoro per ogni richiesta pull.

Confermare la convalida tramite posta elettronica dell'autore

È possibile impostare criteri push per impedire il push dei commit in un repository per il quale il messaggio di posta elettronica dell'autore del commit non corrisponde al modello specificato.

Screenshot che mostra la scheda

Da criteri Project Impostazioni > repositoryè possibile abilitare o disabilitare la convalida tramite posta elettronica dell'autore >

Repository, Criteri, Convalida tramite posta elettronica dell'autore del commit.

È possibile specificare messaggi di posta elettronica esatti o usare caratteri jolly. Più modelli di posta elettronica devono usare ";" come separatore. I modelli di posta elettronica con prefisso "!" sono esclusi. L'ordine è importante.

Convalida del percorso file

È possibile impostare un criterio per impedire il push dei commit in un repository in base ai percorsi di file. I criteri di convalida del percorso file bloccano i push che corrispondono al modello specificato.

Screenshot che mostra la scheda

Applicazione di maiuscole e minuscole

Git fa distinzione tra maiuscole e minuscole, vale a dire che un file denominato "Foo.txt" è diverso da un file denominato "foo.txt". Windows e macOS per impostazione predefinita non fa distinzione tra maiuscole e minuscole, vale a dire che "Foo.txt" e "foo.txt" hanno lo stesso nome. Ciò può causare problemi per gli utenti se un utente in un sistema senza distinzione tra maiuscole e minuscole esegue il push di file, cartelle, rami o tag che differiscono solo in base alla distinzione tra maiuscole e minuscole.

Se la maggior parte degli utenti si Windows o macOS, è consigliabile attivare l'impostazione Imposizione caso. L'imposizione di maiuscole e minuscole consente di passare dalla modalità predefinita con distinzione tra maiuscole e minuscole, in cui "File.txt" e "file.txt" sono distinti, a una modalità Windows e macOS in cui "File.txt" e "file.txt" sono lo stesso file. Questa impostazione interessa file, cartelle, rami e tag. Impedisce inoltre ai collaboratori di introdurre accidentalmente differenze dovute solo all'uso di maiuscole o minuscole. L'abilitazione dell' imposizione di maiuscole/minuscole è consigliata se la maggior parte dei collaboratori usa Windows o macOS.

Blocca l'introduzione di nuovi file, cartelle, rami o tag che causerebbero un conflitto di questo tipo. L'utente dovrà riscrivere la cronologia senza push per risolvere il problema, quindi riprovare a eseguire il push.

Questa impostazione non correggerà un repository che contiene già oggetti che differiscono solo in base alla distinzione tra maiuscole e minuscole. È consigliabile risolvere questi problemi prima di attivare i criteri. È possibile rinominare file e cartelle o creare nuovamente rami e tag usando nuovi nomi non in conflitto.

Da Project Impostazioni > repository,è possibile abilitare o disabilitare l'imposizione >

Repository, Criteri, Impostazione di imposizione del caso.

Nota

I criteri di imposizione del caso richiedono TFS 2018.2 o versione successiva.

Nomi riservati e lunghezza massima del percorso

Non tutti i nomi di file sono consentiti nei tre principali file system del sistema operativo (Windows, macOS e Linux). Gli sviluppatori possono eseguire il push dei commit in un repository condiviso che può contenere file o cartelle con nomi non validi in una o più piattaforme. La directory di lavoro può essere danneggiata se file o cartelle non validi vengono recuperati ed estratti in una piattaforma.

Da Project Impostazioni repository, >è possibile abilitare o disabilitare due criteri per applicare restrizioni ai nomi di file e ai percorsi di file: > e Lunghezza massima del percorso.

Impostazioni repository, criteri, nomi riservati e lunghezza massima del percorso.

L'impostazione Nomi riservati blocca i push nel repository che contengono nomi di file o cartelle non validi in qualsiasi piattaforma. Visualizzare i nomi non validi

Inoltre, non tutte le lunghezze di percorso sono consentite nei tre principali file system del sistema operativo (Windows, macOS e Linux). Gli sviluppatori possono eseguire il push dei commit in un repository condiviso che può contenere file o directory con lunghezze di percorso non valide in una o più piattaforme. Se questi file o directory vengono recuperati ed estratti in una piattaforma in cui non sono validi, la directory di lavoro può essere danneggiata.

L'impostazione Lunghezza massima percorso blocca i push nel repository che contengono file o directory con nomi di percorso non validi in qualsiasi piattaforma. Vedere quali lunghezze di percorso non sono valide. Se abilitata, viene selezionato il valore predefinito perché è la lunghezza massima massima supportata al 248 100% in tutte e tre le piattaforme principali.

Il valore del percorso massimo può essere modificato. Ad esempio, se nell'organizzazione sono presenti solo sviluppatori macOS o Linux, è possibile scegliere di impostarlo sul valore massimo supportato al 100% in entrambe le piattaforme ( 1016 ). È anche possibile scegliere di impostare un valore di percorso massimo inferiore se si desidera applicare determinate convenzioni di denominazione delle directory & per l'organizzazione.

Dimensione massima dei file

I file di grandi dimensioni archiviati in Git rimangono per sempre nel repository, trascinando verso il basso i tempi di clonazione e aumentando l'utilizzo del disco. Sono disponibili suggerimenti per la gestione di file di grandi dimensioni.

L'impostazione dei criteri Dimensioni massime file consente agli amministratori di impedire l'immissione di file di una determinata dimensione nel repository. Se un push contiene un file nuovo o aggiornato superiore al limite configurato in questa impostazione, il push verrà bloccato. L'utente dovrà riscrivere la cronologia di cui non è stato rimosso il push per rimuovere il file di grandi dimensioni e ripetere il push.

Da Project Impostazioni > repository,è possibile abilitare o disabilitare > e impostare il valore massimo

Impostazione Repository, Criteri, Dimensioni massime file.

Nota

Il criterio Dimensioni massime file richiede TFS 2018.2 o versione successiva.

Passaggi successivi

Azure Repos | Azure DevOps Server 2020 | Azure DevOps Server 2019 | TFS 2018

È possibile personalizzare i repository Git Azure DevOps repository Git usando le impostazioni del repository e dei criteri. Le opzioni globali per interi repository sono configurate dalle impostazioni del repository. Sono inoltre disponibili controlli specifici dell'utente e specifici del ramo, coperti rispettivamente da autorizzazioni e criteri di ramo.

Questo articolo illustra le impostazioni del repository lato server. È anche possibile ottenere informazioni sulle preferenze Git sul lato client.

Nota

La funzionalità documentata in questo articolo richiede TFS 2018 Update 2 o versione successiva.

Per le impostazioni specifiche del ramo, esaminare i criteri del ramo. Sono incluse opzioni come richiedere una richiesta pull, una compilazione riuscita o una revisione del codice. Per le impostazioni specifiche dell'utente, esaminare le autorizzazioni. Le autorizzazioni consentono di controllare chi può leggere, scrivere, contribuire alle richieste pull e altre azioni specifiche.

Riepilogo di tutte le impostazioni del repository e del ramo

È possibile configurare varie impostazioni e criteri per tutti i repository, per i singoli repository e per i singoli rami di un repository. Questi vengono tutti impostati tramite Project Impostazioni.

Nota

È consigliabile configurare le impostazioni del repository a livello di progetto o per ogni singolo repository, ma non a entrambi. Se impostato a entrambi i livelli, il sistema rispetta l'impostazione più restrittiva. La configurazione di queste impostazioni a un solo livello elimina questa complessità e impedisce una riduzione delle prestazioni di Git.

Tutte le impostazioni del repository

La tabella seguente riepiloga le impostazioni che è possibile abilitare e configurare per tutti i repository Git creati per un progetto.

Impostazione

Default

Descrizione