Hosting di zone DNS di ricerca inversa in DNS Azure

Questo articolo illustra come eseguire l'hosting delle zone DNS di ricerca inversa per gli intervalli di indirizzi IP assegnati in DNS Azure. Gli intervalli di indirizzi IP rappresentati dalle zone di ricerca inversa devono essere assegnati all'organizzazione, in genere dal provider di servizi Internet.

Per configurare il DNS inverso per un indirizzo IP di proprietà di Azure assegnato al servizio di Azure, vedere Configure the reverse lookup for the IP addresses allocated to your Azure service (Configurare la ricerca inversa per gli indirizzi IP allocati al servizio di Azure).

Prima di leggere questo articolo, è necessario leggere Panoramica del DNS inverso e supporto in Azure.

Questo articolo illustra la procedura per la creazione della prima zona DNS di ricerca inversa e del primo record tramite il portale di Azure, Azure PowerShell, l'interfaccia della riga di comando di Azure 1.0 o l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0.

Creare una zona DNS di ricerca inversa

  1. Accedere al portale di Azure
  2. Nel menu Hub fare clic su Nuovo > Rete e quindi fare clic su Zona DNS per aprire il pannello Crea zona DNS.

    Zona DNS

  3. Nel pannello Crea zona DNS assegnare un nome alla zona DNS. Il nome della zona viene configurato in modo diverso per i prefissi IPv4 e IPv6. Usare le istruzioni per IPV4 o IPv6 per specificare un nome per la zona. Al termine, fare clic su Crea per creare la zona.

IPv4

Il nome di una zona di ricerca inversa IPv4 è basato sull'intervallo da essa rappresentato. Deve avere il formato seguente: <IPv4 network prefix in reverse order>.in-addr.arpa. Per esempi, vedere Panoramica del DNS inverso e supporto in Azure.

Nota

Quando si creano zone DNS di ricerca inversa senza classi in DNS Azure, è necessario usare un trattino (-) invece di una barra rovesciata ('/') nel nome della zona.

Ad esempio, per l'intervallo di indirizzi IP 192.0.2.128/26 è necessario usare 128-26.2.0.192.in-addr.arpa come nome della zona invece di 128/26.2.0.192.in-addr.arpa.

Anche se entrambi sono supportati dagli standard DNS, infatti, i nomi di zona DNS contenenti il carattere di barra rovesciata (/) non sono supportati in DNS Azure.

L'esempio seguente mostra come creare una zona del DNS inverso di tipo "classe C" con nome 2.0.192.in-addr.arpa in DNS Azure tramite il portale di Azure:

Creare una zona DNS

"Località del gruppo di risorse" indica la posizione del gruppo di risorse e non ha alcun impatto sulla zona DNS. La posizione della zona DNS è sempre "globale" e non viene visualizzata.

Gli esempi seguenti mostrano come completare questa attività con Azure PowerShell e l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

New-AzureRmDnsZone -Name 2.0.192.in-addr.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

azure network dns zone create MyResourceGroup 2.0.192.in-addr.arpa

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

az network dns zone create -g MyResourceGroup -n 2.0.192.in-addr.arpa

IPv6

Il nome di una zona di ricerca inversa di tipo IPv6 deve avere il formato seguente: <IPv6 network prefix in reverse order>.ip6.arpa. Per esempi, vedere Panoramica del DNS inverso e supporto in Azure.

L'esempio seguente mostra come creare una zona DNS di ricerca inversa di tipo IPv6 con nome 0.0.0.0.d.c.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa in DNS Azure tramite il portale di Azure:

Creare una zona DNS

"Località del gruppo di risorse" indica la posizione del gruppo di risorse e non ha alcun impatto sulla zona DNS. La posizione della zona DNS è sempre "globale" e non viene visualizzata.

Gli esempi seguenti mostrano come completare questa attività con Azure PowerShell e l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

New-AzureRmDnsZone -Name 0.0.0.0.d.c.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

azure network dns zone create MyResourceGroup 0.0.0.0.d.c.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

az network dns zone create -g MyResourceGroup -n 0.0.0.0.d.c.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa

Delegare una zona DNS di ricerca inversa

Dopo avere creato la zona DNS di ricerca inversa, è necessario assicurarsi che la zona sia delegata dalla zona padre. La delega DNS consente al processo di risoluzione del nome DNS di trovare i server dei nomi che ospitano la zona DNS di ricerca inversa. Ciò consente ai server dei nomi di rispondere alle query del DNS inverso per gli indirizzi IP disponibili nell'intervallo di indirizzi.

Per le zone di ricerca diretta il processo di delega di una zona DNS è illustrato in Delegare un dominio a DNS Azure. La delega per le zone di ricerca inversa funziona nello stesso modo. L'unica differenza è costituita dal fatto che è necessario configurare i server dei nomi con il provider di servizi Internet che ha fornito l'intervallo di indirizzi IP, invece del registrar.

Creare un record PTR DNS

IPv4

L'esempio seguente illustra la procedura di creazione di un record PTR in una zona del DNS inverso in DNS Azure. Per altri tipi di record e per modificare i record esistenti, vedere Gestire record e set di record DNS con il portale di Azure.

  1. Nella parte superiore del pannello Zona DNS selezionare + Record set (Aggiungi set di record) per aprire il pannello Aggiungi set di record.

    Zona DNS

  2. Nel pannello Aggiungi set di record.

  3. Selezionare PTR dal menu "Tipo" del record.
  4. Il nome del set di record per un record PTR deve corrispondere al resto dell'indirizzo IPv4 in ordine inverso. In questo esempio i primi tre ottetti sono già popolati come parte del nome della zona (.2.0.192). Solo l'ultimo ottetto viene quindi fornito nel campo del nome. Ad esempio, è possibile assegnare il nome "15" a un set di record per una risorsa il cui indirizzo IP è 192.0.2.15.
  5. Nel campo "Nome dominio" immettere il nome di dominio completo della risorsa usando l'indirizzo IP.
  6. Selezionare OK nella parte inferiore del pannello per creare il record DNS.

    Aggiungi set di record

Gli esempi seguenti mostrano come completare questa attività con PowerShell e l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

New-AzureRmDnsRecordSet -Name 15 -RecordType PTR -ZoneName 2.0.192.in-addr.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup -Ttl 3600 -DnsRecords (New-AzureRmDnsRecordConfig -Ptrdname "dc1.contoso.com")

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

azure network dns record-set add-record MyResourceGroup 2.0.192.in-addr.arpa 15 PTR --ptrdname dc1.contoso.com  

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

    az network dns record-set ptr add-record -g MyResourceGroup -z 2.0.192.in-addr.arpa -n 15 --ptrdname dc1.contoso.com

IPv6

L'esempio seguente fornisce indicazioni dettagliate sul processo di creazione di un nuovo record "PTR". Per altri tipi di record e per modificare i record esistenti, vedere Gestire record e set di record DNS con il portale di Azure.

  1. Nella parte superiore del pannello Zona DNS selezionare + Set di record per aprire il pannello Aggiungi set di record.

    Pannello Zona DNS

  2. Nel pannello Aggiungi set di record.

  3. Selezionare PTR dal menu "Tipo" del record.
  4. Il nome del set di record per un record PTR deve corrispondere al resto dell'indirizzo IPv6 in ordine inverso. Non deve includere alcuna compressione degli zeri. In questo esempio i primi 64 bit dell'indirizzo IPv6 sono già popolati come parte del nome della zona (0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa). Solo gli ultimi 64 bit vengono quindi forniti nel campo del nome. Gli ultimi 64 bit dell'indirizzo IP vengono immessi in ordine inverso, usando un punto come delimitatore tra ogni numero esadecimale. Ad esempio, è possibile specificare "e.5.0.4.9.f.a.1.c.b.0.1.4.2.5.f" come nome di un set di record per una risorsa il cui indirizzo IP è 2001:0db8:abdc:0000:f524:10bc:1af9:405e.
  5. Nel campo "Nome dominio" immettere il nome di dominio completo della risorsa usando l'indirizzo IP.
  6. Selezionare OK nella parte inferiore del pannello per creare il record DNS.

Pannello Aggiungi set di record

Gli esempi seguenti mostrano come completare questa attività con PowerShell e l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

New-AzureRmDnsRecordSet -Name "e.5.0.4.9.f.a.1.c.b.0.1.4.2.5.f" -RecordType PTR -ZoneName 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup -Ttl 3600 -DnsRecords (New-AzureRmDnsRecordConfig -Ptrdname "dc2.contoso.com")

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

azure network dns record-set add-record MyResourceGroup 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa e.5.0.4.9.f.a.1.c.b.0.1.4.2.5.f PTR --ptrdname dc2.contoso.com 

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

    az network dns record-set ptr add-record -g MyResourceGroup -z 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa -n e.5.0.4.9.f.a.1.c.b.0.1.4.2.5.f --ptrdname dc2.contoso.com

Visualizzare i record

Per visualizzare i record creati, passare alla zona DNS nel portale di Azure. Nella parte inferiore del pannello Zona DNS è possibile visualizzare i record per la zona DNS. Verranno visualizzati i record NS e SOA predefiniti, che vengono creati in ogni zona, ed eventuali nuovi record creati.

IPv4

Pannello Zona DNS con i record PTR IPv4:

Pannello Zona DNS

Gli esempi seguenti mostrano come visualizzare i record PTR usando PowerShell o l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

Get-AzureRmDnsRecordSet -ZoneName 2.0.192.in-addr.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

    azure network dns record-set list MyResourceGroup 2.0.192.in-addr.arpa

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

    azure network dns record-set list -g MyResourceGroup -z 2.0.192.in-addr.arpa

IPv6

Pannello Zona DNS con i record PTR IPv6:

Pannello Zona DNS

Gli esempi seguenti mostrano come visualizzare i record con PowerShell e con l'interfaccia della riga di comando di Azure:

PowerShell

Get-AzureRmDnsRecordSet -ZoneName 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa -ResourceGroupName MyResourceGroup

Interfaccia della riga di comando di Azure 1.0

    azure network dns record-set list MyResourceGroup 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa

Interfaccia della riga di comando di Azure 2.0

    azure network dns record-set list -g MyResourceGroup -z 0.0.0.0.c.d.b.a.8.b.d.0.1.0.0.2.ip6.arpa

domande frequenti

È possibile ospitare zone DNS di ricerca inversa per i blocchi di indirizzi IP assegnati dal provider di servizi Internet in DNS Azure?

Sì. L'hosting delle zone di ricerca inversa (ARPA) per gli intervalli di indirizzi IP in DNS Azure DNS è completamento supportato.

Creare le zone di ricerca inversa in DNS Azure come illustrato in questo articolo, quindi collaborare con il provider di servizi Internet per delegare la zona. Sarà quindi possibile gestire i record PTR per ogni ricerca inversa come per gli altri tipi di record.

Quanto costa l'hosting della zona DNS di ricerca inversa?

L'hosting della zona DNS di ricerca inversa per i blocchi di indirizzi IP assegnati dal provider di servizi Internet in DNS Azure viene addebitato in base alle tariffe standard per DNS Azure.

È possibile ospitare zone DNS di ricerca inversa per indirizzi IPv4 e IPv6 in DNS Azure?

Sì. Questo articolo illustra come creare zone DNS di ricerca inversa di tipo IPv4 e IPv6 in DNS Azure.

È possibile importare una zona DNS di ricerca inversa esistente?

Sì. È possibile usare l'interfaccia della riga di comando di Azure per importare zone DNS di ricerca inversa esistenti in DNS Azure. Questo approccio è applicabile alle zone di ricerca diretta e alle zone DNS di ricerca inversa.

Per altre informazioni, vedere Importare ed esportare un file di zona DNS usando l'interfaccia della riga di comando di Azure.

Passaggi successivi

Per altre informazioni sul DNS inverso, vedere Risoluzione DNS inversa su Wikipedia.
Informazioni su come gestire i record di DNS inverso per i servizi di Azure.