Creare e modificare un circuito ExpressRoute tramite l'interfaccia della riga di comando

Questo articolo descrive la procedura di creazione di un circuito di Azure ExpressRoute usando l'interfaccia della riga di comando. Questo articolo descrive anche come controllare lo stato, eseguire l'aggiornamento o effettuare l'eliminazione e il deprovisioning di un circuito. Se si vuole usare un metodo diverso per operare con circuiti ExpressRoute, è possibile selezionare l'articolo appropriato nell'elenco seguente:

Prima di iniziare

  • Prima di iniziare, installare la versione più recente dei comandi dell'interfaccia della riga di comando (2.0 o successiva). Per informazioni sull'installazione dei comandi dell'interfaccia della riga di comando, vedere Install Azure CLI 2.0 (Installare l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0) e Get Started with Azure CLI 2.0 (Introduzione all'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0).
  • Prima di iniziare la configurazione, verificare i prerequisiti e i flussi di lavoro.

Creare un circuito ExpressRoute ed eseguirne il provisioning

1. Accedere al proprio account Azure e selezionare la sottoscrizione

Per iniziare la configurazione, accedere al proprio account Azure. Per eseguire la connessione, usare gli esempi che seguono:

az login

Controllare le sottoscrizioni per l'account.

az account list

Selezionare la sottoscrizione per la quale si vuole creare un circuito ExpressRoute.

az account set --subscription "<subscription ID>"

2. Ottenere l'elenco dei provider, delle località e delle larghezze di banda supportate

Prima di creare un circuito ExpressRoute, è necessario avere l'elenco delle località, delle opzioni di larghezza di banda e dei provider di connettività supportati. Il comando 'az network express-route list-service-providers' dell'interfaccia della riga di comando restituisce queste informazioni, che verranno usate nei passaggi successivi:

az network express-route list-service-providers

La risposta restituita è simile all'esempio seguente:

[
  {
    "bandwidthsOffered": [
      {
        "offerName": "50Mbps",
        "valueInMbps": 50
      },
      {
        "offerName": "100Mbps",
        "valueInMbps": 100
      },
      {
        "offerName": "200Mbps",
        "valueInMbps": 200
      },
      {
        "offerName": "500Mbps",
        "valueInMbps": 500
      },
      {
        "offerName": "1Gbps",
        "valueInMbps": 1000
      },
      {
        "offerName": "2Gbps",
        "valueInMbps": 2000
      },
      {
        "offerName": "5Gbps",
        "valueInMbps": 5000
      },
      {
        "offerName": "10Gbps",
        "valueInMbps": 10000
      }
    ],
    "id": "/subscriptions//resourceGroups//providers/Microsoft.Network/expressRouteServiceProviders/",
    "location": null,
    "name": "AARNet",
    "peeringLocations": [
      "Melbourne",
      "Sydney"
    ],
    "provisioningState": "Succeeded",
    "resourceGroup": "",
    "tags": null,
    "type": "Microsoft.Network/expressRouteServiceProviders"
  },

Controllare la riposta per verificare se è presente il proprio provider di connettività. Prendere nota delle informazioni seguenti, perché saranno necessarie al momento della creazione di un circuito:

  • Nome
  • PeeringLocations
  • BandwidthsOffered

È ora possibile creare un circuito ExpressRoute.

3. Creare un circuito ExpressRoute

Importante

Il circuito ExpressRoute viene addebitato dal momento in cui viene emessa una chiave di servizio. Eseguire l'operazione quando il provider di connettività è pronto a effettuare il provisioning del circuito.

Se non si ha già un gruppo di risorse, è necessario crearne uno prima di creare il circuito ExpressRoute. È possibile creare un gruppo di risorse eseguendo il comando seguente:

az group create -n ExpressRouteResourceGroup -l "West US"

L'esempio seguente illustra come creare un circuito ExpressRoute a 200 Mbps tramite Equinix nella Silicon Valley. Se si usa un altro provider e impostazioni diverse, sostituire tali informazioni al momento della richiesta.

Verificare di aver specificato il livello e la famiglia SKU corretti:

  • Il livello SKU determina se deve essere abilitato il componente aggiuntivo ExpressRoute Standard o Premium. È possibile specificare 'Standard' per ottenere lo SKU Standard o 'Premium' per il componente aggiuntivo Premium.
  • La famiglia SKU determina il tipo di fatturazione. Specificare 'Metereddata' per un piano dati a consumo e 'Unlimiteddata' per un piano dati senza limiti. È possibile modificare il tipo di fatturazione da 'Metereddata' a 'Unlimiteddata', ma non è possibile eseguire il passaggio inverso.

Il circuito ExpressRoute viene addebitato dal momento in cui viene emessa una chiave di servizio. Di seguito è riportato un esempio di richiesta di una nuova chiave di servizio:

az network express-route create --bandwidth 200 -n MyCircuit --peering-location "Silicon Valley" -g ExpressRouteResourceGroup --provider "Equinix" -l "West US" --sku-family MeteredData --sku-tier Standard

La risposta contiene la chiave di servizio.

4. Elencare tutti i circuiti ExpressRoute

Per ottenere un elenco di tutti i circuiti ExpressRoute creati, eseguire il comando 'az network express-route list'. È possibile recuperare queste informazioni in qualsiasi momento usando questo comando. Per ottenere un elenco di tutti i circuiti, effettuare la chiamata senza parametri.

az network express-route list

La chiave di servizio è indicata nel campo ServiceKey della risposta.

"allowClassicOperations": false,
"authorizations": [],
"circuitProvisioningState": "Enabled",
"etag": "W/\"1262c492-ffef-4a63-95a8-a6002736b8c4\"",
"gatewayManagerEtag": null,
"id": "/subscriptions/81ab786c-56eb-4a4d-bb5f-f60329772466/resourceGroups/ExpressRouteResourceGroup/providers/Microsoft.Network/expressRouteCircuits/MyCircuit",
"location": "westus",
"name": "MyCircuit",
"peerings": [],
"provisioningState": "Succeeded",
"resourceGroup": "ExpressRouteResourceGroup",
"serviceKey": "1d05cf70-1db5-419f-ad86-1ca62c3c125b",
"serviceProviderNotes": null,
"serviceProviderProperties": {
  "bandwidthInMbps": 200,
  "peeringLocation": "Silicon Valley",
  "serviceProviderName": "Equinix"
},
"serviceProviderProvisioningState": "NotProvisioned",
"sku": {
  "family": "UnlimitedData",
  "name": "Standard_MeteredData",
  "tier": "Standard"
},
"tags": null,
"type": "Microsoft.Network/expressRouteCircuits]

È possibile ottenere descrizioni dettagliate di tutti i parametri eseguendo il comando con il parametro '-h'.

az network express-route list -h

5. Inviare la chiave di servizio al provider di connettività per il provisioning

'ServiceProviderProvisioningState' offre informazioni sullo stato di provisioning corrente sul lato provider del servizio. Le informazioni di stato indicano lo stato sul lato Microsoft. Per altre informazioni, vedere l'articolo sui flussi di lavoro.

Quando si crea un nuovo circuito ExpressRoute, il circuito ha lo stato seguente:

"serviceProviderProvisioningState": "NotProvisioned"
"circuitProvisioningState": "Enabled"

Il circuito passa allo stato seguente quando è in corso l'abilitazione da parte del provider di connettività:

"serviceProviderProvisioningState": "Provisioning"
"circuitProvisioningState": "Enabled"

Per poterlo usare, un circuito ExpressRoute deve avere lo stato seguente:

"serviceProviderProvisioningState": "Provisioned"
"circuitProvisioningState": "Enabled

6. Controllare periodicamente lo stato e la condizione della chiave del circuito

La verifica dello stato e della condizione della chiave del circuito comunicano all'utente quando il provider ha abilitato il circuito. Dopo la configurazione del circuito, lo stato di 'ServiceProviderProvisioningState' visualizzato è 'Provisioned', come illustrato nell'esempio seguente:

az network express-route show --resource-group ExpressRouteResourceGroup --name MyCircuit

La risposta restituita è simile all'esempio seguente:

"allowClassicOperations": false,
"authorizations": [],
"circuitProvisioningState": "Enabled",
"etag": "W/\"1262c492-ffef-4a63-95a8-a6002736b8c4\"",
"gatewayManagerEtag": null,
"id": "/subscriptions/81ab786c-56eb-4a4d-bb5f-f60329772466/resourceGroups/ExpressRouteResourceGroup/providers/Microsoft.Network/expressRouteCircuits/MyCircuit",
"location": "westus",
"name": "MyCircuit",
"peerings": [],
"provisioningState": "Succeeded",
"resourceGroup": "ExpressRouteResourceGroup",
"serviceKey": "1d05cf70-1db5-419f-ad86-1ca62c3c125b",
"serviceProviderNotes": null,
"serviceProviderProperties": {
  "bandwidthInMbps": 200,
  "peeringLocation": "Silicon Valley",
  "serviceProviderName": "Equinix"
},
"serviceProviderProvisioningState": "NotProvisioned",
"sku": {
  "family": "UnlimitedData",
  "name": "Standard_MeteredData",
  "tier": "Standard"
},
"tags": null,
"type": "Microsoft.Network/expressRouteCircuits]

7. Creare la configurazione di routing

Per istruzioni dettagliate, vedere l'articolo relativo alla configurazione del routing per un circuito ExpressRoute per creare e modificare i peering del circuito.

Importante

Queste istruzioni si applicano solo ai circuiti creati con provider di servizi che offrono servizi di connettività di livello 2. Se si usa un provider di servizi che offre servizi gestiti di livello 3 (di solito una VPN IP, come MPLS), il provider di connettività configura e gestisce il routing per conto dell'utente.

Collegare quindi una rete virtuale al circuito ExpressRoute. Fare riferimento all'articolo Collegare una rete virtuale a un circuito ExpressRoute.

Modifica di un circuito ExpressRoute

È possibile modificare determinate proprietà di un circuito ExpressRoute senza conseguenze per la connettività. È possibile apportare le modifiche seguenti senza tempi di inattività:

  • Abilitare o disabilitare un componente aggiuntivo ExpressRoute Premium per il circuito ExpressRoute.
  • Aumentare la larghezza di banda del circuito ExpressRoute, a condizione che sulla porta sia disponibile capacità. Il downgrade della larghezza di banda di un circuito non è tuttavia supportato.
  • Modificare il piano di misurazione da Dati a consumo a Dati senza limiti. La modifica del piano di misurazione da Dati senza limiti a Dati a consumo non è tuttavia supportata.
  • È possibile abilitare e disabilitare l'opzione Allow Classic Operations(Consenti operazioni classiche).

Per altre informazioni su limiti e limitazioni, vedere Domande frequenti su ExpressRoute.

Per abilitare il componente aggiuntivo ExpressRoute Premium

È possibile abilitare il componente aggiuntivo ExpressRoute Premium per il circuito esistente usando il comando seguente:

az network express-route update -n MyCircuit -g ExpressRouteResourceGroup --sku-tier Premium

Le funzionalità del componente aggiuntivo ExpressRoute Premium sono così abilitate nel circuito. La fatturazione della funzionalità del componente aggiuntivo Premium inizia non appena il comando viene eseguito correttamente.

Per disabilitare il componente aggiuntivo ExpressRoute Premium

Importante

Questa operazione può avere esito negativo se si usano più risorse di quelle consentite per il circuito standard.

Prima di disabilitare il componente aggiuntivo ExpressRoute Premium, tenere conto dei criteri seguenti:

  • Prima di effettuare il downgrade da Premium a Standard, è necessario assicurarsi che il numero di reti virtuali collegate al circuito sia minore di 10. Se sono più di 10, la richiesta di aggiornamento avrà esito negativo e verranno fatturate le tariffe Premium.
  • È necessario scollegare tutte le reti virtuali in altre aree geopolitiche. Se non si scollegano tutte le reti virtuali, la richiesta di aggiornamento avrà esito negativo e verranno fatturate le tariffe Premium.
  • La tabella di route deve includere meno di 4.000 route per il peering privato. Se le dimensioni della tabella di route sono maggiori di 4.000 route, la sessione BGP viene interrotta. La sessione non potrà essere riabilitata fino a quando il numero di prefissi annunciati non diventa inferiore a 4.000.

È possibile disabilitare il componente aggiuntivo ExpressRoute Premium per il circuito esistente usando l'esempio seguente:

az network express-route update -n MyCircuit -g ExpressRouteResourceGroup --sku-tier Standard

Per aggiornare la larghezza di banda del circuito ExpressRoute

Per le opzioni relative alla larghezza di banda supportate per il provider, vedere Domande frequenti su ExpressRoute. È possibile scegliere qualsiasi dimensione maggiore della dimensione del circuito esistente.

Importante

Se la capacità sulla porta esistente non è sufficiente, potrebbe essere necessario ricreare il circuito ExpressRoute. Il circuito non può essere aggiornato se in tale posizione non è disponibile capacità aggiuntiva.

Non è possibile ridurre la larghezza di banda di un circuito ExpressRoute senza interruzioni. Il downgrade della larghezza di banda richiede il deprovisioning del circuito ExpressRoute e quindi il provisioning di un nuovo circuito ExpressRoute.

Una volta stabilite le dimensioni necessarie, usare il comando seguente per ridimensionare il circuito:

az network express-route update -n MyCircuit -g ExpressRouteResourceGroup --bandwidth 1000

Il circuito viene ridimensionato su lato di competenza di Microsoft. Sarà poi necessario contattare il provider di connettività perché aggiorni le configurazioni corrispondenti in base a questa modifica. In seguito alla notifica, Microsoft inizia la fatturazione in base all'opzione relativa alla larghezza di banda aggiornata.

Per passare lo SKU dal piano a consumo al piano senza limiti

È possibile modificare lo SKU di un circuito ExpressRoute usando l'esempio seguente:

az network express-route update -n MyCircuit -g ExpressRouteResourceGroup --sku-family UnlimitedData

Per controllare l'accesso all'ambiente classico e all'ambiente Resource Manager

Vedere le istruzioni contenute in Spostare i circuiti ExpressRoute dal modello di distribuzione classica a quello Resource Manager.

Deprovisioning ed eliminazione di un circuito ExpressRoute

Per effettuare il deprovisioning e l'eliminazione di un circuito ExpressRoute, assicurarsi di comprendere i criteri seguenti:

  • È necessario scollegare tutte le reti virtuali dal circuito ExpressRoute. Se l'operazione non riesce, controllare se sono presenti reti virtuali collegate al circuito.
  • Se lo stato di provisioning del provider del servizio del circuito ExpressRoute è Provisioning in corso o Provisioning eseguito, è necessario collaborare con il provider di servizi per eseguire il deprovisioning del circuito sul lato del provider. Le risorse continuano a essere riservate e la fatturazione continuerà a essere applicata finché il provider di servizi non avrà completato il deprovisioning del circuito e inviato una notifica a Microsoft.
  • È possibile eliminare il circuito se il provider del servizio ne ha effettuato il deprovisioning. Dopo il deprovisioning di un circuito, lo stato di provisioning del provider di servizio è impostato su Senza provisioning. Viene così interrotta la fatturazione per il circuito.

È possibile eliminare un circuito ExpressRoute eseguendo questo comando:

az network express-route delete  -n MyCircuit -g ExpressRouteResourceGroup

Passaggi successivi

Dopo aver creato il circuito, verificare di eseguire le attività seguenti: