Indicazioni sulle comunicazioni da dispositivo a cloud

Durante l'invio di informazioni dall'app per dispositivo al back-end della soluzione, l'hub IoT espone tre opzioni:

  • Messaggi da dispositivo a cloud per dati di telemetria e avvisi relativi alle serie temporali.
  • Proprietà segnalate per segnalare informazioni sullo stato del dispositivo, ad esempio le funzionalità disponibili, le condizioni e lo stato dei flussi di lavoro a esecuzione prolungata. come aggiornamenti della configurazione e del software.
  • Caricamenti di file, per i file multimediali e batch di telemetria di grandi dimensioni caricati da dispositivi con connessione intermittente o compressi per risparmiare la larghezza di banda.

Ecco un confronto dettagliato delle diverse opzioni di comunicazione da dispositivo a cloud.

Messaggi da dispositivo a cloud Proprietà segnalate Caricamenti di file
Scenario Serie temporale di telemetria e avvisi. Ad esempio, batch di dati di sensori di 256 KB inviati ogni 5 minuti. Funzionalità disponibili e condizioni. Ad esempio, la modalità di connessione del dispositivo corrente, ad esempio cellulare o Wi-Fi. Sincronizzazione di flussi di lavoro a esecuzione prolungata, ad esempio aggiornamenti della configurazione e del software. File multimediali. Batch di telemetria di grandi dimensioni, in genere compressi.
Archiviazione e recupero Archiviati temporaneamente dall'hub IoT, per un massimo di 7 giorni. Solo lettura sequenziale. Archiviate dall'hub IoT nel dispositivo gemello. Recuperabili mediante il linguaggio di query dell'hub IoT. Archiviati nell'account di Archiviazione di Azure specificato dall'utente.
Dimensione Fino a messaggi di 256 KB. Le dimensioni massime per le proprietà segnalate sono 8 KB. Dimensioni di file massime supportate dall'Archiviazione BLOB di Azure.
Frequenza Elevata. Per altre informazioni, vedere i limiti dell'hub IoT. Media. Per altre informazioni, vedere i limiti dell'hub IoT. Bassa. Per altre informazioni, vedere i limiti dell'hub IoT.
Protocol Disponibile in tutti i protocolli. Attualmente disponibile solo quando si usa MQTT. Disponibile quando si usa qualsiasi protocollo, ma richiede HTTP nel dispositivo.

È possibile che un'applicazione richieda di inviare informazioni sotto forma di serie temporali di telemetria o avvisi e di renderle disponibili nel dispositivo gemello. In questo scenario è possibile scegliere una delle opzioni seguenti:

  • L'app per dispositivo invia un messaggio da dispositivo a cloud e segnala una modifica della proprietà.
  • La soluzione back-end può archiviare le informazioni nei tag del dispositivo gemello quando riceve il messaggio.

Poiché i messaggi da dispositivo a cloud consentono una velocità effettiva notevolmente superiore rispetto agli aggiornamenti del dispositivo gemello, è a volte consigliabile evitare di aggiornare il dispositivo gemello per ogni messaggio da dispositivo a cloud.