Riferimento - Quote e limitazioni dell'hub IoT

Quote e limitazioni

Ogni sottoscrizione di Azure può avere al massimo 10 hub IoT e al massimo un hub gratuito.

Ogni hub IoT viene sottoposto a provisioning con un determinato numero di unità in uno SKU specifico. Per altre informazioni, vedere Prezzi dell'hub IoT di Azure. Lo SKU e il numero di unità determinano la quota giornaliera massima dei messaggi che è possibile inviare.

Lo SKU determina anche le limitazioni che l'hub IoT applica alle operazioni.

Limitazioni per le operazioni

Le limitazioni per le operazioni sono limitazioni di frequenza applicate con intervalli di minuti e consentono di evitare abusi. L'hub IoT prova a evitare la restituzione di errori, se possibile, ma inizia a restituire eccezioni se la limitazione viene violata troppo a lungo.

La tabella seguente mostra le limitazioni applicate. I valori fanno riferimento a un singolo hub.

Limitazione Hub gratuiti e S1 Hub S2 Hub S3
Operazioni del registro delle identità (creazione, recupero, elenco, aggiornamento, eliminazione) 1,67/sec/unità (100/min/unità) 1,67/sec/unità (100/min/unità) 83,33/sec/unità (5000/min/unità)
Connessioni del dispositivo Al massimo 100/sec o 12/sec/unità
Ad esempio, due unità S1 sono 2*12 = 24/sec, ma si hanno almeno 100/sec tra le unità. Con nove unità S1 si otterrà 108/sec (9*12) tra le unità.
120/sec/unità 6000/sec/unità
Inoltri dal dispositivo al cloud Al massimo 100/sec o 12/sec/unità
Ad esempio, due unità S1 sono 2*12 = 24/sec, ma si hanno almeno 100/sec tra le unità. Con nove unità S1 si otterrà 108/sec (9*12) tra le unità.
120/sec/unità 6000/sec/unità
Inoltri dal cloud al dispositivo 1,67/sec/unità (100/min/unità) 1,67/sec/unità (100/min/unità) 83,33/sec/unità (5000/min/unità)
Ricezioni dal cloud al dispositivo
(solo quando il dispositivo usa HTTP)
16,67/sec/unità (1000/min/unità) 16,67/sec/unità (1000/min/unità) 833,33/sec/unità (50000/min/unità)
Caricamento di file 1,67 notifice caricamento file/sec/unità (100/min/unità) 1,67 notifice caricamento file/sec/unità (100/min/unità) 83,33 notifice caricamento file/sec/unità (5000/min/unità)
Metodi diretti 10/sec/unità 30/sec/unità 1500/sec/unità
Letture del dispositivo gemello 10/sec Al massimo 10/sec o 1/sec/unità 50/sec/unità
Aggiornamenti dei dispositivi gemelli 10/sec Al massimo 10/sec o 1/sec/unità 50/sec/unità
Operazioni dei processi
(creazione, aggiornamento, elenco, eliminazione)
1,67/sec/unità (100/min/unità) 1,67/sec/unità (100/min/unità) 83,33/sec/unità (5000/min/unità)
Velocità effettiva delle operazioni dei processi per dispositivo 10/sec Al massimo 10/sec o 1/sec/unità 50/sec/unità

È importante chiarire che la limitazione delle connessioni del dispositivo determina la frequenza con cui possono essere stabilite nuove connessioni del dispositivo con un hub IoT. La limitazione delle connessioni del dispositivo non determina il numero massimo di dispositivi connessi contemporaneamente. La limitazione dipende dal numero di unità di cui viene eseguito il provisioning per l'hub IoT.

Ad esempio, se si acquista una singola unità S1, si ottiene un limite di 100 connessioni al secondo. Di conseguenza, per connettere 100.000 dispositivi sono necessari almeno 1000 secondi (circa 16 minuti). Tuttavia, è consentito un numero di dispositivi connessi simultaneamente pari al numero di dispositivi registrati nel registro delle identità.

Per un'analisi approfondita del comportamento della limitazione dell'hub IoT, vedere il post del blog IoT Hub throttling and you (Limitazione dell'hub IoT).

Nota

È possibile incrementare le quote o le limitazioni in qualsiasi momento aumentando il numero di unità sottoposte a provisioning in un hub IoT.

Importante

Le operazioni del registro delle identità sono destinate all'uso in fase di esecuzione negli scenari di gestione e provisioning dei dispositivi. L'operazione di lettura o aggiornamento di un numero elevato di identità dei dispositivi è supportata tramite i processi di importazione ed esportazione.

Altri limiti

L'hub IoT applica altri limiti operativi:

Operazione Limite
URI per il caricamento di file 10000 URI di firma di accesso condiviso possono essere generati contemporaneamente per un account di archiviazione.
10 URI di firma di accesso condiviso/dispositivo possono essere generati contemporaneamente.
Processi La cronologia dei processi viene mantenuta per un massimo di 30 giorni.
Il numero massimo di processi simultanei è 1 (per il livello Gratuito e S1, 5 (per S2), 10 (per S3).
Altri endpoint Agli hub SKU a pagamento possono essere associati 10 endpoint aggiuntivi. Agli hub SKU gratuiti può essere associato solo un endpoint aggiuntivo.
Regole di routing dei messaggi Agli hub SKU a pagamento possono essere associate 100 regole di routing. Agli hub SKU gratuiti possono essere associate cinque regole di routing.
Messaggistica da dispositivo a cloud Dimensioni massime dei messaggi 256 KB
Messaggistica da cloud a dispositivo Dimensioni massime dei messaggi 64 KB
Messaggistica da cloud a dispositivo Il numero massimo di messaggi in sospeso è 50
Nota

Attualmente, il numero massimo di dispositivi che è possibile connettere a un singolo hub IoT è 500.000. Per aumentare questo limite, contattare il supporto tecnico Microsoft.

Latency

L'hub IoT punta a fornire bassa latenza per tutte le operazioni. Tuttavia, a causa delle condizioni della rete e di altri fattori imprevedibili, non può garantire una latenza massima. Quando si progetta la soluzione, è necessario:

  • Evitare di fare ipotesi sulla latenza massima di qualsiasi operazione dell'hub IoT.
  • Eseguire il provisioning dell'hub IoT nell'area di Azure più vicina ai dispositivi.
  • Considerare l'eventualità di usare Azure IoT Edge per eseguire operazioni sensibili alla latenza sul dispositivo o su un gateway vicino al dispositivo.

Più unità dell'hub IoT influiscono sulla limitazione come descritto in precedenza, ma non forniscono alcuna prestazione di latenza aggiuntiva o garanzia. In caso di incremento imprevisto della latenza dell'operazione, contattare il supporto tecnico Microsoft.

Passaggi successivi

Di seguito sono indicati altri argomenti di riferimento reperibili nella Guida per gli sviluppatori dell'hub IoT: