Scegliere il livello di hub IoT più adatto per la soluzione

Ogni soluzione IoT è diversa, pertanto l'hub IoT di Azure offre diverse opzioni in base al prezzo e alla scalabilità. Questo articolo ha lo scopo di assistere nella valutazione delle esigenze a livello di hub IoT. Per informazioni sui prezzi dei diversi livelli di hub IoT, vedere Prezzi di Hub IoT.

Per decidere quale livello di hub IoT è adatto per la propria soluzione, è opportuno porsi due domande:

Quali funzionalità si prevede di usare?

L'hub IoT di Azure offre due livelli, Basic e Standard, che si differenziano per il numero di funzionalità supportate. Se la soluzione IoT si basa sulla raccolta di dati dai dispositivi e sulla loro analisi centralizzata, il livello Basic è probabilmente il più adatto. Se si vogliono usare configurazioni più avanzate per controllare in remoto i dispositivi IoT o per distribuire alcuni dei carichi di lavoro nei dispositivi stessi, prendere invece in considerazione il livello Standard. Per un'analisi dettagliata delle funzionalità incluse in ogni livello, vedere la sezione Livelli Basic e Standard più avanti.

Quanti dati si prevede di spostare ogni giorno?

Ogni livello di hub IoT è disponibile in tre dimensioni, in base alla velocità effettiva dei dati che possono gestire in un determinato giorno. Queste dimensioni sono identificate numericamente come 1, 2 e 3. Ad esempio, ogni unità di un hub IoT di livello 1 può gestire 400.000 messaggi al giorno, mentre un'unità di livello 3 ne può gestire 300 milioni. Per altre informazioni sulle linee guida sui dati, vedere la sezione Velocità effettiva dei messaggi più avanti.

Livelli Basic e Standard

Il livello Standard dell'hub IoT supporta tutte le funzionalità ed è necessario per qualsiasi soluzione IoT in cui si vogliano usare le funzionalità di comunicazione bidirezionale. Il livello Basic supporta un subset delle funzionalità ed è destinato alle soluzioni IoT per cui è sufficiente la comunicazione unidirezionale dai dispositivi al cloud. Entrambi i livelli offrono le stesse funzionalità di sicurezza e autenticazione.

Per ogni hub IoT è possibile scegliere un solo tipo di edizione all'interno di un livello. Ad esempio, è possibile creare un hub IoT con più unità di S1, ma non con una combinazione di unità appartenenti a edizioni diverse, ad esempio, S1 e S2.

Funzionalità Livello Basic Livello gratuito/standard
Telemetria da dispositivo a cloud
Identità per dispositivo
Routing di messaggi, arricchimenti di messaggi e integrazione Griglia di eventi
Protocolli HTTP, AMQP e MQTT
Servizio Device Provisioning
Monitoraggio e diagnostica
Messaggistica da cloud a dispositivo
Dispositivi gemelli, Moduli gemelli e Gestione dei dispositivi
Flussi del dispositivo (anteprima)
Azure IoT Edge
Plug and Play IoT

L'hub IoT offre inoltre un livello gratuito adatto per il testing e la valutazione. Include tutte le funzionalità del livello standard, ma offre un supporto limitato delle funzionalità di messaggistica. Non è possibile eseguire l'aggiornamento dal livello gratuito al livello Basic o Standard.

Partizioni

Gli hub IoT di Azure contengono molti componenti di base di Hub eventi di Azure, tra cui le partizioni. I flussi di eventi per gli hub IoT vengono in genere popolati con dati di telemetria in ingresso che vengono segnalati da vari dispositivi IoT. Il partizionamento del flusso di eventi consente di ridurre le contese che si verificano durante la lettura e la scrittura simultanee nei flussi di eventi.

Il limite di partizioni viene scelto al momento della creazione dell'hub IoT Hub e non può essere modificato. Il limite massimo di partizioni per hub IoT di livello basic e di livello standard è 32. La maggior parte degli hub IoT richiede solo 4 partizioni. Per altre informazioni sulla determinazione delle partizioni, vedere la domanda frequente su Hub eventi Quante partizioni sono necessarie?

Aggiornamento del livello

Dopo aver creato l'hub IoT, è possibile eseguire l'aggiornamento dal livello Basic al livello Standard senza interrompere le attività in corso. Per altre informazioni, vedere How to upgrade your IoT hub (Come eseguire l'aggiornamento dell'hub IoT).

Con la migrazione dal livello di base al livello standard la configurazione della partizione rimane invariata.

Nota

Il livello gratuito non supporta l'aggiornamento a basic o standard.

API REST dell'hub IoT

La differenza a livello di funzionalità supportate tra i livelli Basic e Standard dell'hub IoT è che alcune chiamate API non funzionano con gli hub di livello Basic. La tabella seguente illustra le API disponibili:

API Livello Basic Livello gratuito/standard
Eliminazione dispositivo
Recupero dispositivo
Eliminazione modulo
Recupero modulo
Recupero statistiche del Registro di sistema
Recupero statistiche dei servizi
Creazione o aggiornamento dispositivo
Creazione o aggiornamento modulo
Query su hub IoT
Creazione URI di firma di accesso condiviso per il caricamento di file
Ricezione notifica di dispositivo associato
Invio evento dispositivo
Invio evento modulo Solo AMQP e MQTT Solo AMQP e MQTT
Aggiornamento stato di caricamento file
Operazioni in blocco su dispositivi Sì, ad eccezione delle funzionalità di IoT Edge
Annullamento processo di importazione/esportazione
Creazione processo di importazione/esportazione
Recupero processo di importazione/esportazione
Recupero processi di importazione/esportazione
Eliminazione coda di comandi
Recupero dispositivo gemello
Recupero modulo gemello
Richiamo metodo dispositivo
Aggiornamento dispositivo gemello
Aggiornamento modulo gemello
Abbandono notifica di dispositivo associato
Completamento notifica di dispositivo associato
Annullamento processo
Creazione processo
Recupero processo
Query sui processi

Velocità effettiva dei messaggi

Il modo migliore per definire le dimensioni di una soluzione hub IoT consiste nel valutare il traffico per unità. In particolare, considerare la velocità effettiva di picco richiesta per le categorie di operazioni seguenti:

  • Messaggi da dispositivo a cloud
  • Messaggi da cloud a dispositivo
  • Operazioni del registro delle identità

Il traffico viene misurato per l'hub IoT in base alle singole unità. Quando si crea un hub IoT, si sceglie il livello e l'edizione e si imposta il numero di unità disponibili. È possibile acquistare fino a 200 unità per l'edizione B1, B2, S1 o S2 o fino a 10 unità per l'edizione B3 o S3. Dopo aver creato l'hub IoT, è possibile modificare il numero di unità disponibili all'interno dell'edizione, effettuare l'aggiornamento o il downgrade tra le edizioni all'interno del livello (da B1 a B2) o eseguire l'aggiornamento dal livello Basic al livello standard (da B1 a S1) senza interrompere le operazioni esistenti. Per altre informazioni, vedere How to upgrade your IoT hub (Come eseguire l'aggiornamento dell'hub IoT).

Come esempio delle capacità di traffico di ogni livello, i messaggi da dispositivo a cloud seguono queste linee guida di velocità effettiva sostenuta:

Edizione livello Velocità effettiva sostenuta Frequenza di invio sostenuta
B1, S1 Fino a 1.111 KB al minuto per unità
(1,5 GB al giorno per unità)
Una media di 278 messaggi al minuto per unità
(400.000 messaggi al giorno per unità)
B2, S2 Fino a 16 MB al minuto per unità
(22,8 GB al giorno per unità)
Una media di 4.167 messaggi al minuto per unità
(6 milioni di messaggi al giorno per unità)
B3, S3 Fino a 814 MB al minuto per unità
(1144,4 GB al giorno per unità)
Una media di 208,333 messaggi al minuto per unità
(300 milioni di messaggi al giorno per unità)

La velocità effettiva da dispositivo a cloud è solo una delle metriche che è necessario prendere in considerazione quando si progetta una soluzione IoT. Per informazioni più complete, vedere Quote e limitazioni dell'hub IoT.

Velocità effettiva delle operazioni del registro delle identità

Le operazioni del registro delle identità dell'hub IoT non sono considerate operazioni di runtime perché sono per lo più correlate al provisioning dei dispositivi.

Per i dati specifici sulle prestazioni in modalità burst, vedere Quote e limitazioni dell'hub IoT.

Scalabilità automatica

Se si sta per raggiungere il limite consentito per un messaggio nell'hub IoT, è possibile usare questi passaggi per la scalabilità automatica al fine di incrementare un'unità hub IoT allo stesso livello di hub IoT.

Passaggi successivi