Appliance Azure Migrate

Questo articolo riepiloga i prerequisiti e i requisiti di supporto per l'appliance di Azure Migrate.

Scenari di distribuzione

L'appliance di Azure Migrate viene usata negli scenari seguenti.

Scenario Strumento Usato per
Individuazione e valutazione dei server in esecuzione nell'ambiente VMware Azure Migrate: Individuazione e valutazione Individuare i server in esecuzione nell'ambiente VMware

Eseguire l'individuazione dell'inventario software installato, ASP.NET app Web, SQL Server e database e l'analisi delle dipendenze senza agente.

Raccogliere i metadati di configurazione e prestazioni del server per le valutazioni.
Migrazione senza agente dei server in esecuzione nell'ambiente VMware Azure Migrate: Migrazione server Individuare i server in esecuzione nell'ambiente VMware.

Replicare i server senza installarvi agenti.
Individuazione e valutazione dei server in esecuzione nell'ambiente Hyper-V Azure Migrate: Individuazione e valutazione Individuare i server in esecuzione nell'ambiente Hyper-V.

Raccogliere i metadati di configurazione e prestazioni del server per le valutazioni.
Individuazione e valutazione di server fisici o virtualizzati in locale Azure Migrate: Individuazione e valutazione Individuare server fisici o virtualizzati in locale.

Raccogliere i metadati di configurazione e prestazioni del server per le valutazioni.

Metodi di distribuzione

L'appliance può essere distribuita usando due metodi:

  • L'appliance può essere distribuita usando un modello per i server in esecuzione in ambiente VMware o Hyper-V (modello OVA perVMware o VHD per Hyper-V).
  • Se non si vuole usare un modello, è possibile distribuire l'appliance per l'ambiente VMware o Hyper-V usando uno script del programma di installazione di PowerShell.
  • In Azure per enti pubblici è consigliabile distribuire l'appliance usando uno script del programma di installazione di PowerShell. Fare riferimento ai passaggi della distribuzione qui.
  • Per i server fisici o virtualizzati in locale o in qualsiasi altro cloud, l'appliance viene sempre distribuita usando uno script del programma di installazione di PowerShell. Fare riferimento ai passaggi della distribuzione qui.
  • I collegamenti di download sono disponibili nelle tabelle seguenti.

Appliance - VMware

La tabella seguente riepiloga i requisiti dell'appliance di Azure Migrate per VMware.

Requisito VMware
Autorizzazioni Per accedere a Gestione configurazione appliance in locale o in remoto, è necessario disporre di un account utente locale o di dominio con privilegi amministrativi nel server dell'appliance.
Servizi dell'appliance L'appliance dispone dei servizi seguenti:

- Gestione configurazione appliance: si tratta di un'applicazione Web che può essere configurata con i dettagli di origine per avviare l'individuazione e la valutazione dei server.
- Agente di individuazione VMware: l'agente raccoglie i metadati di configurazione del server che possono essere usati per creare valutazioni locali.
- Agente di valutazione VMware: l'agente raccoglie i metadati delle prestazioni del server che possono essere usati per creare valutazioni basate sulle prestazioni.
- Servizio di aggiornamento automatico: il servizio mantiene aggiornati tutti gli agenti in esecuzione nell'appliance. Viene eseguito automaticamente una volta ogni 24 ore.
- Agente DRA: orchestra la replica del server e coordina la comunicazione tra i server replicati e Azure. Usato solo quando si esegue la replica dei server in Azure usando la migrazione senza agente.
- Gateway: invia i dati replicati ad Azure. Usato solo quando si esegue la replica dei server in Azure usando la migrazione senza agente.
- SQL'agente di individuazione e valutazione: invia i metadati di configurazione e prestazioni SQL Server istanze e database ad Azure.
- Agente di individuazione e valutazione delle app Web: invia i dati di configurazione delle app Web ad Azure.
Limiti di progetto Un'appliance può essere registrata solo con un singolo progetto.
Un singolo progetto può avere più appliance registrate.
Limiti dell'individuazione Un'appliance può individuare fino a 10.000 server in esecuzione in un server vCenter.
Un'appliance può connettersi a un solo server vCenter.
Distribuzione supportata Distribuire come nuovo server in esecuzione in server vCenter usando il modello OVA.

Eseguire la distribuzione in un server esistente che esegue Windows Server 2016 script del programma di installazione di PowerShell.
Modello OVA Download dal progetto o da qui

Le dimensioni del download sono 11,9 GB.

Il modello di appliance scaricato include una licenza di valutazione di Windows Server 2016 valida per 180 giorni.
Se il periodo di valutazione sta per scadere, è consigliabile scaricare e distribuire una nuova appliance usando il modello OVA oppure attivare la licenza del sistema operativo del server dell'appliance.
Verifica OVA Verificare il modello OVA scaricato dal progetto controllando i valori hash.
Script di PowerShell Fare riferimento a questo articolo su come distribuire un'appliance usando lo script del programma di installazione di PowerShell.

Requisiti hardware e di rete L'appliance deve essere eseguita nel server con Windows Server 2016, 32 GB di RAM, 8 vC CPU, circa 80 GB di spazio di archiviazione su disco e un commutatore virtuale esterno.
L'appliance richiede l'accesso a Internet, direttamente o tramite un proxy.

Se si distribuisce l'appliance usando il modello OVA, sono necessarie risorse sufficienti nel server vCenter per creare un server che soddisfi i requisiti hardware.

Se si esegue l'appliance in un server esistente, assicurarsi che il relativo Windows Server 2016 e soddisfi i requisiti hardware.
Attualmente la distribuzione di appliance è supportata solo in Windows Server 2016.
Requisiti di VMware Se si distribuisce l'appliance come server in server vCenter, è necessario distribuirla in un server vCenter che esegue 5.5, 6.0, 6.5, 6.7 o 7.0 e in un host ESXi che esegue la versione 5.5 o successiva.

VDDK (migrazione senza agente) Per usare l'appliance per la migrazione senza agente dei server, il VMware vSphere VDDK deve essere installato nel server dell'appliance.

Appliance - Hyper-V

Requisito Hyper-V
Autorizzazioni Per accedere a Gestione configurazione appliance in locale o in remoto, è necessario disporre di un account utente locale o di dominio con privilegi amministrativi nel server dell'appliance.
Servizi dell'appliance L'appliance dispone dei servizi seguenti:

- Gestione configurazione appliance: si tratta di un'applicazione Web che può essere configurata con i dettagli di origine per avviare l'individuazione e la valutazione dei server.
- Agente di individuazione: l'agente raccoglie i metadati di configurazione del server che possono essere usati per la creazione come valutazioni locali.
- Agente di valutazione: l'agente raccoglie i metadati delle prestazioni del server che possono essere usati per creare valutazioni basate sulle prestazioni.
- Servizio di aggiornamento automatico: il servizio mantiene aggiornati tutti gli agenti in esecuzione nell'appliance. Viene eseguito automaticamente una volta ogni 24 ore.
Limiti di progetto Un'appliance può essere registrata solo con un singolo progetto.
Un singolo progetto può avere più appliance registrate.
Limiti dell'individuazione Un'appliance può individuare fino a 5000 server in esecuzione nell'ambiente Hyper-V.
Un'appliance può connettersi al massimo con 300 host Hyper-V.
Distribuzione supportata Distribuire come server in esecuzione in un host Hyper-V usando un modello di disco rigido virtuale.

Eseguire la distribuzione in un server esistente che esegue Windows Server 2016 usando lo script del programma di installazione di PowerShell.
Modello di disco rigido virtuale File ZIP che include un disco rigido virtuale. Scaricare dal progetto o da qui.

Le dimensioni del download sono di 8,91 GB.

Il modello di appliance scaricato include una licenza di valutazione di Windows Server 2016 valida per 180 giorni.
Se il periodo di valutazione sta per scadere, è consigliabile scaricare e distribuire una nuova appliance o attivare la licenza del sistema operativo del server dell'appliance.
Verifica del disco rigido virtuale Verificare il modello di disco rigido virtuale scaricato dal progetto controllando i valori hash.
Script di PowerShell Fare riferimento a questo articolo su come distribuire un'appliance usando lo script del programma di installazione di PowerShell.
Requisiti hardware e di rete L'appliance deve essere eseguita nel server con Windows Server 2016, 16 GB di RAM, 8 vC CPU, circa 80 GB di spazio di archiviazione su disco e un commutatore virtuale esterno.
L'appliance deve avere un indirizzo IP statico o dinamico e richiede l'accesso a Internet, direttamente o tramite un proxy.

Se si esegue l'appliance come server in esecuzione in un host Hyper-V, sono necessarie risorse sufficienti nell'host per creare un server che soddisfi i requisiti hardware.

Se si esegue l'appliance in un server esistente, assicurarsi che il relativo Windows Server 2016 e soddisfi i requisiti hardware.
Attualmente la distribuzione di appliance è supportata solo in Windows Server 2016.
Requisiti di Hyper-V Se si distribuisce l'appliance con il modello di disco rigido virtuale, l'appliance fornita da Azure Migrate è la macchina virtuale Hyper-V versione 5.0.

L'host Hyper-V deve eseguire Windows Server 2012 R2 o una versione successiva.

Appliance - Computer fisico

Requisito Computer fisico
Autorizzazioni Per accedere a Gestione configurazione appliance in locale o in remoto, è necessario disporre di un account utente locale o di dominio con privilegi amministrativi nel server dell'appliance.
Servizi dell'appliance L'appliance dispone dei servizi seguenti:

- Gestione configurazione appliance: si tratta di un'applicazione Web che può essere configurata con i dettagli di origine per avviare l'individuazione e la valutazione dei server.
- Agente di individuazione: l'agente raccoglie i metadati di configurazione del server che possono essere usati per la creazione come valutazioni locali.
- Agente di valutazione: l'agente raccoglie i metadati delle prestazioni del server che possono essere usati per creare valutazioni basate sulle prestazioni.
- Servizio di aggiornamento automatico: il servizio mantiene aggiornati tutti gli agenti in esecuzione nell'appliance. Viene eseguito automaticamente una volta ogni 24 ore.
Limiti di progetto Un'appliance può essere registrata solo con un singolo progetto.
Un singolo progetto può avere più appliance registrate.
Limiti dell'individuazione Un'appliance può individuare fino a 1000 server fisici.
Distribuzione supportata Eseguire la distribuzione in un server esistente che esegue Windows Server 2016 usando lo script del programma di installazione di PowerShell.
Script di PowerShell Scaricare lo script (AzureMigrateInstaller.ps1) in un file ZIP dal progetto o da qui. Altre informazioni.

Le dimensioni del download sono pari a 85,8 MB.
Verifica dello script Verificare lo script del programma di installazione di PowerShell scaricato dal progetto controllando i valori hash.
Requisiti hardware e di rete L'appliance deve essere eseguita nel server con Windows Server 2016, 16 GB di RAM, 8 vC CPU, circa 80 GB di spazio di archiviazione su disco.
L'appliance deve avere un indirizzo IP statico o dinamico e richiede l'accesso a Internet, direttamente o tramite un proxy.

Se si esegue l'appliance in un server esistente, assicurarsi che il relativo Windows Server 2016 e soddisfi i requisiti hardware.
Attualmente la distribuzione di appliance è supportata solo in Windows Server 2016.

accesso con URL

L'appliance di Azure Migrate richiede la connettività a Internet.

  • Quando si distribuisce l'appliance, Azure Migrate esegue un controllo della connettività agli URL richiesti.
  • È necessario consentire l'accesso a tutti gli URL nell'elenco. Se si sta eseguendo solo la valutazione, è possibile ignorare gli URL contrassegnati come necessari per la migrazione senza agente VMware.
  • Se si usa un proxy basato su URL per eseguire la connessione a Internet, verificare che il proxy risolva tutti i record CNAME ricevuti durante la ricerca degli URL.

URL del cloud pubblico

URL Dettagli
*.portal.azure.com Passare al portale di Azure.
*.windows.net
*.msftauth.net
*.msauth.net
*.microsoft.com
*.live.com
*.office.com
*.microsoftonline.com
*.microsoftonline-p.com
*.microsoftazuread-sso.com
Usato per il controllo di accesso e la gestione delle identità da Azure Active Directory
management.azure.com Usato per le distribuzioni di risorse e le operazioni di gestione
*.services.visualstudio.com Upload log dell'appliance usati per il monitoraggio interno.
*.vault.azure.net Gestire i segreti in Azure Key Vault.
Nota: assicurarsi che i server da replicare siano autorizzati ad accedere a questa operazione.
aka.ms/* Consentire l'accesso a questi collegamenti. usato per scaricare e installare gli aggiornamenti più recenti per i servizi dell'appliance.
download.microsoft.com/download Consentire i download dall'Area download Microsoft.
*.servicebus.windows.net Comunicazione tra l'appliance e il servizio Azure Migrate.
*.discoverysrv.windowsazure.com
*.migration.windowsazure.com
Connettersi agli URL del servizio Azure Migrate.
*.hypervrecoverymanager.windowsazure.com Usato per la migrazione senza agente VMware

Connettersi agli URL del servizio Azure Migrate.
*.blob.core.windows.net Usato per la migrazione senza agente VMware

Caricare i dati nella risorsa di archiviazione per la migrazione.

URL del cloud per enti pubblici

URL Dettagli
*.portal.azure.us Passare al portale di Azure.
graph.windows.net Accedere alla sottoscrizione di Azure.
login.microsoftonline.us Usato per il controllo di accesso e la gestione delle identità da Azure Active Directory
management.usgovcloudapi.net Usato per le distribuzioni di risorse e le operazioni di gestione
*.services.visualstudio.com Upload log dell'appliance usati per il monitoraggio interno.
*.vault.usgovcloudapi.net Gestire i segreti in Azure Key Vault.
aka.ms/* Consentire l'accesso a questi collegamenti. usato per scaricare e installare gli aggiornamenti più recenti per i servizi dell'appliance.
download.microsoft.com/download Consentire i download dall'Area download Microsoft.
*.servicebus.usgovcloudapi.net Comunicazione tra l'appliance e il servizio Azure Migrate.
*.discoverysrv.windowsazure.us
*.migration.windowsazure.us
Connettersi agli URL del servizio Azure Migrate.
*.hypervrecoverymanager.windowsazure.us Usato per la migrazione senza agente VMware

Connettersi agli URL del servizio Azure Migrate.
*.blob.core.usgovcloudapi.net Usato per la migrazione senza agente VMware

Caricare i dati nella risorsa di archiviazione per la migrazione.
*.applicationinsights.us Upload log dell'appliance usati per il monitoraggio interno.

L'appliance deve accedere agli URL seguenti (direttamente o tramite proxy) oltre l'accesso al collegamento privato.

URL Dettagli
*.portal.azure.com Passare al portale di Azure.
*.windows.net
*.msftauth.net
*.msauth.net
*.microsoft.com
*.live.com
*.office.com
*.microsoftonline.com
*.microsoftonline-p.com
*.microsoftazuread-sso.com
Usato per il controllo di accesso e la gestione delle identità da Azure Active Directory
management.azure.com Usato per le distribuzioni di risorse e le operazioni di gestione
*.services.visualstudio.com (facoltativo) Upload log dell'appliance usati per il monitoraggio interno.
aka.ms/* (facoltativo) Consentire l'accesso a questi collegamenti. usato per scaricare e installare gli aggiornamenti più recenti per i servizi dell'appliance.
download.microsoft.com/download Consentire i download dall'Area download Microsoft.
*.servicebus.windows.net Usato per la migrazione senza agente VMware

Comunicazione tra l'appliance e il servizio Azure Migrate.
*.hypervrecoverymanager.windowsazure.com Usato per la migrazione senza agente VMware

Connettersi agli URL del servizio Azure Migrate.
*.blob.core.windows.net Usato per la migrazione senza agente VMware

Caricare i dati nella risorsa di archiviazione per la migrazione.
Questa operazione è facoltativa e non è necessaria se agli account di archiviazione (sia l'account di archiviazione della cache che l'account di archiviazione del gateway) è collegato un endpoint privato.

Dati raccolti - VMware

L'appliance raccoglie i metadati di configurazione, i metadati delle prestazioni e i dati sulle dipendenze del server (se viene usata l'analisi delle dipendenze senza agente).

Metadati

I metadati individuati dall'appliance Azure Migrate consentono di determinare se i server sono pronti per la migrazione ad Azure, i server di dimensioni giuste, pianificano i costi e analizzano le dipendenze delle applicazioni. Microsoft non usa questi dati nei controlli di conformità delle licenze.

Ecco l'elenco completo dei metadati del server raccolti e inviati dall'appliance ad Azure.

DATI CONTATORE
Dettagli del server
ID del server vm.Config.InstanceUuid
Nome server vm.Config.Name
ID server vCenter VMwareClient.Instance.Uuid
Descrizione server vm.Summary.Config.Annotation
Nome prodotto con licenza vm.Client.ServiceContent.About.LicenseProductName
Tipo di sistema operativo vm.SummaryConfig.GuestFullName
Tipo di avvio vm.Config.Firmware
Numero di core vm.Config.Hardware.NumCPU
Memoria (MB) vm.Config.Hardware.MemoryMB
Numero di dischi vm.Config.Hardware.Device.ToList().FindAll(x => è VirtualDisk).count
Elenco dimensioni disco vm.Config.Hardware.Device.ToList().FindAll(x => è VirtualDisk)
Elenco schede di rete vm.Config.Hardware.Device.ToList().FindAll(x => è VirtualEthernet).count
Uso della CPU cpu.usage.average
Utilizzo della memoria mem.usage.average
Dettagli del disco
Valore chiave disco disk.Key
Numero di unità del disco disk.UnitNumber
Valore chiave controller del disco disk.ControllerKey.Value
Gigabyte con provisioning virtualDisk.DeviceInfo.Summary
Nome del disco Valore generato usando disk.UnitNumber, disk.Key, disk.ControllerKey.VAlue
Operazioni di lettura per secondo virtualDisk.numberReadAveraged.average
Operazioni di scrittura per secondo virtualDisk.numberWriteAveraged.average
Velocità effettiva di lettura (MB al secondo) virtualDisk.read.average
Velocità effettiva di scrittura (MB al secondo) virtualDisk.write.average
Dettagli della scheda di interfaccia di rete
Nome scheda di rete nic.Key
Indirizzo MAC ((VirtualEthernetCard)nic).MacAddress
Indirizzi IPv4 vm.Guest.Net
Indirizzi IPv6 vm.Guest.Net
Velocità effettiva di lettura (MB al secondo) net.received.average
Velocità effettiva di scrittura (MB al secondo) net.transmitted.average
Dettagli percorso di inventario
Nome container.GetType().Name
Tipo di oggetto figlio container.ChildType
Informazioni di riferimento container.MoRef
Dettagli elemento padre Container.Parent
Dettagli cartella per server ((Folder)container).ChildEntity.Type
Dettagli del data center per server ((Datacenter)container).VmFolder
Dettagli del data center per ogni cartella host ((Datacenter)container).HostFolder
Dettagli del cluster per host ((ClusterComputeResource)container).Host
Dettagli host per server ((HostSystem)container).VM

Dati sulle prestazioni

Ecco i dati sulle prestazioni raccolti da un'appliance per un server in esecuzione in VMware e inviati ad Azure.

Dati Contatore Impatto sulla valutazione
Uso della CPU cpu.usage.average Dimensioni/costi del server consigliati
Utilizzo della memoria mem.usage.average Dimensioni/costi del server consigliati
Velocità effettiva di lettura del disco (MB al secondo) virtualDisk.read.average Calcolo delle dimensioni del disco, dei costi di archiviazione, delle dimensioni del server
Velocità effettiva di scrittura del disco (MB al secondo) virtualDisk.write.average Calcolo delle dimensioni del disco, dei costi di archiviazione, delle dimensioni del server
Operazioni di lettura da disco al secondo virtualDisk.numberReadAveraged.average Calcolo delle dimensioni del disco, dei costi di archiviazione, delle dimensioni del server
Operazioni di scrittura su disco al secondo virtualDisk.numberWriteAveraged.average Calcolo delle dimensioni del disco, dei costi di archiviazione, delle dimensioni del server
Velocità effettiva di lettura della scheda di interfaccia di rete (MB al secondo) net.received.average Calcolo delle dimensioni del server
Velocità effettiva di scrittura della scheda di interfaccia di rete (MB al secondo) net.transmitted.average Calcolo delle dimensioni del server

Inventario software installato

L'appliance raccoglie i dati sull'inventario software installato nei server.

Windows di inventario software del server

Ecco i dati di inventario software raccolti dall'appliance da ogni server Windows individuato nell'ambiente VMware.

Dati Percorso del registro Chiave
Nome dell'applicazione HKLM:\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
HKLM:\Software\Wow6432Node\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
DisplayName
Versione HKLM:\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
HKLM:\Software\Wow6432Node\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
DisplayVersion
Provider HKLM:\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
HKLM:\Software\Wow6432Node\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall*
Publisher

Windows dati sulle funzionalità del server

Ecco i dati sulle funzionalità raccolti dall'appliance da ogni server Windows individuato nell'ambiente VMware.

Dati Cmdlet di PowerShell Proprietà
Nome Get-WindowsFeature Nome
Feature Type Get-WindowsFeature Tipo di funzionalità
Padre Get-WindowsFeature Padre

SQL Server metadati

Ecco i dati SQL Server che l'appliance raccoglie da ogni server Windows individuato nell'ambiente VMware.

Dati Percorso del registro Chiave
Nome HKLM:\SOFTWARE\Microsoft\Microsoft SQL Server\Instance Names\SQL installedInstance
Edizione HKLM:\SOFTWARE\Microsoft\Microsoft SQL Server \ <InstanceName> \Setup Edizione
Service Pack HKLM:\SOFTWARE\Microsoft\Microsoft SQL Server \ <InstanceName> \Setup SP
Versione HKLM:\SOFTWARE\Microsoft\Microsoft SQL Server \ <InstanceName> \Setup Versione

ASP.NET dati delle app Web

Ecco i dati di configurazione delle app Web raccolti dall'appliance da ogni server Windows individuato nell'ambiente VMware.

Entità Dati
App Web Nome dell'applicazione
Percorso di configurazione
Associazioni front-end
Framework abilitati
Hosting Web Server
Sub-Applications e virtuali
Nome pool di applicazioni
Versione del runtime
Modalità pipeline gestita
Server Web Nome server
Tipo di server (attualmente solo IIS)
Percorso di configurazione
Versione
Nome di dominio completo
Credenziali usate per l'individuazione
Elenco di applicazioni

Windows dati del sistema operativo del server

Ecco i dati del sistema operativo raccolti dall'appliance da ogni server Windows individuato nell'ambiente VMware.

Dati Classe WMI Proprietà della classe WMI
Nome Win32_operatingsystem Didascalia
Versione Win32_operatingsystem Versione
Architecture Win32_operatingsystem OSArchitecture

Dati di inventario software del server Linux

Ecco i dati di inventario software raccolti dall'appliance da ogni server Linux individuato nell'ambiente VMware. In base al sistema operativo del server, vengono eseguiti uno o più comandi.

Dati Comandi
Nome rpm, dpkg-query, snap
Versione rpm, dpkg-query, snap
Provider rpm, dpkg-query, snap

Dati del sistema operativo del server Linux

Ecco i dati del sistema operativo raccolti dall'appliance da ogni server Linux individuato nell'ambiente VMware.

Dati Comandi
Nome
version
Raccolte da uno o più dei file seguenti:

/etc/os-release
/usr/lib/os-release
/etc/enterprise-release
/etc/redhat-release
/etc/oracle-release
/etc/SuSE-release
/etc/lsb-release
/etc/debian_version
Architecture Uname

SQL Server dati delle istanze e dei database

L'appliance raccoglie i dati SQL Server istanze e database.

SQL metadati del database

Metadati del database Visualizzazioni/SQL Server proprietà
Identificatore univoco del database sys.databases
ID database definito dal server sys.databases
Nome del database sys.databases
Livello di compatibilità del database sys.databases
Nome delle regole di confronto del database sys.databases
Stato del database sys.databases
Dimensioni del database (in MBs) sys.master_files
Lettera di unità del percorso contenente i file di dati SERVERPROPERTY e Software\Microsoft\MSSQLServer\MSSQLServer
Elenco dei file di database sys.databases, sys.master_files
Service Broker è abilitato o meno sys.databases
Il database è abilitato o meno per Change Data Capture sys.databases

SQL Server metadati

Metadati del server Visualizzazioni/SQL proprietà del server
Nome server SERVERPROPERTY
Nome di dominio completo Stringa di connessione derivata dall'individuazione delle applicazioni installate
ID installazione sys.dm_server_registry
Versione del server SERVERPROPERTY
Edizione server SERVERPROPERTY
Piattaforma host server (Windows/Linux) SERVERPROPERTY
Livello di prodotto del server (RTM SP CTP) SERVERPROPERTY
Percorso di backup predefinito SERVERPROPERTY
Percorso predefinito dei file di dati SERVERPROPERTY e Software\Microsoft\MSSQLServer\MSSQLServer
Percorso predefinito dei file di log SERVERPROPERTY e Software\Microsoft\MSSQLServer\MSSQLServer
No. di core nel server sys.dm_os_schedulers, sys.dm_os_sys_info
Nome delle regole di confronto del server SERVERPROPERTY
No. di core nel server con stato VISIBLE ONLINE sys.dm_os_schedulers
ID server univoco sys.dm_server_registry
Ha abilitato o meno SERVERPROPERTY
Estensione del pool di buffer abilitata o meno sys.dm_os_buffer_pool_extension_configuration
Cluster di failover configurato o meno SERVERPROPERTY
Server che usa Windows solo modalità di autenticazione SERVERPROPERTY
Il server installa PolyBase SERVERPROPERTY
No. di CPU logiche nel sistema sys.dm_server_registry, sys.dm_os_sys_info
Rapporto tra il numero di core logici o fisici esposti da un pacchetto del processore fisico sys.dm_os_schedulers, sys.dm_os_sys_info
Nessuna CPU fisica nel sistema sys.dm_os_schedulers, sys.dm_os_sys_info
Data e ora dell'ultimo avvio del server sys.dm_server_registry
Utilizzo massimo della memoria del server (in MBs) sys.dm_os_process_memory
Totale n. di utenti in tutti i database sys.databases, sys.logins
Dimensioni totali di tutti i database utente sys.databases
Dimensioni del database temporaneo sys.master_files, sys.configurations, sys.dm_os_sys_info
No. di account di accesso sys.logins
Elenco dei server collegati sys.servers
Elenco di processi dell'agente [msdb]. [dbo]. [sysjobs], [sys]. [syslogins], [msdb]. [dbo]. [syscategories]

Metadati delle prestazioni

Prestazioni Visualizzazioni/SQL proprietà del server Impatto della valutazione
SQL Server Cpu sys.dm_os_ring_buffers Dimensioni SKU consigliate (dimensione CPU)
SQL CPU logica sys.dm_os_sys_info Dimensioni SKU consigliate (dimensione CPU)
SQL memoria fisica in uso sys.dm_os_process_memory Non utilizzato
SQL percentuale di utilizzo della memoria sys.dm_os_process_memory Non utilizzato
Utilizzo della CPU del database sys.dm_exec_query_stats, sys.dm_exec_plan_attributes Dimensioni SKU consigliate (dimensione CPU)
Memoria del database in uso (pool di buffer) sys.dm_os_buffer_descriptors Dimensioni SKU consigliate (dimensione Memoria)
I/O di lettura/scrittura di file sys.dm_io_virtual_file_stats, sys.master_files Dimensioni SKU consigliate (dimensione I/O)
Numero di file di operazioni di lettura/scrittura sys.dm_io_virtual_file_stats, sys.master_files Dimensioni SKU consigliate (dimensione Velocità effettiva)
Blocco I/O di file in lettura/scrittura (ms) sys.dm_io_virtual_file_stats, sys.master_files Dimensioni SKU consigliate (dimensione latenza di I/O)
Dimensione del file sys.master_files Dimensioni SKU consigliate (Archiviazione dimensioni)

Dati sulle dipendenze dell'applicazione

L'analisi delle dipendenze senza agente raccoglie i dati di connessione ed elaborazione.

Windows dati sulle dipendenze del server

Ecco i dati di connessione raccolti dall'appliance da ogni server Windows, abilitati per l'analisi delle dipendenze senza agente.

Dati Comandi
Porta locale netstat
Indirizzo IP locale netstat
Porta remota netstat
Indirizzo IP remoto netstat
Stato di connessione TCP netstat
ID di processo netstat
Numero di connessioni attive netstat

Ecco i dati di connessione raccolti dall'appliance da ogni server Windows, abilitati per l'analisi delle dipendenze senza agente.

Dati Classe WMI Proprietà della classe WMI
Nome del processo Win32_Process ExecutablePath
Argomenti del processo Win32_Process CommandLine
Nome applicazione Win32_Process Parametro VersionInfo.ProductName della proprietà ExecutablePath

Dati delle dipendenze del server Linux

Ecco i dati di connessione raccolti dall'appliance da ogni server Linux, abilitati per l'analisi delle dipendenze senza agente.

Dati Comandi
Porta locale netstat
Indirizzo IP locale netstat
Porta remota netstat
Indirizzo IP remoto netstat
Stato di connessione TCP netstat
Numero di connessioni attive netstat
ID di processo netstat
Nome del processo ps
Argomenti del processo ps
Nome applicazione dpkg o rpm

Dati raccolti - Hyper-V

L'appliance raccoglie i metadati di configurazione e prestazioni dai server in esecuzione nell'ambiente Hyper-V.

Metadati

I metadati individuati dall'appliance Azure Migrate consentono di determinare se i server sono pronti per la migrazione ad Azure, i server di dimensioni più giuste e i costi dei piani. Microsoft non usa questi dati nei controlli di conformità delle licenze.

Ecco l'elenco completo dei metadati del server raccolti e inviati dall'appliance ad Azure.

Dati Classe WMI Proprietà della classe WMI
Dettagli del server
Numero di serie del BIOS Msvm_BIOSElement BIOSSerialNumber
Tipo di server (Gen 1 o 2) Msvm_VirtualSystemSettingData VirtualSystemSubType
Nome visualizzato del server Msvm_VirtualSystemSettingData ElementName
Versione del server Msvm_ProcessorSettingData VirtualQuantity
Memoria (byte) Msvm_MemorySettingData VirtualQuantity
Memoria massima che può essere utilizzata dal server Msvm_MemorySettingData Limite
Memoria dinamica abilitata Msvm_MemorySettingData DynamicMemoryEnabled
Nome/versione/FQDN del sistema operativo Msvm_KvpExchangeComponent Dati nome GuestIntrinsicExchangeItems
Stato alimentazione server Msvm_ComputerSystem EnabledState
Dettagli del disco
Identificatore del disco Msvm_VirtualHardDiskSettingData VirtualDiskId
Tipo di disco rigido virtuale Msvm_VirtualHardDiskSettingData Type
Dimensioni del disco rigido virtuale Msvm_VirtualHardDiskSettingData MaxInternalSize
Disco rigido virtuale padre Msvm_VirtualHardDiskSettingData ParentPath
Dettagli della scheda di interfaccia di rete
Indirizzi IP (schede di interfaccia di rete sintetiche) Msvm_GuestNetworkAdapterConfiguration IPAddresses
DHCP abilitato (schede di interfaccia di rete sintetiche) Msvm_GuestNetworkAdapterConfiguration DHCPEnabled
ID scheda di interfaccia di rete (schede di interfaccia di rete sintetiche) Msvm_SyntheticEthernetPortSettingData InstanceID
Indirizzo MAC scheda di interfaccia di rete (schede di interfaccia di rete sintetiche) Msvm_SyntheticEthernetPortSettingData Indirizzo
ID scheda di interfaccia di rete (schede di interfaccia di rete legacy) Dati MsvmEmulatedEthernetPortSetting InstanceID
ID MAC scheda di interfaccia di rete (schede di interfaccia di rete legacy) Dati MsvmEmulatedEthernetPortSetting Indirizzo

Dati sulle prestazioni

Ecco i dati sulle prestazioni del server che l'appliance raccoglie e invia ad Azure.

Classe del contatore delle prestazioni Contatore Impatto sulla valutazione
Processore virtuale hypervisor Hyper-V % tempo di esecuzione guest Dimensioni/costo consigliati del server
Server di memoria dinamica Hyper-V Utilizzo elevato corrente (%)
Memoria fisica visibile guest (MB)
Dimensioni/costo consigliati del server
Dispositivo di archiviazione virtuale Hyper-V Byte letti al secondo Calcolo per le dimensioni del disco, il costo di archiviazione, le dimensioni del server
Dispositivo di archiviazione virtuale Hyper-V Byte scritti al secondo Calcolo per le dimensioni del disco, il costo di archiviazione, le dimensioni del server
Scheda di rete virtuale Hyper-V Byte ricevuti al secondo Calcolo delle dimensioni del server
Scheda di rete virtuale Hyper-V Byte inviati al secondo Calcolo delle dimensioni del server
  • L'utilizzo della CPU è la somma di tutti gli utilizzi, per tutti i processori virtuali collegati a un server.
  • L'utilizzo della memoria è dato da (utilizzo elevato corrente * memoria fisica visibile guest)/100.
  • I valori di utilizzo del disco e della rete vengono raccolti dai contatori delle prestazioni di Hyper-V elencati.

Dati raccolti - Computer fisico

L'appliance raccoglie i metadati di configurazione e prestazioni da server fisici o virtuali in esecuzione in locale.

Metadati

I metadati individuati dall'appliance Azure Migrate consentono di determinare se i server sono pronti per la migrazione ad Azure, i server di dimensioni giuste e i costi dei piani. Microsoft non usa questi dati nei controlli di conformità delle licenze.

Windows metadati del server

Di seguito è riportato l'elenco completo dei metadati del server Windows raccolti dall'appliance e inviati ad Azure.

Dati Classe WMI Proprietà della classe WMI
Nome di dominio completo Win32_ComputerSystem Domain, Name, PartOfDomain
Numero di core del processore Win32_Processor NumberOfCores
Memoria allocata Win32_ComputerSystem TotalPhysicalMemory
Numero di serie del BIOS Win32_ComputerSystemProduct IdentifyingNumber
GUID BIOS Win32_ComputerSystemProduct UUID
Tipo di avvio Win32_DiskPartition Verificare la partizione con Type = GPT:System per EFI/BIOS
Nome del sistema operativo Win32_OperatingSystem Sottotitolo
Versione del sistema operativo Win32_OperatingSystem Versione
Architettura del sistema operativo Win32_OperatingSystem OSArchitecture
Numero di dischi Win32_DiskDrive Model, Size, DeviceID, MediaType, Name
Dimensioni disco Win32_DiskDrive Dimensione
Elenco delle schede di interfaccia di rete Win32_NetworkAdapterConfiguration Description, Index
Indirizzo IP della scheda di interfaccia di rete Win32_NetworkAdapterConfiguration IPAddress
Indirizzo MAC della scheda di interfaccia di rete Win32_NetworkAdapterConfiguration MACAddress

Metadati del server Linux

Di seguito è riportato l'elenco completo dei metadati del server Linux raccolti dall'appliance e inviati ad Azure.

Dati Comandi
Nome di dominio completo cat /proc/sys/kernel/hostname, hostname -f
Numero di core del processore cat/proc/cpuinfo | awk '/^processor/{print $3}' | wc -l
Memoria allocata cat /proc/meminfo | grep MemTotal | awk '{printf "%.0f", $2/1024}'
Numero di serie del BIOS lshw | grep "serial:" | head -n1 | awk '{print $2}'
/usr/sbin/dmidecode -t 1 | grep 'Serial' | awk '{ $1="" ; $2=""; print}'
GUID BIOS cat /sys/class/dmi/id/product_uuid
Tipo di avvio [ -d /sys/firmware/efi ] && echo EFI || echo BIOS
Nome/versione del sistema operativo Per la versione e il nome del sistema operativo si accede a questi file:

/etc/os-release
/usr/lib/os-release
/etc/enterprise-release
/etc/redhat-release
/etc/oracle-release
/etc/SuSE-release
/etc/lsb-release
/etc/debian_version
Architettura del sistema operativo uname -m
Numero di dischi fdisk -l | egrep 'Disk.*bytes' | awk '{print $2}' | cut -f1 -d ':'
Disco di avvio df /boot | sed -n 2p | awk '{print $1}'
Dimensioni disco fdisk -l | egrep 'Disk.*bytes' | egrep $disk: | awk '{print $5}'
Elenco delle schede di interfaccia di rete ip -o -4 addr show | awk '{print $2}'
Indirizzo IP della scheda di interfaccia di rete ip addr show $nic | grep inet | awk '{print $2}' | cut -f1 -d "/"
Indirizzo MAC della scheda di interfaccia di rete ip addr show $nic | grep ether | awk '{print $2}'

Dati sulle prestazioni di Windows

Di seguito sono riportati i dati sulle prestazioni del server Windows raccolti dall'appliance e inviati ad Azure.

Dati Classe WMI Proprietà della classe WMI
Utilizzo di CPU Win32_PerfFormattedData_PerfOS_Processor PercentIdleTime
Utilizzo della memoria Win32_PerfFormattedData_PerfOS_Memory AvailableMBytes
Numero di schede di interfaccia di rete Win32_PerfFormattedData_Tcpip_NetworkInterface Ottenere il numero di dispositivi di rete.
Dati ricevuti per ogni scheda di interfaccia di rete Win32_PerfFormattedData_Tcpip_NetworkInterface BytesReceivedPerSec
Dati trasmessi per ogni scheda di interfaccia di rete BWin32_PerfFormattedData_Tcpip_NetworkInterface BytesSentPersec
Numero di dischi BWin32_PerfFormattedData_PerfDisk_PhysicalDisk Numero di dischi
Dettagli del disco Win32_PerfFormattedData_PerfDisk_PhysicalDisk DiskWritesPerSec, DiskWriteBytesPerSec, DiskReadsPerSec, DiskReadBytesPerSec.

Dati sulle prestazioni di Linux

Di seguito sono riportati i dati sulle prestazioni del server Linux raccolti dall'appliance e inviati ad Azure.

Dati Comandi
Utilizzo CPU cat /proc/stat/ | grep 'cpu' /proc/stat
Utilizzo della memoria free | grep Mem | awk '{print $3/$2 * 100.0}'
Numero di schede di interfaccia di rete lshw -class network | grep eth[0-60] | wc -l
Dati ricevuti per ogni scheda di interfaccia di rete cat /sys/class/net/eth$nic/statistics/rx_bytes
Dati trasmessi per ogni scheda di interfaccia di rete cat /sys/class/net/eth$nic/statistics/tx_bytes
Numero di dischi fdisk -l | egrep 'Disk. * bytes' | awk '{print $2}' | cut -f1 -d ':'
Dettagli del disco cat /proc/diskstats

Aggiornamenti dell'appliance

L'appliance viene aggiornata man Azure Migrate i servizi in esecuzione nell'appliance. Questa operazione viene eseguita in modo automatico, perché l'aggiornamento automatico è abilitato per impostazione predefinita nell'appliance. È possibile modificare questa impostazione predefinita per aggiornare manualmente i servizi dell'appliance.

Disattivare l'aggiornamento automatico

  1. Nel server che esegue l'appliance aprire l'editor del Registro di sistema.

  2. Passare a HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\AzureAppliance.

  3. Per disabilitare l'aggiornamento automatico, creare una chiave del Registro di sistema AutoUpdate impostando il valore DWORD su 0.

    Impostare la chiave del Registro di sistema

Attivare l'aggiornamento automatico

È possibile attivare l'aggiornamento automatico usando uno di questi metodi:

  • Eliminando la chiave del Registro di sistema AutoUpdate da HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\AzureAppliance.
  • Fare clic su Visualizza servizi appliance dai controlli degli aggiornamenti più recenti nel pannello Configura prerequisiti per attivare l'aggiornamento automatico.

Per eliminare la chiave del Registro di sistema:

  1. Nel server che esegue l'appliance aprire l'editor del Registro di sistema.
  2. Passare a HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\AzureAppliance.
  3. Eliminare la chiave del Registro di sistema AutoUpdate, creata in precedenza per disattivare l'aggiornamento automatico.

Per attivare l'aggiornamento automatico nel Configuration Manager dell'appliance, al termine dell'individuazione:

  1. In Gestione configurazione appliance passare al pannello Configura prerequisiti

  2. Nel controllo degli aggiornamenti più recenti fare clic su Visualizza servizi appliance e fare clic sul collegamento per attivare l'aggiornamento automatico.

    Attivare l'aggiornamento automatico

Verificare la versione dei servizi dell'appliance

È possibile verificare la versione dei servizi dell'appliance usando uno di questi metodi:

  • In Gestione configurazione appliance passare al pannello Configura prerequisiti.
  • Nell'appliance, nel Pannello di controllo > programmi e funzionalità.

Per archiviare Gestione configurazione appliance:

  1. In Gestione configurazione appliance passare al pannello Configura prerequisiti

  2. Nel controllo degli aggiornamenti più recenti fare clic su Visualizza servizi appliance.

    Controllare la versione

Per verificare nel Pannello di controllo:

  1. Nell'appliance fare clic su Start > Pannello di controllo > Programmi e funzionalità

  2. Verificare le versioni dei servizi dell'appliance nell'elenco.

    Verificare la versione nel Pannello di controllo

Aggiornare manualmente una versione precedente

Se si esegue una versione precedente per uno dei servizi, è necessario disinstallare il servizio e aggiornare manualmente alla versione più recente.

  1. Per verificare le versioni del servizio dell'appliance più recenti, scaricare il file LatestComponents.json.

  2. Dopo il download, aprire il file LatestComponents.json nel Blocco note.

  3. Individuare la versione del servizio più recente nel file e il relativo collegamento di download. Ad esempio:

    "Nome": "ASRMigrationWebApp", "DownloadLink": "https://download.microsoft.com/download/f/3/4/f34b2eb9-cc8d-4978-9ffb-17321ad9b7ed/MicrosoftAzureApplianceConfigurationManager.msi", "Versione": "6.0.211.2", "Md5Hash": "e00a742acc35e78a64a6a81e75469b84"

  4. Scaricare la versione più recente di un servizio obsoleto usando il collegamento di download nel file.

  5. Dopo il download, eseguire il comando seguente in una finestra di comando dell'amministratore per verificare l'integrità del file MSI.

    C:\>Get-FileHash -Path <file_location> -Algorithm [Hashing Algorithm] Ad esempio: C:>CertUtil -HashFile C:\Utenti\public\download\MicrosoftAzureApplianceConfigurationManager.MSI MD5

  6. Verificare che l'output del comando corrisponda alla voce del valore hash per il servizio nel file, ad esempio, al valore hash MD5 precedente.

  7. Eseguire ora il file MSI per installare il servizio. Si tratta di un'installazione invisibile; al termine la finestra di installazione si chiude.

  8. Al termine dell'installazione, verificare la versione del servizio nel Pannello di controllo > Programmi e funzionalità. La versione del servizio dovrebbe ora essere aggiornata alla versione più recente visualizzata nel file JSON.

Passaggi successivi