Note sulla versione

4.3.1 (07/17/2017)

  • Correzione di un arresto anomalo del sistema che può verificarsi raramente quando si chiama EngagementAgentUtils.isInDedicatedEngagementProcess, che viene usato anche dalla classe EngagementApplication.

4.3.0 (06/27/2017)

  • Supporto Android 8 (versioni precedenti dell'SDK non funzionano in Android 8).
  • Nessuna dipendenza nella raccolta di supporto.
  • Rimuovere la classe EngagementFragmentActivity.
  • A causa di limiti di esecuzione in Background in Android 8, i log in background potrebbero subire un ritardo fino a quando l'utente non interagisce con il dispositivo; ciò avrà un impatto sulla campagna Push Consegnata e sulle statistiche Notifica di sistema visualizzata che subiscono un ritardo se il dispositivo era in sospensione (la notifica verrà ancora visualizzata, suonerà e vibrerà in tempo reale senza problemi).
  • A causa di limiti del percorso di background, il percorso in tempo reale in background non verrà aggiornato frequentemente in Android 8.

4.2.4 (03/30/2017)

  • Correggere i colori del testo della notifica in-app in Android 7 in modo che corrispondano a quelli di versioni precedenti di Android.

4.2.3 (08/10/2016)

  • Rimozione del blocco Wi-Fi.
  • Correzione di un deadlock quando si chiama getDeviceId prima di init (bug introdotto nella versione 4.2.0).

4.2.2 (05/17/2016)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.2.1 (05/10/2016)

  • Sicurezza: disabilitare l'accesso al file locale di visualizzazione Web.
  • Sicurezza: rimozione della classe EngagementPreferenceActivity che estende la classe PreferenceActivity obsoleta e non sicura.
  • Sicurezza: le attività del servizio di copertura vengono ora documentate per l'uso di exported="false". Questo flag può essere usato anche nelle versioni precedenti dell'SDK.

4.2.0 (11/03/2016)

  • L'SDK ora è concesso in licenza con MIT.
  • Consentire la specifica di un identificatore del dispositivo personalizzato in fase di inizializzazione dell'SDK.

4.1.5 (01/02/2016)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.1.4 (26/01/2016)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.1.3 (9/12/2015)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.1.2 (11/25/2015)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.1.1 (11/04/2015)

  • Miglioramenti della stabilità.

4.1.0 (08/25/2015)

  • Gestione di un nuovo modello di autorizzazione per Android M.
  • Ora è possibile configurare le funzionalità di posizione in fase di esecuzione anziché usare AndroidManifest.xml.
  • Correzione di un bug delle autorizzazioni: se si utilizza ACCESS_FINE_LOCATION, ACCESS_COARSE_LOCATION non è più necessario.
  • Miglioramenti della stabilità.

4.0.0 (06/07/2015)

  • Modifiche al protocollo interno per rendere più affidabili le analisi e il push.
  • Il push nativo (GCM/ADM) viene ora usato anche per le notifiche in-app. È quindi necessario configurare le credenziali del push nativo per qualsiasi tipo di campagna push.
  • Correzione della notifica generale: elementi visualizzati solo 10 secondi dopo il push.
  • Correzione di un bug nella visualizzazione Web: facendo clic su un collegamento durante si eseguiva anche l'URL di azione predefinito.
  • Correzione di un arresto anomalo raro correlato alla gestione dell'archivio locale.
  • Correzione della gestione delle stringhe di configurazione dinamiche.
  • Aggiornamento del contratto di licenza.

3.0.0 (17/02/2015)

  • Versione iniziale di Azure Mobile Engagement
  • La configurazione di appId è stata sostituita con la configurazione della stringa di connessione.
  • L'API non invia e non riceve più messaggi XMPP da entità XMPP arbitrarie.
  • L'API non riceve e non invia più messaggi tra i dispositivi.
  • Sono stati introdotti miglioramenti per la sicurezza.
  • È stata rimossa la verifica per Google Play e SmartAd.