Schema di configurazione di Diagnostica di Azure 1.3 e versioni successive

Nota

Il componente estensione di Diagnostica di Azure viene usato per raccogliere i contatori delle prestazioni e altre statistiche da:

  • Macchine virtuali di Azure
  • Set di scalabilità di macchine virtuali
  • Service Fabric
  • Servizi cloud
  • Gruppi di sicurezza di rete

Questa pagina è utile solo se si usa uno di questi servizi.

Questa pagina è valida per le versioni 1.3 e più recenti (Azure SDK 2.4 e versioni più recenti). Le sezioni di configurazione più recenti hanno commenti per indicare in quale versione sono state aggiunte.

Il file di configurazione descritto qui viene usato per definire le impostazioni di configurazione della diagnostica all'avvio del monitor di diagnostica.

L'estensione viene usata in combinazione con altri prodotti di diagnostica Microsoft, come Monitoraggio di Azure, Application Insights e Log Analytics.

Scaricare la definizione dello schema del file di configurazione pubblico eseguendo il comando PowerShell seguente:

(Get-AzureServiceAvailableExtension -ExtensionName 'PaaSDiagnostics' -ProviderNamespace 'Microsoft.Azure.Diagnostics').PublicConfigurationSchema | Out-File –Encoding utf8 -FilePath 'C:\temp\WadConfig.xsd'  

Per altre informazioni su Diagnostica di Azure, vedere Estensione di Diagnostica di Azure.

Esempio del file di configurazione della diagnostica

L'esempio seguente illustra un tipico file di configurazione della diagnostica:

<?xml version="1.0" encoding="utf-8"?>  
<DiagnosticsConfiguration  xmlns="http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2010/10/DiagnosticsConfiguration">   
  <PublicConfig>  
    <WadCfg>  
      <DiagnosticMonitorConfiguration overallQuotaInMB="10000">  

        <PerformanceCounters scheduledTransferPeriod="PT1M">  
          <PerformanceCounterConfiguration counterSpecifier="\Processor(_Total)\% Processor Time" sampleRate="PT1M" unit="percent" />  
        </PerformanceCounters>  

        <Directories scheduledTransferPeriod="PT5M">  
          <IISLogs containerName="iislogs" />  
          <FailedRequestLogs containerName="iisfailed" />  

          <DataSources>  
            <DirectoryConfiguration containerName="mynewprocess">  
              <Absolute path="C:\MyNewProcess" expandEnvironment="false" />  
            </DirectoryConfiguration>  
            <DirectoryConfiguration containerName="badapp">  
              <Absolute path="%SYSTEMDRIVE%\BadApp" expandEnvironment="true" />  
            </DirectoryConfiguration>  
            <DirectoryConfiguration containerName="goodapp">  
              <LocalResource name="Skippy" relativePath="..\PeanutButter"/>  
            </DirectoryConfiguration>  
          </DataSources>  

        </Directories>  

        <EtwProviders>  
          <EtwEventSourceProviderConfiguration   
                       provider="MyProviderClass"   
                       scheduledTransferPeriod="PT5M">  
            <Event id="0"/>  
            <Event id="1" eventDestination="errorTable"/>  
            <DefaultEvents />  
          </EtwEventSourceProviderConfiguration>  
          <EtwManifestProviderConfiguration provider="5974b00b-84c2-44bc-9e58-3a2451b4e3ad" scheduledTransferLogLevelFilter="Information" scheduledTransferPeriod="PT2M">  
            <Event id="0"/>  
            <DefaultEvents eventDestination="defaultTable"/>  
          </EtwManifestProviderConfiguration>  
        </EtwProviders>  

        <WindowsEventLog scheduledTransferPeriod="PT5M">  
          <DataSource name="System!*[System[Provider[@Name='Microsoft Antimalware']]]"/>  
          <DataSource name="System!*[System[Provider[@Name='NTFS'] and (EventID=55)]]" />  
          <DataSource name="System!*[System[Provider[@Name='disk'] and (EventID=7 or EventID=52 or EventID=55)]]" />  
        </WindowsEventLog>  

        <Logs  bufferQuotaInMB="1024"   
             scheduledTransferPeriod="PT1M"   
             scheduledTransferLogLevelFilter="Verbose"   
             sinks="ApplicationInsights.AppLogs"/>  <!-- sinks attribute added in 1.5 -->  

        <CrashDumps containerName="wad-crashdumps" directoryQuotaPercentage="30" dumpType="Mini">  
          <CrashDumpConfiguration processName="mynewprocess.exe" />  
          <CrashDumpConfiguration processName="badapp.exe"/>  
        </CrashDumps>  

        <DockerSources> <!-- Added in 1.9 --> 
          <Stats enabled="true" sampleRate="PT1M" scheduledTransferPeriod="PT1M" />
        </DockerSources>

      </DiagnosticMonitorConfiguration>  

      <SinksConfig>   <!-- Added in 1.5 -->  
        <Sink name="ApplicationInsights">   
          <ApplicationInsights>{Insert InstrumentationKey}</ApplicationInsights>   
          <Channels>   
            <Channel logLevel="Error" name="Errors"  />   
            <Channel logLevel="Verbose" name="AppLogs"  />   
          </Channels>   
        </Sink>   
        <Sink name="EventHub"> <!-- Added in 1.7 -->
          <EventHub Url="https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/diageventhub" SharedAccessKeyName="SendRule" usePublisherId="false" />
        </Sink>
        <Sink name="secondaryEventHub"> <!-- Added in 1.7 -->
          <EventHub Url="https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/secondarydiageventhub" SharedAccessKeyName="SendRule" usePublisherId="false" />
        </Sink>
        <Sink name="secondaryStorageAccount"> <!-- Added in 1.7 -->
          <StorageAccount name="secondarydiagstorageaccount" endpoint="https://core.windows.net" />
        </Sink>
   </SinksConfig>

  </WadCfg>  

  <StorageAccount>diagstorageaccount</StorageAccount>
  <StorageType>TableAndBlob</StorageType> <!-- Added in 1.8 -->  
  </PublicConfig>  

  <PrivateConfig>  <!-- Added in 1.3 -->  
    <StorageAccount name="" key="" endpoint="" sasToken="{sas token}"  />  <!-- sasToken in Private config added in 1.8.1 -->  
    <EventHub Url="https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/diageventhub" SharedAccessKeyName="SendRule" SharedAccessKey="{base64 encoded key}" />

    <SecondaryStorageAccounts>
       <StorageAccount name="secondarydiagstorageaccount" key="{base64 encoded key}" endpoint="https://core.windows.net" sasToken="{sas token}" />
    </SecondaryStorageAccounts>

    <SecondaryEventHubs>
       <EventHub Url="https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/secondarydiageventhub" SharedAccessKeyName="SendRule" SharedAccessKey="{base64 encoded key}" />
    </SecondaryEventHubs>

  </PrivateConfig>  
  <IsEnabled>true</IsEnabled>  
</DiagnosticsConfiguration>  

Equivalente JSON del file di configurazione XML precedente.

PublicConfig e PrivateConfig sono separati perché vengono passati come variabili differenti nella maggior parte dei casi in cui viene usato il formato JSON. Alcuni esempi sono i modelli di Resource Manager, i set di scalabilità di macchine virtuali PowerShell e Visual Studio.

"PublicConfig" {
    "WadCfg": {
        "DiagnosticMonitorConfiguration": {
            "overallQuotaInMB": 10000,
            "DiagnosticInfrastructureLogs": {
                "scheduledTransferLogLevelFilter": "Error"
            },
            "PerformanceCounters": {
                "scheduledTransferPeriod": "PT1M",
                "PerformanceCounterConfiguration": [
                    {
                        "counterSpecifier": "\\Processor(_Total)\\% Processor Time",
                        "sampleRate": "PT1M",
                        "unit": "percent"
                    }
                ]
            },
            "Directories": {
                "scheduledTransferPeriod": "PT5M",
                "IISLogs": {
                    "containerName": "iislogs"
                },
                "FailedRequestLogs": {
                    "containerName": "iisfailed"
                },
                "DataSources": [
                    {
                        "containerName": "mynewprocess",
                        "Absolute": {
                            "path": "C:\\MyNewProcess",
                            "expandEnvironment": false
                        }
                    },
                    {
                        "containerName": "badapp",
                        "Absolute": {
                            "path": "%SYSTEMDRIVE%\\BadApp",
                            "expandEnvironment": true
                        }
                    },
                    {
                        "containerName": "goodapp",
                        "LocalResource": {
                            "relativePath": "..\\PeanutButter",
                            "name": "Skippy"
                        }
                    }
                ]
            },
            "EtwProviders": {
                "sinks": "",
                "EtwEventSourceProviderConfiguration": [
                    {
                        "scheduledTransferPeriod": "PT5M",
                        "provider": "MyProviderClass",
                        "Event": [
                            {
                                "id": 0
                            },
                            {
                                "id": 1,
                                "eventDestination": "errorTable"
                            }
                        ],
                        "DefaultEvents": {
                        }
                    }
                ],
                "EtwManifestProviderConfiguration": [
                    {
                        "scheduledTransferPeriod": "PT2M",
                        "scheduledTransferLogLevelFilter": "Information",
                        "provider": "5974b00b-84c2-44bc-9e58-3a2451b4e3ad",
                        "Event": [
                            {
                                "id": 0
                            }
                        ],
                        "DefaultEvents": {
                        }
                    }
                ]
            },
            "WindowsEventLog": {
                "scheduledTransferPeriod": "PT5M",
                "DataSource": [
                    {
                        "name": "System!*[System[Provider[@Name='Microsoft Antimalware']]]"
                    },
                    {
                        "name": "System!*[System[Provider[@Name='NTFS'] and (EventID=55)]]"
                    },
                    {
                        "name": "System!*[System[Provider[@Name='disk'] and (EventID=7 or EventID=52 or EventID=55)]]"
                    }
                ]
            },
            "Logs": {
                "scheduledTransferPeriod": "PT1M",
                "scheduledTransferLogLevelFilter": "Verbose",
                "sinks": "ApplicationInsights.AppLogs"
            },
            "CrashDumps": {
                "directoryQuotaPercentage": 30,
                "dumpType": "Mini",
                "containerName": "wad-crashdumps",
                "CrashDumpConfiguration": [
                    {
                        "processName": "mynewprocess.exe"
                    },
                    {
                        "processName": "badapp.exe"
                    }
                ]
            }
        },
        "SinksConfig": {
            "Sink": [
                {
                    "name": "ApplicationInsights",
                    "ApplicationInsights": "{Insert InstrumentationKey}",
                    "Channels": {
                        "Channel": [
                            {
                                "logLevel": "Error",
                                "name": "Errors"
                            },
                            {
                                "logLevel": "Verbose",
                                "name": "AppLogs"
                            }
                        ]
                    }
                },
                {
                    "name": "EventHub",
                    "EventHub": {
                        "Url": "https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/diageventhub",
                        "SharedAccessKeyName": "SendRule",
                        "usePublisherId": false
                    }
                },
                {
                    "name": "secondaryEventHub",
                    "EventHub": {
                        "Url": "https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/secondarydiageventhub",
                        "SharedAccessKeyName": "SendRule",
                        "usePublisherId": false
                    }
                },
                {
                    "name": "secondaryStorageAccount",
                    "StorageAccount": {
                        "name": "secondarydiagstorageaccount",
                        "endpoint": "https://core.windows.net"
                    }
                }
            ]
        }
    },
    "StorageAccount": "diagstorageaccount",
    "StorageType": "TableAndBlob"
}
"PrivateConfig" {
    "storageAccountName": "diagstorageaccount",
    "storageAccountKey": "{base64 encoded key}",
    "storageAccountEndPoint": "https://core.windows.net",
    "storageAccountSasToken": "{sas token}",
    "EventHub": {
        "Url": "https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/diageventhub",
        "SharedAccessKeyName": "SendRule",
        "SharedAccessKey": "{base64 encoded key}"
    },
    "SecondaryStorageAccounts": {
        "StorageAccount": [
            {
                "name": "secondarydiagstorageaccount",
                "key": "{base64 encoded key}",
                "endpoint": "https://core.windows.net",
                "sasToken": "{sas token}"
            }
        ]
    },
    "SecondaryEventHubs": {
        "EventHub": [
            {
                "Url": "https://myeventhub-ns.servicebus.windows.net/secondarydiageventhub",
                "SharedAccessKeyName": "SendRule",
                "SharedAccessKey": "{base64 encoded key}"
            }
        ]
    }
}

Come leggere questa pagina

I tag seguenti sono più o meno nell'ordine indicato nell'esempio precedente. Se non si trova rapidamente la descrizione completa, cercare l'elemento o l'attributo nella pagina.

Tipi di attributi comuni

L'attributo scheduledTransferPeriod è presente in diversi elementi. Si tratta dell'intervallo tra trasferimenti pianificati per l'archivio, arrotondato per eccesso al minuto più vicino. Il valore è un "Tipo di dati di durata" XML.

Elemento DiagnosticsConfiguration

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration

Aggiunto nella versione 1.3.

Elemento di livello superiore del file di configurazione della diagnostica.

Attributo xmlns: lo spazio dei nomi XML per il file di configurazione della diagnostica è il seguente:
http://schemas.microsoft.com/ServiceHosting/2010/10/DiagnosticsConfiguration

Elementi figlio Descrizione
PublicConfig Obbligatorio. Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
PrivateConfig Facoltativa. Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
IsEnabled Booleano. Vedere la descrizione altrove in questa pagina.

Elemento PublicConfig

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig

Descrive la configurazione della diagnostica pubblica.

Elementi figlio Descrizione
WadCfg Obbligatorio. Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
StorageAccount Nome dell'account di archiviazione di Azure in cui archiviare i dati. Può anche essere specificato come parametro quando si esegue il cmdlet Set-AzureServiceDiagnosticsExtension.
Tipo di archiviazione Può essere Table, Blob o TableAndBlob. Table è il valore predefinito. Quando si sceglie TableAndBlob, i dati di diagnostica vengono scritti due volte, una volta per ogni tipo.
LocalResourceDirectory Directory nella macchina virtuale in cui l'agente di monitoraggio archivia i dati degli eventi. Se non impostata, verrà usata la directory predefinita:

Per un ruolo di lavoro/Web: C:\Resources\<guid>\directory\<guid>.<RoleName.DiagnosticStore\

Per una macchina virtuale: C:\WindowsAzure\Logs\Plugins\Microsoft.Azure.Diagnostics.IaaSDiagnostics\<WADVersion>\WAD<WADVersion>

Gli attributi obbligatori sono i seguenti:

- path: directory nel sistema che dovrà essere usata da Diagnostica di Azure.

- expandEnvironment: definisce se le variabili di ambiente vengono espanse nel nome del percorso.

Elemento WadCFG

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG

Identifica e configura i dati di telemetria da raccogliere.

Elemento DiagnosticMonitorConfiguration

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration

Obbligatorio

Attributi Descrizione
overallQuotaInMB Spazio massimo sul disco locale che può essere usato dai vari tipi di dati di diagnostica raccolti da Diagnostica di Azure. L'impostazione predefinita è 5120 MB.
useProxyServer Configurare Diagnostica di Azure per l'uso delle impostazioni del server proxy definite nelle impostazioni di Internet Explorer.



Elementi figlio Descrizione
CrashDumps Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
DiagnosticInfrastructureLogs Abilita la raccolta dei log generati da Diagnostica di Azure. I log dell'infrastruttura di diagnostica sono utili per la risoluzione dei problemi del sistema di diagnostica stesso. Gli attributi facoltativi sono i seguenti:

- scheduledTransferLogLevelFilter: consente di configurare il livello di gravità minimo dei log raccolti.

- scheduledTransferPeriod: intervallo tra trasferimenti pianificati per l'archivio, arrotondato per eccesso al minuto più vicino. Il valore è un "Tipo di dati di durata" XML.
Directories Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
EtwProviders Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
Metriche Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
PerformanceCounters Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
WindowsEventLog Vedere la descrizione altrove in questa pagina.
DockerSources Vedere la descrizione altrove in questa pagina.

Elemento CrashDumps

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - CrashDumps

Abilitare la raccolta di dump di arresto anomalo del sistema.

Attributi Descrizione
containerName Facoltativa. Nome del contenitore BLOB dell'account di archiviazione di Azure da usare per archiviare i dump di arresto anomalo del sistema.
crashDumpType Facoltativa. Configura Diagnostica di Azure per la raccolta di dump di arresto anomalo del sistema completi o mini.
directoryQuotaPercentage Facoltativa. Configura la percentuale di overallQuotaInMB da riservare per i dump di arresto anomalo del sistema nella macchina virtuale.
Elementi figlio Descrizione
CrashDumpConfiguration Obbligatorio. Definisce i valori di configurazione di ogni processo.

Anche l'attributo seguente è obbligatorio:

processName: nome del processo per il quale Diagnostica di Azure dovrà raccogliere un dump di arresto anomalo del sistema.

Elemento Directories

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - Directories

Abilita la raccolta del contenuto di una directory, dei log delle richieste di accesso IIS non riuscite e/o dei log IIS.

Attributo scheduledTransferPeriod facoltativo. Vedere la spiegazione indicata in precedenza.

Elementi figlio Descrizione
IISLogs Includendo questo elemento nella configurazione viene abilitata la raccolta di log IIS:

containerName: nome del contenitore BLOB dell'account di archiviazione di Azure da usare per archiviare i log IIS.
FailedRequestLogs Con questo elemento nella configurazione è possibile raccogliere i log relativi alle richieste non riuscite per un'applicazione o un sito IIS. È anche necessario abilitare le opzioni di traccia sotto system.WebServer in Web.config.
DataSources Elenco di directory da monitorare.

Elemento DataSources

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - Directories - DataSources

Elenco di directory da monitorare.

Elementi figlio Descrizione
DirectoryConfiguration Obbligatorio. Attributo obbligatorio:

containerName: nome del contenitore BLOB dell'account di archiviazione di Azure da usare per archiviare i file log.

Elemento DirectoryConfiguration

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - Directories - DataSources - DirectoryConfiguration

Può includere l'elemento Absolute o LocalResource, ma non entrambi.

Elementi figlio Descrizione
Absolute Percorso assoluto della directory da monitorare. Gli attributi seguenti sono obbligatori:

- Path: percorso assoluto della directory da monitorare.

- expandEnvironment: definisce se le variabili di ambiente vengono espanse in Path.
LocalResource Percorso relativo di una risorsa locale da monitorare. Gli attributi obbligatori sono i seguenti:

- Name: nome della risorsa locale che contiene la directory da monitorare

- relativePath: percorso relativo del nome che contiene la directory da monitorare

Elemento EtwProviders

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - EtwProviders

Configura la raccolta di eventi ETW da EventSource e/o da provider basati su manifesti ETW.

Elementi figlio Descrizione
EtwEventSourceProviderConfiguration Configura la raccolta di eventi generati dalla classe EventSource. Attributo obbligatorio:

provider: nome della classe dell'evento EventSource.

Gli attributi facoltativi sono i seguenti:

- scheduledTransferLogLevelFilter: livello di gravità minimo per il trasferimento nell'account di archiviazione.

- scheduledTransferPeriod: intervallo tra trasferimenti pianificati per l'archivio, arrotondato per eccesso al minuto più vicino. Il valore è un "Tipo di dati di durata" XML.
EtwManifestProviderConfiguration Attributo obbligatorio:

provider: GUID del provider di eventi

Gli attributi facoltativi sono i seguenti:

- scheduledTransferLogLevelFilter: livello di gravità minimo per il trasferimento nell'account di archiviazione.

- scheduledTransferPeriod: intervallo tra trasferimenti pianificati per l'archivio, arrotondato per eccesso al minuto più vicino. Il valore è un "Tipo di dati di durata" XML.

Elemento EtwEventSourceProviderConfiguration

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - EtwProviders- EtwEventSourceProviderConfiguration

Configura la raccolta di eventi generati dalla classe EventSource.

Elementi figlio Descrizione
DefaultEvents Attributo facoltativo:

eventDestination: nome della tabella nella quale archiviare gli eventi
Event Attributo obbligatorio:

id: ID dell'evento.

Attributo facoltativo:

eventDestination: nome della tabella nella quale archiviare gli eventi

Elemento EtwManifestProviderConfiguration

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - EtwProviders - EtwManifestProviderConfiguration

Elementi figlio Descrizione
DefaultEvents Attributo facoltativo:

eventDestination: nome della tabella nella quale archiviare gli eventi
Event Attributo obbligatorio:

id: ID dell'evento.

Attributo facoltativo:

eventDestination: nome della tabella nella quale archiviare gli eventi

Elemento Metrics

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - Metrics

Consente di generare una tabella di contatori delle prestazioni ottimizzata per le query veloci. Ogni contatore delle prestazioni definito nell'elemento PerformanceCounters viene archiviato nella tabella delle metriche oltre che nella tabella dei contatori delle prestazioni.

L'attributo resourceId è obbligatorio. L'ID risorsa della macchina virtuale nella quale si distribuisce Diagnostica di Azure. Ottenere l'attributo resourceID dal portale di Azure. Selezionare Esplora -> Gruppi di risorse -> <Nome>. Fare clic sul riquadro Proprietà e copiare il valore del campo ID.

Elementi figlio Descrizione
MetricAggregation Attributo obbligatorio:

scheduledTransferPeriod: intervallo tra trasferimenti pianificati per l'archivio, arrotondato per eccesso al minuto più vicino. Il valore è un "Tipo di dati di durata" XML.

Elemento PerformanceCounters

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - PerformanceCounters

Abilita la raccolta dei contatori delle prestazioni.

Attributo facoltativo:

Attributo scheduledTransferPeriod facoltativo. Vedere la spiegazione indicata in precedenza.

Elemento figlio Descrizione
PerformanceCounterConfiguration Gli attributi seguenti sono obbligatori:

- counterSpecifier: nome del contatore delle prestazioni. Ad esempio, \Processor(_Total)\% Processor Time. Per ottenere un elenco di contatori delle prestazioni nell'host eseguire il comando typeperf.

- sampleRate: frequenza di campionamento del contatore.

Attributo facoltativo:

unit: unità di misura del contatore.

Elemento WindowsEventLog

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - WindowsEventLog

Abilita la raccolta dei registri eventi di Windows.

Attributo scheduledTransferPeriod facoltativo. Vedere la spiegazione indicata in precedenza.

Elemento figlio Descrizione
DataSource Registri eventi di Windows da raccogliere. Attributo obbligatorio:

name: query XPath che descrive gli eventi di Windows da raccogliere. ad esempio:

Application!*[System[(Level <=3)]], System!*[System[(Level <=3)]], System!*[System[Provider[@Name='Microsoft Antimalware']]], Security!*[System[(Level <= 3)]

Per raccogliere tutti gli eventi, specificare "*"

Elemento Logs

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - Logs

Presente nella versione 1.0 e 1.1. Assente nella versione 1.2. Aggiunto nuovamente nella versione 1.3.

Definisce la configurazione del buffer per i log di base di Azure.

Attributo Tipo Descrizione
bufferQuotaInMB unsignedInt Facoltativa. Specifica lo spazio massimo di archiviazione del file system disponibile per i dati specificati.

Il valore predefinito è 0.
scheduledTransferLogLevelFilterr string Facoltativa. Specifica il livello di gravità minimo per le voci di log trasferite. Il valore predefinito è Non definito, con il quale verranno trasferiti tutti i log. Altri valori possibili (dal più dettagliato al meno dettagliato) sono Dettagli, Informazioni, Avviso, Errore e Critico.
scheduledTransferPeriod duration Facoltativa. Specifica l'intervallo tra trasferimenti di dati pianificati, arrotondato per eccesso al minuto più vicino.

Il valore predefinito è PT0S.
sinks aggiunto nella versione 1.5 string Facoltativa. Punta a una posizione di sink per l'invio di dati di diagnostica, ad esempio Application Insights.

DockerSources

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - DiagnosticMonitorConfiguration - DockerSources

Elementi aggiunti nella versione 1.9.

Nome dell'elemento Descrizione
Stats Indica al sistema di raccogliere statistiche per i contenitori Docker

Elemento SinksConfig

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - SinksConfig

Elenco di posizioni a cui inviare i dati di diagnostica e la configurazione associata a tali posizioni.

Nome dell'elemento Descrizione
Sink Vedere la descrizione altrove in questa pagina.

Elemento Sink

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - SinksConfig - Sink

Aggiunto nella versione 1.5.

Definisce le posizioni a cui inviare i dati di diagnostica, ad esempio il servizio Application Insights.

Attributo Tipo Descrizione
nome string Stringa che identifica il nome del sink.
Elemento Type Descrizione
Application Insights string Usato solo per inviare dati ad Application Insights. Contiene la chiave di strumentazione per un account di Application Insights attivo a cui è possibile accedere.
Channels string Uno per ogni filtro aggiuntivo per i flussi

Elemento Channels

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - SinksConfig - Sink - Channels

Aggiunto nella versione 1.5.

Definisce i filtri per i flussi di dati di log che attraversano un sink.

Elemento Type Descrizione
Channel string Vedere la descrizione altrove in questa pagina.

Elemento Channel

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PublicConfig - WadCFG - SinksConfig - Sink - Channels - Channel

Aggiunto nella versione 1.5.

Definisce le posizioni a cui inviare i dati di diagnostica, ad esempio il servizio Application Insights.

Attributi Type Descrizione
logLevel string Specifica il livello di gravità minimo per le voci di log trasferite. Il valore predefinito è Non definito, con il quale verranno trasferiti tutti i log. Altri valori possibili (dal più dettagliato al meno dettagliato) sono Dettagli, Informazioni, Avviso, Errore e Critico.
nome string Nome univoco per fare riferimento al canale

Elemento PrivateConfig

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - PrivateConfig

Aggiunto nella versione 1.3.

Facoltativo

Archivia le informazioni private dell'account di archiviazione, ovvero nome, chiave ed endpoint. Queste informazioni vengono inviate alla macchina virtuale, ma non possono essere recuperate dalla macchina virtuale stessa.

Elementi figlio Descrizione
StorageAccount Account di archiviazione da usare. Gli attributi seguenti sono obbligatori:

- name: nome dell'account di archiviazione.

- key: chiave dell'account di archiviazione.

- endpoint: endpoint per accedere all'account di archiviazione.

-sasToken (elemento aggiunto alla versione 1.8.1): è possibile specificare un token di firma di accesso condiviso anziché una chiave dell'account di archiviazione in PrivateConfig. Se viene fornito, la chiave dell'account di archiviazione viene ignorata.
Requisiti per il token di firma di accesso condiviso:
- Supporta solo il token di firma di accesso condiviso dell'account
Sono obbligatori i tipi di servizio - b e t.
Sono obbligatorie le autorizzazioni - a, c, u, w.
Sono obbligatori i tipi di risorse - c, o.
- Supporta solo il protocollo HTTPS
-I valori dell'ora di inizio e di scadenza devono essere validi.

Elemento IsEnabled

Albero: radice - DiagnosticsConfiguration - IsEnabled

Booleano. Usare true per abilitare la diagnostica o false per disabilitarla.