Configurare Mapping dei servizi in Operations Management Suite

Mapping dei servizi individua automaticamente i componenti delle applicazioni nei sistemi Windows e Linux ed esegue la mappatura della comunicazione fra i servizi. Consente di visualizzare i server nel modo in cui si pensa a essi, ovvero come sistemi interconnessi che offrono servizi critici. Mapping dei servizi mostra le connessioni fra i server, i processi e le porte di tutte le architetture connesse via TCP senza il bisogno di alcuna configurazione a parte l'installazione di un agente.

Questo articolo descrive in dettaglio come configurare l'elenco dei servizi e il caricamento degli agenti. Per informazioni sull'uso di Mapping dei servizi, vedere Configurare la soluzione di elenco dei servizi in Operations Management Suite (OMS).

Download di Dependency Agent

File OS Versione SHA-256
InstallDependencyAgent-Windows.exe Windows 9.0.5 73B3F6A2A76A08D58F72A550947FF839B588591C48E6EDDD6DDF73AA3FD82B43
InstallDependencyAgent-Linux64.bin Linux 9.0.5 A1BAD0B36EBF79F2B69113A07FCF48C68D90BD169C722689F9C83C69FC032371

Origini connesse

Elenco dei servizi ottiene i dati da Microsoft Dependency Agent, che dipende dall'agente OMS per le connessioni a Operations Management Suite. È quindi necessario che OMS Agent venga installato e configurato nel server prima di Microsoft Dependency Agent. La tabella seguente descrive le origini connesse che sono supportate dalla soluzione di Mapping dei servizi.

Origine connessa Supportato Descrizione
Agenti di Windows L'elenco dei servizi analizza e raccoglie i dati dai computer agente Windows.

Oltre a OMS Agent, gli agenti Windows richiedono Microsoft Dependency Agent. Per un elenco completo delle versioni del sistema operativo, consultare i sistemi operativi supportati.
Agenti Linux L'elenco dei servizi analizza e raccoglie i dati dai computer agente Linux.

Oltre a OMS Agent, gli agenti Linux richiedono Microsoft Dependency Agent. Per un elenco completo delle versioni del sistema operativo, consultare i sistemi operativi supportati.
Gruppo di gestione di System Center Operations Manager Mapping dei servizi analizza e raccoglie i dati dagli agenti Windows e Linux in un gruppo di gestione System Center Operations Manager connesso.

È necessaria una connessione diretta dal computer agente System Center Operations Manager a Operations Management Suite. I dati vengono inoltrati dal gruppo di gestione al repository Operations Management Suite.
Account di archiviazione di Azure No Mapping dei servizi raccoglie i dati dai computer agente, pertanto non presenta dati che possano essere raccolti dall'Archiviazione di Azure.

Mapping dei servizi supporta solo piattaforme a 64 bit.

In Windows Microsoft Monitoring Agent (MMA) viene usato da System Center Operations Manager e Operations Management Suite per raccogliere e inviare i dati di monitoraggio. Questo agente viene chiamato agente System Center Operations Manager, agente OMS, agente Log Analytics, agente MMA o diretto, a seconda del contesto. System Center Operations Manager e Operations Management Suite offrono versioni diverse pronte all'uso di MMA. Ognuna di queste versioni può inviare delle segnalazioni a System Center Operations Manager a Operations Management Suite o a entrambi.

In Linux, l'agente OMS per Linux raccoglie e invia i dati di monitoraggio a Operations Management Suite. È possibile usare Mapping dei servizi nei server con agenti diretti OMS o nei server collegati a Operations Management Suite tramite gruppi di gestione di System Center Operations Manager.

In questo articolo tutti gli agenti, Linux o Windows, connessi a un gruppo di gestione di System Center Operations Manager o direttamente a Operations Management Suite, verranno chiamati "agenti OMS". Il nome della distribuzione specifica dell'agente verrà usato solo se è necessario per il contesto.

L'agente dell'elenco dei servizi non trasmette dati e non richiede modifiche ai firewall o alle porte. I dati di Mapping dei servizi sono sempre trasmessi dall'agente OMS a Operations Management Suite, direttamente o tramite il gateway OMS.

Agenti di Mapping dei servizi

Se l'utente è un cliente di System Center Operations Manager con un gruppo di gestione connesso a Operations Management Suite:

  • Se gli agenti System Center Operations Manager possono accedere a Internet per connettersi a Operations Management Suite, non è richiesta alcuna configurazione aggiuntiva.
  • Se gli agenti System Center Operations Manager non possono accedere a Operations Management Suite tramite Internet, è necessario configurare il gateway di OMS affinché funzioni con System Center Operations Manager.

Se si usa l'agente diretto OMS, è necessario configurare l'agente OMS in modo che si connetta a Operations Management Suite o al gateway OMS. Il gateway OMS può essere scaricato dall'Area download Microsoft.

Management Pack

Quando viene attivato Mapping dei servizi in un'area di lavoro Operations Management Suite, un management pack da 300 KB viene inviato a tutti i server Windows nell'area di lavoro. Se si usano gli agenti System Center Operations Manager in un gruppo di gestione connesso, il management pack di Mapping dei servizi viene distribuito da System Center Operations Manager. Se gli agenti sono connessi direttamente, Operations Management Suite consente di recapitare il management pack.

Il management pack è denominato Microsoft.IntelligencePacks.ApplicationDependencyMonitor. Viene scritto in %Programfiles%\Microsoft Monitoring Agent\Agent\Health Service State\Management Packs. L'origine dati usata dal management pack è %Program files%\Microsoft Monitoring Agent\Agent\Health Service State\Resources<AutoGeneratedID>\Microsoft.EnterpriseManagement.Advisor.ApplicationDependencyMonitorDataSource.dll.

Installazione

Installare Dependency Agent in Microsoft Windows

Per installare o disinstallare l'agente sono necessari i privilegi di amministratore.

Dependency Agent viene installato nei computer Windows con InstallDependencyAgent-Windows.exe. Se si esegue questo file eseguibile senza opzioni, si avvia una procedura guidata che consente di installare in modo interattivo.

Per installare Dependency Agent in ogni computer Windows, seguire questa procedura:

  1. Installare l'agente OMS seguendo le istruzioni in Connettere computer Windows al servizio Log Analytics in Azure.
  2. Scaricare l'agente Windows ed eseguirlo usando il comando seguente:
    InstallDependencyAgent-Windows.exe
  3. Seguire la procedura guidata per installare l'agente.
  4. Se l'agente di dipendenza non si avvia, controllare i registri per vedere le informazioni dettagliate sull'errore. Per gli agenti Windows la directory di log è %Programfiles%\Microsoft Dependency Agent\logs.

Riga di comando di Windows

Usare le opzioni della tabella seguente per eseguire l'installazione dalla riga di comando. Per vedere un elenco dei flag di installazione eseguire il programma di installazione con /? come segue.

InstallDependencyAgent-Windows.exe /?
Flag Descrizione
/? Ottenere un elenco delle opzioni della riga di comando.
/S Eseguire un'installazione invisibile all'utente senza prompt per l'utente.

Per impostazione predefinita, i file di Windows Dependency Agent sono posizionati in C:\Program Files\Microsoft Dependency Agent.

Installare Dependency Agent in Linux

Per installare o configurare l'agente è necessario l'accesso alla radice.

Dependency Agent viene installato nei computer Linux con InstallDependencyAgent-Linux64.bin, uno script della shell con un file binario autoestraente. È possibile eseguire il file con sh o aggiungere autorizzazioni di esecuzione al file stesso.

Per installare Dependency Agent in ogni computer Linux, seguire questa procedura:

  1. Installare l'agente OMS seguendo le istruzioni in Collegare e gestire i dati da computer Linux.
  2. Installare Linux Dependency Agent come utente ROOT usando il comando seguente:
    sh InstallDependencyAgent-Linux64.bin
  3. Se l'agente di dipendenza non si avvia, controllare i registri per vedere le informazioni dettagliate sull'errore. Per gli agenti Linux la directory di log è /var/opt/microsoft/dependency-agent/log.

Per vedere un elenco dei flag di installazione eseguire il programma di installazione con il flag -help come segue.

InstallDependencyAgent-Linux64.bin -help
Flag Descrizione
-help Ottenere un elenco delle opzioni della riga di comando.
-s Eseguire un'installazione invisibile all'utente senza prompt per l'utente.
--check Controllare le autorizzazioni e il sistema operativo ma non installare l'agente.

I file relativi a Dependency Agent sono memorizzati nelle directory seguenti.

File Località
File core /opt/microsoft/dependency-agent
File di log /var/opt/microsoft/dependency-agent/log
File di configurazione /etc/opt/microsoft/dependency-agent/config
File eseguibili del servizio /opt/microsoft/dependency-agent/bin/microsoft-dependency-agent
/opt/microsoft/dependency-agent/bin/microsoft-dependency-agent-manager
File binary di archiviazione /var/opt/microsoft/dependency-agent/storage

Esempi di script di installazione

Per distribuire facilmente Dependency Agent su più server contemporaneamente è utile usare uno script. È possibile usare gli esempi di script seguenti per scaricare e installare Dependency Agent in Windows o Linux.

Script di PowerShell per Windows

Invoke-WebRequest "https://aka.ms/dependencyagentwindows" -OutFile InstallDependencyAgent-Windows.exe

.\InstallDependencyAgent-Windows.exe /S

Script Shell per Linux

wget --content-disposition https://aka.ms/dependencyagentlinux -O InstallDependencyAgent-Linux64.bin
sh InstallDependencyAgent-Linux64.bin -s

Configurazione dello stato desiderato

Per distribuire Dependency Agent tramite Desired State Configuration, è possibile usare il modulo xPSDesiredStateConfiguration e un frammento di codice simile al seguente:

configuration ServiceMap {

Import-DscResource -ModuleName xPSDesiredStateConfiguration

$DAPackageLocalPath = "C:\InstallDependencyAgent-Windows.exe"

Node localhost
{ 
    # Download and install the Dependency Agent
    xRemoteFile DAPackage 
    {
        Uri = "https://aka.ms/dependencyagentwindows"
        DestinationPath = $DAPackageLocalPath
    }

    xPackage DA
    {
        Ensure="Present"
        Name = "Dependency Agent"
        Path = $DAPackageLocalPath
        Arguments = '/S'
        ProductId = ""
        InstalledCheckRegKey = "HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Wow6432Node\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall\DependencyAgent"
        InstalledCheckRegValueName = "DisplayName"
        InstalledCheckRegValueData = "Dependency Agent"
        DependsOn = "[xRemoteFile]DAPackage"
    }
  }
}

Disinstallazione

Disinstallare Dependency Agent in Windows

Dependency Agent per Windows può essere disinstallato da un amministratore tramite il Pannello di controllo.

Per disinstallare Dependency Agent l'amministratore può anche eseguire %Programfiles%\Microsoft Dependency Agent\Uninstall.exe.

Disinstallare Dependency Agent in Linux

Per disinstallare completamente Dependency Agent da Linux, è necessario rimuovere l'agente stesso e il connettore che viene installato automaticamente con l'agente. È possibile disinstallare entrambi con il seguente comando singolo:

rpm -e dependency-agent dependency-agent-connector

Risoluzione dei problemi

Se si verificano problemi di installazione o esecuzione di Mapping dei servizi, questa sezione può essere d'aiuto. Se si non riesce a risolvere il problema, contattare il supporto tecnico Microsoft.

Problemi di installazione di Dependency Agent

Il programma di installazione richiede il riavvio

Dependency Agent in genere non richiede un riavvio dopo l'installazione o la disinstallazione. Tuttavia, in alcuni casi rari, Windows Server può richiedere di riavviare il computer per continuare con l'installazione. Ciò si verifica quando una dipendenza, in genere Visual C++ Redistributable di Microsoft, richiede un riavvio a causa di un file bloccato.

Viene visualizzato il messaggio "Non è stato possibile installare Dependency Agent: impossibile installare le librerie di runtime di Visual Studio (codice = [numero_di_codice])"

Microsoft Dependency Agent si basa sulle librerie di runtime di Microsoft Visual Studio. Se si verifica un problema durante l'installazione delle librerie, si riceverà un messaggio.

I programmi di installazione delle librerie di runtime creano log nella cartella %LOCALAPPDATA%\temp. Il file è dd_vcredist_arch_aaaammgghhmmss.log, in cui arch è "x86" oppure "amd64" e aaaammgghhmmss sarà la data e l'ora, in formato 24 ore, di creazione del log. Il log offre informazioni dettagliate sul problema che impedisce l'installazione.

Potrebbe essere utile per l'utente installare personalmente prima la versione più recente delle librerie di runtime.

La tabella seguente elenca i codici e le risoluzioni consigliate.

Codice Descrizione Risoluzione
0x17 Il programma di installazione della libreria richiede un aggiornamento di Windows che non è stato installato. Cercare nel log del programma di installazione della libreria più recente.

Se il riferimento a "Windows8.1-KB2999226-x64.msu" è seguito da una riga "Errore 0x80240017: impossibile eseguire il pacchetto MSU", significa che non si dispone dei prerequisiti necessari per installare KB2999226. Seguire le istruzioni riportate nella sezione relativa ai prerequisiti in Universal C Runtime in Windows. Potrebbe essere necessario eseguire Windows Update e riavviare più volte per installare i prerequisiti.

Eseguire nuovamente il programma di installazione di Microsoft Dependency Agent.

Problemi successivi all'installazione

Il server non viene visualizzato in Mapping dei servizi

Se l'installazione di Dependency Agent è stata completata correttamente, ma nella soluzione Elenco dei servizi non viene visualizzato il server:

  • Dependency Agent è stato installato correttamente? È possibile verificarlo controllando se il servizio è installato ed è in esecuzione.

    Windows: cercare il servizio denominato "Microsoft Dependency Agent".
    Linux: cercare il processo in esecuzione "microsoft-dependency-agent".

  • L'utente dispone del piano tariffario gratuito di Log Analytics/Operations Management Suite? Il piano gratuito consente di avere fino a cinque server univoci dell'Elenco dei servizi. Tutti i server successivi non verranno visualizzati nell'Elenco dei servizi, anche se i primi cinque non inviano più dati.

  • Il server invia il log e i dati delle prestazioni a Operations Management Suite? Passare a Ricerca log ed eseguire la query seguente per il computer:

      * Computer="<your computer name here>" | measure count() by Type
    

    I risultati mostrano eventi diversi? I dati sono aggiornati? In questo caso, l'agente OMS funziona correttamente e comunica con il servizio Operations Management Suite. In caso contrario, controllare l'agente OMS sul server: Risoluzione dei problemi dell'agente OMS per Windows o Risoluzione dei problemi dell'agente OMS per Linux.

Il server viene visualizzato in Mapping dei servizi, ma non dispone di alcun processo

Se il server viene visualizzato nell'Elenco dei servizi, ma non presenta processi o dati di connessione, vuol dire che Dependency Agent è installato ed è in esecuzione, ma non è stato caricato il driver del kernel.

Controllare il file C:\Programmi\Microsoft Dependency Agent\logs\wrapper.log per Windows o il file /var/opt/microsoft/dependency-agent/log/service.log per Linux. Le ultime righe del file dovrebbero indicare il motivo per cui il kernel non è stato caricato. Ad esempio, il kernel potrebbe non essere supportato in Linux se è stato aggiornato.

Raccolta dei dati

È possibile aspettarsi che ogni agente trasmetta circa 25 MB al giorno, in base alla complessità delle dipendenze del sistema. I dati sulle dipendenze di Mapping dei servizi vengono inviati da ogni agente ogni 15 secondi.

Dependency Agent usa in genere lo 0,1% della memoria di sistema e lo 0,1% della CPU di sistema.

Aree di Azure supportate

Mapping dei servizi è attualmente disponibile nelle aree seguenti:

  • Stati Uniti orientali
  • Europa occidentale
  • Stati Uniti centro-occidentali

Sistemi operativi supportati

Le sezioni seguenti elencano i sistemi operativi supportati per l'agente di dipendenza. Mapping dei servizi non supporta le architetture a 32 bit per i sistemi operativi.

Windows Server

  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2012 R2
  • Windows Server 2012
  • Windows Server 2008 R2 SP1,

Desktop di Windows

  • Windows 10
  • Windows 8.1
  • Windows 8
  • Windows 7

Red Hat Enterprise Linux, CentOS Linux e Oracle Linux (con il kernel RHEL)

  • Sono supportate solo versioni predefinita e SMP del kernel Linux.
  • Le versioni del kernel non standard, ad esempio PAE e Xen, non sono supportate per le distribuzioni Linux. Ad esempio, un sistema con la stringa di versione "2.6.16.21-0.8-xen" non è supportato.
  • I kernel personalizzati, tra cui le ricompilazioni dei kernel standard, non sono supportate.
  • Il kernel CentOSPlus non è supportato.
  • In una sezione successiva di questo articolo viene illustrato Unbreakable Enterprise Kernel (UEK) di Oracle.

Red Hat Linux 7

Versione del sistema operativo Versione del kernel
7.0 3.10.0-123
7.1 3.10.0-229
7,2 3.10.0-327
7.3 3.10.0-514

Red Hat Linux 6

Versione del sistema operativo Versione del kernel
6.0 2.6.32-71
6.1 2.6.32-131
6.2 2.6.32-220
6.3 2.6.32-279
6.4 2.6.32-358
6,5 2.6.32-431
6.6 2.6.32-504
6.7 2.6.32-573
6.8 2.6.32-642

Red Hat Linux 5

Versione del sistema operativo Versione del kernel
5.8 2.6.18-308
5.9 2.6.18-348
5.10 2.6.18-371
5.11 2.6.18-398
2.6.18-400
2.6.18-402
2.6.18-404
2.6.18-406
2.6.18-407
2.6.18-408
2.6.18-409
2.6.18-410
2.6.18-411
2.6.18-412
2.6.18-416
2.6.18-417
2.6.18-419

Oracle Enterprise Linux con Unbreakable Enterprise Kernel

Oracle Linux 6

Versione del sistema operativo Versione del kernel
6.2 Oracle 2.6.32-300 (UEK R1)
6.3 Oracle 2.6.39-200 (UEK R2)
6.4 Oracle 2.6.39-400 (UEK R2)
6,5 Oracle 2.6.39-400 (UEK R2 i386)
6.6 Oracle 2.6.39-400 (UEK R2 i386)

Oracle Linux 5

Versione del sistema operativo Versione del kernel
5.8 Oracle 2.6.32-300 (UEK R1)
5.9 Oracle 2.6.39-300 (UEK R2)
5.10 Oracle 2.6.39-400 (UEK R2)
5.11 Oracle 2.6.39-400 (UEK R2)

SUSE Linux Enterprise Server

SUSE Linux 11

Versione del sistema operativo Versione del kernel
11 2.6.27
11 SP1 2.6.32
11 SP2 3.0.13
11 SP3 3.0.76
11 SP4 3.0.101

SUSE Linux 10

Versione del sistema operativo Versione del kernel
10 SP4 2.6.16.60

Dati di diagnostica e di utilizzo

Microsoft raccoglie automaticamente i dati di utilizzo e prestazioni tramite l'uso del servizio Mapping dei servizi da parte dell'utente. Microsoft usa questi dati per offrire e migliorare la qualità, la sicurezza e l'integrità del servizio Mapping dei servizi. I dati includono informazioni sulla configurazione del software, ad esempio sistema operativo e versione. Includono anche l'indirizzo IP, il nome DNS e il nome della workstation per offrire funzionalità di risoluzione dei problemi accurate ed efficienti. Non vengono raccolti nomi, indirizzi o altre informazioni di contatto.

Per altre informazioni sulla raccolta e l'uso dei dati, vedere l'Informativa sulla privacy di Microsoft Online Services.

Passaggi successivi