Come eseguire il backup e il ripristino di un server nel database di Azure per PostgreSQL usando l'interfaccia della riga di comando di Azure

Usare il database di Azure per PostgreSQL per ripristinare il database di un server a una data precedente che va dai 7 ai 35 giorni.

Prerequisiti

Per completare questa guida, è necessario:

Avviare Azure Cloud Shell

Azure Cloud Shell è una shell Bash gratuita che può essere eseguita direttamente nel portale di Azure. Include l'interfaccia della riga di comando di Azure preinstallata e configurata per l'uso con l'account. Fare clic sul pulsante Cloud Shell nel menu nel riquadro in alto a destra nel portale di Azure.

Cloud Shell

Il pulsante avvia una shell interattiva che è possibile usare per eseguire i passaggi di questo argomento:

Screenshot che mostra la finestra di Cloud Shell nel portale

Importante

Se si installa e si usa l'interfaccia della riga di comando in locale, per questa guida è necessario usare la versione 2.0 o successiva dell'interfaccia della riga di comando di Azure. Per verificare la versione, al prompt dei comandi dell'interfaccia della riga di comando di Azure immettere az --version. Per eseguire l'installazione o l'aggiornamento, vedere Installare l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0.

Il backup viene eseguito automaticamente

Quando si usa Database di Azure per PostgreSQL, il servizio di database esegue automaticamente il backup del servizio ogni 5 minuti.

Per il livello di base, il servizio di backup è disponibile per 7 giorni. Per il livello standard, il servizio di backup è disponibile per 35 giorni. Per altre informazioni, vedere Piano tariffario di Database di Azure per PostgreSQL.

Con questa funzionalità di backup automatico è possibile ripristinare il server e i suoi database a una data precedente o a un precedente punto nel tempo.

Ripristinare un database a un momento precedente con l'interfaccia della riga di comando di Azure

Usare Database di Azure per PostgreSQL per ripristinare il server a un momento precedente. I dati ripristinati vengono copiati in un nuovo server e il server esistente viene lasciato invariato. Se, ad esempio, una tabella è stata involontariamente eliminata a mezzogiorno di oggi, è possibile eseguire il ripristino a un qualsiasi momento prima di mezzogiorno. È possibile quindi recuperare la tabella e i dati mancanti dalla copia ripristinata del server.

Per ripristinare il server usare il comando az postgres server restore dell'interfaccia della riga di comando di Azure.

Eseguire il comando di ripristino

Per ripristinare il server, al prompt dei comandi dell'interfaccia della riga di comando di Azure immettere il comando seguente:

az postgres server restore --resource-group myResourceGroup --name mypgserver-restored --restore-point-in-time 2017-04-13T13:59:00Z --source-server mypgserver-20170401

Il comando az postgres server restore richiede i parametri seguenti:

Impostazione Valore consigliato Descrizione
resource-group myResourceGroup Il gruppo di risorse in cui si trova il server di origine.
name mypgserver-restored Il nome del nuovo server creato con il comando di ripristino.
restore-point-in-time 2017-04-13T13:59:00Z Selezionare un punto nel tempo per il ripristino. La data e l'ora devono trovarsi all'interno del periodo di memorizzazione dei backup del server di origine. Usare il formato ISO8601 per la data e l'ora. È possibile usare il proprio fuso orario locale, ad esempio 2017-04-13T05:59:00-08:00. È anche possibile usare il formato UTC Zulu, ad esempio 2017-04-13T13:59:00Z.
source-server mypgserver-20170401 Il nome o l'ID del server di origine da cui eseguire il ripristino.

Quando si ripristina un server a un punto precedente nel tempo, viene creato un nuovo server. Il server originale e i database dal punto nel punto specificato vengono copiati nel nuovo server.

I valori relativi al percorso e al piano tariffario per il server ripristinato sono gli stessi del server di origine.

Il comando az postgres server restore è sincrono. Dopo il ripristino, il server può essere usato di nuovo per ripetere il processo per un altro punto nel tempo.

Al termine del ripristino, individuare il nuovo server creato per verificare che il ripristino dei dati sia avvenuto come previsto.

Passaggi successivi

Raccolte connessioni per il Database di Azure per PostgreSQL