Librerie di gestione del bus di servizio

Le librerie di gestione del bus di servizio di Azure possono eseguire il provisioning di entità e spazi dei nomi del bus di servizio in modo dinamico, per consentire distribuzioni complesse e scenari di messaggistica e permettere di determinare a livello di codice le entità di cui eseguire il provisioning. Queste librerie sono attualmente disponibili per .NET.

Funzionalità supportate

  • Creazione, aggiornamento, eliminazione di spazi dei nomi
  • Creazione, aggiornamento, eliminazione di code
  • Creazione, aggiornamento, eliminazione di argomenti
  • Creazione, aggiornamento, eliminazione di sottoscrizioni

Prerequisiti

Per iniziare a usare le librerie di gestione del bus di servizio, è necessario eseguire l'autenticazione con il servizio Azure Active Directory (AAD). AAD richiede l'autenticazione come entità servizio, che fornisce l'accesso alle risorse di Azure in uso. Per informazioni su come creare un'entità servizio, vedere uno di questi articoli:

Nel corso di queste esercitazioni vengono forniti un AppId (ID client), un TenantId e un ClientSecret (chiave di autenticazione) che sono usati per l'autenticazione da parte delle librerie di gestione. È necessario disporre delle autorizzazioni di Proprietario per il gruppo di risorse in cui verranno eseguite le librerie.

Modello di programmazione

Il modello di modifica delle risorse del bus di servizio segue un protocollo comune:

  1. Ottenere un token da Azure Active Directory usando la libreria Microsoft.IdentityModel.Clients.ActiveDirectory.

    var context = new AuthenticationContext($"https://login.microsoftonline.com/{tenantId}");
    
    var result = await context.AcquireTokenAsync("https://management.core.windows.net/", new ClientCredential(clientId, clientSecret));
    
  2. Creare l'oggetto ServiceBusManagementClient.

    var creds = new TokenCredentials(token);
    var sbClient = new ServiceBusManagementClient(creds)
    {
        SubscriptionId = SettingsCache["SubscriptionId"]
    };
    
  3. Impostare i parametri CreateOrUpdate sui valori specificati.

    var queueParams = new QueueCreateOrUpdateParameters()
    {
        Location = SettingsCache["DataCenterLocation"],
        EnablePartitioning = true
    };
    
  4. Effettuare la chiamata.

    await sbClient.Queues.CreateOrUpdateAsync(resourceGroupName, namespaceName, QueueName, queueParams);
    

Passaggi successivi