Passaggio 8: Configurare l'origine e la destinazione per la replica Hyper-V in Azure

Questo articolo illustra come configurare le impostazioni di origine e di destinazione per la replica di macchine virtuali Hyper-V locali (senza System Center VMM) in Azure usando il servizio Azure Site Recovery nel portale di Azure.

Inserire commenti e domande nella parte inferiore di questo articolo oppure nel forum sui servizi di ripristino di Azure.

Configurare l'ambiente di origine

Configurare il sito Hyper-V, installare il provider di Azure Site Recovery e l'agente di Servizi di ripristino di Azure negli host Hyper-V e registrare il sito nell'insieme di credenziali.

  1. In Preparare l'infrastruttura fare clic su Origine. Per aggiungere un nuovo sito Hyper-V come contenitore per i cluster o gli host Hyper-V, fare clic su + Sito Hyper-V.

    Impostare l'origine

  2. In Crea il sito Hyper-V specificare un nome per il sito. Fare quindi clic su OK. A questo punto, selezionare il sito creato e fare clic su +Server Hyper-V per aggiungere un server al sito.

    Impostare l'origine

  3. In Aggiungi server > Tipo di server verificare che sia visualizzato Server Hyper-V.

    • Verificare che il server Hyper-V che si desidera aggiungere sia conforme ai prerequisiti e sia in grado di accedere agli URL specificati.
    • Scaricare il file di installazione del provider di Azure Site Recovery. Eseguire questo file per installare il provider e l'agente di Servizi di ripristino in ogni host Hyper-V.

      Impostare l'origine

Installare provider e agente

  1. Eseguire il file di installazione del provider in ogni host aggiunto al sito Hyper-V. Se l'installazione viene eseguita in un cluster Hyper-V, eseguire il file di installazione in ogni nodo del cluster. L'installazione e la registrazione di ogni nodo del cluster Hyper-V garantisce che le macchine virtuali siano protette anche se ne viene eseguita la migrazione tra i nodi.
  2. In Microsoft Update è possibile acconsentire esplicitamente agli aggiornamenti in modo che gli aggiornamenti del provider vengano installati in base ai criteri di Microsoft Update.
  3. In Installazione accettare o modificare il percorso predefinito di installazione del provider e quindi fare clic su Installa.
  4. In Impostazioni dell'insieme di credenziali fare clic su Esplora per selezionare il file di chiave dell'insieme di credenziali scaricato. Specificare la sottoscrizione di Azure Site Recovery, il nome dell'insieme di credenziali e il sito Hyper-V a cui appartiene il server Hyper-V.

    Server registration

  5. In Impostazioni proxy specificare in che modo il provider in esecuzione negli host Hyper-V si connette ad Azure Site Recovery tramite Internet.

    • Per fare in modo che il provider si connetta direttamente, selezionare Connetti direttamente ad Azure Site Recovery senza server proxy.
    • Se per il proxy esistente è necessaria l'autenticazione o si desidera usare un proxy personalizzato per la connessione al provider, selezionare Connetti ad Azure Site Recovery usando un server proxy.
    • Se si usa un proxy:

      • Specificare l'indirizzo, la porta e le credenziali.
      • Assicurarsi che sia possibile accedere tramite il proxy agli URL indicati nei prerequisiti .

      Internet

  6. Al termine dell'installazione fare clic su Registra per registrare il server nell'insieme di credenziali.

    Percorso di installazione

  7. Al termine della registrazione, i metadati del server Hyper-V vengono recuperati da Azure Site Recovery e il server viene visualizzato in Site Recovery Infrastructure > (Infrastruttura di Site Recovery)Hyper-V Hosts (Host Hyper-V).

Configurare l'ambiente di destinazione

Specificare l'account di archiviazione di Azure per la replica e la rete di Azure a cui le macchine virtuali di Azure dovranno connettersi dopo il failover.

  1. Fare clic su Preparare l'infrastruttura > Destinazione.
  2. Selezionare la sottoscrizione e il gruppo di risorse in cui si desidera creare le macchine virtuali di Azure dopo il failover. Scegliere il modello di distribuzione (classica o Resource Manager) da usare in Azure per le macchine virtuali.

  3. Site Recovery verifica la disponibilità di uno o più account di archiviazione di Azure e reti compatibili.

    • Se non si dispone di un account di archiviazione, fare clic su + Archiviazione per creare un account basato su Resource Manager inline.
    • Se non si dispone di una rete Azure, fare clic su +Rete per creare una rete basata su Resource Manager inline.

Passaggi successivi

Andare a Passaggio 9: Configurare i criteri di replica