Matrice di supporto di Azure Site Recovery per la replica da locale ad Azure

In questo articolo vengono riepilogati le configurazioni e i componenti supportati per Azure Site Recovery durante la replica e il ripristino in Azure. Per altre informazioni sui requisiti di Azure Site Recovery, vedere i prerequisiti.

Supporto per opzioni di distribuzione

Distribuzione Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Portale di Azure Macchine virtuali VMware locali in Archiviazione di Azure, con Azure Resource Manager o archiviazione e reti classiche.

Failover in VM classiche o basate su Resource Manager.
VM Hyper-V locali in Archiviazione di Azure, con Resource Manager o archiviazione e reti classiche.

Failover in VM classiche o basate su Resource Manager.
Portale classico Solo modalità manutenzione. Non è possibile creare nuovi insiemi di credenziali. Solo modalità manutenzione.
PowerShell Attualmente non è supportata. Supportato

Supporto per server di gestione dei data center

Entità di gestione della virtualizzazione

Distribuzione Supporto
Server fisico/VM VMware vCenter 6.5, 6.0 o 5.5
Hyper-V (con Virtual Machine Manager) System Center Virtual Machine Manager 2016 e System Center Virtual Machine Manager 2012 R2

Nota

Un cloud System Center Virtual Machine Manager 2016 con una combinazione di host Windows Server 2016 e 2012 R2 non è attualmente supportato. Le configurazioni che includono l'aggiornamento di un SCVMM 2012 R2 esistente alla versione 2016 non sono attualmente supportate.

Server host

Distribuzione Supporto
Server fisico/VM VMware vSphere 6.5, 6.0 e 5.5
Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager) Windows Server 2016, Windows Server 2012 R2 con gli aggiornamenti più recenti.
Se si usa SCVMM, gli host Windows Server 2016 dovranno essere gestiti da SCVMM 2016.

Nota

Un sito di Hyper-V con una combinazione di host che eseguono Windows Server 2016 e 2012 R2 non è attualmente supportato. Il ripristino in un percorso alternativo per le VM in un host Windows Server 2016 non è attualmente supportato.

Supporto per le versioni dei sistemi operativi dei computer replicati

In caso di replica in Azure, le macchine virtuali protette devono soddisfare i requisiti di Azure. La tabella seguente offre un riepilogo dei sistemi operativi replicati supportati nei vari scenari di distribuzione quando si usa Azure Site Recovery. Il supporto è applicabile per qualsiasi carico di lavoro in esecuzione nel sistema operativo indicato.

Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza VMM)
Le VM Windows Server 2012 R2 a 64 bit, Windows Server 2012, Windows Server 2008 R2 con SP1 o successivo
Windows Server 2016: non supportato attualmente in macchine virtuali VMware e server fisici.

Red Hat Enterprise Linux: da 5.2 a 5.11, da 6.1 a 6.9, da 7.0 a 7.3

CentOS: da 5.2 a 5.11, da 6.1 a 6.9, da 7.0 a 7.3

Server Ubuntu 14.04 LTS (versioni del kernel supportate)

Server Ubuntu 16.04 LTS (versioni del kernel supportate)

Debian 7

Debian 8

Oracle Enterprise Linux 6.4 o 6.5 che esegue il kernel compatibile Red Hat o Unbreakable Enterprise Kernel versione 3 (UEK3)

SUSE Linux Enterprise Server 11 SP3

SUSE Linux Enterprise Server 11 SP4
(L'aggiornamento dei computer di replica da SLES 11 SP3 a SLES 11 SP4 non è supportato. Se un computer replicato è stato aggiornato da 11SP3 SLES a SLES 11 SP4, è necessario disabilitare la replica e proteggere di nuovo il computer dopo l'aggiornamento.)
Qualsiasi sistema operativo guest supportato da Azure

Importante

(Applicabile ai server VMware/fisici replicati in Azure)

Sui server Red Hat Enterprise Linux Server 7+ e CentOS 7+ la versione del kernel 3.10.0-514 è supportata a partire dalla versione 9.8 del servizio Mobility di Azure Site Recovery.

I clienti sul kernel di 3.10.0-514 con una versione del servizio Mobility inferiore alla 9.8 devono disabilitare la replica, aggiornare il servizio Mobility alla versione 9.8 e quindi abilitare nuovamente la replica.

Versioni del kernel Ubuntu supportate per server VMware/fisici

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel
14.04 LTS 9.9 Da 3.13.0-24 generica a 3.13.0-117 generica
Da 3.16.0-25 generica a 3.16.0-77 generica
Da 3.19.0-18 generica a 3.19.0-80 generica
Da 4.2.0-18 generica a 4.2.0-42 generica
Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-75 generica
14.04 LTS 9.10 Da 3.13.0-24 generica a 3.13.0-121 generica
Da 3.16.0-25 generica a 3.16.0-77 generica
Da 3.19.0-18 generica a 3.19.0-80 generica
Da 4.2.0-18 generica a 4.2.0-42 generica
Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-81 generica
14.04 LTS 9.11 Da 3.13.0-24 generica a 3.13.0-128 generica
Da 3.16.0-25 generica a 3.16.0-77 generica
Da 3.19.0-18 generica a 3.19.0-80 generica
Da 4.2.0-18 generica a 4.2.0-42 generica
Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-91 generica
16.04 LTS 9.10 Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-81 generica
Da 4.8.0-34 generica a 4.8.0-56 generica
Da 4.10.0-14 generica a 4.10.0-24 generica
16.04 LTS 9.11 Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-91 generica
Da 4.8.0-34 generica a 4.8.0-58 generica
Da 4.10.0-14 generica a 4.10.0-32 generica

File system e configurazioni di archiviazione guest supportate in Linux (server VMware/fisici)

I file system e i software di configurazione dell'archiviazione seguenti sono supportati nei server Linux eseguiti in server fisici o VMware:

  • File system: ext3, ext4, ReiserFS (solo Suse Linux Enterprise Server), XFS
  • Gestore volumi: LVM2
  • Software con percorsi multipli: mapper dispositivi

I dispositivi di archiviazione paravirtualizzati, ovvero dispositivi esportati da driver paravirtualizzati, non sono supportati.
I dispositivi di I/O a blocchi a code multiple non sono supportati.
I server fisici con il controller di archiviazione HP CCISS non sono supportati.

Nota

Sui server Linux le seguenti directory (se impostate come partizioni o file system separati) devono essere tutte nello stesso disco (il disco del sistema operativo) nel server di origine: / (root), /boot, /usr, /usr/local, /var, ecc.

Le funzionalità di XFSv5 nei file system XFS, ad esempio il checksum dei metadati, sono supportate a partire dalla versione 9.10 del servizio Mobility. Se si usano le funzionalità di XFSv5, verificare che sia in esecuzione il servizio Mobility 9.10 o versione successiva. È possibile usare l'utilità xfs_info per controllare il superblocco XFS per la partizione. Se ftype è impostato su 1, le funzionalità XFSv5 sono in uso.

Supporto per la configurazione di rete

Le tabelle seguenti offrono un riepilogo delle configurazioni di rete supportate nei vari scenari di distribuzione che usano Azure Site Recovery per la replica in Azure.

Configurazione di rete per host

Configurazione Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Gruppo NIC

Non supportato quando i computer fisici vengono replicati
VLAN
IPv4
IPv6 No No

Configurazione di rete per VM guest

Configurazione Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Gruppo NIC No No
IPv4
IPv6 No No
IP statico (Windows)
IP statico (Linux)

Macchine virtuali è configurato per l'utilizzo di DHCP in failback
No
Più NIC

Configurazione di rete per VM di Azure sottoposte a failover

Rete di Azure Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Express Route
ILB
ELB
Gestione traffico
Più NIC
IP riservato
IPv4
Conservazione IP origine

Supporto per archiviazione

Le tabelle seguenti offrono un riepilogo delle configurazioni di archiviazione supportate nei vari scenari di distribuzione che usano Azure Site Recovery per la replica in Azure.

Configurazione di archiviazione per host

Configurazione Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
NFS Sì per VMware

No per server fisici
N/D
SMB 3.0 N/D
SAN (iSCSI)
Percorsi multipli (MPIO)
Testata con: DSM Microsoft, EMC PowerPath 5.7 SP4, DSM EMC PowerPath per CLARiiON

Configurazione di archiviazione per server fisici o guest

Configurazione Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
VMDK N/D
VHD/VHDX N/D
VM di seconda generazione N/D
EFI/UEFI No
Disco cluster condiviso No No
Disco crittografato No No
NFS No N/D
SMB 3.0 No No
RDM

N/D per server fisici
N/D
Disco superiore a 1 TB

Fino a 4095 GB


Fino a 4095 GB
Disco con dimensioni del settore di 4K Sì, supportato per VM di generazione 1

Non supportato per VM di generazione 2
Volume con disco con striping superiore a 1 TB

Gestione volumi logici (LVM)
Spazi di archiviazione No
Aggiunta/rimozione a caldo disco No No
Esclusione disco
Percorsi multipli (MPIO) N/D
Archiviazione di Azure Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Archiviazione con ridondanza locale
Archiviazione con ridondanza geografica
RA-GRS
Archiviazione ad accesso sporadico No No
Archiviazione ad accesso frequente No No
Crittografia dei dati inattivi (SSE)
Archiviazione Premium
Servizio di importazione/esportazione No No

Supporto per configurazione di calcolo di Azure

Funzionalità di calcolo Server fisico/VMware Hyper-V (con/senza Virtual Machine Manager)
Set di disponibilità
HUB
Dischi gestiti

Il failback in locale da macchina virtuale Azure con i dischi gestiti non è attualmente supportato.

Requisiti per VM di Azure sottoposte a failover

È possibile distribuire Site Recovery per replicare macchine virtuali e server fisici in esecuzione su qualsiasi sistema operativo supportato da Azure, vale a dire la maggior parte delle versioni di Windows e Linux. In caso di replica in Azure, le macchine virtuali locali da replicare devono essere conformi ai requisiti di Azure riportati di seguito.

Entità Requisiti Dettagli
Sistema operativo guest Replica da Hyper-V ad Azure: Site Recovery supporta tutti i sistemi operativi supportati da Azure.

Per la replica di server fisici e VMware, controllare i prerequisiti
Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato.
Architettura sistema operativo guest 64 bit Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Dimensioni disco del sistema operativo Fino a 2048 GB se si replicano macchine virtuali VMware o server fisici in Azure.

Fino a 2048 GB per le macchine virtuali Hyper-V di prima generazione.

Fino a 300 GB per le macchine virtuali Hyper-V di seconda generazione.
Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Numero di dischi del sistema operativo 1 Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato.
Numero di dischi dati 64 o meno se si replicano VM VMware in Azure; 16 o meno se si replicano VM Hyper-V in Azure Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Dimensioni dei dischi rigidi virtuali dei dischi dati Fino a 4095 GB Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Schede di rete Sono supportate più schede
Disco rigido virtuale condiviso Non supportate Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Disco FC Non supportate Il controllo dei prerequisiti avrà esito negativo se non supportato
Formato disco rigido VHD

VHDX
Anche se VHDX al momento non è supportato in Azure, in Site Recovery VHDX viene convertito automaticamente in VHD quando si esegue il failover in Azure. Quando si esegue il failback in locale, le macchine virtuali continuano a utilizzare il formato VHDX.
BitLocker Non supportate Prima di proteggere una macchina virtuale è necessario disabilitare BitLocker.
Nome VM Tra 1 e 63 caratteri. Limitato a lettere, numeri e trattini. Il nome della macchina virtuale deve iniziare e terminare con una lettera o un numero. Aggiornare il valore nelle proprietà della macchina virtuale in Site Recovery.
Tipo di VM Prima generazione

Seconda generazione - Windows
Sono supportate le macchine virtuali di seconda generazione con disco del sistema operativo di base che include uno o più volumi di dati in formato VHDX e inferiori a 300 GB di spazio su disco.
Le macchine virtuali Linux di seconda generazione non sono supportate. Altre informazioni

Supporto per azioni su insiemi di credenziali di Servizi di ripristino

Azione Server fisico/VMware Hyper-V (senza Virtual Machine Manager) Hyper-V (con Virtual Machine Manager)
Spostamento insieme di credenziali tra gruppi di risorse

All'interno e tra sottoscrizioni
No No No
Spostamento di risorse di archiviazione, rete e VM di Azure tra gruppi di risorse

All'interno e tra sottoscrizioni
No No No

Supporto per provider e agente

Nome Descrizione Versione più recente Dettagli
Provider di Azure Site Recovery Coordina le comunicazioni tra server locali e Azure

Installato nei server Virtual Machine Manager locali o nei server Hyper-V se non è presente un server Virtual Machine Manager
5.1.19 (disponibile dal portale) Funzionalità e correzioni più recenti
Installazione unificata di Azure Site Recovery (da VMware ad Azure) Coordina le comunicazioni tra server VMware locali e Azure

Installato su server VMware locali
9.3.4246.1 (disponibile dal portale) Funzionalità e correzioni più recenti
Servizio Mobility Coordina la replica fra server VMware locali/server fisici e sito Azure/secondario

Installato in server fisici o in macchine virtuali VMware da replicare
N/D (disponibile dal portale) N/D
Agente di Servizi di ripristino di Microsoft Azure (MARS) Coordina la replica tra le macchine virtuali Hyper-V e Azure

Installato nei server Hyper-V locali (con o senza un server Virtual Machine Manager)
Agente più recente (disponibile dal portale)

Passaggi successivi

Verifica dei prerequisiti