Configurare il ripristino di emergenza in Azure per macchine virtuali VMware locali - Anteprima

Questo articolo descrive come abilitare la replica per le macchine virtuali VMware locali, per il ripristino di emergenza in Azure usando il servizio Azure Site Recovery - Anteprima.

Per informazioni su come configurare il ripristino di emergenza in Azure Site Recovery versioni classiche, vedere l'esercitazione.

Questa è la seconda esercitazione di una serie che illustra come configurare il ripristino di emergenza in Azure per macchine virtuali VMware locali. Nell'esercitazione precedente è stata preparata l'appliance di replica di Azure Site Recovery locale per il ripristino di emergenza in Azure.

In questa esercitazione verranno illustrate le procedure per:

  • Configurare le impostazioni di replica di origine.
  • Configurare le impostazioni della destinazione della replica.
  • Abilitare la replica per una macchina virtuale VMware.

Introduzione

La replica da VMware ad Azure include le procedure seguenti:

Preparare l'account Azure

Per creare e registrare l'appliance di replica di Azure Site Recovery, è necessario un account Azure con:

  • Autorizzazioni di collaboratore o proprietario nella sottoscrizione di Azure.
  • Autorizzazioni per la registrazione di app Azure Active Directory (AAD).
  • Autorizzazioni di proprietario o collaboratore e amministratore accesso utenti nella sottoscrizione di Azure per creare una Key Vault, usata durante la migrazione VMware senza agente.

Se è appena stato creato un account Azure gratuito, si è proprietari della propria sottoscrizione. Se non si è il proprietario della sottoscrizione, rivolgersi al proprietario per le autorizzazioni necessarie.

Per assegnare le autorizzazioni necessarie, seguire questa procedura:

  1. Nella portale di Azure cercare Sottoscrizioni e in Servizi selezionare La casella di ricerca Sottoscrizioni per cercare la sottoscrizione di Azure richiesta.

  2. Nella pagina Sottoscrizioni selezionare la sottoscrizione in cui è stato creato l'insieme di credenziali di Servizi di ripristino.

  3. Nella sottoscrizione selezionare Controllo di accesso (IAM) >Controllare l'accesso. In Verifica l'accesso cercare l'account utente pertinente.

  4. In Aggiungi un'assegnazione di ruolo selezionare Aggiungi, selezionare il ruolo Collaboratore o Proprietario e selezionare l'account. Selezionare quindi Salva.

  5. Per registrare l'appliance di replica di Azure Site Recovery, l'account Azure deve disporre delle autorizzazioni per registrare le app AAD.

Per assegnare le autorizzazioni necessarie, seguire questa procedura:

  1. Nel portale di Azure, passare a Azure Active Directory>Utenti>Impostazioni utente. In Impostazioni utente verificare che gli utenti di Azure AD possano registrare le applicazione (impostato su per impostazione predefinita).

  2. Nel caso in cui le impostazioni di Registrazioni app siano impostate su No, richiedere all'amministratore tenant/globale di assegnare l'autorizzazione necessaria. In alternativa, l'amministratore tenant/globale può assegnare il ruolo Sviluppatore dell'applicazione a un account per consentire la registrazione dell'app AAD.

Preparare l'infrastruttura : configurare l'appliance di replica di Azure Site Recovery

È necessario configurare un'appliance di replica di Azure Site Recovery nell'ambiente locale per canaliare le comunicazioni dell'agente di mobilità.

Replication appliance

Abilitare la replica di macchine virtuali VMware

Dopo l'aggiunta di un'appliance di replica di Azure Site Recovery a un insieme di credenziali, è possibile iniziare a proteggere i computer.

Verificare che i prerequisiti nell'archiviazione e nella rete siano soddisfatti.

Per abilitare la replica, seguire questa procedura:

  1. Selezionare Site Recovery nella sezione Introduzione. Fare clic su Abilita replica (anteprima) nella sezione VMware.

  2. Scegliere il tipo di computer da proteggere tramite Azure Site Recovery.

    Nota

    In anteprima il supporto è limitato alle macchine virtuali.

    Select source machines

  3. Dopo aver scelto il tipo di computer, selezionare il server vCenter aggiunto ad Azure Site Recovery appliance di replica, registrato in questo insieme di credenziali.

4.4. Cercare il nome del computer di origine per proteggerlo. Per esaminare i computer selezionati, selezionare Risorse selezionate.

  1. Dopo aver selezionato l'elenco delle macchine virtuali, selezionare Avanti per passare alle impostazioni di origine. In questo caso selezionare l'appliance di replica e le credenziali della macchina virtuale. Queste credenziali verranno usate per eseguire il push dell'agente di mobilità nel computer da Azure Site Recovery appliance di replica per completare l'abilitazione di Azure Site Recovery. Assicurarsi che vengano scelte credenziali accurate.

    Nota

    Per il sistema operativo Linux, assicurarsi di fornire le credenziali radice. Per Windows sistema operativo, è necessario aggiungere un account utente con privilegi di amministratore. Queste credenziali verranno usate per eseguire il push del servizio Mobility nel computer di origine durante l'operazione di abilitazione della replica.

    Source settings

  2. Selezionare Avanti per specificare le proprietà dell'area di destinazione. Per impostazione predefinita, vengono selezionati la sottoscrizione dell'insieme di credenziali e il gruppo di risorse dell'insieme di credenziali. È possibile scegliere una sottoscrizione e un gruppo di risorse a scelta. I computer di origine verranno distribuiti in questa sottoscrizione e in questo gruppo di risorse quando si esegue il failover in futuro.

    Target properties

  3. Successivamente, è possibile selezionare una rete di Azure esistente o creare una nuova rete di destinazione da usare durante il failover. Se si seleziona Crea nuovo, si verrà reindirizzati al pannello Crea contesto di rete virtuale e verrà chiesto di specificare lo spazio indirizzi e i dettagli della subnet. Questa rete verrà creata nella sottoscrizione di destinazione e nel gruppo di risorse di destinazione selezionato nel passaggio precedente.

  4. Specificare quindi i dettagli della rete di failover di test.

    Nota

    Assicurarsi che la rete di failover di test sia diversa dalla rete di failover. Ciò consente di assicurarsi che la rete di failover sia prontamente disponibile in caso di emergenza effettiva.

  5. Selezionare lo spazio di archiviazione.

    • Account di archiviazione della cache: scegliere ora l'account di archiviazione della cache usato da Azure Site Recovery a scopo di gestione temporanea: memorizzazione nella cache e archiviazione dei log prima di scrivere le modifiche nei dischi gestiti.

      Per impostazione predefinita, un nuovo account di archiviazione con ridondanza locale v1 verrà creato da Azure Site Recovery per la prima operazione di abilitazione della replica in un insieme di credenziali. Per le operazioni successive, verrà riutilizzato lo stesso account di archiviazione della cache.

    • Dischi gestiti

      Per impostazione predefinita, i dischi gestiti HDD Standard vengono creati in Azure. È possibile personalizzare il tipo di dischi gestiti selezionando Personalizza. Scegliere il tipo di disco in base ai requisiti aziendali. Assicurarsi che venga scelto il tipo di disco appropriato in base alle operazioni di I/O al secondo dei dischi del computer di origine. Per informazioni sui prezzi, vedere il documento sui prezzi di Managed Disk qui.

      Nota

      Se il servizio Mobility viene installato manualmente prima di abilitare la replica, è possibile modificare il tipo di disco gestito a livello di disco. Per impostazione predefinita, è possibile scegliere un tipo di disco gestito a livello di computer

  6. Creare un nuovo criterio di replica, se necessario.

    Un criterio di replica predefinito viene creato nell'insieme di credenziali con conservazione dei punti di ripristino di 3 giorni e punti di ripristino coerenti con l'app disabilitati per impostazione predefinita. È possibile creare un nuovo criterio di replica o modificare quello esistente in base ai requisiti RPO.

    • Selezionare Crea nuovo.

    • Immettere il nome.

    • Immettere un valore per Periodo di conservazione (in giorni). È possibile immettere qualsiasi valore compreso tra 0 e 15.

    • Abilitare la frequenza di coerenza delle app se si vuole e immettere un valore per Frequenza snapshot coerente con l'app (in ore) in base ai requisiti aziendali.

    • Selezionare OK per salvare il criterio.

    I criteri verranno creati e possono essere usati per proteggere i computer di origine scelti.

  7. Dopo aver scelto i criteri di replica, selezionare Avanti. Esaminare le proprietà Source e Target. Selezionare Abilita replica per avviare l'operazione.

    Site recovery

    Viene creato un processo per abilitare la replica dei computer selezionati. Per tenere traccia dello stato di avanzamento, passare a Site Recovery processi nell'insieme di credenziali dei servizi di ripristino.

Passaggi successivi

Dopo l'abilitazione della replica eseguire un ripristino per assicurarsi che tutto funzioni come previsto.