Ripristinare un'istanza di Azure SQL Data Warehouse (API REST)

Questo articolo illustra come ripristinare un'istanza di Azure SQL Data Warehouse usando l'API REST.

Prima di iniziare

Verificare la capacità in DTU. Ogni SQL Data Warehouse è ospitato in un server SQL (ad esempio mioserver.database.windows.net), che ha una quota DTU predefinita. Per poter ripristinare un SQL Data Warehouse, verificare che la quota DTU rimanente nell'istanza del server SQL sia sufficiente per il database da ripristinare. Per informazioni su come calcolare la DTU necessaria o per richiedere altre DTU, vedere come richiedere una modifica della quota DTU.

Ripristinare un database attivo o sospeso

Per ripristinare un database:

  1. Ottenere l'elenco dei punti di ripristino del database utilizzando l'operazione Get Database Restore Points.
  2. Iniziare il ripristino usando l'operazione Create database restore request.
  3. Monitorare lo stato del ripristino tramite l'operazione Database Operation Status.

Nota

Al termine del ripristino sarà possibile configurare il database ripristinato seguendo le istruzioni disponibili in Configurare il database dopo il ripristino.

Ripristino di un database eliminato

Per ripristinare un database eliminato:

  1. Elencare tutti i database eliminati ripristinabili tramite l'operazione List Restorable Dropped Databases.
  2. Ottenere i dettagli del database eliminato da ripristinare tramite l'operazione Get Restorable Dropped Database.
  3. Iniziare il ripristino usando l'operazione Create database restore request.
  4. Monitorare lo stato del ripristino tramite l'operazione Database Operation Status.

Nota

Per configurare il database al termine del ripristino, vedere Configurare il database dopo il ripristino.

Passaggi successivi

Per altre informazioni sulle funzionalità di continuità aziendale delle edizioni del database SQL di Azure, vedere Panoramica sulla continuità aziendale del database SQL di Azure.