Glossario sugli strumenti di database elastici

Di seguito sono elencate le definizioni dei termini usati per gli strumenti di database elastici, una funzionalità del database SQL di Azure. Gli strumenti vengono usati per gestire le mappe partizioni e includono la libreria client, lo strumento di suddivisione-unione, i pool elastici e le query.

Questi termini vengono usati in Aggiunta di una partizione utilizzando gli strumenti di database elastici e Uso della classe RecoveryManager per correggere i problemi delle mappe partizioni.

Termini della scalabilità elastica

Database: un database SQL di Azure.

Routing dipendente dei dati: la funzionalità che consente a un'applicazione di connettersi a una partizione in base a una specifica chiave di partizionamento orizzontale. Vedere Routing dipendente dei dati. Confrontare con Multi-Shard Query.

Mappa globale partizioni: il mapping tra le chiavi di partizionamento orizzontale e le rispettive partizioni all'interno di un set di partizioni. La mappa partizioni globale viene archiviata nel gestore mappe partizioni. Confrontare con la mappa partizioni locale.

Mappa partizioni di tipo elenco: una mappa partizioni in cui le chiavi di partizionamento orizzontale vengono mappate singolarmente. Confrontare con la mappa partizioni di tipo intervallo.

Mappa partizioni locale: archiviata in una partizione, la mappa partizioni locale contiene i mapping per gli shardlet che risiedono nella partizione.

Esecuzione di query su più partizioni: la possibilità di eseguire una query su più partizioni; i set di risultati vengono restituiti usando la semantica di UNION ALL (nota anche come "query di tipo fan-out"). Confrontare con Routing dipendente dai dati.

Multi-tenant e Tenant singolo: l'immagine mostra un database a tenant singolo e un database multi-tenant:

Database a tenant singolo e multi-tenant

Ecco una rappresentazione di database a tenant singolo e multi-tenant partizionati .

Database a tenant singolo e multi-tenant

Mappa partizioni di tipo intervallo: una mappa partizioni in cui la strategia di distribuzione delle partizioni è basata su più intervalli di valori contigui.

Tabelle di riferimento: tabelle che non vengono partizionate, ma vengono replicate tra le partizioni. I codici di avviamento postale, ad esempio, possono essere archiviati in una tabella di riferimento.

Partizione: un database SQL di Azure che archivia i dati da un set di dati partizionato.

Elasticità di partizionamento: la possibilità di eseguire il ridimensionamento orizzontale e il ridimensionamento verticale.

Tabelle partizionate: tabelle che vengono partizionate, ovvero i cui dati vengono distribuiti tra le partizioni in base ai valori della chiave di partizionamento orizzontale.

Chiave di partizionamento orizzontale: un valore di colonna che determina la modalità di distribuzione dei dati tra le partizioni. Il tipo valore può essere uno dei seguenti: int, bigint, varbinary o uniqueidentifier.

Set di partizioni: la raccolta di partizioni attribuite alla stessa mappa partizioni nel gestore delle mappe partizioni.

Shardlet: il complesso dei dati associati a un singolo valore di una chiave di partizionamento orizzontale in una partizione. Uno shardlet è la più piccola unità di spostamento dei dati possibile quando si ridistribuiscono tabelle partizionate.

Mappa partizioni: il set di mapping tra le chiavi di partizionamento orizzontale e le rispettive partizioni.

Gestore mappe partizioni: un archivio di dati e oggetti di gestione che contiene le mappe partizioni, i percorsi delle partizioni e i mapping per uno o più set di partizioni.

Mapping

Verbi

Scalare orizzontalmente: aumentare o ridurre le dimensioni di una raccolta di partizioni aggiungendo o rimuovendo partizioni a una mappa partizioni.

Scalabilità orizzontale e verticale

Unire: spostare shardlet da due partizioni a una partizione e aggiornare la mappa partizioni di conseguenza.

Spostare shardlet: spostare un singolo shardlet in una partizione diversa.

Partizione: eseguire il partizionamento orizzontale di dati strutturati in modo identico in più database in base a una chiave di partizionamento orizzontale.

Dividere: spostare più shardlet da una partizione a un'altra (in genere nuova). Come punto di divisione viene usata una chiave di partizionamento orizzontale fornita dall'utente.

Scalare verticalmente: aumentare o ridurre il livello di prestazioni di una singola partizione. Ad esempio, modifica di una partizione da Standard a Premium (che comporta più risorse di elaborazione).

Risorse aggiuntive

Se non si usano gli strumenti di database elastici, vedere la Guida introduttiva. Se ci sono domande, è possibile visitare il forum sul database SQL mentre è possibile inserire le richieste di nuove funzionalità nel forum relativo a commenti e suggerimenti sul database SQL.