Introduzione all'istanza gestita di database SQL di AzureGetting started with Azure SQL Database managed instance

L'opzione di distribuzione Istanza gestita crea un database con quasi il 100% di compatibilità con il più recente motore di database SQL Server in locale (Enterprise Edition), fornendo un'implementazione della rete virtuale nativa che risolve problemi di sicurezza comuni e un modello aziendale favorevole per i clienti di SQL Server in locale.The managed instance deployment option creates a database with near 100% compatibility with the latest SQL Server on-premises (Enterprise Edition) database engine, providing a native virtual network (VNet) implementation that addresses common security concerns, and a business model favorable for on-premises SQL Server customers. In questo articolo verrà illustrato come configurare e creare rapidamente un'istanza gestita ed eseguire la migrazione dei database.In this article, you will learn how to quickly configure and create a managed instance and migrate your databases.

Panoramica della guida introduttivaQuickstart overview

Le guide introduttive seguenti consentono di creare rapidamente un'istanza gestita, configurare una macchina virtuale o una connessione VPN da punto a sito per l'applicazione client e ripristinare un database nella nuova istanza gestita usando un file .bak.The following quickstarts enable you to quickly create a managed instance, configure a virtual machine or point to site VPN connection for client application, and restore a database to your new managed instance using a .bak file.

Configurare l'ambienteConfigure environment

Come primo passaggio, è necessario creare la prima istanza gestita con l'ambiente di rete in cui verrà inserita, nonché abilitare la connessione dal computer o dalla macchina virtuale in cui vengono eseguite le query sull'istanza gestita.As a first step, you would need to create your first Managed Instance with the network environment where it will be placed, and enable connection from the computer or virtual machine where you are executing queries to Managed Instance. È possibile usare le guide seguenti:You can use the following guides:

In alternativa alla creazione manuale dell'istanza gestita, è possibile usare PowerShell, PowerShell con modello di Resource Manager o l'interfaccia della riga di comando di Azure per creare script e automatizzare questo processo.As an alternative to manual creation of Managed Instance, you can use PowerShell, PowerShell with Resource Manager template, or Azure CLI to script and automate this process.

Eseguire la migrazione dei databaseMigrate your databases

Dopo aver creato un'istanza gestita e configurato l'accesso, è possibile avviare la migrazione dei database da SQL Server locale o dalle macchine virtuali di Azure.After you create a managed instance and configure access, you can start migrating your databases from SQL Server on-premises or Azure VMs. La migrazione non riesce se il database di origine da migrare contiene alcune funzionalità non supportate.Migration fails if you have some unsupported features in the source database that you want to migrate. Per evitare errori e controllare la compatibilità, è possibile installare Data Migration Assistant (DMA), che analizzerà i database in SQL Server per rilevare eventuali errori che potrebbero impedire la migrazione a un'istanza gestita, ad esempio la presenza di FileStream o di più file di log.To avoid failures and check compatibility, you can install Data Migration Assistant (DMA) that analyzes your databases on SQL Server and finds any issue that could block migration to a managed instance, such as existence of FileStream or multiple log files. Se questi problemi vengono risolti, i database sono pronti per la migrazione a un'istanza gestita.If you resolve these issues, your databases are ready to migrate to managed instance. Database Experimentation Assistant è un altro strumento utile che consente di registrare il carico di lavoro in SQL Server e di riprodurlo in un'istanza gestita per determinare se la migrazione a un'istanza gestita genererà eventuali problemi di prestazioni.Database Experimentation Assistant is another useful tool that can record your workload on SQL Server and replay it on a managed instance so you can determine are there going to be any performance issues if you migrate to a managed instance.

Una volta sicuri di poter migrare il database in un'istanza gestita, è possibile usare le funzionalità di ripristino native di SQL Server per ripristinare un database in un'istanza gestita da un file .bak.Once you are sure that you can migrate your database to a managed instance, you can use the native SQL Server restore capabilities to restore a database into a managed instance from a .bak file. È possibile usare questo metodo per eseguire la migrazione dei database dal motore di database di SQL Server installato in locale o in una macchina virtuale di Azure.You can use this method to migrate databases from SQL Server database engine installed on-premises or Azure VM. Per una guida introduttiva, vedere Eseguire il ripristino da un backup in un'istanza gestita.For a quickstart, see Restore from backup to a managed instance. In questa guida introduttiva si esegue il ripristino da un file con estensione .bak archiviato nell'archivio BLOB di Azure usando il comando Transact-SQL RESTORE.In this quickstart, you restore from a .bak file stored in Azure Blob storage using the RESTORE Transact-SQL command.

Suggerimento

Per usare il comando Transact-SQL BACKUP per creare un backup del database nell'archivio BLOB di Azure, vedere Backup di SQL Server nell'URL.To use the BACKUP Transact-SQL command to create a backup of your database in Azure Blob storage, see SQL Server backup to URL.

Queste guide introduttive consentono di creare, configurare e ripristinare rapidamente un backup del database in un'istanza gestita.These quickstarts enable you to quickly create, configure, and restore database backup to a managed instance. In alcuni scenari può essere necessario personalizzare o automatizzare la distribuzione delle istanze gestite e dell'ambiente di rete richiesto.In some scenarios, you would need to customize or automate deployment of managed instances and the required networking environment. Questi scenari vengono descritti di seguito.These scenarios will be described below.

Personalizzare l'ambiente di reteCustomize network environment

Anche se è possibile configurare automaticamente la rete virtuale e la subnet durante la creazione dell'istanza con il portale di Azure, è consigliabile crearle prima di avviare la creazione di istanze gestite, perché in questo modo è possibile configurare i parametri necessari.Although the VNet/subnet can be automatically configured when the instance is created using the Azure portal, it might be good to create it before you start creating Managed Instances because you can configure the parameters of VNet and subnet. Il modo più semplice per creare e configurare l'ambiente di rete consiste nell'usare il modello di distribuzione Azure Resource Manager, che crea e configura la rete e la subnet in cui verrà inserita l'istanza.The easiest way to create and configure the network environment is to use Azure Resource deployment template that will create and configure you network and subnet where the instance will be placed. È sufficiente premere il pulsante Distribuisci di Azure Resource Manager e popolare il modulo con i parametri.You just need to press the Azure Resource Manager deploy button and populate the form with parameters.

In alternativa, per automatizzare la creazione della rete è possibile usare uno script di PowerShell.As an alternative, you can also use this PowerShell script to automate creation of the network.

Se sono già disponibili una rete virtuale e una subnet in cui si vuole distribuire l'istanza gestita, è necessario assicurarsi che soddisfino i requisiti di rete.If you already have a VNet and subnet where you would like to deploy your managed instance, you need to make sure that your VNet and subnet satisfy the networking requirements. Usare questo script di PowerShell per verificare la corretta configurazione della subnet.Use this PowerShell script to verify that your subnet is properly configured. Oltre a convalidare la rete e a segnalare i problemi, lo script indicherà le modifiche da apportare e offrirà anche la possibilità di eseguirle automaticamente nella rete virtuale/subnet.This script validates your network and report any issues, and it tells you what should be changed and then offers to make the necessary changes in your VNet/subnet. Eseguire questo script se non si vuole configurare manualmente la rete virtuale/subnet.Run this script if you don't want to configure your VNet/subnet manually. È anche possibile eseguirlo dopo qualsiasi riconfigurazione significativa dell'infrastruttura di rete.You can also run it after any major reconfiguration of your network infrastructure. Se si vuole creare e configurare la propria rete, leggere le informazioni sull'architettura della connettività e questa guida per la creazione e la configurazione di un ambiente dell'istanza gestita.If you want to create and configure your own network, read connectivity architecture and this ultimate guide for creating and configuring a managed instance environment.

Eseguire la migrazione a un'istanza gestitaMigrate to a managed instance

Gli articoli di queste guide introduttive consentono di configurare rapidamente un'istanza gestita e di spostare i database con la funzionalità nativa RESTORE.Articles in these quickstarts enable you to quickly set up a managed instance and move your databases using the native RESTORE capability. Si tratta di un buon punto di partenza per implementare modelli di verifica rapidi e accertarsi che la soluzione possa funzionare in un'istanza gestita.This is a good starting point if you want to complete quick proof-of concepts and verify that your solution can work on Managed Instance.

Tuttavia, per eseguire la migrazione del database di produzione o anche dei database di sviluppo/test che si vuole usare per alcuni test delle prestazioni, è necessario prendere in considerazione l'uso di alcune tecniche aggiuntive, ad esempio:However, in order to migrate your production database or even dev/test databases that you want to use for some performance test, you would need to consider using some additional techniques, such as:

  • Test delle prestazioni: è consigliabile misurare le prestazioni di base nell'istanza di SQL Server di origine e confrontarle con le prestazioni nell'istanza gestita di destinazione in cui è stata eseguita la migrazione del database.Performance testing - You should measure baseline performance on your source SQL Server instance and compare them with the performance on the destination Managed Instance where you have migrated the database. Vedere altre informazioni sulle procedure consigliate per il confronto delle prestazioni.Learn more about the best practices for performance comparison.
  • Migrazione online: con la funzionalità RESTORE nativa descritta in questo articolo è necessario attendere che i database vengano ripristinati e copiati nell'archivio BLOB di Azure, se non sono già presenti in tale archivio.Online migration - With the native RESTORE described in this article, you have to wait for the databases to be restored (and copied to Azure Blob storage if not already stored there). Ciò comporta tempi di inattività dell'applicazione, in particolare per i database di grandi dimensioni.This causes some downtime of your application especially for larger databases. Per spostare il database di produzione, usare il Servizio Migrazione del database per eseguire la migrazione del database con il tempo di inattività minimo.To move your production database, use the Data Migration service (DMS) to migrate your database with the minimal downtime. Servizio Migrazione del database ottiene questo risultato effettuando il push incrementale delle modifiche apportate al database di origine nel database dell'istanza gestita da ripristinare.DMS accomplishes this by incrementally pushing the changes made in your source database to the managed instance database being restored. In questo modo, è possibile spostare rapidamente l'applicazione dal database di origine a quello di destinazione con il tempo di inattività minimo.This way, you can quickly switch your application from source to target database with the minimal downtime.

Vedere altre informazioni sul processo di migrazione consigliato.Learn more about the recommended migration process.

Passaggi successiviNext steps