Flusso di lavoro campione per preparare i dischi rigidi per un processo di importazione

In questo articolo viene illustrato il processo completo di preparazione delle unità per un processo di importazione.

Dati di esempio

In questo esempio verranno importati i seguenti dati di un account di archiviazione Azure denominato mystorageaccount:

Percorso Descrizione Dimensioni dei dati
H:\Video\ Una raccolta di video 12 TB
H:\Photo\ Una raccolta di foto 30 GB
K:\Temp\FavoriteMovie.ISO Un'immagine di disco Blu-ray™ 25 GB
\\bigshare\john\music|Una raccolta di file musicali in una condivisione di rete 10 GB

Destinazioni degli account di archiviazione

Il processo importerà i dati nelle seguenti destinazioni nell'account di archiviazione:

Sorgente BLOB o directory virtuale di destinazione
H:\Video\ video/
H:\Photo\ photo/
K:\Temp\FavoriteMovie.ISO favorite/FavoriteMovies.ISO
\\bigshare\john\music\ music

Con questo mapping, il file H:\Video\Drama\GreatMovie.mov verrà importato nel BLOB https://mystorageaccount.blob.core.windows.net/video/Drama/GreatMovie.mov.

Determinare i requisiti del disco rigido

Successivamente, per determinare il numero di dischi rigidi necessari, calcolare la dimensione dei dati:

12TB + 30GB + 25GB + 10GB = 12TB + 65GB

Per questo esempio, dovrebbero essere sufficienti due dischi rigidi da 8 TB. Poiché tuttavia la directory di origine H:\Video contiene 12 TB di dati e la capacità del singolo disco rigido è di soli 8 TB, sarà possibile specificarlo nel modo seguente nel file driveset.csv:

DriveLetter,FormatOption,SilentOrPromptOnFormat,Encryption,ExistingBitLockerKey
X,Format,SilentMode,Encrypt,
Y,Format,SilentMode,Encrypt,

Lo strumento distribuirà dati nei due dischi rigidi in modo ottimizzato.

Collegare le unità e configurare il processo

Si collegheranno entrambi i dischi alla macchina e si creeranno i volumi. Creare quindi il file dataset.csv:

BasePath,DstBlobPathOrPrefix,BlobType,Disposition,MetadataFile,PropertiesFile
H:\Video\,video/,BlockBlob,rename,None,H:\mydirectory\properties.xml
H:\Photo\,photo/,BlockBlob,rename,None,H:\mydirectory\properties.xml
K:\Temp\FavoriteVideo.ISO,favorite/FavoriteVideo.ISO,BlockBlob,rename,None,H:\mydirectory\properties.xml
\\myshare\john\music\,music/,BlockBlob,rename,None,H:\mydirectory\properties.xml

Inoltre, è possibile impostare i metadati seguenti per tutti i file:

  • UploadMethod: servizio Importazione/Esportazione di Windows Azure
  • DataSetName: SampleData
  • CreationDate: 10/1/2013

Per impostare i metadati per i file importati, creare un file di testo, c:\WAImportExport\SampleMetadata.txt, con il contenuto seguente:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<Metadata>
    <UploadMethod>Windows Azure Import/Export service</UploadMethod>
    <DataSetName>SampleData</DataSetName>
    <CreationDate>10/1/2013</CreationDate>
</Metadata>

È inoltre possibile impostare alcune proprietà per il BLOB FavoriteMovie.ISO:

  • Content-Type: application/octet-stream
  • Content-MD5: Q2hlY2sgSW50ZWdyaXR5IQ==
  • Cache-Control: no-cache

Per impostare queste proprietà, creare un file di testo, c:\WAImportExport\SampleProperties.txt:

<?xml version="1.0" encoding="UTF-8"?>
<Properties>
    <Content-Type>application/octet-stream</Content-Type>
    <Content-MD5>Q2hlY2sgSW50ZWdyaXR5IQ==</Content-MD5>
    <Cache-Control>no-cache</Cache-Control>
</Properties>

Eseguire lo strumento di Importazione/Esportazione di Azure (WAImportExport.exe)

A questo punto è possibile eseguire lo strumento di Importazione/Esportazione di Azure per preparare i due dischi rigidi.

Per la prima sessione:

WAImportExport.exe PrepImport /j:JournalTest.jrn /id:session#1  /sk:************* /InitialDriveSet:driveset-1.csv /DataSet:dataset-1.csv /logdir:F:\logs

Se è necessario aggiungere altri dati, creare un altro file di set di dati (stesso formato di Initialdataset).

Per la seconda sessione:

WAImportExport.exe PrepImport /j:JournalTest.jrn /id:session#2  /DataSet:dataset-2.csv

Dopo aver completato le sessioni di copia, è possibile disconnettere le due unità dal computer di copia e spedirle al data center di Azure appropriato. I due file journal, <FirstDriveSerialNumber>.xml e <SecondDriveSerialNumber>.xml, dovranno essere caricati durante la creazione del processo di importazione nel portale di Azure.

Passaggi successivi