Distribuire l'array virtuale StorSimple: configurarlo come server iSCSI tramite il portale di Azure

flusso del processo di installazione di iSCSI

Panoramica

Questa esercitazione di distribuzione si applica all'array virtuale Microsoft Azure StorSimple. Illustra come eseguire l'installazione iniziale, registrare il server iSCSI StorSimple, completare l'installazione del dispositivo, quindi creare, montare, inizializzare e formattare i volumi nell'array virtuale StorSimple configurato come un server iSCSI.

Il completamento delle procedure descritte di seguito richiede approssimativamente da 30 minuti a 1 ora. Le informazioni pubblicate in questo articolo si applicano solo all'array virtuale StorSimple.

Prerequisiti di installazione

Prima di configurare e installare l'array virtuale StorSimple, si deve:

Installazione passo per passo

Seguire passo per passo le istruzioni riportate sotto per installare e configurare l'array virtuale StorSimple:

Passaggio 1: Completare l'installazione dell'interfaccia utente Web locale e registrare il dispositivo

Per completare l'installazione e registrare il dispositivo

  1. Aprire una finestra del browser. Per connettersi al tipo di interfaccia utente Web:

    https://<ip-address of network interface>

    Usare l'URL di connessione indicata nel passaggio precedente. Viene visualizzato un errore in cui si notifica che si è verificato un problema con il certificato di sicurezza del sito Web. Fare clic su Passa a questa pagina Web.

    errore di certificato di sicurezza

  2. Accedere all'interfaccia utente Web del dispositivo virtuale come StorSimpleAdmin. Immettere la password amministratore del dispositivo modificata nel Passaggio 3: Avviare il dispositivo virtuale dell'articolo Distribuire un array virtuale StorSimple: eseguire il provisioning di un dispositivo virtuale in Hyper-V o Distribuire un array virtuale StorSimple: eseguire il provisioning di un dispositivo virtuale in VMware.

    Pagina di accesso

  3. Si passa così alla pagina Home . Questa pagina illustra le varie impostazioni necessarie per configurare e registrare il dispositivo virtuale con il servizio Gestione dispositivi StorSimple. Notare che le Impostazioni di rete, le Impostazioni proxy Web e le Impostazioni ora sono facoltative. Le uniche impostazioni obbligatorie sono le Impostazioni del dispositivo e le Impostazioni cloud.

    Home page

  4. Nella pagina delle Impostazioni di rete in Interfacce di rete DATA 0 viene configurato automaticamente. Ogni interfaccia di rete è impostata come predefinita per ottenere un indirizzo IP automaticamente (DHCP). Quindi, un indirizzo IP, una subnet e un gateway vengono assegnati automaticamente (sia per IPv4 che per IPv6).

    Se si prevede di distribuire il dispositivo come server iSCSI (per il provisioning dell'archiviazione a blocchi), si consiglia di disabilitare l'opzione Ottieni automaticamente un indirizzo IP e configurare gli indirizzi IP statici.

    Pagina Impostazioni di rete

    Se si aggiunge più di un'interfaccia di rete durante il provisioning del dispositivo, è possibile configurarle tutte qui. Si noti che è possibile configurare l'interfaccia di rete come solo IPv4 o come IPv4 e IPv6. Le configurazioni solo IPv6 non sono supportate.

  5. I server DNS sono necessari perché vengono usati quando il dispositivo tenta di comunicare con i provider del servizio di archiviazione cloud o per risolvere il dispositivo in base al nome se è configurato come file server. Nella pagina Impostazioni di rete in Server DNS:

    1. Un server DNS primario e secondario viene configurato automaticamente. Se si sceglie di configurare gli indirizzi IP statici, è possibile specificare i server DNS. Per una disponibilità elevata, si consiglia di configurare un server DNS primario e uno secondario.
    2. Fare clic su Apply. Si applicano e convalidano così le impostazioni di rete.
  6. Nella pagina Impostazioni del dispositivo :

    1. Assegnare un Nome univoco al dispositivo. Questo nome può avere da 1 a 15 caratteri e contenere lettere, numeri e trattini.
    2. Fare clic sull'icona Server iSCSI icona server iSCSI per il Tipo di dispositivo che si sta creando. Un server iSCSI consente di eseguire il provisioning dell'archiviazione a blocchi.
    3. Specificare se si desidera che il dispositivo sia aggiunto al dominio. Se il dispositivo è un server iSCSI, l'aggiunta del dominio è facoltativa. Se si decide di non aggiungere il server iSCSI a un dominio, fare clic su Applica, attendere l'applicazione delle impostazioni, quindi andare al passaggio successivo.

      Se si desidera aggiungere il dispositivo a un dominio. Immettere un nome di dominio, quindi fare clic su Applica.

      Nota

      Se si aggiunge il server iSCSI a un dominio, assicurarsi che l'array virtuale si trovi nella propria unità organizzativa (OU) per Microsoft Azure Active Directory e che ad esso non siano applicati oggetti Criteri di gruppo (GPO).

    4. Viene visualizzata una finestra di dialogo. Immettere le credenziali di dominio nel formato specificato. Fare clic sull’icona del segno di spunta icona del segno di spunta. Le credenziali di dominio vengono verificate. Se le credenziali non sono valide, viene visualizzato un messaggio di errore.

      credentials

    5. Fare clic su Apply. Si applicano e convalidano così le impostazioni del dispositivo.
  7. Configurare il server proxy Web (facoltativo). Sebbene la configurazione del proxy Web sia facoltativa, tenere presente che se si utilizza un proxy Web, è possibile configurarlo solo qui.

    configurare il proxy Web

    Nella pagina Proxy Web :

    1. Fornire l'URL proxy Web in questo formato: http://indirizzo IP-host o FDQN:Numero della porta. Notare che gli URL HTTPS non sono supportati.
    2. Specificare Autenticazione come Basic o Nessuna.
    3. Se si usa l'autenticazione, è necessario fornire anche Nome utente e Password.
    4. Fare clic su Apply. Le impostazioni proxy Web configurate vengono così convalidate e applicate.
  8. Configurare le impostazioni ora per il dispositivo, ad esempio il fuso orario e i server NTP primari e secondari (facoltativo). I server NTP sono obbligatori in quanto il dispositivo deve sincronizzare l'ora e consentire l'autenticazione con i provider del servizio cloud.

    Impostazioni ora

    Nella pagina Impostazioni ora :

    1. Nell'elenco a discesa, selezionare il Fuso orario in base alla posizione geografica in cui viene distribuito il dispositivo. Il fuso orario predefinito per il dispositivo è PST. Il dispositivo utilizzerà questo fuso orario per tutte le operazioni pianificate.
    2. Specificare un Server NTP primario per il dispositivo o accettare il valore predefinito di time.windows.com. Assicurarsi che la rete consenta il traffico NTP dal data center a Internet.
    3. Facoltativamente, specificare un Server NTP secondario per il dispositivo.
    4. Fare clic su Apply. Le impostazioni ora configurate vengono così convalidate e applicate.
  9. Configurare le impostazioni del cloud per il dispositivo. In questo passaggio viene completata la configurazione del dispositivo locale, quindi si registra il dispositivo con il servizio Gestione dispositivi StorSimple.

    1. Immettere la chiave di registrazione del servizio ottenuta al Passaggio 2: Ottenere la chiave di registrazione del servizio in Distribuire l'array virtuale StorSimple: preparare il portale.
    2. Se questo non è il primo dispositivo che si registra con questo servizio, è necessario fornire la Chiave DEK del servizio. Questa chiave viene richiesta con la chiave di registrazione del servizio per registrare altri dispositivi con il servizio Gestione dispositivi StorSimple. Per altre informazioni, fare riferimento a come ottenere la chiave DEK del servizio nell'interfaccia utente Web locale.
    3. Fare clic su Register. Il dispositivo viene così riavviato. È necessario attendere 2-3 minuti per la corretta registrazione del dispositivo. Dopo avere riavviato il dispositivo, si passa alla pagina di accesso.

      Registrare il dispositivo

  10. Tornare al portale di Azure.
  11. Passare al pannello Dispositivi del servizio. Se si dispone di molte risorse, fare clic su Tutte le risorse, selezionare il nome del servizio (ricercarlo se necessario), quindi fare clic su Dispositivi.
  12. Nel pannello Dispositivi verificare che il dispositivo sia connesso correttamente al servizio controllando lo stato. Lo stato del dispositivo deve essere Pronto per la configurazione.

    Registrare il dispositivo

Passaggio 2: Configurare il dispositivo come server iSCSI

Eseguire la procedura seguente nel portale di Azure per completare l'installazione richiesta del dispositivo.

Per configurare il dispositivo come server iSCSI

  1. Passare al servizio Gestione dispositivi StorSimple, quindi a Gestione > Dispositivi. Nel pannello Dispositivi selezionare il dispositivo appena creato. Il dispositivo viene visualizzato come Pronto per la configurazione.

    Configurare il dispositivo come server iSCSI

  2. Fare clic sul dispositivo e verrà visualizzato un messaggio di intestazione che indica che il dispositivo è pronto per la configurazione.

    Configurare il dispositivo come server iSCSI

  3. Fare clic su Configura sulla barra dei comandi del dispositivo. Verrà visualizzato il pannello Configura. Nel pannello Configura eseguire le operazioni seguenti:

    • Il nome del server iSCSI viene inserito automaticamente.
    • Assicurarsi che la crittografia per l'archiviazione cloud sia impostata su Abilitata. Ciò garantisce che i dati inviati dal dispositivo al cloud siano crittografati.
    • Specificare una chiave di 32 caratteri e registrarla in un'app di gestione delle chiavi per riferimento futuro.
    • Selezionare un account di archiviazione da usare con il dispositivo. In questa sottoscrizione è possibile selezionare un account di archiviazione esistente oppure fare clic su Aggiungi per scegliere un account da una sottoscrizione diversa.

      Configurare il dispositivo come server iSCSI

  4. Fare clic su Configura per completare la configurazione del server iSCSI.

    Configurare il dispositivo come server iSCSI

  5. Si riceverà una notifica indicante che la creazione del server iSCSI è in corso. Dopo che il server iSCSI è stato creato correttamente, il pannello Dispositivi viene aggiornato e lo stato del dispositivo corrispondente è Online.

    Configurare il dispositivo come server iSCSI

Passaggio 3: Aggiungere un volume

  1. Nel pannello Dispositivi selezionare il dispositivo appena configurato come server iSCSI. Fare clic su ... (in alternativa fare clic con il pulsante destro del mouse su questa riga) e, dal menu di scelta rapida, selezionare Aggiungi volume. È inoltre possibile fare clic su + Aggiungi volume dalla barra dei comandi. Verrà visualizzato il pannello Aggiungi volume.

    Aggiungere un volume

  2. Nel pannello Aggiungi volume eseguire le operazioni seguenti:

    • Nel campo Nome del volume immettere un nome univoco per il volume. Il nome deve essere una stringa contenente da 3 a 127 caratteri.
    • Nell'elenco a discesa Tipo specificare se creare un volume A livelli o Aggiunto in locale. Per carichi di lavoro che richiedono garanzie locali, latenze basse e prestazioni di livello superiore, selezionare Volume aggiunto in locale. Per tutti gli altri dati, selezionare Volume a livelli.
    • Nel campo Capacità specificare le dimensioni del volume. Un volume a livelli deve essere compreso tra 500 GB e 5 TB e un volume aggiunto in locale deve essere compreso tra 50 e 500 GB.

      Per un volume aggiunto in locale viene eseguito il thick provisioning per garantire che i dati primari nel volume rimangano nel dispositivo e non si spostino sul cloud.

      D'altra parte, un volume a livelli viene sottoposto a thin provisioning. Quando si crea un volume a livelli, viene eseguito il provisioning di circa il 10% dello spazio a livello locale e del 90% dello spazio nel cloud. Ad esempio, se si esegue il provisioning di un volume da 1 TB, 100 GB si trovano nello spazio locale e 900 GB vengono usati nel cloud quando i dati sono disposti a livelli. Questo implica che, se si esaurisce tutto lo spazio locale nel dispositivo, non è possibile eseguire il provisioning di una condivisione a livelli (perché il 10% non è disponibile).

      Aggiungere un volume

    • Fare clic su Host connessi, selezionare un record di controllo di accesso (ACR) corrispondente all'iniziatore iSCSI a cui si desidera connettere questo volume, quindi fare clic su Seleziona.

  3. Per aggiungere un nuovo host connesso, fare clic su Aggiungi nuovo, immettere un nome per l'host e il relativo nome qualificato iSCSI (IQN) e quindi fare clic su Aggiungi. Se non è disponibile un IQN, passare all' Appendice A: Ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows Server.

    Aggiungere un volume

  4. Al termine della configurazione del volume, fare clic su OK. Verrà creato un volume con le impostazioni specificate e verrà visualizzata una notifica. Per impostazione predefinita, il monitoraggio e il backup vengono abilitati per il volume.

    Aggiungere un volume

  5. Per verificare che il volume sia stato creato, passare al pannello Volumi. Il volume deve essere visualizzato nell'elenco.

    Aggiungere un volume

Passaggio 4: Montare, inizializzare e formattare un volume

Eseguire i passaggi seguenti per montare, inizializzare e formattare i volumi StorSimple in un host Windows Server.

Per montare, avviare e formattare un volume

  1. Aprire l'app iniziatore iSCSI sul server appropriato.
  2. Nella scheda Individuazione della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI fare clic su Individua portale.

    Individua portale

  3. Nella finestra di dialogo Individua portale destinazione specificare l'indirizzo IP dell'interfaccia di rete abilitata per iSCSI e quindi fare clic su OK.

    Indirizzo IP

  4. Nella scheda Destinazioni della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI individuare Destinazioni individuate. (Ogni volume è una destinazione individuata.) Lo stato del dispositivo deve apparire come Inattivo.

    destinazioni individuate

  5. Selezionare un dispositivo di destinazione e quindi fare clic su Connetti. Dopo aver connesso il dispositivo, lo stato deve essere modificato in Connesso. Per altre informazioni sull'uso dell'iniziatore iSCSI Microsoft, vedere Installing and Configuring Microsoft iSCSI Initiator (Installazione e configurazione dell'iniziatore iSCSI Microsoft).

    selezionare il dispositivo di destinazione

  6. Nell'host di Windows, premere il tasto Logo Windows + X, quindi fare clic su Esegui.
  7. Nella finestra di dialogo Esegui digitare Diskmgmt.msc. Fare clic su OK. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Gestione disco. Nel riquadro destro vengono visualizzati i volumi sul proprio host.
  8. Nella finestra Gestione disco , i volumi montati verranno visualizzati come indicato nella figura seguente. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul volume individuato (fare clic sul nome del disco) e fare clic su Online.

    Gestione disco

  9. Fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Inizializza disco.

    inizializzare disco 1

  10. Nella finestra di dialogo selezionare i dischi da inizializzare e quindi fare clic su OK.

    inizializzare disco 2

  11. Si avvia così la creazione guidata nuovo volume semplice. Selezionare una dimensione disco e quindi fare clic su Avanti.

    procedura guidata nuovo volume 1

  12. Assegnare una lettera di unità al volume e quindi fare clic su Avanti.

    procedura guidata nuovo volume 2

  13. Immettere i parametri per formattare il volume. In Windows Server, è supportato solo NTFS. Impostare le dimensioni delle unità di allocazione su 64K. Specificare un'etichetta per il volume. La procedura consigliata prevede che questo nome sia identico al nome del volume specificato nell'array virtuale StorSimple. Fare clic su Next.

    procedura guidata nuovo volume 3

  14. Controllare i valori del volume e quindi fare clic su Fine.

    procedura guidata nuovo volume 4

    I volumi vengono visualizzati come Online on the Gestione disco .

    volumi online

Passaggi successivi

Informazioni su come usare l'interfaccia utente Web locale per amministrare l'array virtuale StorSimple.

Appendice A: Ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows Server

Eseguire i passaggi seguenti per ottenere il nome qualificato iSCSI (IQN) di un host di Windows che esegue Windows Server 2012.

Per ottenere il nome qualificato iSCSI di un host di Windows

  1. Avviare l'iniziatore iSCSI di Microsoft sull’host di Windows.
  2. Nella scheda Configurazione della finestra delle proprietà dell'iniziatore iSCSI selezionare e copiare la stringa dal campo Nome iniziatore.

    Proprietà dell'iniziatore iSCSI

  3. Salvare la stringa.