Configurare il metodo di routing del traffico Geografico tramite Gestione traffico

Il metodo di routing del traffico Geografico consente di indirizzare il traffico a specifici endpoint in base alla posizione geografica da cui ha origine la richiesta. In questa esercitazione viene illustrato come creare un profilo di Gestione traffico con questo metodo di routing e come configurare gli endpoint in modo da ricevere il traffico da aree geografiche specifiche.

Creazione di un profilo di Gestione traffico

  1. Da un browser accedere al portale di Azure. Se non si ha già di un account, è possibile iscriversi per ottenere una versione di valutazione gratuita della durata di un mese.
  2. Nel menu Hub fare clic su Nuovo > Reti > Vedi tutto, quindi fare clic su Profilo di Gestione traffico per aprire il pannello Crea profilo di Gestione traffico.
  3. Nel pannello Crea profilo di Gestione traffico:
    1. Specificare un nome per il profilo. Il nome deve essere univoco all'interno della zona di trafficmanager.net e determinerà il nome DNS trafficmanager.net che verrà usato per accedere al profilo di Gestione traffico.
    2. Selezionare il metodo di routing Geografico.
    3. Selezionare la sottoscrizione in cui si desidera creare il profilo.
    4. Usare un gruppo di risorse esistente oppure crearne uno nuovo per posizionare il profilo. Se si sceglie di creare un nuovo gruppo di risorse, usare il menu a discesa Località del gruppo di risorse per specificare la località del gruppo di risorse. Questa impostazione indica la località del gruppo di risorse e non ha alcun impatto sul profilo di Gestione traffico che sarà distribuito a livello globale.
    5. Dopo aver fatto clic su Crea, viene creato il profilo di Gestione traffico, che viene poi distribuito a livello globale.

Creare un profilo di Gestione traffico

Aggiungere endpoint

  1. Cercare il nome del profilo di Gestione traffico appena creato nella barra di ricerca del portale e fare clic sul risultato visualizzato.
  2. Accedere a Impostazioni -> Endpoint nel pannello di Gestione traffico.
  3. Fare clic su Aggiungi per mostrare il pannello Aggiungi endpoint.
  4. Nel pannello Endpoint fare clic su Aggiungi e completare come segue il pannello Aggiungi endpoint visualizzato:
  5. Selezionare Tipo in base al tipo di endpoint che si desidera aggiungere. Per i profili di routing geografico usati nell'ambiente di produzione è consigliabile usare i tipi di endpoint annidati che contengono un profilo figlio con più di un endpoint. Per altre informazioni, vedere le domande frequenti sui metodi di routing del traffico.
  6. Indicare un nome con il quale si desidera identificare l'endpoint.
  7. Determinati campi di questo pannello dipendono dal tipo di endpoint che si desidera aggiungere:
    1. Se si aggiunge un endpoint di Azure, selezionare Tipo di risorsa di destinazione e Destinazione in base alla risorsa a cui si desidera indirizzare il traffico
    2. Se si aggiunge un endpoint esterno, indicare il nome di dominio completo (FQDN) per l'endpoint.
    3. Se si aggiunge un endpoint annidato, selezionare la risorsa di destinazione che corrisponde al profilo figlio che si desidera usare e specificare il numero minimo di endpoint figlio.
  8. Nella sezione Mapping geografico usare l'elenco a discesa per aggiungere le aree da cui si desidera inviare il traffico a questo endpoint. È necessario aggiungere almeno un'area ed è possibile mappare più aree.
  9. Ripetere questo passaggio per tutti gli endpoint che si desidera aggiungere al profilo

Aggiungere un endpoint di Gestione traffico

Usare il profilo di Gestione traffico

  1. Nella barra di ricerca del portale cercare il nome del profilo di Gestione traffico creato nella sezione precedente e fare clic sul profilo di Gestione traffico nei risultati visualizzati.
  2. Nel pannello Profilo di Gestione traffico fare clic su Informazioni generali.
  3. Il pannello Profilo di Gestione traffico visualizza il nome DNS del profilo di Gestione traffico appena creato. Questo nome può essere usato da qualsiasi client (ad esempio raggiungendolo tramite un Web browser) che deve essere indirizzato all'endpoint corretto in base al tipo di routing. Nel caso del routing geografico, Gestione traffico analizza l'indirizzo IP di origine della richiesta in arrivo e determina l'area da cui viene generato. Se l'area è mappata a un endpoint, il traffico viene indirizzato in quella posizione. Se l'area non è mappata a un endpoint, Gestione traffico restituisce una risposta query NODATA.

Passaggi successivi