Set di scalabilità VM di Azure e dischi gestiti

I set di scalabilità di macchine virtuali di Azure supportano macchine virtuali con dischi gestiti. L'uso di dischi gestiti con i set di scalabilità presenta diversi vantaggi, tra cui:

  • Non è più necessario creare in anticipo e gestire gli account di archiviazione per archiviare i dischi del sistema operativo per i set di scalabilità delle macchine virtuali.

  • È possibile collegare dischi dati gestiti al set di scalabilità.

  • Grazie al disco gestito, un set di scalabilità può contenere fino a un massimo di 1.000 macchine virtuali se basato su un'immagine di piattaforma o di 300 macchine virtuali se basato su un'immagine personalizzata.

Attività iniziali

Un modo semplice per iniziare a usare i set di scalabilità con i dischi gestiti consiste nel distribuirne uno dal Portale di Azure. Per altre informazioni, vedere questo articolo. Un altro modo semplice per iniziare è usare l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0 per distribuire un set di scalabilità. Nell'esempio seguente viene illustrato come creare un set di scalabilità basato su Ubuntu con 10 macchine virtuali, ognuna con un disco dati da 50 e da 100 GB:

az group create -l southcentralus -n dsktest
az vmss create -g dsktest -n dskvmss --image ubuntults --instance-count 10 --data-disk-sizes-gb 50 100

In alternativa, è possibile esaminare il repository di Modelli di avvio rapido di Azure in GitHub e consultare le cartelle contenenti vmss per vedere esempi preesistenti di modelli di distribuzione di set di scalabilità. Per individuare quali modelli usano già i dischi gestiti, è possibile fare riferimento a questo elenco.

Passaggi successivi

Per altre informazioni sui dischi gestiti in generale, vedere questo articolo.

Per informazioni su come convertire un modello di Resource Manager per eseguire il provisioning dei set di scalabilità con i dischi gestiti, consultare questo articolo. Le stesse modifiche applicate ai modelli di Resource Manager si applicano anche all'API REST di Azure.

Per altre informazioni sull'uso dei dischi di dati gestiti con i set di scalabilità, vedere questo articolo.

Per iniziare a usare i set di scalabilità di grandi dimensioni, fare riferimento a questo articolo.