Supporto per le macchine virtuali di seconda generazione in Azure

Si applica a: ✔️ Macchine virtuali Linux Macchine ✔️ ✔️ virtuali Windows Set di scalabilità flessibili Set ✔️ di scalabilità uniformi

Il supporto per le macchine virtuali di seconda generazione è ora disponibile in Azure. Non è possibile modificare la generazione di una macchina virtuale dopo averla creata, pertanto esaminare le considerazioni in questa pagina prima di scegliere una generazione.

Le macchine virtuali di seconda generazione (Gen 2) supportano funzionalità principali che non sono supportate nelle macchine virtuali di prima generazione. Queste funzionalità includono una maggior quantità di memoria, Intel Software Guard Extensions (Intel SGX) e la memoria persistente virtuale (vPMEM). Le macchine virtuali di seconda generazione eseguite in locale hanno alcune funzionalità che non sono ancora supportate in Azure. Per altre informazioni, vedere la sezione Funzionalità e caratteristiche.

Le macchine virtuali di seconda generazione usano la nuova architettura di avvio basata su UEFI anziché l'architettura basata su BIOS usata dalle macchine virtuali di prima generazione. Rispetto alle macchine virtuali di prima generazione, le macchine virtuali di seconda generazione possono far registrare riduzioni dei tempi di avvio e installazione. Per una panoramica delle macchine virtuali di seconda generazione e informazioni su alcune differenze tra la prima e la seconda generazione, vedere È necessario creare una macchina virtuale di generazione 1 o 2 in Hyper-V?.

Dimensioni delle macchine virtuali di seconda generazione

Azure ora offre ora il supporto della seconda generazione per le seguenti serie di macchine virtuali selezionate:

Serie macchina virtuale Prima generazione Seconda generazione
Serie Av2 ✔️
Serie B ✔️ ✔️
Serie DCsv2 ✔️
Serie Dv2 ✔️
Serie DSv2 ✔️ ✔️
Serie Dv3 ✔️
Serie Dsv3 ✔️ ✔️
Serie Dv4 ✔️ ✔️
Serie Dsv4 ✔️ ✔️
Serie Dav4 ✔️
Serie Dasv4 ✔️ ✔️
Serie Ddv4 ✔️ ✔️
Serie Ddsv4 ✔️ ✔️
Serie Dasv5 ✔️ ✔️
Serie Dadsv5 ✔️ ✔️
Serie DCasv5 ✔️
Serie DCadsv5 ✔️
Serie Dv5 ✔️ ✔️
Serie Dsv5 ✔️ ✔️
Serie Ddv5 ✔️ ✔️
Serie Ddsv5 ✔️ ✔️
Serie Ev3 ✔️
Serie Esv3 ✔️ ✔️
Serie Ev4 ✔️
Serie Esv4 ✔️ ✔️
Serie Eav4 ✔️ ✔️
Serie Easv4 ✔️ ✔️
Serie Edv4 ✔️ ✔️
Serie Edsv4 ✔️ ✔️
Serie Easv5 ✔️ ✔️
Serie Eadsv5 ✔️ ✔️
Serie ECasv5 ✔️
Serie ECadsv5 ✔️
Serie Edv5 ✔️ ✔️
Serie Edsv5 ✔️ ✔️
Serie Ev5 ✔️ ✔️
Serie Esv5 ✔️ ✔️
Serie Fsv2 ✔️ ✔️
Serie FX ✔️
Serie GS ✔️
Serie H ✔️
Serie HB ✔️ ✔️
Serie HBv2 ✔️ ✔️
Serie HBv3 ✔️ ✔️
Serie HC ✔️ ✔️
Serie Ls ✔️
Serie Lsv2 ✔️ ✔️
Serie M ✔️ ✔️
Serie Mv21 ✔️
Serie di memoria media Msv2 e Mdsv21 ✔️
Serie NC ✔️
Serie NCv2 ✔️ ✔️
Serie NCv3 ✔️ ✔️
Serie NCasT4_v3 ✔️ ✔️
Serie ND ✔️ ✔️
Serie ND A100 v4 ✔️
Serie NDv2 ✔️
Serie NV ✔️
Serie NVv3 ✔️ ✔️
Serie NVv4 ✔️ ✔️
Serie NVadsA10 v5 ✔️ ✔️
Serie NDm A100 v4 ✔️
Serie NP ✔️

1 Serie Mv2, serie DC, serie NDv2, msv2 e memoria media serie Mdsv2 non supportano le immagini vm di prima generazione e supportano solo un subset di immagini di seconda generazione. Per informazioni dettagliate, vedere la documentazione della serie Mv2, serie DSv2, serie ND A100 v4, serie NDv2e Msv2 e Serie di memoria media Mdsv2 .

Immagini di macchine virtuali di seconda generazione in Azure Marketplace

Le macchine virtuali di seconda generazione supportano le seguenti immagini del Marketplace:

  • Windows Server 2022, 2019, 2016, 2012 R2, 2012
  • Windows 11 Pro, Windows 11 Enterprise
  • Windows 10 Pro, Windows 10 Enterprise
  • SUSE Linux Enterprise Server 15 SP3, SP2
  • SUSE Linux Enterprise Server 12 SP4
  • Ubuntu Server 21.04 LTS, 20.04 LTS, 18.04 LTS, 16.04 LTS
  • RHEL 8.5, 8.4, 8.3, 8.2, 8.1, 8.0, 7.9, 7.8, 7.7, 7.6, 7.5, 7.4, 7.0
  • Cent OS 8.4, 8.3, 8.2, 8.1, 8.0, 7.7, 7.6, 7.5, 7.4
  • Oracle Linux 8.4 LVM, 8.3 LVM, 8.2 LVM, 8.1, 7.9 LVM, 7.9, 7.8, 7.7

Nota

Dimensioni specifiche delle macchine virtuali, ad esempio Mv2-Series, DC-series, ND A100 v4-series, NDv2, Msv2 e Mdsv2-series possono supportare solo un subset di queste immagini. Per informazioni dettagliate, vedere la documentazione relativa sulle dimensioni della macchina virtuale.

Macchine virtuali locali e macchine virtuali Azure di seconda generazione

Azure attualmente non supporta alcune funzionalità supportate da Hyper-V in locale per le macchine virtuali di seconda generazione.

Funzionalità di seconda generazione Hyper-V in locale Azure
Avvio protetto ✔️ Con avvio attendibile
Macchina virtuale schermata ✔️
vTPM ✔️ Con avvio attendibile
Sicurezza basata sulla virtualizzazione (VBS) ✔️ ✔️
Formato VHDX ✔️

Per altre informazioni, vedere Avvio attendibile.

Funzionalità e caratteristiche

Funzionalità di prima e seconda generazione

Funzionalità Prima generazione Seconda generazione
Avvio PCAT UEFI
Controller del disco IDE SCSI
Dimensioni delle macchine virtuali Tutte le dimensioni delle macchine virtuali Vedere le dimensioni disponibili

Funzionalità di prima e seconda generazione

Funzionalità Prima generazione Seconda generazione
> Disco del sistema operativo 2 TB ✔️
Disco personalizzato/immagine/scambio sistema operativo ✔️ ✔️
Supporto del set di scalabilità di macchine virtuali ✔️ ✔️
Azure Site Recovery ✔️ ✔️
Backup/ripristino ✔️ ✔️
Raccolta di calcolo di Azure ✔️ ✔️
Crittografia dischi di Azure ✔️ ✔️
Modello di crittografia lato server ✔️ ✔️

Creazione di una macchina virtuale di seconda generazione

Modello di Azure Resource Manager

Per creare una macchina virtuale windows di seconda generazione semplice, vedere Creare una macchina virtuale Windows da un modello di Resource Manager Per creare una macchina virtuale Linux di seconda generazione semplice, vedere Come creare una macchina virtuale Linux con modelli di Azure Resource Manager

Immagine del Marketplace

Nel portale di Azure o nell'interfaccia della riga di comando di Azure è possibile creare macchine virtuali di seconda generazione da un'immagine del Marketplace che supporta l'avvio UEFI.

Portale di Azure

Di seguito sono elencati i passaggi per la creazione di una macchina virtuale di generazione 2 (Gen2) nel portale di Azure.

  1. Accedere al portale di Azure all'indirizzo https://portal.azure.com.
  2. Cercare macchine virtuali
  3. In Servizi selezionare Macchine virtuali.
  4. Nella pagina Macchine virtuali selezionare Aggiungi e quindi Macchina virtuale.
  5. In Dettagli progetto verificare che sia selezionata la sottoscrizione corretta.
  6. In Gruppo di risorse selezionare Crea nuovo e digitare un nome per il gruppo di risorse oppure selezionare un gruppo di risorse esistente nell'elenco a discesa.
  7. In Dettagli istanza digitare un nome per il nome della macchina virtuale e scegliere un'area
  8. In Immagine selezionare un'immagine Gen2 dalle immagini del Marketplace per iniziare

    Suggerimento

    Se non viene visualizzata la versione gen 2 dell'immagine desiderata nell'elenco a discesa, selezionare Visualizza tutte le immagini e quindi modificare il filtro Tipo di immagine in Gen 2.

  9. Selezionare una dimensione di macchina virtuale che supporta Gen2. Vedere un elenco delle dimensioni supportate.
  10. Immettere le informazioni sull'account amministratore e quindi le regole delle porte in ingresso
  11. Nella parte inferiore della pagina selezionare Rivedi e crea
  12. Nella pagina Crea una macchina virtuale è possibile visualizzare i dettagli sulla macchina virtuale che si sta per distribuire. Dopo che la convalida viene visualizzata come passata, selezionare Crea.

PowerShell

È anche possibile usare PowerShell per creare una macchina virtuale facendo direttamente riferimento allo SKU di prima o seconda generazione.

Ad esempio, usare il cmdlet di PowerShell seguente per ottenere un elenco degli SKU nell'offerta WindowsServer.

Get-AzVMImageSku -Location westus2 -PublisherName MicrosoftWindowsServer -Offer WindowsServer

Se si crea una macchina virtuale con Windows Server 2019 come sistema operativo, è possibile selezionare un'immagine UEFI di seconda generazione simile alla seguente:

2019-datacenter-gensecond

Se si crea una macchina virtuale con Windows 10 come sistema operativo, è possibile selezionare un'immagine UEFI di seconda generazione simile alla seguente:

20H2-PRO-G2

Per un elenco aggiornato delle immagini del Marketplace supportate, vedere la sezione Funzionalità e caratteristiche.

Interfaccia della riga di comando di Azure

In alternativa, è possibile usare l'interfaccia della riga di comando di Azure per visualizzare le immagini di seconda generazione disponibili, elencate per entità di pubblicazione.

az vm image list --publisher Canonical --sku gen2 --output table --all

Immagine gestita o disco gestito

È possibile creare una macchina virtuale di seconda generazione da un'immagine gestita o da un disco gestito, con le stesse modalità usate per creare una macchina virtuale di prima generazione.

set di scalabilità di macchine virtuali

È anche possibile creare macchine virtuali di seconda generazione usando i set di scalabilità di macchine virtuali. Nell'interfaccia della riga di comando di Azure usare i set di scalabilità di Azure per creare macchine virtuali di seconda generazione.

Domande frequenti

  • Le macchine virtuali di seconda generazione sono disponibili in tutte le aree di Azure?
    Sì. Tuttavia, non tutte le dimensioni delle macchine virtuali di seconda generazione sono disponibili in tutte le aree. La disponibilità della macchina virtuale di seconda generazione dipende dalla disponibilità delle dimensioni della macchina virtuale.

  • Esiste una differenza di prezzo tra le macchine virtuali di prima e di seconda generazione?
    No.

  • È disponibile un file vhd dalla macchina virtuale di seconda generazione locale. È possibile usare il file vhd per creare una macchina virtuale di seconda generazione in Azure? Sì, è possibile importare il file con estensione vhd di seconda generazione in Azure e usarlo per creare una macchina virtuale di seconda generazione. A tale scopo, seguire questa procedura:

    1. Caricare il file con estensione vhd in un account di archiviazione nella stessa area in cui si vuole creare la macchina virtuale.

    2. Creare un disco gestito dal file con estensione vhd. Impostare la proprietà Hyper-VGeneration su V2. I comandi di PowerShell seguenti impostano la proprietà Hyper-V Generation durante la creazione del disco gestito.

      $sourceUri = 'https://xyzstorage.blob.core.windows.net/vhd/abcd.vhd'. #<Provide location to your uploaded .vhd file>
      $osDiskName = 'gen2Diskfrmgenvhd'  #<Provide a name for your disk>
      $diskconfig = New-AzDiskConfig -Location '<location>' -DiskSizeGB 127 -AccountType Standard_LRS -OsType Windows -HyperVGeneration "V2" -SourceUri $sourceUri -CreateOption 'Import'
      New-AzDisk -DiskName $osDiskName -ResourceGroupName '<Your Resource Group>' -Disk $diskconfig
      
    3. Quando il disco è disponibile, creare una macchina virtuale allegando questo disco. La macchina virtuale creata sarà una macchina virtuale di seconda generazione. Dopo aver creato la macchina virtuale di seconda generazione, è possibile generalizzare l'immagine di questa macchina virtuale. Generalizzando l'immagine è possibile usarla per creare più macchine virtuali.

  • Come si incrementano le dimensioni del disco del sistema operativo?

    I dischi del sistema operativo più grandi di 2 TiB sono nuove per la generazione di 2 macchine virtuali. Per impostazione predefinita, i dischi del sistema operativo sono inferiori a 2 TiB per le macchine virtuali di seconda generazione. È possibile aumentare le dimensioni del disco fino a un massimo consigliato di 4 TiB. Per incrementare le dimensioni del disco del sistema operativo, usare l'interfaccia della riga di comando di Azure o il portale di Azure. Per informazioni su come espandere dischi a livello di codice, vedere Ridimensionare un disco per Windows o Linux.

    Per incrementare le dimensioni del disco del sistema operativo dal portale di Azure:

    1. Nella portale di Azure passare alla pagina delle proprietà della macchina virtuale.
    2. Per arrestare e deallocare la macchina virtuale, selezionare il pulsante Interrompi.
    3. Nella sezione Dischi selezionare il disco del sistema operativo di cui si vuole aumentare la capacità.
    4. Nella sezioneDischi selezionare Configurazione e aggiornare Dimensioni al valore desiderato.
    5. Tornare alla pagina delle proprietà della macchina virtuale e selezionare Avvia per avviare la macchina virtuale.

    Potrebbe essere visualizzato un avviso per i dischi del sistema operativo maggiori di 2 TiB. L'avviso non è valido per le macchine virtuali di seconda generazione. Tuttavia, le dimensioni del disco del sistema operativo superiori a 4 TiB non sono supportate.

  • Le macchine virtuali di seconda generazione supportano la rete accelerata?
    Sì. Per altre informazioni, vedere Creare una VM con rete accelerata.

  • Le macchine virtuali di seconda generazione supportano l'avvio sicuro o vTPM in Azure? Sia vTPM che Secure Boot sono funzionalità di avvio attendibile per le macchine virtuali di seconda generazione. Per altre informazioni, vedere Avvio attendibile.

  • VHDX è supportato nelle macchine virtuali di seconda generazione?
    No, le macchine virtuali di seconda generazione supportano solo VHD.

  • Le macchine virtuali di seconda generazione supportano Archiviazione su disco Ultra di Azure?
    Sì.

  • È possibile eseguire la migrazione di una macchina virtuale dalla prima alla seconda generazione?
    No, non è possibile modificare la generazione di una macchina virtuale dopo averla creata. Se è necessario passare da una generazioni di macchine virtuali a un'altra, creare una nuova macchina virtuale di una generazione diversa.

  • Perché le dimensioni della macchina virtuale non sono abilitate nel selettore di dimensioni quando si prova a creare una macchina virtuale di seconda generazione?

    Questo problema può essere risolto eseguendo le operazioni seguenti:

    1. Verificare che la proprietà di generazione della macchina virtuale sia impostata su Gen 2.
    2. Assicurarsi di cercare dimensioni della macchina virtuale che supportano le macchine virtuali di seconda generazione.

Passaggi successivi

Altre informazioni sull'avvio attendibile con macchine virtuali di seconda generazione.

Informazioni sulle macchine virtuali di seconda generazione in Hyper-V.