Creazione e caricamento di un disco rigido virtuale che contiene il sistema operativo Linux

Importante

Azure offre due diversi modelli di distribuzione per creare e usare le risorse: Gestione risorse e la distribuzione classica. Questo articolo illustra l'uso del modello di distribuzione classica. Microsoft consiglia di usare il modello di Gestione risorse per le distribuzioni più recenti. È anche possibile caricare un'immagine disco personalizzata tramite Azure Resource Manager.

Questo articolo illustra come creare e caricare un disco rigido virtuale (VHD) in modo da usarlo come immagine per la creazione di macchine virtuali in Azure. L'articolo fornisce istruzioni su come preparare il sistema operativo in modo da usarlo per la creazione di più macchine virtuali basate sull'immagine specificata.

Prerequisiti

In questo articolo si presuppone che l'utente disponga degli elementi seguenti:

Nota

Il formato VHDX più recente non è supportato in Azure. Quando si crea una VM, specificare VHD come formato. Se necessario, è possibile convertire i dischi VHDX nel formato VHD usando qemu-img convert o il cmdlet Convert-VHD di PowerShell. Inoltre, Azure non supporta il caricamento di VHD dinamici, pertanto è necessario convertire tali dischi in VHD statici prima del caricamento. Per convertire dischi dinamici durante il processo di caricamento in Azure, sono disponibili strumenti come Azure VHD Utilities for GO .

Passaggio 1: preparare l'immagine da caricare

Azure supporta svariate distribuzioni di Linux (vedere la sezione Distribuzioni approvate). Gli articoli seguenti forniscono le istruzioni per preparare le diverse distribuzioni Linux supportate in Azure. Dopo aver eseguito le procedure nelle guide seguenti, tornare qui quando è disponibile un file VHD pronto per essere caricato in Azure:

Nota

Il contratto di servizio della piattaforma Azure si applica alle macchine virtuali che eseguono il sistema operativo Linux solo quando una distribuzione approvata viene usata con i dettagli di configurazione specificati in "Versioni supportate" in Linux in Azure - Distribuzioni supportate. Tutte le distribuzioni di Linux disponibili nella raccolta immagini di Azure sono distribuzioni approvate con la configurazione richiesta.

Vedere anche le Note generali sull'installazione di Linux per suggerimenti più generali sulla preparazione di immagini Linux per Azure.

Passaggio 2: preparare la connessione ad Azure

Assicurarsi di usare l'interfaccia della riga di comando di Azure nel modello di distribuzione classica (azure config mode asm), quindi accedere al proprio account:

azure login

Passaggio 3: caricare l'immagine in Azure

È necessario un account di archiviazione in cui caricare il file VHD. È possibile usare un account di archiviazione esistente o crearne uno nuovo.

Usare l'interfaccia della riga di comando di Azure per caricare l'immagine tramite il comando seguente:

azure vm image create <ImageName> `
    --blob-url <BlobStorageURL>/<YourImagesFolder>/<VHDName> `
    --os Linux <PathToVHDFile>

Nell'esempio precedente:

  • BlobStorageURL è l'URL dell'account di archiviazione che si prevede di usare.
  • YourImagesFolder è il contenitore all'interno dell'archiviazione BLOB in cui si vogliono archiviare le immagini.
  • VHDName è l'etichetta che identifica il disco rigido virtuale visualizzata nel portale.
  • PathToVHDFile è il percorso completo e il nome del file con estensione .vhd della macchina.

Il comando seguente illustra un esempio completo:

azure vm image create myImage `
    --blob-url https://mystorage.blob.core.windows.net/vhds/myimage.vhd `
    --os Linux /home/ahmet/myimage.vhd

Passaggio 4: Creare una VM dall'immagine

Creare una VM usando azure vm create come per una normale VM. Specificare il nome assegnato all'immagine nel passaggio precedente. Nell'esempio seguente viene usato il nome dell'immagine myImage assegnato nel passaggio precedente:

azure vm create --userName ops --password P@ssw0rd! --vm-size Small --ssh `
    --location "West US" "myDeployedVM" myImage

Per creare le proprie VM, fornire nome utente e password, posizione, nome DNS e nome dell'immagine.

Passaggi successivi

Per altri dettagli, vedere Riferimento all'interfaccia della riga di comando di Azure per il modello di distribuzione classica.