Convertire una macchina virtuale Linux da dischi non gestiti a dischi gestiti

Se sono presenti macchine virtuali Linux che usano dischi non gestiti, è possibile convertire le macchine virtuali in modo che usino dischi gestiti mediante il servizio Azure Managed Disks. Questo processo consente di convertire sia il disco del sistema operativo che eventuali dischi dati collegati.

Questo articolo illustra come convertire le macchine virtuali usando l'interfaccia della riga di comando di Azure. Se è necessario installarla o aggiornarla, vedere Installare l'interfaccia della riga di comando di Azure 2.0.

Prima di iniziare

  • La conversione richiede un riavvio della macchina virtuale, quindi pianificare la migrazione delle macchine virtuali in una finestra di manutenzione preesistente.

  • La conversione non è reversibile.

  • Assicurarsi di testare la conversione. Eseguire la migrazione di una macchina virtuale di test prima di eseguire la migrazione nell'ambiente di produzione.

  • Durante la conversione la macchina virtuale verrà deallocata. La macchina virtuale riceve un nuovo indirizzo IP quando viene avviata dopo la conversione. Se necessario, è possibile assegnare un indirizzo IP statico alla VM.

  • I dischi rigidi virtuali originali e l'account di archiviazione usato dalla macchina virtuale prima della conversione non verranno eliminati e i costi correlati continueranno a essere addebitati. Per evitare addebiti per questi elementi, eliminare i BLOB VHD originali dopo aver verificato che la conversione sia stata completata.

Convertire VM a istanza singola

Questa sezione descrive come convertire i dischi delle macchine virtuali di Azure a istanza singola da non gestiti a gestiti. Se le macchine virtuali si trovano in un set di disponibilità, vedere la sezione successiva. È possibile usare questo processo per convertire le macchine virtuali da dischi non gestiti Premium (SDD) a dischi gestiti Premium o da dischi non gestiti standard (HDD) a dischi gestiti standard.

  1. Deallocare la macchina virtuale con il comando az vm deallocate. L'esempio seguente dealloca la macchina virtuale denominata myVM nel gruppo di risorse myResourceGroup:

    az vm deallocate --resource-group myResourceGroup --name myVM
    
  2. Convertire la macchina virtuale per l'utilizzo di dischi gestiti con il comando az vm convert. Il processo seguente converte la macchina virtuale denominata myVM, incluso il disco del sistema operativo ed eventuali dischi dati:

    az vm convert --resource-group myResourceGroup --name myVM
    
  3. Avviare la macchina virtuale dopo la conversione in dischi gestiti con il comando az vm start. L'esempio seguente avvia la macchina virtuale denominata myVM nel gruppo di risorse myResourceGroup.

    az vm start --resource-group myResourceGroup --name myVM
    

Convertire VM in un set di disponibilità

Se le macchine virtuali che si desidera convertire in dischi gestiti si trovano in un set di disponibilità, è innanzitutto necessario convertire il set di disponibilità in un set di disponibilità gestito.

Tutte le macchine virtuali nel set di disponibilità devono essere deallocate prima di convertire il set di disponibilità. Pianificare la conversione di tutte le macchine virtuali per l'utilizzo di dischi gestiti dopo la conversione del set di disponibilità stesso in un set gestito. Avviare quindi tutte le macchine virtuali e continuare a usarle normalmente.

  1. Elencare tutte le macchine virtuali in un set di disponibilità con il comando az vm availability-set list. L'esempio seguente elenca tutte le macchine virtuali nel set di disponibilità denominato myAvailabilitySet nel gruppo di risorse myResourceGroup:

    az vm availability-set show \
        --resource-group myResourceGroup \
        --name myAvailabilitySet \
        --query [virtualMachines[*].id] \
        --output table
    
  2. Deallocare tutte le macchine virtuali con il comando az vm deallocate. L'esempio seguente dealloca la macchina virtuale denominata myVM nel gruppo di risorse myResourceGroup:

    az vm deallocate --resource-group myResourceGroup --name myVM
    
  3. Convertire il set di disponibilità con il comando az vm availability-set convert. L'esempio seguente converte il set di disponibilità denominato myAvailabilitySet nel gruppo di risorse myResourceGroup:

    az vm availability-set convert \
        --resource-group myResourceGroup \
        --name myAvailabilitySet
    
  4. Convertire tutte le macchine virtuali per l'utilizzo di dischi gestiti con il comando az vm convert. Il processo seguente converte la macchina virtuale denominata myVM, incluso il disco del sistema operativo ed eventuali dischi dati:

    az vm convert --resource-group myResourceGroup --name myVM
    
  5. Avviare tutte le macchine virtuali dopo la conversione in dischi gestiti con il comando az vm start. Nell'esempio seguente viene avviata la macchina virtuale denominata myVM nel gruppo di risorse myResourceGroup:

    az vm start --resource-group myResourceGroup --name myVM
    

Passaggi successivi

Per altre informazioni sulle opzioni di archiviazione, vedere Panoramica di Azure Managed Disks.