Connettere le macchine virtuali Windows create con il modello di distribuzione classica con un servizio cloud o rete virtuale

Importante

Azure offre due diversi modelli di distribuzione per creare e usare le risorse: Gestione risorse e la distribuzione classica. Questo articolo illustra l'uso del modello di distribuzione classica. Microsoft consiglia di usare il modello di Gestione risorse per le distribuzioni più recenti.

Le macchine virtuali Windows create con il modello di distribuzione classica vengono sempre inserite in un servizio cloud. Il servizio cloud funge da contenitore e fornisce un nome DNS pubblico univoco, un indirizzo IP pubblico e un set di endpoint per accedere alla macchina virtuale su Internet. Il servizio cloud può essere in una rete virtuale, ma questo non è un requisito. È inoltre possibile connettere le macchine virtuali Linux con una rete virtuale o un servizio cloud.

Se un servizio cloud non si trova in una rete virtuale, è detto servizio cloud autonomo . Le macchine virtuali in un servizio cloud autonomo comunicano con altre macchine virtuali usando i nomi DNS pubblici delle altre macchine virtuali e il traffico viene trasmesso attraverso Internet. Se un servizio cloud si trova in una rete virtuale, le macchine virtuali in tale servizio cloud possono comunicare con tutte le altre macchine virtuali nella rete virtuale senza inviare traffico su Internet.

Se si inseriscono le macchine virtuali nello stesso servizio cloud autonomo, si potranno continuare a usare il bilanciamento del carico e i set di disponibilità. Per altre informazioni, vedere gli articoli relativi a bilanciamento del carico delle macchine virtuali e gestione della disponibilità delle macchine virtuali. Tuttavia, non è possibile organizzare le macchine virtuali nelle subnet o connettere un servizio cloud autonomo alla rete locale. Ad esempio:

Macchine virtuali in un servizio cloud autonomo

Se si inseriscono le macchine virtuali in una rete virtuale, è possibile decidere quanti servizi cloud usare per il bilanciamento del carico e i set di disponibilità. Inoltre, è possibile organizzare le macchine virtuali nelle subnet analogamente alla rete locale e connettere la rete virtuale alla rete locale. Ad esempio:

Macchine virtuali in una rete virtuale

Le reti virtuali sono il metodo consigliato per connettere le macchine virtuali in Azure. La procedura consigliata consiste nel configurare ogni livello dell'applicazione in un servizio cloud separato. Tuttavia, potrebbe essere necessario combinare le macchine virtuali da diversi livelli dell'applicazione nello stesso servizio cloud in modo da rimanere entro il numero massimo di 200 servizi cloud per ogni sottoscrizione. Per esaminare questo e altri limiti, vedere sottoscrizione Azure e limiti, quote e vincoli del servizio.

Connettere le macchine virtuali in una rete virtuale

Per connettere le macchine virtuali in una rete virtuale:

  1. Creare la rete virtuale nel portale di Azure e specificare "distribuzione classica".
  2. Creare il set di servizi cloud per la tua distribuzione al fine di mostrare il tuo design per i set di disponibilità e il bilanciamento del carico. Nel portale di Azure fare clic su Nuovo > Calcolo > Servizio cloud per ogni servizio cloud.

    Durante la compilazione dei dettagli del servizio cloud, scegliere lo stesso gruppo di risorse usato con la rete virtuale.

  3. Per creare ogni nuova macchina virtuale, fare clic su Nuovo > Calcolo e selezionare l'immagine di macchina virtuale appropriata da App in primo piano.

    Nel pannello Nozioni di base della macchina virtuale scegliere lo stesso gruppo di risorse usato con la rete virtuale.

    Pannello Nozioni di base della macchina virtuale quando si usa una rete virtuale

  4. Durante la compilazione delle impostazioni della macchina virtuale, scegliere il servizio cloud o la rete virtuale corretta per la macchina virtuale.

    Azure selezionerà l'altro elemento in base a quello selezionato.

    Pannello Impostazioni della macchina virtuale quando si usa una rete virtuale

Connettere le macchine virtuali in un servizio cloud autonomo

Per connettere le macchine virtuali in un servizio cloud autonomo:

  1. Creare il servizio cloud nel portale di Azure. Fare clic su Nuovo > Calcolo > Servizio cloud. In alternativa, è possibile creare il servizio cloud per la distribuzione quando si crea la prima macchina virtuale.
  2. Durante la creazione delle macchine virtuali, scegliere lo stesso gruppo di risorse usato con il servizio cloud.

    Aggiungere una macchina virtuale a un servizio cloud esistente

  3. Durante la compilazione dei dettagli della macchina virtuale, scegliere il nome del servizio cloud creato nel primo passaggio.

    Selezione di un servizio cloud per una macchina virtuale

Passaggi successivi

Dopo avere creato una macchina virtuale, è consigliabile aggiungere un disco dati , in modo che i servizi e i carichi di lavoro possano usarlo per archiviare i dati.