Risolvere i problemi della distribuzione classica con la creazione di una nuova macchina virtuale Windows in Azure

Quando si crea una nuova macchina virtuale (VM) di Azure, gli errori comuni che si verificano sono errori di provisioning o di allocazione.

  • Un errore di provisioning si verifica quando l'immagine del sistema operativo non viene caricata a causa di passaggi di preparazione non corretti o della selezione di impostazioni non corrette durante l'acquisizione dell'immagine dal portale.
  • Un errore di allocazione si verifica quando il cluster o l'area non ha risorse disponibili o non può supportare le dimensioni della VM richieste.

Importante

Azure offre due diversi modelli di distribuzione per creare e usare le risorse: Gestione risorse e la distribuzione classica. Questo articolo illustra l'uso del modello di distribuzione classica. Microsoft consiglia di usare il modello di Gestione risorse per le distribuzioni più recenti. Per la versione di Resource Manager di questo articolo, vedere qui.

Se il problema riguardante Azure non è trattato in questo articolo, visitare i forum di Azure su MSDN e Stack Overflow. È possibile pubblicare il problema in questi forum o in @AzureSupport su Twitter. È anche possibile inviare una richiesta di supporto tecnico di Azure. Per inviare una richiesta di supporto tecnico, nella pagina Supporto tecnico di Azure selezionare Supporto.

Raccogliere log di controllo

Per avviare la risoluzione dei problemi, raccogliere i log di controllo per identificare l'errore associato al problema.

Nel portale di Azure fare clic su Esplora > Macchine virtuali > macchina virtuale Windows > Impostazioni > Log di controllo.

Problema: Immagine personalizzata, errori di provisioning

Gli errori di provisioning si verificano se si carica o acquisisce un'immagine di VM generalizzata come un'immagine di VM specializzata o viceversa. Il primo causerà un errore di timeout del provisioning e il secondo un errore di provisioning. Per distribuire l'immagine personalizzata senza errori, è necessario assicurarsi che il tipo dell'immagine non venga modificato durante il processo di acquisizione.

La tabella seguente include l'elenco delle possibili combinazioni di immagini generalizzate e specializzate, il tipo di errore visualizzato e cosa è necessario fare per correggere gli errori.

La tabella seguente elenca le possibili combinazioni di caricamento e acquisizione di immagini del sistema operativo Windows generalizzate (gen.) e specializzate (spec.). Le combinazioni che vengono elaborate senza errori sono indicate da una S, mentre quelle che generano errori sono indicate da una N. Sotto la tabella sono riportate le cause e le soluzioni per i diversi errori che si verificheranno.

SO Caricamento spec. Caricamento gen. Acquisizione spec. Acquisizione gen.
Windows gen. N1 S N3 S
Windows spec. S N2 S N4

S: se il sistema operativo è Windows generalizzato e viene caricato e/o acquisito con l'impostazione generalizzata, non si verificheranno errori. Analogamente, se il sistema operativo Windows è specializzato e viene caricato e/o acquisito con l'impostazione specializzata, non si verificheranno errori.

Errori di caricamento:

N1: se il sistema operativo è Windows generalizzato e viene caricato come specializzato, si verificherà un errore di timeout del provisioning con la VM bloccata nella schermata di Configurazione guidata.

N2: se il sistema operativo è Windows specializzato e viene caricato come generalizzato, si verificherà un errore di provisioning con la VM bloccata nella schermata di Configurazione guidata perché la nuova VM è in esecuzione con nome computer, nome utente e password originali.

Risoluzione:

Per risolvere entrambi questi errori, caricare il disco rigido virtuale originale, disponibile in locale, con la stessa impostazione usata per il sistema operativo (generalizzato/specializzato). Per caricare il disco come generalizzato, ricordarsi di eseguire prima sysprep. Per altre informazioni, vedere Creare e caricare un disco rigido virtuale con Windows Server in Azure .

Errori di acquisizione:

N3: se il sistema operativo è Windows generalizzato e viene acquisito come specializzato, si verificherà un errore di timeout del provisioning perché la VM originale non può essere usata essendo contrassegnata come generalizzata.

N4: se il sistema operativo è Windows specializzato e viene acquisito come generalizzato, si verificherà un errore di provisioning perché la nuova VM è in esecuzione con nome computer, nome utente e password originali. La VM originale, inoltre, non può essere usata perché è contrassegnata come specializzata.

Risoluzione:

Per risolvere entrambi questi errori, eliminare l'immagine corrente dal portale e acquisirla di nuovo dai dischi rigidi virtuali correnti con la stessa impostazione usata per il sistema operativo (generalizzato/specializzato).

Questo errore si verifica nelle situazioni in cui la nuova richiesta di VM viene inviata a un cluster che non ha spazio disponibile sufficiente per soddisfare la richiesta o che non può supportare le dimensioni della VM richieste. Non è possibile combinare serie di VM diverse nello stesso servizio cloud. Se si vuole quindi creare una nuova VM con dimensioni diverse rispetto a quelle che il servizio cloud può supportare, la richiesta di calcolo non riuscirà.

In base ai vincoli del servizio cloud usato per creare la nuova VM, si potrebbe verificare un errore causato da una delle due situazioni seguenti.

Causa 1: il servizio cloud è aggiunto a un cluster specifico oppure è collegato a un gruppo di affinità e perciò aggiunto a un cluster specifico in base alla progettazione. Le nuove richieste di risorse di calcolo in quel gruppo di affinità vengono quindi provate nello stesso cluster in cui sono ospitate le risorse esistenti. Tuttavia, lo stesso cluster potrebbe non supportare le dimensioni della VM richieste o non ha spazio disponibile sufficiente, causando un errore di allocazione. Questo vale indipendentemente dal fatto che le nuove risorse vengano create tramite un servizio cloud nuovo o esistente.

Risoluzione 1:

  • Creare un nuovo servizio cloud e associarlo a un'area o una rete virtuale basata sull'area.
  • Crea una nuova VM nel nuovo servizio cloud. Se si verifica un errore durante il tentativo di creare un nuovo servizio cloud, riprovare in un secondo momento o cambiare l'area per il servizio cloud.

Importante

Se si sta provando a creare una nuova VM in un servizio cloud esistente, ma è stato necessario creare un nuovo servizio cloud per la nuova VM, è possibile scegliere di consolidare tutte le VM nello stesso servizio cloud. A questo scopo, eliminare le VM nel servizio cloud esistente e acquisirle di nuovo dai relativi dischi nel nuovo servizio cloud. È tuttavia importante ricordare che il nuovo servizio cloud avrà un nuovo nome e un nuovo indirizzo VIP, quindi sarà necessario aggiornarli per tutte le dipendenze che attualmente usano queste informazioni per il servizio cloud esistente.

Causa 2: il servizio cloud è associato a una rete virtuale collegata a un gruppo di affinità e perciò è aggiunto a un cluster specifico in base alla progettazione. Tutte le nuove richieste di risorse di calcolo in quel gruppo di affinità vengono quindi provate nello stesso cluster in cui sono ospitate le risorse esistenti. Tuttavia, lo stesso cluster potrebbe non supportare le dimensioni della VM richieste o non ha spazio disponibile sufficiente, causando un errore di allocazione. Questo vale indipendentemente dal fatto che le nuove risorse vengano create tramite un servizio cloud nuovo o esistente.

Risoluzione 2:

Passaggi successivi

Se si incontrano problemi quando si avvia una VM Windows arrestata o si ridimensiona una VM Windows esistente in Azure, vedere l'articolo su come risolvere i problemi della distribuzione classica con il riavvio o il ridimensionamento di una macchina virtuale Windows esistente in Azure.