Configurare manualmente un gruppo di disponibilità Always On nelle macchine virtuali di Azure tramite Resource Manager

Questa esercitazione illustra come creare un gruppo di disponibilità di SQL Server che usa macchine virtuali di Azure Resource Manager. L'esercitazione usa pannelli di Azure per configurare un modello. Nel corso dell'esercitazione l'utente rivedrà le impostazioni predefinite, digiterà i valori necessari e aggiornerà i pannelli nel portale.

L'esercitazione completa crea un gruppo di disponibilità di SQL Server in macchine virtuali di Azure, che includono gli elementi seguenti:

  • Una rete virtuale con più subnet, inclusa una subnet front-end e una back-end
  • Due controller di dominio che hanno un dominio di Active Directory
  • Due macchine virtuali che eseguono SQL Server e che sono distribuite alla subnet back-end e aggiunte al dominio di Active Directory
  • Un cluster di failover a tre nodi con il modello di quorum Maggioranza dei nodi
  • Un gruppo di disponibilità che ha due repliche di commit sincrono di un database di disponibilità

La figura seguente rappresenta la soluzione completa.

Architettura di lab di test per gruppi di disponibilità in Azure

Tutte le risorse di questa soluzione appartengono a un solo gruppo di risorse.

Prima di iniziare questa esercitazione, verificare quanto segue:

Nota

Se si è interessati all'uso di gruppi di disponibilità con SharePoint, vedere anche Configurare gruppi di disponibilità AlwaysOn di SQL Server 2012 per SharePoint 2013.

In questa esercitazione verrà usato il portale di Azure per:

  • Scegliere il modello Always On dal portale.
  • Rivedere le impostazioni del modello e aggiornare alcune impostazioni di configurazione per adattarle all'ambiente in uso.
  • Monitorare Azure durante la creazione dell'intero ambiente.
  • Connettersi a un controller di dominio e quindi a un server che esegue SQL Server.

Questa esercitazione illustra la compilazione della soluzione tramite il portale di Azure. Se si desidera creare la soluzione da un modello, scegliere il modello desiderato fra i modelli di GitHub di Microsoft Azure. Il modello Crea un gruppo di disponibilità con macchine virtuali di replica di SQL Server 2014 consente di creare la stessa soluzione illustrata in questa esercitazione.

Azure offre un'immagine della raccolta per l'intera soluzione. Per individuare il modello:

  1. Accedere al Portale di Azure con il proprio account.
  2. Nel Portale di Azure, fare clic su + Nuovo per aprire il pannello Nuovo.
  3. Nel pannello Nuovo cercare AlwaysOn. Individuare il modello AlwaysOn
  4. Nei risultati della ricerca trovare SQL Server AlwaysOn Cluster (Cluster AlwaysOn di SQL Server). Modello AlwaysOn
  5. In Selezionare un modello di distribuzione scegliere Resource Manager.

Nozioni di base

Fare clic su Nozioni di base e configurare le impostazioni seguenti:

  • Nome utente amministratore: è un account utente con autorizzazioni di amministratore di dominio ed è anche membro del ruolo del server predefinito come amministratore di sistema di SQL Server in entrambe le istanze di SQL Server. Per questa esercitazione, usare DomainAdmin.
  • Password : la password dell'account di amministratore di dominio. Usare una password complessa. Confermare la password.
  • Sottoscrizione: è la sottoscrizione alla quale verrà emessa la fattura da Azure per l'esecuzione di tutte le risorse distribuite per il gruppo di disponibilità. Se l'account ha più sottoscrizioni, è possibile specificare una sottoscrizione diversa.
  • Gruppo di risorse: è il nome del gruppo a cui appartengono tutte le risorse di Azure create con questo modello. Per questa esercitazione usare SQL-HA-RG. Per altre informazioni, vedere Panoramica di Azure Resource Manager.
  • Posizione: l'area di Azure in cui verranno create le risorse per questa esercitazione. Scegliere un'area di Azure.

L'immagine è una schermata del pannello Nozioni di base completato:

Nozioni di base

Fare clic su OK.

Impostazioni di dominio e di rete

Questo modello di raccolta di Azure crea un dominio con controller di dominio. Crea inoltre una rete e due subnet. Il modello non può creare server in una rete virtuale o in un dominio esistente. Il passaggio successivo configura le impostazioni di dominio e di rete.

Nel pannello delle impostazioni di dominio e di rete rivedere i valori predefiniti per le impostazioni di dominio e di rete:

  • Nome di dominio radice della foresta: è il nome di dominio per il dominio di Active Directory che ospita il cluster. Per questa esercitazione usare contoso.com.
  • Nome rete virtuale : il nome della rete virtuale di Azure. Per questa esercitazione usare autohaVNET.
  • Nome subnet del controller di dominio : il nome della parte della rete virtuale che ospita il controller di dominio. Usare subnet-1. Questa subnet usa il prefisso dell'indirizzo 10.0.0.0/24.
  • Nome subnet di SQL Server: è il nome della parte della rete virtuale che ospita i server che eseguono SQL Server e il controllo di condivisione file. Usare subnet-2. Questa subnet usa il prefisso dell'indirizzo 10.0.1.0/26.

Per altre informazioni sulle reti virtuali in Azure, vedere Panoramica di rete virtuale.

Il pannello delle impostazioni di dominio e di rete dovrebbe avere l'aspetto seguente:

Impostazioni di dominio e di rete

Se necessario, questi valori possono essere modificati. Per questa esercitazione usare i valori predefiniti.

Rivedere le impostazioni e fare clic su OK.

Impostazioni gruppo di disponibilità

In Impostazioni del gruppo di disponibilità rivedere i valori predefiniti per il gruppo di disponibilità e il listener.

  • Nome del gruppo di disponibilità: il nome della risorsa cluster per il gruppo di disponibilità. Per questa esercitazione usare Contoso-ag.
  • Nome del listener del gruppo di disponibilità: viene usato dal cluster e dal servizio di bilanciamento del carico interno. I client che si connettono a SQL Server possono usare questo nome per connettersi alla replica corretta del database. Per questa esercitazione usare Contoso-listener.
  • Porta del listener del gruppo di disponibilità: specifica la porta TCP del listener di SQL Server. Per questa esercitazione usare la porta predefinita 1433.

Se necessario, questi valori possono essere modificati. Per questa esercitazione usare i valori predefiniti.

Impostazioni gruppo di disponibilità

Fare clic su OK.

Impostazioni delle dimensioni della macchina virtuale e di archiviazione

Nelle impostazioni delle dimensioni della macchina virtuale e di archiviazione scegliere una dimensione per la macchina virtuale di SQL Server e rivedere le altre impostazioni.

  • Dimensioni macchina virtuale di SQL Server: indica le dimensioni per entrambe le macchine virtuali che eseguono SQL Server. Scegliere le dimensioni più appropriate della macchina virtuale per il carico di lavoro. Se si crea questo ambiente per l'esercitazione, usare DS2. Per i carichi di lavoro di produzione, scegliere una dimensione della macchina virtuale in grado di supportare il carico. Molti carichi di lavoro di produzione richiedono dimensioni DS4 o superiori. Il modello crea due macchine virtuali di questa dimensione e installa SQL Server su ciascuna di esse. Per altre informazioni, vedere Dimensioni delle macchine virtuali in Azure.

Nota

Azure installa SQL Server Enterprise Edition. Il costo dipende dalla versione e dalla dimensione della macchina virtuale. Per informazioni dettagliate sui costi correnti, vedere Prezzi di macchine virtuali.

  • Dimensioni macchina virtuale del controller di dominio : indica la dimensione della macchina virtuale per i controller di dominio. Per questa esercitazione usare D2.
  • Dimensioni macchina virtuale del controllo di condivisione file : indica la dimensione della macchina virtuale per il controllo di condivisione file. Per questa esercitazione usare A1.
  • Account di archiviazione SQL: è il nome dell'account di archiviazione che contiene i dischi del sistema operativo e i dati di SQL Server. Per questa esercitazione usare alwaysonsql01.
  • Account di archiviazione del controller di dominio : indica il nome dell'account di archiviazione per i controller di dominio. Per questa esercitazione usare alwaysondc01.
  • Dimensioni del disco dati di SQL Server : indica la dimensione del disco dati di SQL Server espressa in TB. Specificare un numero compreso tra 1 e 4. Per questa esercitazione usare 1.
  • Ottimizzazione dell'archiviazione : definisce le impostazioni di configurazione dell'archiviazione specifiche per le macchine virtuali di SQL Server in base al tipo di carico di lavoro. Tutti le macchine virtuali di SQL Server in questo scenario usano account di archiviazione Premium con la cache dell'host del disco dati di Azure impostata su sola lettura. È inoltre possibile ottimizzare le impostazioni di SQL Server in base al carico di lavoro scegliendo una delle tre opzioni seguenti:

    • Carico di lavoro generale: non definisce impostazioni di configurazione specifiche.
    • Elaborazione transazionale: imposta i flag di traccia 1117 e 1118.
    • Data warehousing: imposta i flag di traccia 1117 e 610.

Per questa esercitazione usare Carico di lavoro generale.

Impostazioni archiviazione dimensione VM

Rivedere le impostazioni e fare clic su OK.

Nota sull'archiviazione

Altre scelte di ottimizzazione dipendono dalla dimensione dei dischi dati del server SQL. Per ogni terabyte di disco dati, Azure aggiunge un extra 1 TB di archiviazione Premium. Quando un server richiede 2 TB o più, il modello crea un pool di archiviazione in ogni macchina di virtuale di SQL Server. Un pool di archiviazione è una forma di virtualizzazione dell'archiviazione in cui sono configurati più dischi per fornire maggiore capacità, flessibilità e prestazioni. Il modello crea uno spazio di archiviazione nel pool di archiviazione e presenta un disco dati unico al sistema operativo. Il modello definisce il disco come disco dati per SQL Server. Il modello ottimizza il pool di archiviazione per SQL Server tramite le impostazioni seguenti:

  • Dimensione stripe: è l'impostazione di interfoliazione per il disco virtuale. I carichi di lavoro transazionali usano 64 KB. I carichi di lavoro del warehouse di dati usano 256 KB.
  • Resilienza: nessuna resilienza.

Nota

Un account di archiviazione Premium di Azure è caratterizzato da ridondanza locale e mantiene tre copie di dati in una singola area. Non è quindi necessaria resilienza aggiuntiva nel pool di archiviazione.

  • Totale colonne: indica il numero di dischi presenti nel pool di archiviazione.

Per altre informazioni sullo spazio di archiviazione e sui pool di archiviazione, vedere:

Per altre informazioni sulle procedure consigliate per la configurazione di SQL Server, vedere Procedure consigliate per le prestazioni per SQL Server in macchine virtuali di Azure.

Impostazioni di SQL Server

In Impostazioni di SQL Server rivedere e modificare il prefisso del nome della macchina virtuale di SQL Server, la versione di SQL Server, l'account e la password dell'account di servizio SQL Server e la pianificazione della manutenzione per l'applicazione automatica di patch di SQL Server.

  • Prefisso nome di SQL Server: viene usato per creare un nome per ogni macchina virtuale di SQL Server. Per questa esercitazione usare sqlserver. I nomi dei modelli di macchine virtuali di SQL Server sono sqlserver-0 e sqlserver-1.
  • Versione di SQL Server: è la versione di SQL Server. Per questa esercitazione usare SQL Server 2014. È anche possibile scegliere SQL Server 2012 o SQL Server 2016.
  • Nome utente dell'account del servizio SQL Server : indica il nome dell'account di dominio per il servizio SQL Server. Per questa esercitazione usare sqlservice.
  • Password : la password dell'account del servizio SQL Server. Usare una password complessa. Confermare la password.
  • Pianificazione della manutenzione per l'applicazione automatica delle patch di SQL: identifica il giorno della settimana in cui Azure applicherà automaticamente le patch ai server SQL Server. Per questa esercitazione digitare Sunday (domenica).
  • SQL Auto Patching maintenance start hour (Ora di inizio manutenzione per l'applicazione automatica delle patch di SQL): in base all'area di Azure, indica l'ora in cui ha inizio l'applicazione automatica delle patch.

Nota

La finestra di gestione delle patch per ogni VM è sfalsata in intervalli di un'ora. Per prevenire l'interruzione del servizio, le patch vengono applicate a una macchina virtuale alla volta.

Impostazioni di SQL Server

Rivedere le impostazioni e fare clic su OK.

Riepilogo

Convalidare le impostazioni nella pagina di riepilogo di Azure. È anche possibile scaricare il modello. Esaminare il riepilogo. Fare clic su OK.

Acquistare

Questo pannello finale contiene le condizioni d'uso e l'informativa sulla privacy. Esaminare le informazioni. Per consentire ad Azure di avviare la creazione delle macchine virtuali e di tutte le altre risorse necessarie per il gruppo di disponibilità, fare clic su Crea.

Il portale di Azure crea il gruppo di risorse e tutte le altre risorse.

Monitorare la distribuzione

Monitorare l'avanzamento della distribuzione dal portale di Azure. Un'icona che rappresenta la distribuzione viene automaticamente aggiunta al dashboard del Portale di Azure.

Dashboard di Azure

Connettersi a SQL Server

Le nuove istanze di SQL Server sono in esecuzione su macchine virtuali che hanno indirizzi IP connessi a Internet. È possibile effettuare connessioni desktop remoto (RDP) direttamente a ogni macchina virtuale di SQL Server.

Per connettersi mediante RDP al server SQL, seguire questa procedura:

  1. Dal dashboard del Portale di Azure verificare se la distribuzione è riuscita.
  2. Fare clic su Risorse.
  3. Nel pannello Risorse fare clic su sqlserver-0, ovvero il nome computer di una delle macchine virtuali che eseguono SQL Server.
  4. Nel pannello di sqlserver-0 fare clic su Connetti. Il browser chiederà se si desidera aprire o salvare l'oggetto di connessione remota. Fare clic su Apri.
  5. La connessione Desktop remoto potrebbe visualizzare un avviso che l'entità di pubblicazione della connessione remota non può essere identificato. Fare clic su Connect.
  6. Il sistema di sicurezza di Windows chiede all'utente di immettere le proprie credenziali per eseguire la connessione all'indirizzo IP del controller di dominio primario. Fare clic su Usa un altro account. In Nome utente digitare contoso\DomainAdmin. Questo account è stato configurato quando è stato impostato il nome utente dell'amministratore nel modello. Usare la password complessa scelta durante la configurazione del modello.
  7. Desktop remoto potrebbe segnalare che il computer remoto non può essere autenticato a causa di problemi relativi al certificato di sicurezza. Mostra il nome del certificato di sicurezza. Se sono stati eseguiti i passaggi dell'esercitazione, il nome è sqlserver-0.contoso.com. Fare clic su .

A questo punto si è connessi alla macchina virtuale di server SQL tramite Remote Desktop Protocol (RDP). È possibile aprire SQL Server Management Studio, connettersi all'istanza predefinita di SQL Server e verificare che il gruppo di disponibilità sia configurato.